Vendere su Shopify, la guida: come funziona, cosa vendere e costi

Vendere online oggi è ancora più semplice con Shopify, la piattaforma che semplifica la creazione e la gestione degli eCommerce. Continua a leggere la guida per scoprire i costi, i canali di vendita e i vantaggi del software in abbonamento.

  • Shopify è una piattaforma commerciale che consente sia di vendere online che in negozio, con funzionalità utili per la gestione del magazzino e delle merci.
  • Per vendere su Shopify la piattaforma mette a disposizione tre piani tariffari con funzionalità e vantaggi differenti.
  • In rari casi è possibile vendere su Shopify senza aprire la Partita Iva. Tuttavia, nel momento in cui si rispetta il requisito della continuità, sarà necessario aprire la Partita Iva.

Utilizzare Shopify è diventato il modo più semplice per vendere online anche per chi non ha grandi esperienze e abilità nella creazione di eCommerce. La piattaforma commerciale però offre molto più di un eCommerce, ma mette a disposizione tanti strumenti utili per la gestione e la promozione del proprio negozio online.

Creare un eCommerce da zero da gestire e aggiornare continuamente può essere non solo complicato ma anche molto costoso, soprattutto per chi non ha le competenze necessarie. Shopify ha proprio l’obiettivo di semplificare la creazione, gestione e promozione del proprio eCommerce.

Se anche tu hai in progetto di aprire un eCommerce, ma non sai come iniziare a vendere su Shopify, in questa guida ti mostreremo come funziona la piattaforma, quanto costa e tutto ciò che bisogna sapere per iniziare a vendere online, con e senza Partita Iva.

Cos’è Shopify e come funziona

Nato nel 2004 con il nome di Snowdevil, Shopify inizialmente era un negozio online di prodotti sportivi e attrezzatura da snowboard. I fondatori, insoddisfatti delle piattaforme di eCommerce presenti, hanno deciso di crearne una in autonomia, sviluppando quella che oggi è una delle piattaforme commerciali più popolari e utilizzate al mondo.

Oggi Shopify è una delle piattaforme eCommerce più semplici da utilizzare, tanto da permettere a chiunque, anche con poca esperienza nel campo, di creare il proprio sito per iniziare a vendere online e gestire il business in modo comodo e veloce.

Shopify è una piattaforma in abbonamento che consente di creare un negozio eCommerce per vendere i propri prodotti, ma non solo. Infatti, Shopify permette anche la vendita di prodotti nei negozi fisici e l’aggiornamento del magazzino in tempo reale, per i commercianti che vendono sia online che tramite negozi fisici.

La piattaforma di eCommerce è caratterizzata dalla sua versatilità e scalabilità, di conseguenza si adatta alle singole esigenze dei commercianti e permette di personalizzare l’esperienza di vendita in tantissimi modi. Con la piattaforma Shopify i venditori hanno a disposizione numerosi strumenti e tecnologie per la gestione del negozio, tutto da un’unica interfaccia.

Shopify metodi di pagamento

Come vendere su Shopify

Iniziare a vendere su Shopify è molto semplice, e si possono scegliere i piani tariffari in base alle funzionalità e ai vantaggi di cui si necessita. Prima di tutto è quindi necessario sottoscrivere un piano a pagamento o approfittare della prova gratuita di 14 giorni.

Dopo di che Shopify mette a disposizione tutti gli strumenti necessari per la creazione del negozio, a partire dal brand. I primi step per iniziare a vendere su Shopify sono:

  1. Generare un nome commerciale;
  2. Creare un logo per il brand;
  3. Ottenere un indirizzo web personalizzato;
  4. Scegliere i prodotti da vendere;
  5. Scegliere il tema per l’eCommerce (gratuito o a pagamento).

Una volta realizzato il sito di eCommerce con gli strumenti messi a disposizione da Shopify, si può iniziare a vendere. Di conseguenza, anche chi non ha conoscenze di programmazione o web design può creare facilmente un eCommerce con cui vendere prodotti in tutto il mondo.

Una volta creato il sito di eCommerce si può iniziare a promuovere i prodotti attraverso i diversi canali come i social attraverso campagne Ads o tramite l’email marketing.

Gestire le attività su Shopify

Il software Shopify offre tutti gli strumenti necessari per la gestione del business online e in negozio. I venditori hanno a disposizione un sistema di gestione degli ordini e di evasione degli stessi, centralizzata e veloce. Da questo strumento si hanno a disposizione i dati relativi a:

  • gestione ed evasione degli ordini;
  • gestione dell’inventario;
  • spedizioni e consegne;
  • resi e rimborsi.

