OnlyFans: cos’è e come funziona, tasse e Partita IVA

OnlyFans è una nota piattaforma per la creazione e la condivisione di contenuti. Per guadagnare con OnlyFans serve la Partita IVA? Ecco le regole da rispettare e il codice Ateco da scegliere.

di Maria Saia

Revisione a cura di Giovanni EmmiDottore CommercialistaSu PartitaIva.it ci impegniamo al massimo per garantire informazioni accurate. Gli articoli vengono costantemente revisionati da professionisti del settore.

Adv

onlyfans
  • Guadagnare su OnlyFans è possibile, ma ci sono delle regole fiscali da rispettare.
  • Nei casi in cui si utilizzi la piattaforma in modo sporadico, è possibile lavorare con la formula della prestazione occasionale.
  • Negli altri casi, si deve necessariamente aprire la Partita IVA, scegliendo il codice Ateco e il regime fiscale più adeguati.

OnlyFans è una piattaforma in cui si possono caricare contenuti autoprodotti, come foto o video, che ha raggiunto una notevole popolarità nel corso degli ultimi anni, portando anche diverse persone famose a utilizzarla. 

A differenza di un comune social network, su OnlyFans è possibile guadagnare dal caricamento dei propri contenuti: è proprio da questa possibilità che nascono dubbi e domande sul trattamento fiscale da rispettare per essere in regola con i compensi. 

Nelle prossime righe parleremo non solo del funzionamento della piattaforma, ma soprattutto della parte legata alla fiscalità, quindi alla necessità di dover aprire Partita IVA e della relativa scelta del codice Ateco per poter essere in regola con il fisco.

Cos’è OnlyFans e come funziona 

La piattaforma online OnlyFans, che si può utilizzare anche da apposita app, consente il caricamento di foto e video, ma anche di trasmettere dirette streaming, ai quali si può accedere dietro il pagamento di un abbonamento mensile, oppure di un importo specifico previsto per un determinato contenuto. 

Che contenuti si trovano su OnlyFans? Il sito si differenzia da altri social network perché permette di condividere contenuti che su altre piattaforme non vengono accettati, o sono censurati. Il sito ha raggiunto notorietà grazie ai contenuti per adulti, quindi a video e foto amatoriali che in altre piattaforme sono di fatto vietati.

Tuttavia al suo interno si possono caricare foto (e video) di qualsiasi tipo e specializzare un canale in un determinato tipo di contenuto. Per esempio, si potrà avere un canale dedicato solo ed esclusivamente a foto di gatti. Ci sono due tipologie di utenti che possono avere accesso alla piattaforma:

  1. i creators, ovvero coloro che creano e pubblicano i contenuti e guadagnano sulla base del numero di abbonati al proprio account (e non solo);
  2. i fruitori dei contenuti, che pagano per poterli visualizzare, sottoscrivendo uno o più abbonamenti con i creator che preferiscono. 
onlyfans guadagni online

Aprire Partita Iva per OnlyFans

I casi di creator che sono riusciti a guadagnare un discreto gruzzoletto su OnlyFans sono sempre più diffusi: quello relativo a cosa fare per essere in regola con il fisco è, dunque, un argomento che potrebbe risultare interessante per molte persone. 

La Partita IVA è obbligatoria su OnlyFans? Come per qualsiasi attività lavorativa svolta da libero professionista, l’obbligo di Partita IVA scatta nel momento in cui le pubblicazioni su OnlyFans si trasformano in un lavoro vero e proprio, quindi la propria attività da creator non sia più occasionale e sporadica

In caso contrario, è comunque possibile dichiarare i propri guadagni come redditi derivanti da una prestazione occasionale, indicandoli nel quadro RL-Redditi diversi in fase di dichiarazione dei redditi. 

L’apertura della Partita IVA comporta in primo luogo la scelta del regime fiscale: si può optare per il regime forfettario qualora i guadagni siano inferiori a 65.000 euro, oppure aprire la Partita IVA con il regime ordinario se si supera questa soglia.

come funziona onlyfans

Codice Ateco OnlyFans: quale scegliere

La questione codice Ateco è più complessa: su OnlyFans ci possono essere professionisti che operano in settori diversi, dai fotografi di professione agli influencer, per cui può accadere che professionisti che hanno già una Partita Iva decidano di utilizzare questa piattaforma per la propria attività. In questo caso può essere opportuno aggiungere un codice Ateco adatto per guadagnare anche da questa piattaforma.

Molto spesso si consiglia di scegliere il Codice Ateco 47.91.10, ovvero quello relativo al Commercio elettronico, tuttavia in molti casi può non risultare adeguato, in quanto i contenuti che si vendono vengono prodotti in prima persona, non sono quindi acquistati e prodotti da terzi, e poi rivenduti. 

