Nuovi scaglioni e aliquote IRPEF 2024: detrazioni, esempio di calcolo, tabella

Con la nuova Legge di Bilancio cambiano anche gli scaglioni Irpef: ecco come viene applicata questa tassa da quest'anno e quali sono le detrazioni spettanti a lavoratori e pensionati.

di Redazione

Revisione a cura di Giovanni EmmiDottore CommercialistaSu PartitaIva.it ci impegniamo al massimo per garantire informazioni accurate. Gli articoli vengono costantemente revisionati da professionisti del settore.

Adv

detrazioni irpef
  • Nel 2024 le aliquote Irpef sono soggette ad un ulteriore cambiamento. Con l’ultima manovra vengono ridotte da 4 a 3.
  • La Legge di Bilancio 2024 conferma alcune semplificazioni fiscali, oltre all’accorpamento delle prime due aliquote Irpef in un unico scaglione.
  • A seconda della fascia di reddito sono previste specifiche detrazioni fiscali.

Le aliquote Irpef stabiliscono quante tasse devono essere versate allo stato da diverse categorie di contribuenti, come i lavoratori dipendenti, gli autonomi e i pensionati. Quest’anno arrivano nuove aliquote IRPEF, confermate dalla recente Legge di Bilancio 2024, con le detrazioni suddivise in base ai redditi.

Vediamo di seguito in cosa consistono le ultime modifiche alle aliquote IRPEF, che rientrano nella tanto attesa manovra 2024, la quale ha portato a diverse semplificazioni fiscali e ha comportato la riduzione delle aliquote dalle 4 precedenti a 3.

Tabella aliquote IRPEF 2024

Scaglioni IRPEF 2024Aliquote IRPEF 2024
Fino a 28.000 euro23%
Oltre 28.000 euro e fino a 50.000 euro35%
Oltre 50.000 euro43%

L’IRPEF è un’imposta diretta, personale e progressiva che si paga sul reddito da lavoro dipendente e autonomo, ma anche su quello assimilato al lavoro dipendente e di impresa e sulle pensioni, sulla base di quanto previsto dal TUIR, il testo unico delle imposte sui redditi. 

Con la recente manovra, il governo Meloni ha confermato l’intenzione di ridurre ancora il divario tra i diversi scaglioni Irpef, andando ad accorpare il primo e il secondo scaglione in una unica aliquota. A confermare questa ulteriore riforma delle aliquote Irpef è il decreto legislativo 30 dicembre 2023, n.2161.

Questo cambiamento comporta un vantaggio in termini di risparmio sulle tasse per chi ha un reddito tra i 15.000 e i 28.000 euro, che può quindi vedere un piccolo aumento dei propri ricavi aderendo allo scaglione di tassazione più basso.

tot business

Aliquote IRPEF 2022 – 2023

IRPEF 2022

La legge di Bilancio 2022 aveva già portato in precedenza alla ridefinizione di scaglioni e aliquote IRPEF. Dal 1° gennaio 2022 erano infatti in vigore i seguenti scaglioni:

  • 1° scaglione: relativo ai contribuenti che hanno un reddito compreso tra 0 e 15.000 euro;
  • 2° scaglione: relativo ai contribuenti che hanno un reddito compreso tra 15.001 e 28.000 euro;
  • 3° scaglione: relativo ai contribuenti che hanno un reddito compreso tra 28.001 e 50.000 euro;
  • 4° scaglione: relativo ai contribuenti che hanno un reddito superiore a 50.000 euro. 

Queste modifiche hanno comportato di conseguenza una differente applicazione delle imposte sui redditi nel 2023 e una diversa suddivisione delle aliquote, che ha avvantaggiato alcune fasce di reddito piuttosto che altre.

Aliquote IRPEF 2021

Ricordiamo quali erano le aliquote precedentemente in vigore, che in totale erano 5. Nello specifico al 2021 erano previsti i seguenti scaglioni e aliquote IRPEF:

  1. aliquota del 23% per reddito fino a 15.000 euro;
  2. aliquota del 27% per i redditi compresi tra 15.001 e 28.000 euro;
  3. aliquota del 38% per i redditi compresi tra 28.001 e 55.000 euro;
  4. aliquota del 41% per i redditi compresi tra 55.001 e 75.000 euro;
  5. aliquota del 43% per i redditi superiori a 75.000.