In più, con l’app mobile di Shopify i venditori possono:

  • tenere sotto controllo il business con i report sempre aggiornati su vendite, traffico e conversioni;
  • aggiungere nuovi prodotti;
  • gestire l’inventario;
  • evadere gli ordini.
Vendere online con Shopify

Metodi di pagamento accettati

Shopify è una piattaforma commerciale che accetta un gran numero di metodi di pagamento che rendono l’esperienza di vendita più semplice e veloce. Tra questi troviamo:

  • Visa;
  • MasterCard;
  • American Express;
  • Google Pay;
  • Apple Pay;
  • Shop Pay;
  • PayPal;
  • Facebook Pay;
  • Amazon Pay;
  • Shopify Pay.

L’ampia disponibilità di metodi di pagamento permette a chi utilizza la piattaforma di raggiungere un gran numero di clienti. Puoi scegliere in ogni caso quali metodi di pagamenti accettare, e potresti anche selezionare metodi che prevedono la moneta virtuale, come le criptovalute. Puoi gestire da un’unica interfaccia tutti i sistemi di pagamento accettati.

Canali di vendita

Shopify offre una grande flessibilità nella scelta dei canali di vendita dei prodotti e dei servizi. Sono, quindi, disponibili diverse piattaforme con cui vendere, purché siano collegate a Shopify in modo da poterle monitorare da un’unica interfaccia. I canali di vendita disponibili con Shopify sono:

  • negozio online;
  • App Shop;
  • Facebook;
  • Buy Button su siti web e blog (inclusi WordPress e Squarespace);
  • Instagram;
  • canali di commercio all’ingrosso;
  • Handshake.

Ma oltre ai canali di vendita Shopify semplifica anche la vendita di prodotti nei negozi fisici con il servizio POS. Anche nel caso dei canali di vendita, puoi utilizzare un’unica interfaccia dal pannello di controllo per gestire tutte le possibilità. Va tenuto in considerazione che quando viene attivato un canale, tutti i prodotti vengono automaticamente caricati anche tramite quel canale.

Vendere nei negozi fisici con Shopify POS

Con l’app di Shopify POS è ancora più semplice vendere i prodotti presso i punti vendita e questo strumento si può utilizzare ovunque, anche nei mercati e nei negozi temporanei. L’app si sincronizza con Shopify per aggiornare in tempo reale le scorte presenti in magazzino nelle varie sedi e per monitorare gli ordini ricevuti sui diversi canali di vendita.

Con l’app Shopify POS avrai a disposizione i seguenti servizi:

  • gestione avanzata dell’inventario;
  • personalizzazione delle autorizzazioni dello staff;
  • report unificati delle vendite online e nei negozi fisici.

Vendere su Shopify senza Partita Iva

È possibile vendere su Shopify senza aprire la Partita Iva? A questa domanda la risposta è: dipende. Prima di tutto bisogna capire in quali casi è necessario aprire la Partita Iva e in quali, invece, non è obbligatorio. La Partita Iva è obbligatoria in tutti i casi in cui si svolge un’attività professionale o commerciale che rispetta il principio dell’abitualità.

Di conseguenza, nel caso in cui si tratta di un’attività temporanea e non abituale, quindi occasionale, non sarà necessario aprire la Partita Iva. Al contrario, se l’attività di vendita online è abituale e continuativa sarà necessario aprire la Partita Iva. La vendita di prodotti online attraverso un eCommerce, infatti, rappresenta una vera e propria attività commerciale che richiede adempiere ad alcuni obblighi nei confronti del fisco.

Quindi, una volta che si apre un eCommerce con cui vendere prodotti in modo abituale e continuativo è necessario aprire la Partita Iva individuando la forma giuridica più adatta e iscriversi alla Camera di Commercio di riferimento. In questo caso il codice Ateco più adatto può essere 47.91.10 – “Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotti effettuato via internet”.

Vendere su Shopify

Cosa vendere su Shopify

A decretare il successo o l’insuccesso dell’eCommerce c’è la scelta del prodotto da vendere, oltre a tanti altri fattori. Ma il product sourcing è una delle fasi più importanti da affrontare nell’apertura di un eCommerce. Le strade percorribili per vendere su Shopify sono principalmente tre, e sono:

  • produzione e vendita di prodotti personalizzati;
  • acquistare all’ingrosso;
  • vendita di prodotti in dropshipping.

Si possono, inoltre, vendere sia prodotti fisici che digitali, ma anche corsi e lezioni online, esperienze e consulenze. Shopify è adatto anche per la vendita di prodotti che non sono strettamente fisici, come ad esempio: iscrizioni ad abbonamenti, consulenze professionali, contenuti digitali, formazione online, biglietti per concerti e eventi, e così via.

Per quanto riguarda invece il dropshipping, il cliente finale può ricevere i prodotti direttamente da fornitore: in questo caso, per la vendita di prodotti fisici, non avrai bisogno di particolari magazzini per gestire le scorte e la merce. Anche con Shopify è possibile quindi fare dropshipping online, o vendere all’ingrosso.

Vendere su Shopify: i costi

Per vendere su Shopify sono previsti alcuni costi come il canone mensile per l’account Shopify. I piani tariffari di Shopify sono tre. Vediamo quali sono le principali caratteristiche.

