Lavoro da casa online serio: da Amazon allo smart working, le offerte per lavorare da remoto

Lavorare da remoto in smart working oggi è più facile: in questa guida ecco quali lavori si possono fare da casa e come iniziare a praticarli, con e senza Partita Iva.

lavoro da casa
  • Il lavoro da casa può essere praticato da tutti, anche senza possedere una laurea.
  • Le possibilità offerte dal mercato del lavoro post-pandemia sono maggiori rispetto a quelle del passato, perché anche le aziende tradizionali sono più orientate verso lo smart working
  • Si possono guadagnare da piccole somme a cifre esorbitanti (come in alcuni casi nel lavoro da influencer). 

Complice un po’ l’effetto della pandemia da Covid-19, quello che prima era appannaggio di pochi privilegiati, desiderosi di sfuggire alle logiche della vita da dipendente, ovvero il lavoro da casa, si è trasformato in una possibilità aperta a tutti. 

Dall’inserimento dati alla possibilità di sfruttare le proprie abilità manuali, confezionando capi di abbigliamento artigianali o realizzando gioielli e gadget fatti a mano, le opportunità sono davvero tante. 

Il numero di aziende italiane che offrono lavoro da casa è in aumento costante: tra developer di siti, app e videogames, traduttori e copywriter, fino agli esperti di digital e influencer marketing, svolgere un lavoro in full remote, senza dover andare neanche un solo giorno in ufficio, potrebbe diventare il tuo pane quotidiano. 

In questa guida, potrai trovare alcune delle offerte di lavoro da casa più richieste, che potrebbero trasformarsi nella tua principale fonte di reddito oppure, perché no, in un modo per arrotondare lo stipendio, facendole diventare un secondo lavoro. 

Ecco una Top 10 di lavori che si possono fare da casa nel 2022, con e senza Partita Iva:

  1. Occuparsi di Data Entry;
  2. Lavorare per Amazon da casa;
  3. Copywriter/traduttore;
  4. Social Media Manager;
  5. Developer;
  6. Fare dropshipping;
  7. Creare prodotti artigianali;
  8. Streamer;
  9. Influencer;
  10. Tutor/insegnante online. 

1. Data Entry (inserimento dati)

Sono tanti i casi in cui un’azienda potrebbe avere bisogno di un essere umano che inserisca dati all’interno di un sistema: inventari, informazioni relative a una spedizione o utili alla creazione di un business plan. 

Si tratta di un’attività per la quale non viene generalmente richiesto un diploma di laurea: è sufficiente avere un PC e una connessione a Internet, e stare ben attenti a non fare confusione nel processo di inserimento dati. Questo è un lavoro che può essere svolto anche totalmente in smart working.

Si tratta di un lavoro da casa che potrà essere svolto sia in modalità part-time, sia full-time, sulla base delle proprie disponibilità e necessità. Si consiglia di utilizzare siti specializzati – come per esempio CareerJet – e di prestare attenzione agli annunci che si trovano in rete. Non tutti sono affidabili.

Spesso le piattaforme di ricerca di lavoro online offrono anche una panoramica sull’affidabilità delle aziende, per esempio tramite le esperienze dirette documentate tramite recensioni. Il lavoro di inserimento dati spesso richiede qualche conoscenza di programmi come Excel: una conoscenza di base potrebbe bastare per svolgere tranquillamente un lavoro di data entry.

Quando si desidera trovare un lavoro in questa mansione, è consigliato iniziare con una conoscenza base di questo strumento, e avere dimestichezza con il computer e con la ricerca di informazioni anche sul web.

Quanto si guadagna con il Data Entry? Anche fino a 16.000 euro all’anno per un lavoro full time.


2. Come lavorare su Amazon da casa

Amazon è diventato, per molti di noi, un punto fermo: gli ordini online, che arrivano in meno di 24 ore, hanno rivoluzionato le nostre vite, portandoci (anche a causa della pandemia) a non uscire di casa neanche per fare la spesa. Tuttavia garantisce anche opportunità interessanti di smart working.

Non stupisce, dunque, che l’azienda selezioni periodicamente figure professionali che siano interessate a lavorare da casa, sfruttando le proprie competenze in settori legati alla logistica, alle tecnologie delle operations, al web. 

Per candidarsi, sarà sufficiente visitare la pagina dedicata alla posizioni virtuali e utilizzare i filtri disponibili per trovare la proposta di lavoro da casa della quale ci si vorrebbe occupare: al momento della stesura di questa guida, in Italia sono disponibili 35 posizioni per lavorare da remoto.

