Come arrotondare lo stipendio: 10 idee concrete per avere una seconda entrata

Nel 2023, molti italiani svolgono una seconda attività lavorativa, per arrotondare lo stipendio. Quali sono le idee concrete? È necessario aprire partita IVA? Scopri la classifica delle 10 attività più richieste e gli aspetti fiscali.

Adv

idee per un secondo stipendio
  • Arrotondare lo stipendio con una seconda entrata oggi è possibile, grazie al crescente sviluppo di nuove attività online e offline.
  • Dalla vendita di oggetti online al trading sulle borse valore, dal monetizzare le tue competenze alle consegne con il delivery, le opportunità per guadagnare soldi extra sono diverse.
  • Alcune attività possono essere svolte come lavoratore autonomo occasionale, mentre per altre è necessario aprire la partita IVA, accedendo anche ad una serie di vantaggi.

In Italia sono più di 500.000 i lavoratori che svolgono una seconda attività al fine di arrotondare lo stipendio a fine mese. Questa necessità è dovuta anche al fatto che la media dei salari nel nostro Paese è tra quelle più basse in Europa, e a causa dell’aumento del costo della vita.

Prima il Covid-19, poi l’inflazione e la crisi energetica hanno lentamente eroso i risparmi delle famiglie, portando alla necessità di trovare alternative economiche. Dalla vendita online alla creazione di un e-commerce, fino a porre in affitto una camera, oggi le soluzioni per guadagnare soldi extra sono davvero tante.

In alcuni casi il guadagno è limitato, sotto forma di lavoretto extra. In altri, le attività possono diventare una vera e propria alternativa al tuo stipendio o una forma di integrazione alla pensione. Abbiamo analizzato le opportunità presenti online, selezionandone 10 concrete.

Come arrotondare lo stipendio nel 2023

Il web e la digitalizzazione hanno portato allo sviluppo di nuove attività che possono essere considerare validi sistemi per arrotondare lo stipendio. Alcune sono completamente online, e potrai dedicarti ad esse semplicemente utilizzando un computer da casa o dall’ufficio.

Altre prevedono la necessità di spostarsi ed effettuare una prestazione a domicilio. Tuttavia, prima di prendere in considerazione una di quelle della nostra classifica, è utile ponderare su alcuni aspetti.

Come arrotondare lo stipendio

In primo luogo, è essenziale valutare quali sono le tue competenze. Infatti, dedicarsi a un qualcosa di cui si ha una conoscenza minima può essere vantaggioso per ottenere un ritorno economico immediato e interessante. Inoltre, è fondamentale precisare che qualunque attività affronti richiederà impegno e dedizione, come per tutti i lavori.

A questo devi aggiungere che, per alcuni lavori extra, è necessario del tempo per ottenere un ritorno economico, mentre per altri potrai avere un introito ridotto, ma immediato.

Devi anche accettare l’idea di studiare e apprendere nuove competenze, necessarie per svolgere un’attività, oltre ad aggiornarti continuamente: prendi ad esempio il caso di quelle collegate al mondo digitale. Infine, se vuoi avere un ritorno economico importante, può essere utile valutare di aprire partita IVA.

tot business

Come arrotondare lo stipendio e guadagnare da un secondo lavoro

Entriamo nel dettaglio. Nella tabella seguente abbiamo inserito la classifica dei 10 secondi lavori più richiesti in Italia e in Europa. Inoltre, abbiamo indicato se è necessaria una particolare competenza e quale può essere la tempistica per ottenere un eventuale ritorno economico.