ServizioPiano BasicPiano ShopifyPiano Advanced
Commissioni sui pagamenti online con carte di credito europee1,9% + 0,25 €1,8% + 0,25 €1,6% + 0,25 €
Commissioni sui pagamenti online con carte di credito internazionali/Amex3,6% + 0,25 €3,4% + 0,25 €3,2% + 0,25 €
Account per lo staff2515
CaratteristichePiano base per eCommercePiano per aziende con negozi fisici e eCommerce in crescitaFunzionalità avanzate per business internazionali
Canone mensile€21 al mese€59 al mese€289 al mese

Non sono previste spese di installazione in nessuno dei piani tariffari, ed è possibile usufruire del periodo di prova gratuito di 14 giorni. I piani sono mensili ma si può anche scegliere una sottoscrizione annuale o biennale per ottenere uno sconto del 10% sul piano annuale e uno sconto del 20% sul piano biennale.

Inclusi nel costo dei canoni ci sono anche i costi per la banda illimitata. Con Shopify Payments non ci sono costi di transazione. Invece, scegliendo un canale di pagamento esterno sono previste spese addizionali del 2%, 1% o 0.5% per i piani di abbonamento Basic Shopify, Shopify, e Advanced Shopify. A pagamento sono anche alcuni temi offerti da Shopify per personalizzare l’eCommerce, ma per chi vuole risparmiare sono anche disponibili temi gratuiti.

Sono, poi, disponibili i piani Shopify Plus e Shopify Lite. Il primo è dedicato alle grandi aziende con alti volumi di vendite e ha un costo di 2.000 $ al mese. Invece, Shopify Lite è il piano per i venditori che vogliono vendere di persona con POS Lite e aggiungere il Buy Button al proprio sito. Il canone è di 8 € al mese.


Requisiti per vendere su Shopify

Per iniziare a vendere su Shopify non sono previsti particolari requisiti. Infatti, con Shopify tutti possono vendere prodotti e servizi online in tutto il mondo.

Tuttavia, alcune delle condizioni necessarie per vendere su Shopify sono le seguenti:

  • sottoscrivere un piano a scelta tra Basic, Shopify o Advanced (dopo il periodo di prova);
  • avere almeno 18 anni di età;
  • aprire la Partita Iva se l’attività è abituale.

Va tenuto in considerazione che aprire la Partita Iva, se l’attività è svolta in maniera continuativa, oltre ad essere previsto da Shopify è anche un obbligo di legge. Da qui verrà determinato anche l’importo in tasse e contributi che ogni anno dovrai versare allo stato, in base al regime fiscale di riferimento. Per la contabilità, e per rispettare questi adempimenti, è consigliato rivolgersi ad un commercialista.

Dropshipping con Shopify

Uno dei business che negli ultimi tempi sta registrando un enorme successo è il dropshipping con Shopify. Questo modello di business permette di vendere prodotti che non sono fisicamente in magazzino e, di conseguenza, di ridurre sui costi ed evitare il rischio dell’invenduto.

Il dropshipping funziona in base al seguente schema: il cliente acquista un prodotto sul sito eCommerce di dropshipping, e l’ordine viene inoltrato direttamente al fornitore del prodotto che si occuperà dello stoccaggio e della spedizione al posto del venditore.

Per chi utilizza questo metodo, la convenienza sta proprio nella possibilità di vendere senza disporre fisicamente dei prodotti conservati in un magazzino, e con Shopify è possibile svolgere questo tipo di attività.

Dropshipping Shopify

Vendere su Shopify – Domande frequenti

Chi può vendere su Shopify?

Shopify è una piattaforma commerciale aperta a tutti i venditori che vogliono proporre prodotti e servizi online. Uno dei requisiti richiesti, come abbiamo visto nella guida, è quello di avere almeno 18 anni, ma non sono necessarie particolari competenze.

Come vendere su Shopify senza Partita Iva?

Nel caso in cui l’attività di vendita di prodotti su Shopify viene svolta in modo occasionale è possibile vendere senza aprire la Partita Iva, come nel caso dei temporary shop.

Quanto costa vendere su Shopify?

Per vendere su Shopify è necessario sottoscrivere un piano tariffario, che può costare dai €21 ai €289 al mese. Bisogna, inoltre, calcolare le commissioni sui pagamenti che variano in base al piano scelto.

Autore
Foto dell'autore

Ilenia Albanese

Esperta di finanza personale e lavoro digitale

Copywriter specializzata nel settore della finanza personale, con esperienza pluriennale nella creazione di contenuti per aiutare i consumatori e i risparmiatori a gestire le proprie finanze.

© Riproduzione riservata

1 commento su “Vendere su Shopify, la guida: come funziona, cosa vendere e costi”

  1. Buonasera, sono un’artista e creo bambole e oggetti in porcellana fredda. Vorrei creare uno shop con Shopify. Devo prima aprire la partita iva o posso farlo in un secondo momento qualora l’attività di vendita diventi continuativa?

    Rispondi

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.