Visura camerale online: cos’è, come richiederla, come scaricarla gratis

Online è possibile ottenere facilmente la visura camerale della propria impresa, ma anche richiedere quelle di altre attività per valutarne l’affidabilità. Leggi la guida per sapere come richiedere questo documento.

revisione a cura di Giovanni EmmiDottore CommercialistaSu PartitaIva.it ci impegniamo al massimo per garantire informazioni accurate. Gli articoli vengono costantemente revisionati da professionisti del settore.
Visura camerale online: cos’è, come richiederla, come scaricarla gratis
  • La visura camerale è un documento che fornisce tutte le informazioni relative all’impresa iscritta al Registro delle Imprese.
  • È possibile accedere alla visura camerale della propria impresa direttamente online con CNS o SPID effettuando l’accesso al cassetto digitale dell’imprenditore.
  • Le attività economiche che si costituiscono sotto forma di impresa sono tenute ad avere la visura camerale in cui sono contenute informazioni salienti dell’attività.

La visura camerale è un documento in cui sono contenute tutte le informazioni relative ad un’impresa italiana iscritta al Registro delle Imprese della Camera di Commercio. La visura camerale può essere richiesta online seguendo una semplice procedura.

Questo documento è utile quando si ha il bisogno di conoscere alcune informazioni su un’impresa, e oggi è possibile consultarlo direttamente online, anche da parte dei titolari stessi dell’impresa.

In questa guida tutte le informazioni su come ottenere online la visura camerale di un’impresa, quali sono i requisiti previsti per la procedura online e i costi previsti.

Visura camerale: cos’è

Per poter esercitare il Italia, un’attività economica che si costituisce come impresa è obbligata ad iscriversi al Registro delle Imprese della Camera di Commercio della provincia in cui si trova la sede. Una volta effettuata l’iscrizione alla Camera di Commercio, l’impresa afferma la propria esistenza e la visura camerale rende pubblici gli atti che la riguardano.  

La visura camerale, o visura della Camera di Commercio, nota anche come visura CCIAA, è un documento redatto dalla Camera di Commercio che fornisce tutte le informazioni relative ad un’impresa individuale o collettiva iscritta al Registro delle Imprese.

Ad emettere la visura camerale, come anticipato, è la Camera di Commercio che redige questo certificato per attestare che l’impresa è iscritta correttamente al Registro delle Imprese. Il certificato camerale, quindi, ha valore legale e si utilizza anche per acquisire l’iscrizione alla Camera di commercio.

Visura camerale online

Si tratta di un documento informativo ufficiale che riporta i dati relativi all’impresa, tra cui:

  • aspetti legali dell’impresa;
  • aspetti anagrafici dell’impresa;
  • la denominazione;
  • la forma giuridica;
  • la sede legale;
  • il codice fiscale;
  • il tipo di attività svolta.

Non è prevista la visura camerale per liberi professionisti o associazioni, perché questi soggetti non sono tenuti ad iscriversi al Registro delle Imprese della Camera di Commercio.


Visura camerale ordinaria o storica

La visura camerale può essere di due tipologie:

  • ordinaria: fornisce le informazioni sulla situazione attuale dell’impresa;
  • storica: contiene l’intero storico dell’impresa.

Tuttavia, la visione camerale non ha valenza di certificato. Infatti, se si ha la necessità di un certificato vero e proprio, va richiesta una dichiarazione della corrispondenza dei dati contenuti all’interno della visura camerale.

Nel caso di visura camerale ordinaria, sono contenute tutte le informazioni legali dell’impresa e le informazioni economiche e amministrative più importanti. Qui si possono consultare i seguenti dati:

  • dati anagrafici;
  • il codice fiscale dell’azienda;
  • la natura giuridica dell’impresa;
  • la data di costituzione;
  • le attività svolte;
  • le cariche amministrative;
  • gli organi sociali.

La visura camerale storica invece riporta le informazioni relative ad un’impresa, dalla data della sua fondazione al momento attuale e offre una visione generale dell’impresa. Entrambe le visure camerali hanno una validità di 6 mesi a partire dalla data del rilascio.

