I migliori conti correnti per Srl: la classifica con benefici e costi

Le Srl sono obbligate ad aprire un conto corrente aziendale per effettuare operazioni economiche legate al business. Ecco la classifica dei migliori conti correnti per Srl in base a costi, funzionalità e sicurezza.

I migliori conti correnti per Srl: la classifica con benefici e costi
  • Le società a responsabilità limitata, o Srl, sono obbligate per legge ad aprire un conto corrente aziendale.
  • I conti correnti per Srl consentono alla società di svolgere tutte quelle operazioni economiche relative all’attività.
  • Le Srl possono scegliere di aprire conti correnti aziendali online o tradizionali per gestire il conto tramite home banking e app, oppure in filiale.

Aprire una Srl significa adempiere ad alcuni obblighi e formalità, tra cui l’apertura di un conto corrente aziendale dedicato. I conti correnti per Srl, infatti, sono fondamentali per la gestione delle operazioni economiche relative all’attività.

Tuttavia, il panorama dei conti correnti aziendali dedicati alle Srl oggi è molto vasto, e trovare il prodotto migliore può sembrare molto difficile. Bisogna fare attenzione ai costi, ai canoni, ma anche alle funzionalità incluse nel conto e, soprattutto, ai vantaggi che le banche offrono alle società.

Per rendere la scelta più semplice, in questa guida faremo una classifica dei migliori conti correnti aziendali per Srl. Inoltre, capiremo quando è obbligatorio per la società a responsabilità limitata aprire un conto corrente dedicato e a cosa serve.

Conti correnti per Srl: sono obbligatori?

Una delle tipologie di società di capitali è la Srl, o Società a Responsabilità Limitata. Si tratta di una delle forme societarie più diffuse in Italia, per costituire sia per PMI che per startup. Ma quali sono le caratteristiche di questa forma societaria?

Le Srl, in quanto società di capitali, sono dotate di capacità giuridica e rispondono alle obbligazioni sociali nei limiti del patrimonio sociale. Stiamo quindi parlando di un tipo di società con autonomia patrimoniale perfetta.

Secondo la normativa attuale, le società di persone e di capitali, di conseguenza anche le Srl, sono obbligate ad aprire un conto corrente dedicato per la gestione dell’attività e per compiere quelle operazioni relative al funzionamento della stessa. Di conseguenza, una volta aperta una startup sotto forma di Srl, o una PMI, giunge anche l’obbligo di scegliere la banca in cui aprire il conto corrente business.

Ma, oltre ad essere obbligatorio, un conto corrente aziendale per Srl serve a:

  • migliorare la contabilità della società;
  • pagare gli stipendi ai dipendenti;
  • pagare le imposte tramite F24;
  • effettuare e monitorare operazioni bancarie;
  • riscuotere i pagamenti.

In più, la maggior parte dei conti correnti aziendali prevedono la possibilità di aprire conti e richiedere carte aggiuntive collegate sempre al conto corrente principale per dare anche a dipendenti, soci e collaboratori la possibilità di imputare alla società spese e movimenti relativi all’attività.

conti correnti per Srl

Conti correnti per Srl: la classifica

I conti correnti aziendali per Srl non sono tutti uguali, ed è per questo che bisogna analizzare diversi fattori per individuare quello più adatto alle esigenze della società. Tra i fattori da considerare ci sono:

  • costi fissi e variabili;
  • operatività dell’istituto (online, in filiale o ibrida);
  • sicurezza e solidità della banca;
  • funzionalità e servizi inclusi nel conto;
  • carte e conti aggiuntivi per soci e dipendenti;
  • servizio clienti;
  • recensioni degli utilizzatori.

Tenendo conto dei fattori sopraelencati, abbiamo stilato una classifica dei migliori conti correnti aziendali per Srl con le caratteristiche e i vantaggi di ognuno.

Qonto: il conto corrente aziendale online con Iban italiano

Qonto è un istituto di pagamento francese che propone conti correnti online pensati per società e professionisti. Per le Srl offre tre tipologie di piani tariffari con i seguenti canoni:

  • Essential: a €29 al mese;
  • Business: a €99 al mese;
  • Enterprise: a €249 al mese.