Vediamo di seguito alcuni dei codici Ateco più gettonati dai creator, con le attività alle quali si riferiscono. 

Codice AtecoQuali attività comprende
73.11.02 – Conduzione di campagne di marketing e altri servizi pubblicitariPuò essere utile per chi utilizza OnlyFans per promuovere prodotti o realizzare campagne pubblicitarie o di marketing, per attirare l’attenzione dei clienti e fidelizzarli, quindi per chi lavora come influencer
59.11.00 – Attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisiviAdatto per gli streamer, quindi per chi realizza video
85.59.20 – Corsi di formazione e corsi di aggiornamento professionalePotrebbe andare bene per chi realizza video che contengono corsi di formazione sugli argomenti più disparati, dall’informatica alla cucina fino a temi più attuali, come le criptovalute e gli NFT
96.09.09 – Altre attività di servizi per la persona ncaQuesto codice ateco può essere scelto per inglobare un’attività che abbia lo scopo di intrattenere
codice ateco onlyfans

OnlyFans e contributi: come si calcolano

Le regole relative al pagamento dei contributi dipendono dal proprio codice Ateco e dal regime fiscale scelto (in base al quale variano anche le imposte da sostenere). Come è noto, per calcolare la base imponibile, bisogna partire dal cosiddetto coefficiente di redditività. 

Tale percentuale è differente in relazione alla propria professione. Per semplificare, riportiamo il coefficiente di redditività legato ai codici Ateco riportati nel paragrafo precedente:

  • codice 73.11.02: 78%;
  • codice 59.11.00: 67%;
  • codice 85.59.20: 78%;
  • codice 96.09.09: 67%.

Nel caso di iscrizione alla Gestione Separata INPS, si dovrà applicare un’aliquota del 25,98% sulla propria base imponibile, per poter calcolare i contributi da versare nel 2022. Diverso è invece il caso della Gestione Artigiani e Commercianti, per la quale sono previsti:

  1. contributi fissi, per redditi compresi tra 0 e 16.243 euro, che ammontano circa 3.980 euro; 
  2. contributi variabili, per i redditi superiori a 16.243 euro, sui quali si applica un’aliquota pari al 24%. 
contributi onlyfans

Come guadagnare con OnlyFans

Arrivati a questo punto, come è possibile guadagnare con OnlyFans? Esistono diversi modi per guadagnare dai propri contenuti, il primo tra tutti è quello di stabilire un prezzo mensile o annuale, per essere abbonati ad un determinato profilo. In questo caso è consigliato mantenere il profilo sempre attivo, e proporre contenuti originali. Tieni presente che la piattaforma preleva il 20% dei tuoi guadagni.

Esiste anche un sistema PPV, ovvero Pay Per View, che prevede l’invio di messaggi privati ad alcuni utenti, con contenuti aggiuntivi esclusivi rispetto a quelli presenti sul profilo e accessibili con abbonamento. Esiste anche un altro modo per guadagnare da questa piattaforma, ovvero con le mance.

Le mance, dette TIP, permettono agli utenti di inviare denaro in qualsiasi momento ai creatori di contenuto, a propria scelta, per determinati contenuti. Con il sistema di mance e il PPV è possibile aumentare i guadagni standard forniti da questa piattaforma.

Infine, si parla nell’ultimo periodo della possibilità di investire in borsa puntando su OnlyFans, tuttavia per il momento questa possibilità non è ancora disponibile, perché la piattaforma non è ancora quotata in borsa, a differenza di altri noti social network.

OnlyFans – Domande frequenti

Come funzionano le tasse su OnlyFans?

La tassazione su OnlyFans segue le regole di qualsiasi attività economica svolta come libero professionista: scopri quando è obbligatorio aprire la Partita IVA. 

Quanto costa aprire un account OnlyFans?

Aprire un account su OnlyFans prevede una rapida registrazione gratuita: si dovrà pagare solo per poter vedere i contenuti di un creator. 

Quanto si guadagna con OnlyFans al mese?

Ci sono tre diverse possibilità con le quali guadagnare su OnlyFans: gli abbonamenti, le mance e la risposta ai messaggi privati degli utenti. La piattaforma si prende il 20% del guadagno complessivo. 

Autore
Foto dell'autore

Maria Saia

Esperta di finanza personale e lavoro digitale

Una laurea in Traduzione e un sogno nel cassetto: non vedere più le È con l'apostrofo al posto dell'accento online. La sua più grande passione - scrivere - è anche il suo lavoro: provate a cercarla su Google.
Fact-Checked
Avatar di Giovanni Emmi
Giovanni Emmi
Dottore Commercialista
Revisione al 22 Luglio 2022
Commercialista dal 🧗🏾‍♀️secondo millennio, innovatore professionale nel terzo millennio🏃🏾‍♂️. Il futuro della professione del commercialista nel mio ultimo libro "dalla società alla rete tra professionisti".

