Conti correnti aziendali online con fido: finanziamenti fino a 6€ milioni

Per le imprese è possibile accedere a conti correnti aziendali online che garantiscono liquidità tramite finanziamenti e fidi. Ecco tre soluzioni.

Adv

conto corrente aziendale online fido
  • Le imprese, che siano startup o già avviate, molto spesso hanno bisogno di accedere ad una liquidità per finanziare progetti e acquisire nuovi strumenti, per evolversi o per pagare i debiti arretrati.
  • Gli istituti bancari offrono alle imprese la possibilità di ricevere del denaro tramite diversi tipi di strumenti: dai normali prestiti al fido aziendale.
  • Ad oggi è possibile individuare alcune realtà che offrono un conto corrente aziendale online con la possibilità di accesso ad un fido o ad un finanziamento: Tot, Qonto e Aidexa.

Aziende, startup, liberi professionisti e società molto spesso hanno la necessità di avere della liquidità da utilizzare per avviare l’attività, per sviluppare progetti, espandersi o per provvedere al pagamento di fatture o debiti arretrati.

La liquidità può essere erogata da soggetti investitori, ad esempio nel caso delle startup, ma anche dalla partecipazione a bandi e iniziative dello Stato. Infine, c’è la possibilità di accedere a delle somme di denaro attraverso strumenti forniti dagli istituti bancari e di credito.

Alcune banche digitali oggi mettono a disposizione dei conti correnti aziendali con fido bancario, prestiti o finanziamenti per avere subito liquidità fresca da spendere per il proprio business. Alcuni si possono aprire già online: abbiamo valutato le 3 soluzioni più interessanti del momento.

Disclaimer Partitaiva.it seleziona le migliori offerte sul mercato in maniera indipendente. Tuttavia, se apri un conto passando da un nostro link, potremmo ricevere una commissione.
|
Aggiornato al: 19 Luglio 2024
Conto più scelto1.
4.5/5
Qonto Basic
  • Carta di debito Mastercard gratuita
  • Bonifici istantanei gratuiti
  • Bonifici multipli (stipendi e fatture)
Codice FINANCEX3: 2 mesi gratis su piano mensile o -58€ su piano annuale
Canone mensile
9 €
IVA escl.
Vai al sito senza impegno
30 bonifici/addebiti diretti al mese
12.245 recensioni su
2.
5/5
Tot Essentials
  • Carta di credito Business gratuita
  • 100 operazioni SEPA in uscita l'anno
  • Versamenti in contanti gratis in filiali Banca Sella
30 giorni di prova gratis
Canone mensile
7,00* €
* fatt. annuale - IVA escl.
Vai al sito senza impegno
Bonifici gratis e illimitati
Prelievi gratis in area Euro
78 recensioni su
3.
4/5
HYPE Business
  • Conto per liberi professionisti e ditte individuali
  • Tax Manager per stimare le imposte
  • Canone azzerabile mensilmente spendendo >750€
Codice HYPEBIZ: 50€ di BONUS
Canone mensile
2,90 €
IVA escl.
Vai al sito senza impegno
Bonifici SEPA ordinari e 10 istantanei gratis, poi 2,00€
Prelievi gratis in Italia e in tutto il mondo
2.176 recensioni su

Qonto: conto aziendale con finanziamento

qonto logo

Qonto, la società di moneta elettronica francese, offre un conto con finanziamenti al 100% online per le aziende, con una serie di vantaggi interessanti per imprese che vogliono espandersi, assumere nuovo personale o comprare attrezzature moderne.

Qonto propone diversi tipi di prestiti, con una procedura semplice che si può svolgere direttamente online e con alte probabilità che le domande di accesso al denaro vengano accolte.