Come si può vedere negli anni scorsi la suddivisione era più stratificata, differenziandosi molto per le prime fasce di reddito. Ad oggi la riduzione a tre aliquote mantiene la progressività della tassa, ma andando verso una flat tax, ovvero una tassa piatta.

tot business

Detrazioni e bonus Renzi

Scaglioni irpef 2022

Per quanto riguarda l’erogazione del bonus IRPEF da 100 euro (ovvero l’ex bonus Renzi), continuerà a funzionare come l’anno scorso, nonostante la riduzione a tre aliquote del sistema Irpef. Quindi continuerà ad essere ricevuto dai contribuenti con reddito fino a 15.000 euro.

Per i redditi di importo compreso tra i 15.0001 e 28.000 euro, si riceverà un importo in proporzione decrescente al crescere del reddito, ma in tutti i casi deve essere rispettata una condizione.

In pratica, in base a una clausola di salvaguardia, si riceverà il bonus IRPEF solo se la somma delle detrazioni per carichi di famiglia, redditi da lavoro, interessi passivi sui mutui contratti e le detrazioni sulla spese per interventi di riqualificazione energetica e ristrutturazione supererà l’imposta lorda

Simulatore di calcolo IRPEF

Come si calcola l’IRPEF da pagare nel 2024? Saper rispondere a questa domanda risulta essenziale se si desidera calcolare lo stipendio netto partendo dalla RAL, ovvero dalla retribuzione annuale lorda. 

Intanto, è bene sapere che il reddito mensile viene determinato in base allo stipendio al netto dei contributi INPS, alle indennità di trasferta e alla parte imponibile delle indennità e dei vari assegni (fatta eccezione per quelli relativi al nucleo familiare). 

Al reddito mensile si dovranno poi sottrarre gli oneri deducibili, in modo tale da ricavare l’imponibile fiscale. All’importo ottenuto si dovrà applicare l’aliquota IRPEF prevista in base al proprio scaglione di reddito.

Si otterrà in questo modo l’IRPEF lorda, alla quale si dovranno sottrarre le detrazioni fiscali IRPEF per calcolare l’IRPEF netta. Considerato che l’IRPEF è un’imposta progressiva, le aliquote vengono applicate soltanto sul reddito eccedente rispetto a quello dello scaglione precedente. 

Esempio calcolo IRPEF lorda

Scaglioni aliquote irpef

Supponiamo che una persona abbia un reddito di 38.000 euro. La sua IRPEF lorda sarà pari alla somma tra:

  • il 23% di 28.000 euro, ovvero 6.440 euro;
  • + il 35% della parte eccedente, ovvero 10.000 euro (38.000-28.000), quindi 3.500 euro. 

L’IRPEF lorda corrisponderà a 6.440 + 3.500 euro, ovvero a 9.940 euro. 

tot business

Detrazioni IRPEF 2024 per il lavoro dipendente

I lavoratori dipendenti hanno diritto di accedere ad una serie di detrazioni fiscali che vanno a diminuire di fatto l’imposizione fiscale sui redditi percepiti. Ecco quali sono le detrazioni IRPEF 2024 previste per i lavoratori dipendenti, considerando che si aggiungono 65 euro per chi ha un reddito tra 25.000 e 35.000 euro.

Reddito lavoratore dipendenteImporto della detrazione
Fino a 15.000 euro1.955 euro
Tra 15.001 e 28.000 euro1.910 euro + 1.910 x [(28.000 – reddito complessivo)/13.000)]
Tra 28.001 e 50.000 euro1.910 euro x [(50.000 – reddito complessivo)/22.000)]
Superiore a 50.000 euronon ci sono detrazioni
A queste detrazioni si aggiungono quelle relative a chi ha figli a carico di età superiore a 21 anni (ricordiamo che per chi ha figli di età inferiore a questa soglia è previsto l’Assegno Unico), in base ad una formula specifica: “950 x [(95.000 – reddito complessivo) / 95.000]”. Altre detrazioni spettano a chi ha un coniuge o un familiare a carico.

Detrazioni IRPEF 2024 pensionati

L’IRPEF non è una tassa destinata solamente ai lavoratori dipendenti, ma è anche applicata sui redditi dei alcuni lavoratori autonomi e sui pensionati, che recepiscono ogni mese una erogazione dall’INPS o da un’altra cassa previdenziale Ecco quali sono le detrazioni per i redditi da pensione. 