11 commenti su “OnlyFans: cos’è e come funziona, tasse e Partita IVA”

  1. Salve, vivo in Brasile e io e la mia compagna stavamo pensando di aprire un account onlyfans. Visto che questa piattaforma non è molto conosciuta in Brasile ci chiedevamo se fosse facile iscriversi anche da qui e sopratutto poter guadagnare anche da qui. Grazie tante.

    Rispondi
    • Buonasera,
      dovrebbe verificare con un professionista brasiliano, visto che la sua residenza fiscale è in quel paese.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  2. Salve,
    Ho un paio di domande:
    -qual è la soglia massima di guadagno entro la quale non devo aprire partita iva? Il fatto di avere già un reddito da lavoro dipendente è rilevante?
    -se guadagno come “prestazione occasionale” devo rilasciare ricevute o similari?
    -a livello fiscale come funziona la prestazione occasionale?

    Grazie

    Rispondi
    • Buonasera,
      non esiste una soglia entro la quale non è obbligatorio aprire la partita iva. Il prestatore occasionale solitamente rilascia ricevuta per le somme. Da un punto di vista fiscale il reddito dovrebbe essere dichiarato nel modello 730 o nella dichiarazione dei redditi persone fisiche.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  3. Salve, sono una dipendente a tempo indeterminato in un azienda e guadagno circa 28.000 euro anno. Se aprissi OnlyFans come dovrei dichiarare eventuali compensi?

    Il mio datore di lavoro può scoprire che ho Onlyfans da documenti fiscali?

    Rispondi
    • Buongiorno,
      se ci sono le condizioni potrebbe utilizzare il regime forfettario per dichiarare i suoi redditi dall’attività svolta sul portale.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  4. Con la mia ragazza vorremmo aprire onlyfans ,vorremmo chiedere prima di aprire partita Iva come funziona il regime occasionale e se c’è una soglia minima,e se inserendo i documenti per il pagamento e possibile risalire al creator che vorrebbe mantenere la propria identità nascosta

    Rispondi
    • Buongiorno,
      emettendo la fattura la sua identità sarà conosciuta alla controparte. Ci sarebbero delle possibili soluzioni (es. fiduciaria) per restare anonimi ma sono molto complesse e costose. La prestazione occasionale non può essere anonima.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  5. non si capisce una cosa fondamentale, su cui l’articolo sorvola: COME FATTURARE ONLYFANS dopo aver aperto la partita IVA? Onlyfans è una società inglese, quindi bisognerebbe come minimo iscriversi al VIES per fattuare entità extra UE. E poi?? Come la emetto la fattura a OF, fisicamente?
    Cartacea?
    E come gliela faccio avere?
    Con la fatturazione elettronica? Indicando il VAT number? Quindi mi serve il VIES. E se si, quali aliquote devo indicare nella fattura???
    E sopratutto… quante fatture devo fare a OF? Con quale cadenza? OF mi manda una miriade di piccoli pagamenti, saranno centinaia di pagamenti l’anno: devo impazzire? O posso fare un’unica fattura annuale?

    Rispondi
    • Buonasera,
      per fatturare extra ue non si dovrebbe iscrivere al VIES e può emettere fattura elettronica. Le variabili sulla fatturazione sono diverse e non è possibile dare una risposta univoca.
      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  6. non si capisce una cosa fondamentale, su cui l’articolo sorvola: COME FATTURARE ONLYFANS dopo aver aperto la partita IVA? Onlyfans è una società inglese, quindi bisognerebbe come minimo iscriversi al VIES per fattuare entità extra UE. E poi?? Come la emetto la fattura a OF, fisicamente?
    Cartacea?
    E come gliela faccio avere?
    Con la fatturazione elettronica? Indicando il VAT number? Quindi mi serve il VIES. E se si, quali aliquote devo indicare nella fattura???
    E sopratutto… quante fatture devo fare a OF? Con quale cadenza? OF mi manda una miriade di piccoli pagamenti, saranno centinaia di pagamenti l’anno: devo impazzire? O posso fare un’unica fattura annuale?
    oltretutto, essendo “Fenix International UK” esterna all’Unione, non servirebbe neanche il VIES: dal poco che so, bisogna solo emettere fattura a PHENIX INTERNATIONAL LTD con Codice Destinatario “XXXXXXX”, sigla paese “UK”, cap “00000” e “OO99999999999″ nel campo “partita iva”?

    Rispondi

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di Partitaiva.it, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.