  • piccole e medie imprese: fino a 6 milioni di euro, con una durata fino a 120 mesi e tassi di interesse variabili dal 5 al 12%;
  • liberi professionisti: fino a 50.000 euro, con una durata da 36 a 72 mesi e tassi di interesse che possono variare dal 3 al 9%.
qonto conto fido aziende

Per poter chiedere un finanziamento con questo istituto di pagamento è necessario attestare che l’attività è operativa da almeno 6 mesi (per le società si parla di due anni) e aprire un conto corrente business di Qonto. Sono invece escluse le S.a.s. e le associazioni.

Il conto business offre all’imprenditore una serie di funzionalità utili all’intera gestione contabile, fiscale ed economica dell’azienda, oltre a semplificare l’accesso ai finanziamenti.

Una volta selezionata l’offerta più vantaggiosa, è possibile procedere con la richiesta di finanziamento, inserendo i dati richiesti dal portale e allegando i documenti specifici. Si può anche decidere di contattare un consulente per richiedere maggiori informazioni. Per continuare è necessario avere con sé la visura camerale dell’azienda, bilanci e Modello Unico, dati di vendita o l’estratto conto.

Per gli e-commerce i requisiti e le modalità di ottenimento del prestito sono leggermente differenti: è necessario avere un fatturato a partire da 10.000 euro al mese, in aumento e con un minimo di 12 mesi di avviamento dell’attività.

Qonto procede all’erogazione dei finanziamenti in partnership con Faicredit e Viceversa: nel primo caso sono garantiti prestiti per investimenti aziendali o professionali e per la liquidità, mentre nel secondo caso ci si concentra sul settore digitale e sugli e-commerce. La restituzione delle somme prestate avviene mensilmente, tramite rate, con l’aggiunta degli interessi stabiliti insieme a Qonto.

Tot: conto per partite IVA con finanziamento

tot faicredit

Una soluzione per accedere ad un finanziamento direttamente sul proprio conto corrente aziendale è quella di aprirne uno con Tot.

Questa tech product company propone una soluzione per aziende e professionisti per accettare i pagamenti dai clienti e gestire le finanze aziendali, con accesso a diversi strumenti utili.

Tot ha stretto una partnership con Faicredit per garantire alle aziende prestiti e finanziamenti specifici. Imprese e liberi professionisti possono quindi ricevere finanziamenti aprendo un conto Tot.

tot faicredit finanziamenti

Il prestito è flessibile perché per le aziende garantisce denaro a partire da 50.000 euro, dilazionabili fino a 120 rate per la restituzione.

Dato che si tratta di uno strumento attivo digitalmente, la richiesta può essere presentata direttamente online, con esito in pochi giorni. Ecco le principali differenze in base al tipo di richiesta:

  • finanziamenti per le imprese: da 50.000 a 6.000.000 di euro, con esito entro 72 ore;
  • freelance, ditte individuali e liberi professionisti: fino a 50.000 euro, con esito entro 72 ore.

La flessibilità di accesso è garantita anche dal numero limitato di documenti che servono per accedere al prestito: carta di identità, tessera sanitaria e un documento di reddito, che per le aziende può essere il bilancio.

Se la richiesta di finanziamento viene accettata, è possibile ricevere il denaro entro un massimo di 72 ore, tenendo presente che è sempre garantito l’accesso a diverse informazioni grazie ai consulenti esperti direttamente online. L’assistenza dedicata ai clienti Tot è disponibile via telefono dalle 9:30 alle 17:30 dal lunedì al venerdì, mentre il form di richiesta di contatto sul sito ufficiale è sempre attivo.

Apri un conto aziendale Tot (gratis per 30 giorni) e accedi a Faicredit dalla pagina dei Partner Tot per accedere all’offerta di finanziamento riservata.


Banca AideXa: conto business e prestiti aziendali

Logo Banca AideXa

Anche Banca Aidexa offre l’accesso ad un conto corrente aziendale con liquidità per le aziende, facendo crescere i soldi posti in giacenza dalle imprese. Questa realtà è nata da imprenditori, vicini alle problematiche e alle difficoltà delle aziende di oggi, con un’attenzione particolare alle necessità di finanziamento.