AttivitàCosa ti serveTempistica ritorno economico (probabile)Partita IVA
1. Vendere oggetti onlineE-commerce, registrazione a un marketplaceImmediata/breveNon necessaria per attività sporadica
2. AmazonCatalogo prodottiBreve/ mediaNon necessaria
3. Monetizzare le competenzeConoscenza specifica di una o più materie tecniche, professionali o culturaliImmediataNon necessaria
4. Trading onlineConoscenza base del mercatoBreve-medio-e lungo termineNon necessaria se per attività personale
5. Apri un blogConoscenze di base dei CMSMedio-lungo termineDipende dal tipo di blog
6.Affittare casaUn immobile, registrazione ai siti specializzatiBreve terminePuoi farlo da privato
7. Guadagnare con i sondaggiCreare un account su un’app appositaBreve termineDa privato
8. Vendere foto onlineCreatività e scelta della piattaformaImmediatoPrivato o come professionista
9. Cura animali domesticiCompetenze specificheBreve terminePrivato o con partita IVA
10. DeliveryUn mezzo appositoBreve termineNon necessaria

Abbiamo indicato nella tabella se è possibile svolgere l’attività con o senza partita IVA. Infatti, quasi tutte le soluzioni concrete possono essere svolte:

Ribadiamo che quelli indicati non sono consigli finanziari, ma informazioni generali che possono esserti utili per approfondire una tematica. Prima di scegliere una seconda attività è consigliabile rivolgersi a un consulente di fiducia, come uno studio di commercialisti.  

Come arrotondare lo stipendio online

Il web ha aperto le porte a nuove tipologie di attività che fino a pochi anni fa non esistevano. Oggi, puoi utilizzare le tue competenze e monetizzarle in breve tempo con una miriade di soluzioni, sempre più innovative.

Si tratta di un universo che va dalle attività di vendita online a quelle di investimento, dal Fintech all’utilizzo di competenze specifiche, fino all’impiego di tecnologie digitali. Tra le soluzioni che potrebbero farti ottenere un ritorno economico nel breve e medio termine, abbiamo considerato le seguenti:

  • vendere oggetti online;
  • registrarti ad Amazon
  • monetizzare una tua competenza;
  • trading online;
  • avviare un blog;
  • affittare una casa o uno spazio.

1. Vendere oggetti online

Iniziamo con un’attività che può essere svolta sia in modo occasionale, sia con partita IVA: la vendita di oggetti online, un lavoro a cui si dedica il 59% degli italiani che cercano una seconda attività, che è cresciuto in modo esponenziale durante la pandemia da Codvid-19 e che non sembra voler cambiare tendenza. Oggi, grazie alla tecnologia e al web puoi dedicarti a questa attività in diversi modi:

  • vendere su siti online;
  • creare un e-commerce;
  • vendere su Amazon.

La prima soluzione è quella di registrati sui siti online che permettono di inserire i singoli oggetti e stabilire un prezzo. Si possono utilizzare piattaforme come Vinted, Subito.it, Ebay, o Wallapop. Bastano pochi passaggi per caricare un oggetto, stabilire un prezzo e ottenere un contatto con un compratore.

L’alternativa è quella di creare un tuo e-commerce. Oggi grazie a siti come Shopify, puoi realizzare un negozio online in breve tempo e senza dover aprire un sito apposito e con un investimento ridotto.

Ciò è possibile anche grazie a nuovi sistemi di vendita, come il dopshipping, che ti permettono di concludere una transazione anche se non possiedi la merce nel magazzino. Tuttavia, in questo caso dovrai possedere una partita IVA per e-commerce.

2. Vendere online con Amazon

Amazon è il più grande marketplace del mondo occidentale, su cui puoi trovare qualunque tipologia di prodotto. Tuttavia, è anche una soluzione valida per ottenere un guadagno extra, grazie a diversi strumenti offerti, sia a chi ha partita IVA, sia ai privati. Ecco alcune soluzioni interessanti:

  • vendere direttamente su Amazon;
  • Amazon Locker;
  • Self publishing.

Puoi vendere su Amazon una vasta categoria di oggetti, sia come privato, sia con partita IVA. Questo è un sistema semplificato e molto flessibile che ti offre tutti gli strumenti adatti per completare la vendita. Ad esempio, se hai una partita IVA per un e-commerce potrai utilizzare il servizio Amazon FBA, utilizzando la catena di logistica del marketplace, per quanto riguarda i magazzini, la spedizione e l’assistenza.