Senza contare che Amazon offre la possibilità anche di creare un negozio online completamente virtuale, per chi decide, aprendo una Partita Iva, di vendere prodotti tramite e-commerce. In questo caso sarà Amazon ad occuparsi della gestione logistica.

Per chi ama scrivere infine Amazon offre la possibilità di pubblicare e-book in modo totalmente gratuito: anche questa possibilità non è da sottovalutare.

Quanto si guadagna con Amazon? In questo caso la paga è molto variabile: si passa da uno stipendio standard di mille euro al mese, a cifre inferiori o superiori nel caso di lavoro in autonomia.

3. Copywriter/traduttore

Di persone che sanno scrivere, in Italia, ce ne sono diverse, anche se capita tutti i giorni di leggere errori da terza elementare, soprattutto sui social network. Trovare qualcuno che sa veramente scrivere, che crede fermamente nel motto “le parole sono importanti”, non capita tutti i giorni. 

lavoro da casa copywriter

Senti di avere il “pallino” per la scrittura e che potresti fare la differenza in questo settore, riuscendo pure a guadagnarci qualcosa? Ci sono diversi lavori che potresti fare online in smart working:

  1. il copywriter o il SEO copywriter, figura molto ricercata dalle aziende, dato che oggi più mai risulta indispensabile farsi trovare dagli utenti in rete;
  2. il ghostwriter, ovvero scrivere per altre persone, senza che il tuo nome compaia sugli articoli (molto spesso alcune figure, come i politici, hanno delle persone che scrivono per loro libri e discorsi pubblici);
  3. il traduttore, nel caso in cui tu conosca le lingue, in particolare quelle più ricercate e meno conosciute nel nostro Paese;
  4. il correttore di bozze, professione molto gettonata in America e che ti permetterebbe di entrare nel mondo dell’editoria e, chissà, magari trovare gli agganci giusti per pubblicare un libro scritto da te

Lavori di questo tipo si possono trovare su siti quali Fiverr.com, UpWork.com e Freelancer.com, con offerte differenti e con guadagni più o meno redditizi.

Restando in tema di scrittura, se sei molto bravo e, al contempo, intraprendente, e pensi che il duro lavoro e la pazienza ti permetteranno di raggiungere i migliori risultati, potresti anche aprire un blog dal quale, nel tempo, sviluppare un’attività imprenditoriale. Ti serve solo l’idea giusta. Chiara Ferragni ha iniziato così.

Quanto si guadagna con il copywriting? Lo stipendio è molto variabile: nel caso di lavoro autonomo con Partita Iva si può richiedere un pagamento orario, oppure ad articolo, da 15 a 30 euro, o cifre superiori in base al tipo di progetto.


4. Lavorare nel Digital Marketing: il Social Media Manager

Tra le professioni digitali, quella del Social Media Manager è una delle più ricercate. Per farlo non ti servirà necessariamente una laurea, ma dovrai essere appassionato di social. Instagram, TikTok, Facebook, Twitter, LinkedIn e eventuali altre piattaforme che si diffonderanno in futuro. 

Diventerai la persona che permette alle aziende di veicolare i propri prodotti e messaggi sui social. Dovrai saper scrivere e ti serviranno soprattutto due cose:sSeguire i trend: se non sai cos’è un meme, allora questo mestiere non fa per te;

Essere creativo: non basta saper postare all’ora giusta o imparare a fare una sponsorizzata. Ciò che riesce a fare la differenza tra i SMM è proprio la creatività. La battuta pronta al momento giusto. Il guizzo creativo. 

Se ti senti portato, ma non hai mai lavorato, ti suggeriamo di preparare comunque un portfolio: immagina di essere il SMM di un’azienda che ti piace e proponi un piano editoriale di almeno 3 mesi. Se non ti senti così forte per fare il SMM, potresti comunque candidarti come Community Manager e occuparti della gestione dei commenti sui social. Anche in questo caso esistono lavori in presenza e lavori in smart working in questo ambito.

Purtroppo ci sono aziende che per lavorare in questo settore cercano anche competenze grafiche: se le possiedi, è un punto in più per te. Se non le hai, non demordere. Quello del graphic designer è un altro lavoro, e sono “certi annunci” a essere troppo pretenziosi.

Quanto si guadagna come Social Media Manager? Si può arrivare anche a 35.000 euro annui.

lavoro da casa developer

5. Lavorare da casa come Developer

Fare lo sviluppatore non è un mestiere che si improvvisa, però ci sono diversi motivi per i quali potresti tentare questa strada e lavorare da casa come developer, riuscendo a guadagnare anche cifre importanti. 