Esempio documento visura camerale

A cosa serve la visura camerale e come si fa

La visura camerale è obbligatoria per le imprese iscritte alla Camera di Commercio e consente a chiunque di visionare le informazioni su una determinata impresa. Secondo quanto stabilito dall’articolo 2082 del Codice Civile (art. 2082), le categorie di attività obbligate ad iscriversi al Registro Imprese con rispettivo codice ATECO, sono quelle che operano nei seguenti settori:

  • produzione di beni e servizi;
  • intermediazione nella circolazione dei beni;
  • attività di trasporto di cose e di persone via terra, via acqua, e via cielo;
  • attività bancarie ed assicurative;
  • attività ausiliarie delle precedenti (agenzie, mediazione, ecc.);
  • attività agricole (solo in questo caso l’iscrizione è facoltativa al di sotto di un determinato volume d’affari).

Le visure camerali hanno molteplici funzioni. Prima di tutto rendono più facile per un soggetto terzo capire se l’impresa in oggetto è affidabile o meno. In secondo luogo, serve a determinare il grado di rischio di un affare. Infatti, questo documento è il mezzo per sapere com’è composta l’impresa, chi sono i soci, gli amministratori e come sono distribuite le cariche sociali.

Inoltre, la visura è utile per ottenere informazioni sui capitali dell’impresa ed eventuali spostamenti dell’azienda, le fusioni o le scissioni che si sono verificate nel tempo.


Come si ottiene la visura camerale online

La visura camerale si può ottenere in diversi modi:

  • recandosi alla Camera di Commercio;
  • online dal sito del Registro delle Imprese (www.registroimprese.it);
  • rivolgendosi ai distributori o agli operatori professionali che hanno accesso ai dati camerali.

Per richiedere la visura camerale online di un’impresa bisogna però disporre di alcuni dati, come:

  • denominazione dell’impresa;
  • codice fiscale dell’impresa per le imprese individuali, o della Partita IVA per le società di capitali.

Una volta effettuata la richiesta della visura camerale, questa viene emessa in poco tempo. Infatti, le tempistiche di evasione di una visura camerale sono molto brevi. Se la richiesta della visura è stata fatta online, il documento sarà in formato PDF.

Chi può chiedere la visura camerale online?

Per richiedere la visura camerale non sono previsti particolari requisiti. Infatti, il documento può essere richiesto da chiunque desideri avere maggiori informazioni sull’impresa.

La visura camerale online è anche a disposizione degli stessi imprenditori, dei legali rappresentanti della società e dei soci nel cassetto digitale gratuito sul sito: Impresa.italia.it.

Questo strumento permette a questi soggetti di accedere al Fascicolo informatico di impresa e ottenere la visura camerale online gratuita della società. La visura camera può essere richiesta solamente per le imprese che fanno parte dei settori:

  • agricoltura;
  • artigianato;
  • industria.

Di conseguenza, non è possibile richiedere una verifica per quei soggetti che sono iscritti ad albi professionali, se questi non hanno costituito una società o uno studio associato con qualifica di società.

Il documento si richiede nel momento in cui si desidera acquisire informazioni su un’impresa con cui si pensa di collaborare come partner commerciale o fornitore. In tal modo, il soggetto interessato ha tutti i dati a disposizione per capire se si tratta di un’impresa affidabile.

Come richiedere la visura camerale gratis

È possibile richiedere una visura camerale gratuitamente sul sito Impresa.italia.it seguendo le istruzioni. Ci sono anche altri siti web da cui è possibile ottenere la visura camerale di un’impresa, come www.registroimprese.it, in cui è sufficiente inserire il nome dell’impresa o dell’attività e selezionare la provincia.

Tuttavia, in questo caso per ottenere la visura camerale bisogna sostenere un costo di circa 3 euro. Per richiedere la visura camerale gratis bisogna iscriversi alle piattaforme dedicate che prevedono un certo numero di ricerche gratuite.