In ogni piano sono previsti da 100 a 1000 bonifici SEPA e addebiti diretti gratuiti, conti con iban separati, accessi per più utenti con carte di pagamento One MasterCard e strumenti per la contabilità semplificata.

I conti correnti aziendali online di Qonto offrono anche un accesso dedicato al commercialista e strumenti avanzati dedicati al business come i bonifici multipli e l’automazione delle attività quotidiane. Con Qonto si possono nominare Manager assegnando permessi per la gestione finanziaria del team a cui impostare un budget per le spese.

È il conto giusto per le Srl che desiderano:

  • un conto corrente multiutente;
  • più carte di pagamento fisiche e virtuali collegate al conto;
  • più conti correnti con Iban separati;
  • Iban italiano;
  • operatività del conto online;
  • pagamento degli F24 in modo semplice e veloce direttamente dal conto corrente;
  • accesso dedicato per il commercialista;
  • un mese di prova gratuito.
Qonto recensione

Revolut Business: il conto corrente business zero spese

La società Fintech inglese Revolut Ltd dedica alle società quattro piani tariffari economici e personalizzabili. I piani tariffari con i relativi canoni sono:

  • Free: gratuito;
  • Grow: a €25 al mese;
  • Scale: a €100 al mese;
  • Enterprise: su richiesta.

Oltre alle carte in metallo, nel conto corrente aziendale di Revolut sono incluse carte fisiche e virtuali per pagare in tutto il mondo e prelevare contanti, pagamenti locali e internazionali gratuiti in base al piano, e assistenza prioritaria.

Sono anche previste funzionalità per integrare il conto ai software di contabilità della società oltre ai pagamenti in blocco e alle autorizzazioni personalizzate per i membri del team.

Il conto multi-valuta include anche depositi e cambi in 28 valute oltre a conti locali in più valute e la possibilità, prossimamente, di prestiti e scoperti sul conto. Revolut Business è il conto giusto per le Srl che desiderano:

  • un conto corrente gratuito (con il piano Free);
  • un conto multivaluta a tassi di cambio competitivi;
  • premi e sconti dedicati;
  • pagamenti in blocco;
  • operatività online;
  • un conto multiutente da condividere con i membri del team;
  • carte di pagamento fisiche e virtuali aggiuntive;
  • fatturazione direttamente dall’app.

Banca Sella Business: i conti business per Srl

L’istituto bancario Banca Sella propone ben due conti correnti per Srl pensati per una gestione del business ancora più comoda ed efficiente. I due conti sono:

  • Conto Small Business: a €13 trimestrali;
  • Conto Azienda Web: a €31,75 trimestrali.

I conti correnti business di Banca Sella sono pensati per garantire flessibilità e sicurezza alle Srl che possono gestire il conto corrente sia online che in filiale. Oltre al conto, le Srl che si affidano all’istituto di credito piemontese possono anche richiedere carte prepagate aziendali oltre alla carta di credito gratuita per il primo anno, e carte di debito gratuite per sempre.

I conti di Banca Sella Business sono i conti giusti per le Srl che desiderano avere:

  • carta di credito aziendale (gratis per il primo anno);
  • oltre 100 operazioni gratuite a trimestre;
  • operatività online e in filiale;
  • carta di debito gratuita;
  • un conto presso una banca italiana solida e sicura;
  • Iban italiano.
Carta Sella business

SumUp: il conto corrente aziendale con servizio Pos

La società di pagamenti SumUp è famosa per i suoi servizi Pos, e recentemente ha anche aggiunto tra i suoi prodotti pensati per aziende e imprenditori un conto corrente gratuito, ottimo anche per Srl.

Questo tipo di conto corrente gratuito è ideale per le società che hanno richiesto il servizio Pos di SumUp per trasferire i guadagni direttamente sul conto e senza commissioni sul trasferimento.