Potrai specializzarti nella progettazione di app e di siti web, cercando di essere versatile, quindi saper programmare con diversi linguaggi. Anche in questo caso, per cercare lavoro da zero, è bene preparare un mockup con il quale potrai mostrare alle aziende quello che sei in grado di fare. 

Se riuscirai a farti conoscere, potresti dare il via a una carriera che potrà darti grandi soddisfazioni: quando diventerai bravo, ti suggeriamo di provare a candidarti per un’azienda straniera che permetta di lavorare da remoto. Gli stipendi sono generalmente più alti.

Questo lavoro può facilmente portare anche all’apertura di una Partita Iva, nel caso per esempio in cui si scelga di lavorare per più di una azienda o realtà, in smart working, sviluppando codice o siti web per diversi committenti.

Quanto si guadagna come Developer? I lavoratori ben avviati possono anche guadagnare fino a 45.000 euro annui.


6. Fare dropshipping da casa

Forse non ne hai ancora sentito parlare, ma il dropshipping è una buona occasione per lavorare da casa e guadagnare. Ci sono delle piattaforme che ti permettono di aprire un negozio online senza possedere materialmente i beni da vendere.

Il dropshipper è un fornitore che si occupa di produrre, immagazzinare e spedire i prodotti ai clienti. Si tratta di un modello di business in cui si può risparmiare su diversi costi, quali quelli di produzione, immagazzinamento e spedizione. 

Tra i siti più sicuri sui quali aprire la propria attività online, e con il quale è possibile vendere in tutto il mondo, c’è Shopify. Tra i punti di debolezza del fare dropshipping, invece, ci sono:

  • la presenza di poche aziende che lo fanno in Italia;
  • guadagni non particolarmente elevati.

Quanto si guadagna a fare dropshipping? I più esperti possono arrivare a guadagnare anche cifre che oscillano tra 1.000 e 5.000 euro mensili.

7. Creare prodotti artigianali

Quando si parla di lavoretti da fare a casa e da rivedere online, si apre un mondo: che la piattaforma per vendere sia eBay, Vinted o Etsy, ci sono davvero tantissime attività home made alle quali potrai dedicarti per guadagnare da casa in smart working.

Ecco 5 lavori nei quali potresti cimentarti se ne hai le competenze:

  1. vendere le tue fotografie, scattate con una macchina fotografica di un certo livello;
  2. realizzare gioielli e accessori per i capelli;
  3. fare la sarta a domicilio;
  4. creare addobbi per le festività: non solo Natale e Pasqua, ma anche matrimoni, comunioni, Halloween, feste di addio al nubilato/celibato;
  5. produrre illustrazioni per magliette o tatuaggi: se sei bravo a disegnare, si tratta di un business che potrebbe funzionare molto bene. Potresti anche semplicemente usare Instagram per sponsorizzarti e, con le giuste foto e hashtag, raggiungere il tuo pubblico. 

Molti creatori di prodotti artigianali diventano famosi online proprio per la creatività che mettono nei loro prodotti, proponendo sempre qualcosa di nuovo. I social media costituiscono gli strumenti più utili per pubblicizzare le proprie creazioni: Instagram per esempio, social dedicato alle fotografie, è il più utilizzato.

Quanto si guadagna creando prodotti artigianali? Il guadagno è molto variabile, tutto dipende da quanto si vende.


8. Lavori da fare a casa: lo Streamer

Se ti dicessero che puoi guadagnare giocando ai videogames, ci crederesti? Se un tempo era facile riuscire a diventare qualcuno facendo video su YouTube, oggi è più semplice monetizzare sulla piattaforma Twitch. Come? Facendo lo streamer

In pratica, non dovrai fare altro che giocare in diretta, proponendo a chi guarda i tuoi video del sano intrattenimento. Potrebbe trattarsi di trucchi per superare i livelli, di informazioni sui giochi, ma non solo. 

La piattaforma permette di parlare di qualsiasi cosa e presenta anche una sezione dedicata alla musica, nella quale potresti esibirti dal vivo. Una volta che il tuo canale si sarà fatto conoscere, potrai richiedere una fee e offrire ai tuoi seguaci dei contenuti esclusivi.

I ricavi in questo tipo di lavoro possono essere anche molto diversi, tutto dipende da quanta visibilità si riesce ad ottenere, e dagli accordi che eventualmente si possono prendere con le aziende per sponsorizzare nuovi giochi e ultime uscite.

Una delle piattaforme più utilizzate per ottenere visibilità, oltre a Twitch, è anche YouTube, noto social media dove condividere video e dirette.