Un’altra opportunità per avere un secondo stipendio con Amazon è quella di aderire al programma Amazon Locker. Potrai così inserire in azienda un punto di ritiro, ottenendo un probabile guadagno diretto, su ogni pacco consegnato, oltre a una maggiore visibilità dal punto di vista pubblicitario e di marketing del tuo negozio o azienda fisica.

Infine, se hai una competenza collegata alla scrittura puoi creare un manuale, un romanzo o oltre forme di opere letterarie e pubblicarle attraverso il sistema Amazon Kindle Direct Publishing. Sulle vendite del libro otterrai delle royalty, a cui si aggiunge un reddito passivo per ogni pagina letta se aderisci all’opzione Kindle Unlimited.

3. Monetizzare le competenze online

Se hai una specifica competenza culturale, professionale o tecnica, l’universo online offre diverse opportunità per ottenere una probabile seconda entrata settimane e mensile. Di seguito siamo andati ad analizzare alcune delle professioni digitali più ricercate nel 2023 e che puoi iniziare sin da subito:

  • web designer: con le giuste competenze tecniche puoi curare l’aspetto grafico di un sito o di un’applicazione, ottimizzando la user experience;
  • attività di copywriter: se la tua arte è quella della scrittura in chiave SEO, puoi dedicarti a scrivere contenuti su uno dei diversi marketplace presenti online, oppure collaborando part-time o full time con un’agenzia di marketing se hai una partita IVA come copywriter;
  • tutor online: puoi dedicarti alle lezioni private di adulti e ragazzi, oppure con le dovute competenze all’aggiornamento formativo;
  • crea corsi online: un’altra opportunità è quella di creare una serie di webinar e trasmetterli online sui canali social o su una tua pagina web, previo versamento di una quota di iscrizione;
  • home cooking: se hai la passione per la cucina puoi dedicarti alla vendita online di piatti già completi, impiegando i social network o utilizzando uno dei portali di home cooking online;
  • diventa un influencer: puoi aprire un canale social, come una pagina Instagram, oppure aderire al programma YouTube Partner ottenendo un ritorno economico dalle pubblicità di prodotti e servizi.

4. Trading online

Spesso nella classifica delle attività che permettono di arrotondare lo stipendio si inserisce quella del trading online. Il termine indica la compravendita di titoli quotati in borsa effettuati direttamente da casa attraverso un computer e un intermediario finanziario (broker).

La sua diffusione è strettamente collegata proprio alla digitalizzazione e allo sviluppo di nuove tecnologie di trading automatico, che ti permettono di operare in completa autonomia e con conoscenze dei mercati minime.

Se da un lato investire sui mercati è oggi accessibili a tutti, dall’altro è un’attività che comporta dei rischi e necessita di controllo e di una conoscenza di come funzionano le borse valori. Per questo prima di iniziare è sempre consigliabile rivolgersi a un consulente. Ecco quali sono alcune idee di trading automatico a cui puoi accedere registrandoti a un broker riconosciuto:

  • seguire le operazioni di un trader più esperto (Copy Trading);
  • ottenere consigli su quali investimenti effettuare in base a una serie di parametri (Robo Advisor);
  • affidare il tuo denaro a società specializzate nel trading per ottenere un obiettivo di rendimento.
trading online

Invece, se hai delle competenze sul mercato, e vuoi aumentare le tue entrate, puoi valutare di dedicarti al Proprietary Trading, registrandoti a una società di Prop Firm. In questo caso investirai i soldi di queste società, senza impegnare il tuo capitale, ottenendo un ritorno economico se realizzi delle plusvalenze dal trading online.

Precisiamo che, se operi per conto proprio, non è necessaria avere partita IVA. Invece, se decidi di lavorare con una Prop Firm  o una banca di investimento, allora sarà necessario possedere un codice IVA.

