Guadagnare online nel 2022: consigli e aspetto fiscale

Guadagnare online oggi è possibile. In questo articolo presentiamo le professioni più diffuse per il lavoro sul web, e qualche indicazione sulla gestione fiscale.

Guadagnare online nel 2022: consigli e aspetto fiscale
  • Per guadagnare online in modo sicuro è necessario affidarsi a brand conosciuti e a sistemi verificati, altrimenti si rischia di perdere tempo e denaro.
  • Guadagnare online oggi è possibile anche grazie allo smart working, la modalità di lavoro agile che si sta diffondendo largamente anche in Italia.
  • Guadagnare online è possibile tramite una professione digitale, per cui serve l’apertura di una Partita Iva, in alternativa si può procedere con piccoli lavori per arrotondare.

Lavorare e guadagnare online oggi è possibile, sviluppando alcune competenze specifiche, per professioni che si possono svolgere con il supporto di un computer e di una rete internet.

Ci sono molte possibilità oggi per chi inizia a cercare delle opportunità di guadagno online, anche se è bene precisare che occorre una buona dose di prudenza per evitare di incorrere in truffe di diverso tipo presenti sul web.

Il lavoro digitale oggi è una risorsa importante per molti, e garantisce di poter svolgere un’attività da remoto, in smart working. Se vuoi un aiuto concreto nella ricerca della professione digitale adatta a te, oppure di un modo per arrotondare le entrate con piccoli lavoretti online, leggi questa guida, che ti mostrerà le diverse opportunità che possono aprirsi.

Nella guida troverai anche alcune importanti indicazioni fiscali per l’apertura di una Partita Iva nel caso di svolgimento di una professione digitale.

Come guadagnare online in smart working

Guadagnare online è possibile lavorando in smart working, e negli ultimi anni questa modalità di lavoro si è diffusa largamente in Italia. Guadagnare online è possibile in smart working se si svolge una professione per cui è sufficiente disporre di un computer e di una rete internet.

Se ben utilizzata, la rete internet è una miniera d’oro, e la difficoltà sta proprio nel fatto che deve essere usata in modo ponderato, diversamente è una fonte di rischio sia potenziale che effettivo.

Sono moltissimi i portali che offrono guadagni eccezionali solo stando seduti davanti al computer. Tuttavia non sempre si tratta di proposte affidabili: per questo motivo il consiglio è quello di sviluppare una professione spendibile anche online nel mercato del lavoro.

Iniziamo l’articolo presentando alcune professioni che puoi intraprendere utilizzando un computer, una rete internet, e molta formazione. Inoltre ti offriremo in questa guida qualche spunto su alcune piattaforme conosciute che offrono lavori a professionisti autonomi con Partita Iva.

Guadagnare online

Guadagnare online con la grafica

L’aspetto visivo per il web oggi è molto importante, e ad oggi tutte le aziende sono orientate a presentarsi online nel migliore dei modi possibili. Per questo motivo aziende e professionisti cercano esperti di grafica per commissionare lavori di diverso tipo.

Dalle grafiche pubblicitarie ai banner per siti web, dalle landing page, ovvero le pagine web orientate alla vendita, fino alla cura dei canali social ufficiali aziendali: in ogni caso la grafica è un aspetto importantissimo, da non sottovalutare.

Un esperto di grafica può accedere ad un ampio ventaglio di possibilità lavorative, e di collaborazione, con brand noti e meno noti, anche da remoto in smart working. Questa professione tuttavia non va improvvisata. Per lavorare come grafico pubblicitario, o per il web, è necessario padroneggiare gli strumenti del mestiere.

Si tratta di programmi come Photoshop, Illustrator, InDesign. Per utilizzare al meglio questi programmi è necessario seguire alcuni corsi di formazione specifici, ed esistono anche prestigiose università, in Italia e all’estero, che permettono di accedere alle competenze necessarie per padroneggiare questi programmi, e per sviluppare l’occhio creativo che è richiesto ad ogni esperto in materia.