Quanto si guadagna a fare lo Streamer? In questo caso il guadagno è molto variabile: se si ha successo gli introiti possono anche essere milionari.

lavoro da casa influencer

9. Lavori da casa al PC: l’Influencer

L’influencer marketing è un settore che è esploso nel corso degli ultimi anni: la possibilità di usare la notorietà e la credibilità di una persona per promuovere un prodotto è diventato uno dei mezzi preferiti dalle aziende. 

La nota positiva è che si tratta di un business in continua espansione e che le agenzie che se ne occupano vanno alla ricerca di talenti sempre nuovi, da far crescere. I social media vengono qui utilizzati come principali veicoli per comunicare contenuti sempre nuovi e coinvolgenti.

Ti piacciono i social e ci trascorri tanto tempo? Pensi di avere molto da dire e di saperlo fare in modo diverso dagli altri? Inizia a postare i tuoi contenuti in rete in modo costante o scrivi direttamente ad un’agenzia di influencer marketing. Più diventerai famoso/a, più i tuoi guadagni potranno aumentare.

Quanto si guadagna a fare l’Influencer? Il guadagno dipende da molti fattori, come la visibilità e le collaborazioni per sponsorizzare prodotti. I guadagni possono essere anche molto elevati.


10. Tutor/insegnante online

Un ultimo lavoro da casa che possiamo suggerirti per lo smart working è quello del tutor o dell’insegnante online. Anche in questo caso, potresti percorrere strade diverse:

  • sfruttare le potenzialità dei social per trovare studenti in cerca di ripetizioni;
  • utilizzare piattaforme, come per esempio Udemy, e creare delle videolezioni dalle quali poter guadagnare, restando a casa;
  • insegnare qualcosa che conosci molto bene: una lingua, il funzionamento di un software informatico, una procedura di marketing, e così via.

Ci sono molte piattaforme online che permettono di insegnare qualcosa a diversi utenti interessati, come Udemy. Tuttavia se non si vogliono utilizzare queste piattaforme, spesso bastano dei programmi di videochiamata, come Skype.

Quanto si guadagna a fare il tutor o ad insegnare online? Il guadagno è molto variabile, si può facilmente ad arrivare ad uno stipendio mensile. Tutto dipende dal prezzo orario che si stabilisce.

lavoro da casa partita iva

Lavorare da casa: serve la partita IVA?

I paragrafi che hai appena letto potrebbero aver acceso diverse lampadine nella tua testa, dandoti la possibilità di esplorare (seppur in minima parte) il mondo del lavoro da remoto. La domanda che sicuramente ti sarai posto leggendo è: quindi dovrò aprire la partita IVA?

La risposta non è univoca. Infatti:

  1. se si tratta di un lavoro non continuativo, allora potrai lavorare da casa senza partita IVA, tramite prestazione occasionale;
  2. quando la tua attività diventerà continuativa a redditizia, allora sì, dovrai aprire la partita IVA e scegliere il regime fiscale più giusto per te. 

In alcuni casi può essere particolarmente vantaggioso aprire una partita Iva a regime forfettario, con tassazione agevolata, che si sposa molto bene con le professioni viste in questo articolo, e molti giovani la scelgono come soluzione per iniziare a lavorare in autonomia.

Se ti interessa farti già un’idea su come fare, leggi la nostra guida completa sull’apertura della partita Iva Forse nessuno ti hai mai detto due cose:

  • non ci sono spese da sostenere per aprirla;
  • potrai anche scegliere se procedere in autonomia, oppure chiedere il supporto di un buon commercialista. 

Lavoro da casa – Domande frequenti

Che lavori posso fare da casa?

Vendere prodotti online, da soli, o con il dropshipping, fare traduzioni, scrivere articoli per il web: leggi la nostra guida completa sui lavori che puoi fare oggi da casa. 

Quali sono i migliori lavori online?

Un lavoro può considerarsi migliore in base alla proprie competenze e conoscenze: nella guida ecco quali sono quelli più diffusi nel 2022. 

Come lavorare online da casa?

Per lavorare da casa online ti servirà un computer, una connessione a internet stabile (va bene anche quella del cellulare) e tanta costanza e impegno. 

Autore
Foto dell'autore

Maria Saia

Esperta di finanza personale e lavoro digitale

Una laurea in Traduzione e un sogno nel cassetto: non vedere più le È con l'apostrofo al posto dell'accento online. La sua più grande passione - scrivere - è anche il suo lavoro: provate a cercarla su Google.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.