Comprare all’ingrosso con partita IVA: come fare e requisiti

Come funziona l’acquisto all’ingrosso con partita IVA? Chi può farlo? Scopri cosa sapere e come mettersi in regola dal punto di vista fiscale, secondo le normative italiane.

Adv

comprare all ingrosso
  • Comprare all’ingrosso con partita IVA vuol dire acquistare una certa quantità di beni direttamente da un produttore o un grossista.
  • Il vantaggio è quello di comprare articoli a un prezzo unitario più basso, con la possibilità di venderli poi a commercianti o ai clienti al dettaglio singolarmente ad un valore maggiore.
  • Puoi acquistare all’ingrosso con una partita IVA da grossista, oppure se hai un’attività legata al commercio o professionale.

Comprare all’ingrosso con partita IVA può essere una scelta interessante se vuoi ampliare o sostenere la tua attività commerciale. Infatti, puoi acquistare una certa quantità di articoli, direttamente da un’azienda che li produce o da un distributore, a un prezzo mediamente più basso.

Ciò ti permette di rivenderli poi al singolo cliente, ottenendo così un guadagno sul differenziale tra acquisto e vendita. Con lo sviluppo degli e-commerce e l’incremento delle vendite online, anche l’acquisto all’ingrosso ha subito profondi cambiamenti.

Questo ha portato alcuni dubbi su chi può farlo e su quali sono i requisiti per questa operazione. Ad esempio, è possibile acquistare senza partita IVA? Serve un codice ATECO particolare? Che differenza c’è tra la vendita al dettaglio e quella all’ingrosso? Di seguito troverai una guida completa con tutte le informazioni.

Cosa significa comprare all’ingrosso con partita IVA

L’acquisto all’ingrosso si caratterizza per:

  • l’accesso a un bene in grandi quantità;
  • un prezzo medio più basso rispetto alla vendita al cliente;
  • avviene business to business (B2B);
  • con la presenza di una fattura;
  • l’acquisto è fatto nell’ottica di portare avanti l’attività professionale.

Chiariamo questi aspetti. L’acquisto all’ingrosso quasi sempre prevede di comprare uno stesso prodotto o diversi articoli in quantità elevate.

cosa significa comprare all ingrosso

Il vantaggio è quello di ottenere un prezzo medio più basso, con la possibilità di rivendere lo stesso bene, ma in piccole quantità, a un altro soggetto, commerciante o cliente, con un costo più alto. Ciò ti permette di ottenere un guadagno. Tuttavia, non bastano questi elementi per definire l’acquisto all’ingrosso.

Per essere tale l’operazione ha come protagonisti soggetti con partita IVA (business to business). In particolare, l’acquisto deve avvenire da parte di un’impresa commerciale con il fine di vendere un prodotto ad un’altra partita IVA. Infine, si richiede l’emissione della fattura per l’acquisto inerente alla tua attività professionale o commerciale.

Differenza tra vendita all’ingrosso e al dettaglio

CaratteristicaAcquisto all’ingrossoAcquisto al dettaglio
SistemaBusiness to business (B2B)Business to consumer (B2C)
Come avvieneOnline – offlineOnline – offline
FinalitàRivenditaConsumo
Soggetto interessatoGrossista/commercianteCommerciante/professionista
ModalitàQuantità elevate di prodottoSingolo articolo
A chi si rivolgePartite IVA grossista, attività commercialiPartita IVA, singolo consumatore retail
PrezziBassiPiù alti

Per comprendere come funziona l’acquisto all’ingrosso può essere utile distinguerlo da quello al dettaglio. Le differenze riguardano i soggetti interessati, le finalità della transazione e le modalità con cui avviene. Nella tabella abbiamo messo a confronto i singoli aspetti.

La vendita all’ingrosso riflette il sistema business to business, quindi può avvenire solo tra soggetti che hanno partita IVA, mentre quella al dettaglio prevede un’interazione tra un’attività commerciale e il singolo cliente privato (business to consumer).