Ottenendo alcune certificazioni e mantenendosi aggiornati nel tempo, è possibile offrire un servizio di grafica personalizzato, che ad oggi è molto richiesto dalle aziende. Risulta possibile lavorare sia come dipendente che come autonomo con Partita Iva, svolgendo questa professione. Guadagnare online lavorando da casa è possibile avendo le basi di questo mestiere.

Guadagnare online con la programmazione informatica

Lavorare come programmatore informatico è un’altra strada possibile se si desidera svolgere una professione da remoto. Anche in questo caso è possibile trovare lavori come dipendente in questo ambito, o iniziare la propria attività con Partita Iva.

Guadagnare online con la programmazione informatica oggi è possibile, perché la programmazione è molto richiesta dalle aziende. Anche in questo caso è sufficiente avere a disposizione un computer e una connessione internet per lavorare, ma le competenze sono indispensabili.

Guadagnare-online-programmazione

Lavorare come programmatore informatico comporta molte conoscenze sui linguaggi di programmazione, ovvero su quei codici che servono per strutturare una pagina web oppure un software, ovvero un programma informatico che può essere utilizzato per diversi scopi.

Esistono diversi linguaggi nell’informatica: Java, PHP, .Net, e così via. Padroneggiare questi linguaggi è importante se si desidera avviare questa professione, che si può svolgere anche da remoto. Guadagnare online con questa professione è possibile con Partita Iva, lavorando quindi su più di un progetto.

Guadagnare online con il copywriting

Un altro mestiere che si è diffuso negli ultimi anni è quello del copywriter: si tratta di una professione basata sulla scrittura di testi, anche di diverso genere. La professione del copywriter si può imparare frequentando un corso universitario, un master, o anche corsi appositi tenuti da aziende e docenti.

Lavorare come copywriter è possibile anche da remoto, per questo motivo si tratta di una interessante opportunità per chi vuole trasformare la propria passione per la scrittura in una professione, e guadagnare online lavorando su commissione.

Il copywriter infatti si occupa di scrivere testi di diversa natura: da quelli presenti all’interno dei siti web, agli articoli di magazine online e riviste. Anche in questo caso, per avviare la professione di copywriter è consigliata l’apertura di una Partita Iva, che permette di lavorare per più committenti emettendo fattura.

Guadagnare online pubblicando e-book

Infine, se hai sviluppato la tua professione di scrittore per il web e copywriter, puoi prendere in considerazione la possibilità di scrivere un e-book, il libro in formato digitale.

Scegli il tema nel quale sei più esperto, scegli un editore che possa pubblicartelo, oppure consulta una guida per impaginarlo come autore indipendente, e poi mettilo in vendita nei diversi marketplace sul web, come Amazon.

In questo caso un valido strumento è caratterizzato dai tuoi social network per pubblicizzare l’e-book adeguatamente, altrimenti avrai fatto uno sforzo che non necessariamente troverà riscontro. Anche in questo caso è consigliato sfruttare questa possibilità congiuntamente al lavoro come copywriter, con una Partita Iva.

Lavorare online come freelance: la Partita Iva

Per guadagnare online, lavorando come freelance, è indispensabile aprire una Partita Iva. Si tratta di un passaggio necessario quando si desidera avviare una professione, a seguito di un percorso di formazione, che si può svolgere anche interamente online da casa.

La scelta della Partita Iva è un momento importante, per cui è consigliato l’appoggio di un Dottore Commercialista per i passi iniziali e per la gestione fiscale dall’apertura in avanti. Ogni lavoratore che guadagna online svolgendo una professione autonoma, deve disporre di una Partita Iva per essere inquadrato fiscalmente, e lavorare in modo legale. La Partita Iva comporta il pagamento di una serie di imposte, in base al regime fiscale scelto.

Oltre al regime fiscale ordinario, in Italia è possibile scegliere tra diverse alternative. La più diffusa negli ultimi anni, più conveniente per chi vuole lavorare e guadagnare online, è la Partita Iva a regime forfettario.