Chiedere visura camerale

Come ottenere la visura camerale della propria impresa

Per accedere al Fascicolo Informatico di impresa è necessario essere in possesso di strumenti di autenticazione online come:

  • CNS: la Carta Nazionale dei Servizi;
  • SPID: Sistema Pubblico di Identità Digitale.

I due strumenti, rilasciati dalle Camere di Commercio, consentono l’autenticazione certa in rete del titolare, e permettono di consultare gratuitamente le informazioni relative alla propria impresa presenti nel Registro Imprese.

Una volta che è stata completata la procedura di registrazione sarà possibile scaricare il file della visura in formato pdf, oltre ai bilanci e a tutte le informazioni relative all’impresa. Le informazioni a cui si ha accesso dal cassetto digitale gratuito sono:

  • visura ordinaria, visura storica, visura artigiana e scheda società;
  • modello di dichiarazione sostitutiva del certificato Registro Imprese;
  • statuti, atti e bilanci depositati;
  • situazione dei pagamenti del diritto annuale;
  • stato pratiche Registro Imprese (trasparenza amministrativa).

Per accedere a tutte queste informazioni bisogna effettuare l’accesso al portale www.impresa.italia.it con CNS o SPID.

Come si legge una visura camerale

Prima di procedere con la lettura della visura camerale è necessario verificare la presenza dei seguenti elementi che ne certificano l’autenticità:

  • logo distintivo dell’ufficio provinciale della Camera di Commercio;
  • QR Code;
  • numero del documento;
  • data di estrazione dal Registro Imprese.

La visura camerale è composta da più pagine. Nella prima pagina del documento sono contenuti i dati più importanti relativi all’impresa, come la regione sociale, e i dati anagrafici. A seguire vi sono dati anagrafici dei soci con gli indirizzi di residenza e quelli dell’attività dell’impresa. Tra le informazioni specifiche contenute nella visura camerale, quindi, vi sono:

  • dati anagrafici (denominazione, forma giuridica, PEC, REA, codice fiscale, Partita IVA, data costituzione, data iscrizione Registro Imprese);
  • stato attività (attiva o inattiva, data inizio attività, attività esercitata, codice ATECO, codice NACE);
  • certificazioni;
  • sede legale e unità locali;
  • informazioni da patti sociali (sezione ordinaria o speciale, scadenza esercizi, oggetto sociale);
  • soci e titolari di cariche e qualifiche (amministratore, durata in carica);
  • attività, albi, ruoli e licenze (numero di addetti).

La visura camerale, quindi, contiene anche i dati del capitale sociale, il numero dei dipendenti nell’anno in corso, i trasferimenti di quote, il cambiamento di sedi e le partecipazioni alla società.

Visura camerale online – Domande frequenti

Come ottenere la visura camerale online gratis?

Per ottenere gratuitamente la visura camerale della propria impresa è sufficiente accedere al portale www.impresa.italia.it ed effettuare l’accesso con CNS o SPID. Per richiedere altre visure camerali si possono scegliere diversi siti pensati per questo scopo, ma spesso richiedono un costo.

Come avere la visura camerale con SPID?

Per accedere al Cassetto Digitale delle Imprese e, di conseguenza, accedere alla visura camerale della propria impresa, basta andare sul sito web: Impresa.italia.it, effettuare la registrazione al sito con l’identità digitale SPID o con la Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Scopri qui tutti i passaggi.

Chi può avere la visura camerale online della propria impresa?

Possono accedere al Cassetto Digitale delle Imprese del portale www.impresa.italia.it gli imprenditori, i legali rappresentanti della società e i soci.

Fact-Checked
dottore commercialista giovanni emmi
Giovanni Emmi
Dottore Commercialista
Revisione al 4 Ottobre 2022
Dottore commercialista specializzato in organizzazione e gestione dello studio professionale, consulenza direzionale e digitalizzazione dei processi. Nonostante sia un pianificatore nato, ha delle intuizioni geniali.
Autore
Foto dell'autore

Ilenia Albanese

Esperta di finanza personale e lavoro digitale

Copywriter specializzata nel settore della finanza personale, con esperienza pluriennale nella creazione di contenuti per aiutare i consumatori e i risparmiatori a gestire le proprie finanze.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.