Aprendo un conto corrente con Aidexa è possibile richiedere direttamente online diversi tipi di finanziamenti, con particolare attenzione alla rapidità di erogazione del denaro grazie alla piattaforma online. Questa realtà infatti garantisce una risposta entro 20 minuti dalla richiesta. Ecco le diverse proposte disponibili:

  • Finanziamento X Garantito Mini: da 5.000 a 40.000 euro in 15 giorni, ideale per società di persone e ditte individuali, per accedere a maggiore liquidità o effettuare acquisti specifici. I soldi si possono restituire in un periodo variabile da 12 a 24 mesi a rate, con tasso fisso e accesso al Fondo di Garanzia per le PMI per l’80%. Per l’impresa è necessario essere in attività da almeno due anni, con 50.000 euro di fatturato minimo;
  • Finanziamento X Instant: da 10.000 a 30.000 euro in qualche giorno, dedicato alle piccole e medie imprese e ditte individuali, con restituzione del denaro in 12 mesi. Questo prestito è l’ideale per chi intende innovare la strumentazione o acquistare nuove forniture. L’impresa deve essere in attività da almeno due anni e avere un fatturato di almeno 100.000 euro;
  • Finanziamento X Garantito: da 10.000 a 500.000 euro per società di capitali, ideale per chi ha una grossa spesa da sostenere, per l’acquisto di materie prime o per il versamento delle imposte. Le somme possono essere restituite a rate in 24 mesi e anche in questo caso l’80% è coperto dal Fondo di Garanzia per le PMI. Le società di capitali devono avere almeno 100.000 euro di fatturato;
  • Finanziamento X Garantito Extra: da 25.000 a 3 milioni di euro, con restituzione delle somme in 60 mesi a rate, ideale per le società di capitali con almeno 5 anni di attività, utile per acquistare macchinari, digitalizzare l’impresa, accedere a maggiore liquidità. Il fatturato minimo richiesto in questo caso è di 75.000 euro e il prestito è coperto per l’80% dal Fondo di Garanzia per le PMI e restituibile in 60 rate.

Accedendo a queste soluzioni, Aidexa chiede all’impresa o al professionista alcuni dati specifici, come la partita Iva e il codice fiscale, i bilanci, estratti conto e altri dati di identità. Risulta possibile scegliere il finanziamento giusto in base ai requisiti e alle necessità specifiche, ma si può anche parlare con un business banker per richieste particolari.

Accesso alla liquidità per le partite Iva: le soluzioni

Prestiti, finanziamenti e fidi bancari possono garantire alle imprese la liquidità di cui hanno bisogno per portare avanti i propri progetti, sanare qualche debito oppure sviluppare nuovi progetti. Anche per i professionisti questa può essere un’opportunità non indifferente. Le banche in particolare possono offrire alle aziende delle soluzioni convenienti e disponibili in un tempo piuttosto rapido.

Prima di chiedere l’accesso a nuova liquidità, è importante ricordare che gli istituti di credito procedono alla verifica di determinati requisiti prima di concedere del denaro alle aziende (lo stesso vale per le persone fisiche). Tra le condizioni per l’accesso, ci possono essere: una storia creditizia positiva, nessun debito pregresso verso altre banche, stabilità economica dell’impresa e così via.

Occorre quindi pianificare in modo accurato la richiesta di un prestito, per evitare che possa essere rigettata a causa di situazioni arretrate non risolte dall’azienda. Allo stesso tempo è consigliato avere in mente una strategia precisa: a cosa è finalizzato il prestito? Quali sono gli interessi che spettano alla banca? L’azienda riuscirà a restituire le somme ricevute?