Guadagnare-online-regime-fiscale

Partita Iva a regime forfettario

La Partita Iva a regime forfettario permette di risparmiare sulle imposte: rispetto al regime ordinario infatti le tasse sono molto ridotte. Questa Partita Iva offre a chi la apre di lavorare con il 5% di imposte per i primi 5 anni di attività, e il 15% per gli anni successivi.

Per chi vuole guadagnare online e si trova nella sua prima esperienza di lavoro autonomo, la Partita Iva a regime forfettario è la più vantaggiosa, ed è anche una soluzione scelta largamente dai più giovani che intendono lavorare freelance.

Uno dei vincoli che bisogna rispettare per poter usufruire di questo regime vantaggioso è il fatturato: non bisogna superare i 65.000 euro annui. Per le professioni viste sopra, questa soluzione è la più congeniale, perché difficilmente, almeno all’inizio, si raggiungono tali cifre.

Successivamente, c’è sempre tempo a convertire la Partita Iva forfettaria in una a regime ordinario, superato il limite di fatturato.

Ricavare un guadagno online dai social media

Fino adesso abbiamo visto le professioni più diffuse per un lavoro da svolgere interamente online, ma non sono le uniche. Oggi è possibile ricavare un guadagno, e sviluppare una professione, anche intorno ai social media, utilizzati largamente anche dagli italiani.

Un esempio di professione che si può svolgere interamente online è quella del Social Media Manager, ovvero dell’esperto di social che utilizza queste piattaforme per comunicare al pubblico di una azienda o impresa. Ma oltre a questo mestiere, è possibile lavorare in autonomia, aprendo una Partita Iva se l’attività procede bene, tramite Youtube.

Si tratta della piattaforma video più utilizzata dagli italiani, e da milioni di utenti in tutto il mondo, quindi è già di per sé un palcoscenico parecchio interessante.

Risulta possibile con questa piattaforma creare video da monetizzare, pubblicandoli tuo canale attraverso i banner che vi compaiono. La procedura per avere questa possibilità è abbastanza semplice: dal tuo account, se vai nelle impostazioni, troverai la voce “stato e funzioni del canale” e da lì, attraverso il menù a destra troverai la voce “monetizzazione”.

Attenzione però, perché ultimamente Youtube ha introdotto un limite minimo di utenti che seguono il tuo canale: occorre una base di 1000 iscritti per poter monetizzare. Per questo motivo, se ti piace la piattaforma, ti conviene affrettarti ad attivare bene il tuo canale e pubblicizzarlo il più possibile fra amici e conoscenti.

Guadagnare piccoli ricavi online

Oltre alle diverse professioni che si possono sviluppare interamente online, è anche possibile fare qualche lavoro aggiuntivo sul web per arrotondare, da casa.

Presentiamo qui alcuni esempi semplici che possono essere presi in considerazione sia da professionisti con Partita Iva, sia da soggetti sprovvisti di Partita Iva, che possono utilizzare la collaborazione con ritenuta di acconto.

Affiliate marketing per guadagnare online

Uno dei sistemi conosciuti, quando si parla di guadagnare con internet, è quello dell’affiliate marketing. In questo caso il tuo compito sarà quello di vendere on line dei prodotti creati da altri.

Se disponi di un sito web, un blog o un profilo su qualsiasi social network (meglio ancora se hai tutti e tre) potrai inserire dei banner, o qualsiasi altra forma pubblicitaria, e il guadagno qui deriva dalla percentuale che ti viene riconosciuta sugli acquisti degli utenti.

I portali che offrono questo tipo di opportunità sono diversi ed il primo fra tutti per importanza è Amazon.

Vendere infoprodotti online

Un’altra possibilità di ottenere dei discreti guadagni online è quella di vendere gli infoprodotti. Si tratta in questo caso di rivendere i tuoi e-book, videocorsi o lezioni.

Se prepari un videocorso in cui trasmetti una tua conoscenza o esperienza, puoi metterlo in vendita in una piattaforma dedicata. Ce ne sono moltissime, anche in questo caso.