In ambedue i casi l’operazione può essere svolta online oppure presso un luogo fisico, come negozi e magazzini. Un’altra differenza sta negli articoli che verranno acquistati. Nella vendita al dettaglio il cliente compra un solo prodotto, mentre in quella all’ingrosso si acquistano diverse quantità di uno stesso oggetto.

Anche il fine è diverso. Nel sistema all’ingrosso l’obiettivo è quello di rivendere gli articoli ad un’altra attività commerciale, mentre nella vendita al dettaglio ci si rivolge esclusivamente a un privato con l’obiettivo finale legato al consumo.

L’ultimo aspetto da considerare riguarda i prezzi. Nella vendita all’ingrosso il costo medio di un prodotto è basso, mentre in quella al dettaglio il prezzo unitario sarà più elevato.

tot business

Come funziona l’acquisto all’ingrosso con partita IVA

Nell’acquisto all’ingrosso i soggetti interessati sono:

  • produttore:
  • grossista/distributore;
  • rivenditore retail.

Il produttore è colui che crea un articolo, vendendolo a un soggetto, il distributore invece è una società che sottoscrive un contratto di distribuzione in base al quale si impegna a sua volta a rivendere gli articoli comprati a uno o più grossisti.

A loro volta queste sono aziende che svolgono la funzione di intermediari e che andranno poi a fornire i singoli commercianti, definiti come venditori retail, ai quali si rivolgeranno poi i clienti fisici.  Tuttavia, oggi con il sistema di vendita online e la diffusione dei marketplace, spesso la figura del distributore e del grossista può anche coincidere.

La vendita all’ingrosso si basa su tre diversi sistemi di acquisto:

  1. distribuzione diretta: l’acquisto avviene da parte del grossista che venderà poi i prodotti ai commercianti;
  2. tramite broker: i produttori si rivolgono a un intermediario, il quale ha il compito di trovare diversi grossisti a cui vendere gli articoli;
  3. grossisti commercianti: è tra le forme più comuni, dato che l’acquisto avviene direttamente da parte dei commercianti, che svolgeranno anche la funzione di grossisti. A loro volta questi ultimi venderanno gli articoli ai clienti retail.

Nell’acquisto all’ingrosso il grande vantaggio è quello di ottenere un forte sconto nel momento in cui compri la merce. La differenza di prezzo così ottenuta verrà sfruttata per rivendere gli articoli ad altri commercianti o ai clienti, ottenendo un guadagno.

Come comprare all’ingrosso

come comprare all'ingrosso con partita iva

Puoi acquistare all’ingrosso come:

  • grossista;
  • commerciante o professionista (negozio di alimentari, di abbigliamento ecc.).

In ambedue i casi ecco quali sono i passaggi:

  • aprire partita IVA: devi valutare la tipologia di forma giuridica più adatta all’attività che vuoi svolgere;
  • scelta del codice ATECO: il codice ATECO per l’attività di grossista varia in base alla tipologia di commercio all’ingrosso a cui ti vuoi dedicare. Lo stesso vale per l’attività commerciale;
  • definizione del regime fiscale: dovrai scegliere se rientrare in un regime forfettario, oppure valutare tra quello semplificato oppure ordinario;
  • ottenere le autorizzazioni necessarie all’attività: richiesta della SCIA al SUAP e relative autorizzazioni ASL in caso di presenza di un negozio fisico.

Se decidi di aprire una partita IVA come grossista potrai rivolgerti direttamente alle imprese produttrici o a un broker, per poi rivendere i prodotti ai singoli negozianti.

Tuttavia, puoi comprare all’ingrosso anche se sei un commerciante, ad esempio se hai un negozio di abbigliamento, oppure di vendita di alimenti, rivolgendoti a un distributore/grossista e, in alcuni casi, direttamente alla fabbrica produttrice: a tua volta rivenderai il prodotto ai clienti al dettaglio.

soldo business

Comprare all’ingrosso senza partita IVA: è possibile?