5. Aprire un blog

Se ti domandi se è possibile monetizzare una tua passione trasformandola in una fonte di reddito alternativo, la risposta è affermativa. Infatti, oggi ti basta poco tempo da dedicare per aprire un blog. Potrai farlo utilizzando un CMS (Content Management System) come WordPress, oppure una delle piattaforme online che ti aiuteranno passo dopo passo nella creazione di un sito.

Questa sarà una pagina web in cui andrai a condividere informazioni, pensieri, suggerimenti e idee inserendo contenuti scritti e file multimediali. Può essere una fonte di reddito, dato che con il blog puoi:

  • vendere online prodotti;
  • ottenere un rendimento passivo attraverso le affiliazioni;
  • sponsorizzare articoli;
  • inserire banner pubblicitari di Google AdSense.

Vediamo nel dettaglio le singole opportunità. Puoi utilizzare il blog per promuovere un prodotto, ad esempio evidenziando i vantaggi che i clienti potranno ottenere. Tuttavia, in questo caso devi valutare che per aprire un blog dedicato alla vendita online, dovrai possedere partita IVA.

Se non vuoi aprire la partita IVA, puoi comunque aderire a uno dei programmi previsti da marketplace come Amazon o di altri siti che condivideranno con te un link di affiliazione: ogni volta che il cliente lo utilizzerà per acquistare un prodotto o un servizio, otterrai una percentuale sulla transazione.

Infine, puoi registrarti a Google AdSense e inserire nella tua pagina una serie di banner pubblicitari. In base al numero di visualizzazioni o di click, otterrai un rendimento passivo.

6. Affittare casa

Hai una camera inutilizzata, o un appartamento? Puoi decidere di affittarlo come privato registrandoti a un sito come Airbnb, oppure Booking. In linea di massima il sistema è semplice:

  • registrati al sito;
  • accetta i termini contrattuali;
  • inserisci il tuo annuncio;
  • stabilisci un prezzo;
  • accetta le prenotazioni.

Potrai creare sin da subito un sistema alternativo per arrotondare il tuo stipendio. Dovrai solo dedicare del tempo a realizzare un annuncio interessante, con la descrizione dei servizi e foto che riflettono lo stato degli immobili.

Ovviamente dovrai impostare un prezzo congruo collegato anche alla tipologia di abitazione e al luogo in cui si trova. Ad esempio, un B&B in un quartiere storico, ti permetterà di avere entrate maggiori rispetto a una zona residenziale o fuori la città.

Tuttavia, dovrai calcolare le eventuali commissioni previste dalle piattaforme e le tasse obbligatorie per legge. Dovrai provvedere al pagamento delle tasse anche con Airbnb, e le tasse sono presenti anche con Booking: ti consigliamo di leggere i regolamenti delle diverse piattaforme e rivolgerti ad un professionista.

Infine, se possiedi uno spazio commerciale o ai fini pubblicitari, come un cartellone, puoi valutare di inserire un annuncio sul web o affidarlo a un’agenzia di marketing, ottenendo così un probabile rientro economico.

soldo business

Come arrotondare lo stipendio con lavori da casa online

Le app per guadagnare online potrebbero essere validi strumenti per ottenere un surplus economico settimanale e mensile. Tra quelle più utilizzate vi sono:

  • app per sondaggi;
  • applicazioni per vendere foto.

Utilizzare un’app di sondaggi

Sono centinaia le app di sondaggi utilizzabili da smartphone per iniziare a guadagnare sin da subito. Il funzionamento di questi strumenti è simile. Una volta caricata l’app sullo smartphone, dovrai creare un profilo e rispondere a una serie di domande.