La più conosciuta, che è anche il marketplace più grande attualmente per questo genere di prodotti, è sicuramente Udemy, ma ce ne sono anche tante altre, come: Skillshare, Life earning, GameDu, Lezione-online ecc. In questo caso il consiglio è quello di prendere quante più informazioni ti è possibile prima di iniziare.

Rivendere domini e siti web

Si tratta di acquistare dei domini che potenzialmente potrebbero essere oggetto di richiesta e che sono liberi, cioè non ancora acquistati da altri. Alcuni programmatori informatici offrono anche questo tipo di servizio, e ci sono nel mondo molte aziende o soggetti privati disposti all’acquisto. Alcuni dei portali di domini più noti sono Aruba, Netsons, OVH.

Guadagnare online con sondaggi

Guadagnare online con i sondaggi

Se vuoi guadagnare anche nel tuo tempo libero o semplicemente vuoi arrotondare con degli extra, i sondaggi sono un ottimo sistema.

In genere questa possibilità è data da siti web che sono riconducibili a società di ricerche di mercato, che tramite iscrizione gratuita, consentono di guadagnare piccole somme di denaro rispondendo a dei questionari su vari prodotti e servizi.

I sondaggi possono avere diversi scopi, come ad esempio aiutare le marche a scoprire le preferenze dei consumatori, o per consentire ai ricercatori di ottenere input informativi su determinati test.

Come guadagnare online senza partita IVA

Per guadagnare online avviando una professione che sia stabile nel tempo, sicuramente è necessario valutare l’apertura di una Partita Iva. Si tratta di un passo fondamentale se si intende svolgere una professione per più clienti, o committenti.

Tuttavia, se si è agli inizi, e non si conoscono le prospettive di guadagno, è possibile utilizzare una forma di lavoro autonomo che in Italia viene contemplata dal fisco: la prestazione occasionale.

Si tratta di una forma di collaborazione professionale prevista per le occasioni sporadiche e non continuative, in cui si presta la propria opera a favore di un committente. Questo è un sistema molto comodo anche per chi ha già un altro lavoro e vuole arrotondare i guadagni con piccole prestazioni professionali.

Prestazione occasionale e ritenuta di acconto

Si può utilizzare la prestazione occasionale per svolgere piccoli lavori per delle aziende, rimanendo sotto i 5.000 euro di guadagno annuale dovuti a questo tipo di collaborazione. In molti casi le società portano all’esterno piccoli compiti, che possono essere svolti online, cercando persone in tutto il mondo.

In questo modo, è possibile guadagnare tariffe fisse per ogni compito, e senza la necessità di una Partita Iva. Una delle piattaforme più popolari per fare questo tipo di attività è la piattaforma di crowdsourcing Mechanical Turk di Amazon.

Una volta superato il fatturato massimo con questa tipologia di collaborazione, in ogni caso è indispensabile aprire una Partita Iva per essere in regola con il fisco e poter emettere fatture.

Come guadagnare online – Domande frequenti

Si può guadagnare online senza partita Iva?

Per ottenere dei piccoli guadagni è possibile utilizzare la collaborazione occasionale, con ritenuta di acconto. Per guadagni superiori a 5.000 euro annui, è obbligatorio aprire una Partita Iva. Ecco come procedere in entrambi i casi.

Come guadagnare online da casa?

Diverse professioni permettono di guadagnare online da casa, come quella del programmatore informatico, del copywriter, o del grafico. Ecco come muoversi a livello fiscale e cosa sapere per iniziare.

Come guadagnare online con Amazon?

Amazon offre diverse possibilità di guadagno online: dalla rivendita di prodotti terzi, alla pubblicazione di e-book, alla gestione di un vero e proprio e-commerce.

Autore
Foto dell'autore

Alessandro Creazzo

Consulente aziendale e marketing d'impresa

Consulente aziendale dal 1999, mi sono occupato di finanza agevolata e business planning presso importanti organizzazioni di categoria quali COLDIRETTI e CONFAGRICOLTURA, ed anche come libero professionista. Nel 2003 ho iniziato l’attività di consulenza aziendale di direzione. Dal 2009 mi occupo di Marketing Strategico e Responsabilità Sociale d’Impresa.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.