Reddito da pensioneImporto della detrazione
Fino a 8.500 euro1.955 (non inferiore a 713 )
Tra 8.501 e 28.000 euro700+(1.955-700)*(28.000-reddito)/(28.000-8.500) 
Tra 28.001 e 50.000 euro700 * (50.000-reddito)/50.000-28.000)
Superiore a 50.000 euro0
Con le ultime modifiche al sistema fiscale, i pensionati che rientrano tra 15.000 e 28.000 euro annui in pratica accederanno ad una tassazione alleggerita del 2% rispetto agli anni scorsi, con effetto a partire da aprile 2024 ed eventuali conguagli dei mesi precedenti.

Ricordiamo anche che per i pensionati da quest’anno si applica la nuova rivalutazione delle pensioni, con leggeri aumenti in base all’andamento dell’inflazione e ai dati Istat.

tot business

Detrazioni IRPEF 2024 redditi assimilati e altri redditi 

Risulta utile individuare anche i calcoli precisi che vengono effettuati nel caso di detrazioni fiscali IRPEF su redditi assimilati e altri redditi, diversi da quelli dei lavoratori dipendenti o pensionati. Rientrano qui i lavoratori autonomi con una partita Iva e non ci sono novità sostanziali rispetto all’anno scorso.

RedditoImporto della detrazione
Fino a 5.500 euro1.265 euro
Tra 5.501 e 28.000 euro500+(1.265-500)*(28.000-reddito)/(28.000-5.500) 
Tra 28.001 e 50.000 euro500 * (50.000-reddito)/(50.000-28.000)
Superiore a 50.000 euro0

No tax area 2024

Un fattore da considerare è anche la no tax area, ovvero quali sono i ricavi che si possono percepire ogni anno senza dover pagare le tasse. Questa soglia viene stabilita per il 2024 a 8.500 euro per dipendenti e pensionati.

Ma cosa significa nella pratica? Vuol dire che con un guadagno al di sotto di questa soglia non bisogna pagare alcuna tassa, quindi non si applica l’Irpef. Per i lavoratori autonomi nel 2024 il limite rimane lo stesso presente in precedenza, ovvero di 5.500 euro.

Scaglioni e aliquote IRPEF 2024 – Domande frequenti

Come calcolare la nuova IRPEF 2024?

Per procedere con il calcolo dell’IRPEF è necessario utilizzare le aliquote presenti nel 2024, ridotte a 3 scaglioni. Clicca qui per saperne di più. 

Come calcolare la detrazione per redditi da pensione 2024?

I redditi da pensione sono tassati applicando l’IRPEF come accade per i redditi da lavoro dipendente. Per questo motivo è possibile calcolare alcune detrazioni fiscali anche per i pensionati. Tutte le informazioni nell’articolo.

Da quando sono attive le nuove aliquote IRPEF?

Le nuove aliquote IRPEF 2024 sono in vigore a partire dal 1° gennaio 2024, e si applicano sui redditi da lavoro dipendente, sulle pensioni e su altri redditi.

Qual è la no tax area per il 2024?

Per il 2024 la no tax area è fissata per dipendenti e pensionati su 8.500 euro, mentre per gli autonomi rimane a 5.500 euro.

  1. Decreto legislativo 30 dicembre 2023, n.2016, Gazzetta Ufficiale, gazzettaufficiale.it ↩︎

Argomenti Trattati:

Autore
Foto dell'autore

Redazione

Redazione editoriale PartitaIva

Fact-Checked
Avatar di Giovanni Emmi
Giovanni Emmi
Dottore Commercialista
Revisione al 21 Maggio 2024
Commercialista dal 🧗🏾‍♀️secondo millennio, innovatore professionale nel terzo millennio🏃🏾‍♂️. Il futuro della professione del commercialista nel mio ultimo libro "dalla società alla rete tra professionisti".

4 commenti su “Nuovi scaglioni e aliquote IRPEF 2024: detrazioni, esempio di calcolo, tabella”

  1. ho un dubbio, tutti i pensionati nelle fasce Irpef sopacitate hanno diritto a detrazioni o solo coloro che hanno famigliari a carico o altri redditi?
    grazie

    Rispondi
    • Buonasera,
      in linea di principio tutti i pensionati. Il sistema delle detrazioni è complesso e dovrebbe essere approfondito con il caso concreto.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  2. Salve percepisco la naspi è questo mese mi è stata applicata un IRPEF di è. 342.00
    Come mai?fino a dicembre 2022 è sempre stata di è. 190

    Rispondi
    • Buongiorno,
      probabilmente sarà aumentato il suo reddito del 2021 rispetto al 2020. Purtroppo non abbiamo sufficienti elementi per dare una risposta certa, le consigliamo di contattare l’inps e verificare.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.