Più il tuo account sarà dettagliato e maggiore sono le probabilità di ottenere un sondaggio. A questo punto devi scegliere a quale questionario rispondere. Il guadagno che otterrai è direttamente proporzionato alla lunghezza del sondaggio. Una volta concluso, potrai ottenere la ricompensa che equivarrà a un:

  • punteggio che verrà accumulato e poi trasformato in euro;
  • valuta FIAT;
  • criptomonete.

Il sistema dei sondaggi online è accessibile a tutti e non si richiedono competenze. Dovrai solo avere tempo e la pazienza di rispondere con sincerità ai vari quesiti. Tuttavia, il ritorno economico all’inizio è abbastanza limitato, andando a crescere dopo che avrai risposto a un numero maggiore di sondaggi.

Come vendere foto online e arrotondare lo stipendio

Se hai la passione per le foto, puoi trasformala in una fonte economica, sia operando in piena autonomia, sia decidendo di registrarti a siti specializzati in questo settore. Tra quelli più famosi vi sono Freepik, Unplash e Pixabay, oppure la piattaforma OnlyFans. Anche in questo caso il meccanismo è molto simile:

  • crea un account;
  • realizza un book di foto;
  • stabilisci un prezzo;
  • inizia a vendere e monetizzare online le tue creazioni.

Ovviamente, il prezzo delle foto varia in base al target di utenti a cui ti rivolgi e alla tua creatività. Allo stesso modo le piattaforme possono anche accogliere video e riprese.

Come guadagnare soldi extra con lavori a domicilio

dog sitter secondo stipendio

Il web ti permette di ottenere una rendita passiva e di iniziare una nuova attività rimanendo a casa o lavorando in ufficio. Tuttavia, vi sono diverse opportunità per ottenere un secondo stipendio anche al di fuori di Internet.

Tra quelle che oggi combinano la possibilità di raggiungere subito un probabile introito economico, anche con competenze limitate, vi sono le attività collegate al mondo degli animali da compagnia e i servizi di consegna a domicilio.

La cura degli animali

In Italia nel 2023 erano presenti circa 14 milioni di cani, con una media di uno per ogni 4 persone e un totale di 64 milioni di animali domestici. Una famiglia spende tra 100 e 200 euro al mese per il benessere del proprio animale da compagnia.

In questo contesto, se hai la passione per gli animali e vuoi impegnarti ad acquisire le giuste competenze e i relativi attestati, puoi valutare di dedicarti alle seguenti professioni part-time o full time:

  • dog sitter: sono sempre più richieste le persone che durante il giorno accudiscono gli animali domestici, portandoli a passeggio e facendoli mangiare;
  • taxi-dog: è un servizio che permette di accompagnare l’animale domestico presso un centro cinofilo, oppure a una visita veterinaria o in un’area cani;
  • pensione per cani: in caso di periodi di lavoro fuori casa prolungati o viaggi, la pensione per cani e gatti è sempre più richiesta;
  • toilettatura e negozi di animali: puoi aprire un negozio fisico dove offri servizi di toilettatura e vendita di prodotti alimentari e per il benessere animale;
  • settore educativo: puoi diventare educatore o istruttore cinofilo e dedicarti dalle attività sportive a quelle educative e comportamentali.

Per ogni attività, puoi valutare se svolgerla in maniera saltuaria, oppure professionale. Precisiamo che la vendita di prodotti per cani e in generale quelli relativi a un negozio per animali richiede necessariamente l’apertura di partita IVA.

Lavorare con i servizi di Delivery

Questa attività non prevede un investimento iniziale, puoi dedicarti a tempo part-time e soprattutto arrotondare le tue entrate mensili: il servizio di consegna a domicilio è sempre più diffuso. In Italia, il sistema delivery ha ottenuto una crescita esponenziale durante la fase di pandemia.