SumUp è il conto giusto per le Srl che desiderano:

  • un Servizio Pos comodo ed economico;
  • zero spese di tenuta del conto;
  • pagamenti online tramite Link;
  • fatture professionali direttamente dall’app;
  • storico delle transazioni;
  • gestione della carta di pagamento direttamente dall’app;
  • supporto clienti dedicato.

Tinaba: il conto corrente a zero spese per Srl

L’app Tinaba, insieme a Banca Profilo, offre la possibilità di gestire il business in modo virtuale ed economico. L’app, pensata per accettare i pagamenti da parte delle attività sia online che in negozio, permette alle Srl di gestire il conto direttamente da smartphone e web.

L’apertura del conto è completamente automatica al momento della registrazione su Tinaba. Il conto, quindi, non presenta alcun canone, ma si paga solamente una tantum l’attivazione del servizio scelto, vale a dire il servizio Tinaba Business o Tinaba Business Plus, rispettivamente al costo di €129 e €199.

Tinaba è il conto giusto per le Srl che desiderano:

  • un conto corrente gratuito;
  • cashback sugli acquisti effettuati con la carta di pagamento;
  • incassi da PayPal, carte di credito, da clienti Alipay e a distanza.

Wise: il conto corrente aziendale internazionale

Il conto corrente proposto da Wise Business è un conto corrente internazionale pensato per le Srl che operano anche all’estero. Infatti, offre tassi di cambio competitivi oltre ad un canone di tenuta conto gratuito.

È, tuttavia, prevista una spesa una tantum per richiedere gli estremi bancari. Si tratta di una spesa che ammonta a soli €24. Con questo pagamento le Srl ottengono Iban, short code, routing number e altri dati per ricevere i pagamenti.

Wise Business è il conto giusto per le Srl che desiderano:

  • creare fatture intelligenti direttamente dall’app di Wise;
  • estremi bancari locali per 10 valute diverse;
  • accesso dedicato per il commercialista;
  • accessi per il team con relative autorizzazioni;
  • gruppi di pagamenti;
  • controllo del flusso di cassa;
  • pagare gli stipendi anche in valute diverse;
  • carte di debito anche per il team.
Wise business

Conti correnti per Srl: come aprire il conto

Per aprire un conto corrente aziendale, le Srl devono presentare alcuni documenti fondamentali. Prima di tutto è necessario indicare alla banca i nomi dei soggetti autorizzati a compiere le operazioni relative all’apertura del conto.

Poi, i documenti da presentare in filiale o da allegare al momento della registrazione online sono:

  • Partita Iva e codice fiscale;
  • Visura camerale;
  • documento di identità in corso di validità del soggetto autorizzato ad aprire il conto;
  • dati personali e dati aziendali;
  • recapiti della Srl.

Altri documenti possono essere richiesti a discrezione dell’istituto con cui si apre il conto.

Conti correnti per Srl – Domande Frequenti

Cosa serve per aprire un conto corrente per una Srl?

Per l’apertura di un conto corrente per Srl, il soggetto autorizzato ad operare in tal senso deve presentare alla banca o alla società di pagamenti i documenti relativi alla società, oltre ai documenti personali. Nell’articolo trovi l’elenco dei documenti richiesti.

Dove aprire un conto corrente aziendale per Srl?

Ad oggi sia banche che società Fintech propongono ottimi conti correnti tradizionali e online dedicati alle Srl. In questo articolo abbiamo stilato una classifica dei migliori conti correnti aziendali per Srl in base a diversi fattori quali: costi, servizi, conti multiutente, conti multi-valuta e sicurezza.

È obbligatorio aprire un conto corrente aziendale per le Srl?

Secondo la normativa attuale, tutte le società di persone e di capitali sono tenute all’apertura di un conto corrente aziendale dedicato. Di conseguenza, anche le società a responsabilità limitata, o Srl, sono tenute ad aprire un conto corrente business.

Autore
Foto dell'autore

Ilenia Albanese

Esperta di finanza personale e lavoro digitale

Copywriter specializzata nel settore della finanza personale, con esperienza pluriennale nella creazione di contenuti per aiutare i consumatori e i risparmiatori a gestire le proprie finanze.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.