Una volta che l’imprenditore conosce le risposte a queste domande, può procedere a richiedere del denaro ad un istituto bancario. Per ottenere queste somme in modo rapido, ci si può rivolgere ad alcune realtà online solide e affidabili, che permettono di procedere piuttosto velocemente. Aprendo un conto presso alcuni istituti di credito, è possibile accedere anche alla liquidità per diversi scopi.

Finanziamento o fido online: le differenze

Talvolta possono sorgere dei dubbi sui diversi tipi di prestiti che possono essere erogati da istituti bancari, fisici o digitali. Prestiti, finanziamenti o fidi non sono la stessa cosa, anche se si usano come sinonimi. Chiariamo qui questo aspetto, utile per la scelta di un prestito sul web.

Nella categoria dei prestiti per aziende principalmente si possono trovare i finanziamenti oppure i fidi bancari. Spesso di utilizzano questi termini come sinonimi, tuttavia non fanno riferimento alla stessa cosa. In entrambi i casi gli istituti bancari erogano somme di denaro ai clienti, tuttavia le modalità sono diverse.

In un finanziamento, la banca propone una certa somma di denaro all’azienda per una causa specifica: si può trattare della necessità di acquistare un macchinario, oppure di un progetto specifico. Nel fido invece la banca eroga una somma di denaro indipendentemente dalla modalità con cui verrà utilizzato.

Il fido nella pratica è un prestito più flessibile, perché non è vincolato da un obiettivo specifico, quindi può essere utile alle imprese per accedere a liquidità immediata per diverse esigenze. Nel finanziamento inoltre i tassi di interesse si pagano su tutta la somma corrisposta, mentre nel fido questo accade solamente sul denaro effettivamente utilizzato e quindi speso, dall’azienda.

Conto corrente aziendale online con fido: pro e contro

Vediamo brevemente quali possono essere i vantaggi e gli svantaggi nell’apertura di un conto corrente aziendale online, in particolare con accesso ad un fido o un finanziamento. Nella fase di avviamento di un’attività è quasi sempre necessario fare un investimento: bisogna infatti avere liquidità per le spese per l’utilizzo o l’acquisto di immobili, strumenti, materie prime, veicoli e così via.

Inoltre molto spesso si devono prevedere le spese correlate ai dipendenti o ai collaboratori dell’azienda: dalle retribuzioni ai contributi, fino al pagamento delle tasse. Imposte, pagamenti ai fornitori e spese per utenze e altri servizi sono da mettere a budget prima di avviare un’impresa.

In questo senso avere un conto online presso una banca che eroga anche finanziamenti e liquidità in modo facile e veloce può essere un vantaggio, per non dover ricorrere a servizi esterni o rivolgersi a due banche differenti.

Lo svantaggio maggiore invece nell’avere un conto corrente online di questo tipo può essere la mancanza di una sede fissa a cui fare riferimento. In un mondo sempre più digitale tuttavia è possibile sopperire a questa problematica utilizzando l’assistenza online.

Conto aziendale con fido – Domande frequenti

Un conto corrente aziendale online può dare accesso a liquidità?

Sì, alcuni istituti bancari online propongono finanziamenti, fidi e prestiti di diverso tipo alle imprese.

A cosa serve un finanziamento per le imprese?

Un finanziamento per un’impresa può servire a coprire i costi di avviamento, le spese per locali e utenze, macchinari, per pagare i dipendenti, le tasse o per rientrare di alcuni debiti.

A chi si può chiedere un finanziamento per imprese?

Si può chiedere agli istituti bancari, oppure a investitori o con la partecipazione a determinati bandi.

I liberi professionisti possono chiedere un finanziamento?

Sì, anche i liberi professionisti con una partita Iva possono richiedere un finanziamento ad una banca, per determinate esigenze.

Autore
Foto dell'autore

Redazione

Il team editoriale di Partitaiva.it

Siamo un team di giornalisti, consulenti, commercialisti e altri professionisti che ogni giorni si occupano di temi legati al lavoro, fisco, economia, previdenza e finanza.

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di Partitaiva.it, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.