Oggi, la richiesta di consegne a casa è in aumento e non legata solo al settore del food, ma anche ad altri servizi. Infatti, sono sempre di più le catene di superstore e supermercati che prevedono anche la consegna a casa. Cosa ti serve? Un mezzo di trasporto, l’eventuale patente e iscriverti a una delle piattaforme delivery.

hype business

Arrotondare lo stipendio: qual è la tassazione

Andiamo ad analizzare gli aspetti fiscali di una seconda entrata. Infatti, dal punto di vista tassativo qualunque forma di reddito percepito da un’attività di lavoro dovrà essere dichiarato e su di essa si applicherà un’aliquota fiscale.

Tuttavia, sono previste una serie di eccezioni. L’esempio tipico sono le attività di lavoro autonomo occasionale. In questo caso si applicherà solo una ritenuta fiscale, del 20% alla fonte e sarai esentato al versamento della tassazione IRPEF. Per rientrare dovrai:

  • svolgere un’attività in modo occasionale e non professionale;
  • rientrare nei limiti di tempo dei 30 giorni annuali;
  • non superare una soglia economica del totale dei 5.000€ di fatturato per il versamento dei contributi.

Al di la dei limiti temporali e monetari, ciò che rende un lavoro occasionale è la non professionalità e la sporadicità dell’attività. Quindi, prendendo una delle idee che abbiamo indicato, come quella di vendere oggetti online, puoi farlo in maniera saltuaria, senza partita IVA, oppure professionale, con l’apertura di un e-commerce o utilizzando Amazon FBA. In questo caso devi valutare di aprire partita IVA.

Aprire la Partita Iva per un secondo stipendio

A questo punto è lecito domandarsi perché valutare di aprire una partita IVA. Quasi tutti  lavoretti extra che abbiamo indicato hanno le potenzialità per trasformarsi in un’attività imprenditoriale con guadagni anche importanti. Potrebbero diventare il primo lavoro oppure, nel momento in cui vai in pensione, una professione part-time o full time, attraverso cui integrare il tuo assegno di vecchiaia.

Tuttavia, ciò è possibile solo nel momento in cui svolgi l’attività con costanza e in maniera professionale. In questo caso diventa necessario aprire la partita IVA. Un tempo questo termine era spesso legato a ingenti spese, a una contabilità complicata e all’obbligo di versamenti previdenziali anche se non si fatturava.

Oggi, grazie alla presenza di regimi agevolati come quello forfettario, puoi avviare un’attività professionale  o d’impresa a costo zero e soprattutto con una serie di vantaggi economici e fiscali. Ad esempio, è prevista un’aliquota pari al 5% per i primi 5 anni, rispetto a quella tra il 23% e il 43% con un regime ordinario o semplificato.

Inoltre, la partita IVA ti permette di avere risvolti economici e professionali interessanti, senza preoccuparti di eventuali sanzioni per attività lavorative non dichiarate. In ogni caso, ti consigliamo sempre di rivolgerti a un consulente fiscale al fine di valutare dal punto di vista tassativo quale sarà l’impatto del secondo lavoro sul reddito imponibile e la soluzione più adatta alle tue necessità.

Come guadagnare un secondo stipendio – Domande frequenti

È possibile arrotondare lo stipendio nel 2023?

Sì, oggi hai diverse opportunità online e offline per arrotondare lo stipendio. Scoprile nella nostra guida.

Quali sono le migliori soluzioni per arrotondare lo stipendio?

Grazie al web e alla digitalizzazione, le opportunità di guadagnare sono davvero tante. Scopri le 10 idee concrete nella nostra classifica.

È possibile arrotondare lo stipendio senza partita IVA?

Sì, alcune attività online e offline possono essere eseguite in modo occasionale. Tuttavia, avrai una serie di limitazioni economiche e temporali.

Autore
Foto dell'autore

Gennaro Ottaviano

Esperto di economia aziendale e gestionale

Laurea in Economia Aziendale presso il Politecnico di Lugano, appassionato di borse, mercati e investimenti finanziari. Ho competenze di diritto e gestione societaria, con esperienze amministrative. Scrivo di diritto, economia, finanza, marketing e gestione delle imprese.

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.