La risposta è no, dato che la legge prevede l’obbligo della partita IVA. Quindi un privato non può rivolgersi a un grossista per acquistare prodotti in grande quantità. La confusione spesso nasce per la presenza degli e-commerce, in cui è previsto sia l’acquisto all’ingrosso, sia quello al dettaglio.

Ciò è possibile dato che il D.lgs.147/2012 ha annullato il divieto di svolgere l’attività di vendita al dettaglio e quella all’ingrosso nello stesso luogo. Quindi, puoi trovare un unico fornitore, che però ha due codici ATECO, uno per la  vendita come grossista, rivolta alle partite IVA e l’altro per quella ai soggetti retail.

In questo contesto, in alcuni casi, si permette al privato di accedere a un prezzo medio più basso, se effettua un acquisto di una certa quantità di prodotti. In realtà, non è un vero e proprio acquisto all’ingrosso. Infatti, oltre ad essere fatto da un soggetto senza partita IVA, manca il fine legato all’acquisto: la rivendita successiva.

Comprare all’ingrosso: logistica e dropshipping

L’acquisto all’ingrosso comporta alcune considerazioni per quanto riguarda la logistica. Infatti, se vuoi vendere online i prodotti, aprendo un e-commerce, dovrai conservare la merce in un luogo, ad esempio un magazzino, da cui effettuare poi le spedizioni.

Ciò comporta un investimento iniziale, di una certa importanza, oltre a dei costi fissi legati proprio alla gestione della logistica. Tuttavia, oggi hai diverse opportunità se vuoi dedicarti all’acquisto all’ingrosso sin da subito e con un capitale minimo inziale.

Una soluzione è il dropshipping, grazie al quale è possibile vendere online senza possedere in concreto la merce. Il sistema prevede di inserire nel proprio catalogo una serie di prodotti di cui non hai reale disponibilità.

Nel momento in cui un cliente li acquista, li richiederai direttamente a un fornitore di dropshipping, il quale spedirà l’articolo al cliente. Questa soluzione prevede:

  • un guadagno per te che vendi il prodotto senza necessità di acquistarlo prima;
  • un ritorno economico per il fornitore;
  • il cliente riceverà l’articolo in tempi brevi.

L’altra soluzione può essere sfruttare la logistica di alcuni marketplace come il sistema Amazon FBA. Potrai avvantaggiarti del sistema di stoccaggio e consegne di questo e-commerce, per vendere i prodotti acquistati all’ingrosso ad altri commercianti o ai clienti retail. Ciò ti permette di dedicarti all’attività di acquisto all’ingrosso anche senza possedere un magazzino e preoccuparti di spedizioni e corrieri.

Comprare all’ingrosso con partita IVA – Domande frequenti

È possibile comprare all’ingrosso senza partita IVA?

No, la vendita all’ingrosso è prevista solo tra attività commerciali o professionali che hanno partita IVA, per cui si procederà con una rivendita o utilizzo dei beni per l’attività.

Qual è il codice ATECO per acquistare all’ingrosso?

Puoi acquistare all’ingrosso aprendo partita IVA come grossista, oppure come commerciante o libero professionista: i codici ATECO variano in base al tipo di attività e al settore.

Quali sono i vantaggi di acquistare all’ingrosso?

Il principale vantaggio di acquistare all’ingrosso è la possibilità di accedere a un prezzo medio più basso rispetto alla vendita al dettaglio.

Autore
Foto dell'autore

Gennaro Ottaviano

Esperto di economia aziendale e gestionale

Laurea in Economia Aziendale presso il Politecnico di Lugano, appassionato di borse, mercati e investimenti finanziari. Ho competenze di diritto e gestione societaria, con esperienze amministrative. Scrivo di diritto, economia, finanza, marketing e gestione delle imprese.

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.