Auto elettriche: mercato europeo in positivo

Anche se le auto a benzina rimangono prevalenti, il mercato delle auto elettriche è in crescita vertiginosa in Europa: ecco tutti i dati.

di Francesca Di Feo

Adv

come va il mercato delle auto elettriche
  • Il mercato delle auto elettriche nell’Unione Europea ha visto una crescita significativa quest’anno, con un aumento del 102% rispetto all’anno precedente.
  • Questa crescita è sostenuta da una serie di fattori, tra cui la riduzione dei costi di produzione, una migliore efficienza delle batterie e gli incentivi governativi. Nonostante la narrativa di sfide e limiti, i dati mostrano una crescita sostenibile.
  • Le auto a benzina restano prevalenti, ma stanno perdendo terreno, indicando un cambiamento sostanziale nel comportamento dei consumatori.

Il mercato delle auto elettriche nell’Unione Europea sta attraversando una fase di crescita senza precedenti, e i dati recenti sembrano confermare questa tendenza.

Secondo gli ultimi report di Jato Dynamics1, fornitore globale di business intelligence automobilistica, il mercato è cresciuto del 102% rispetto all’anno precedente, con Tesla che guida le vendite per il sesto mese consecutivo grazie alla sua auto conosciuta in tutto il mondo. Ma c’è molto più da scoprire dietro a questi numeri.

Come va il mercato delle auto elettriche?

Il mese di agosto ha segnato un capitolo positivo per l’industria automobilistica europea, con un aumento notevole delle vendite di veicoli elettrici.

Complessivamente, nei mercati dell’Unione Europea, dei Paesi EFTA e del Regno Unito, sono state registrate 904.509 nuove immatricolazioni, rappresentando un incremento del 20,7% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso2.

Il quadro diventa ancora più impressionante se si considerano i dati relativi ai primi otto mesi dell’anno, durante i quali le vendite totali hanno raggiunto 8.516.943 unità, in aumento del 17,9% rispetto al periodo corrispondente del 2022.

Le auto elettriche stanno vivendo un vero e proprio boom: ad agosto le nuove immatricolazioni sono state 165.165, con una crescita vertiginosa del 118,1% e una quota di mercato del 21%.

Questo è un fenomeno diffuso in quasi tutti i paesi europei, con Malta come unica eccezione, registrando una decrescita del 22,6%. La Germania si è distinta con un incremento straordinario del 170,7% nelle immatricolazioni di veicoli elettrici.

Perché il mercato delle auto elettriche è in crescita

Un elemento cruciale che emerge dall’analisi dei dati recenti è il persistente incremento della domanda di veicoli elettrici. Questo fenomeno non è casuale, ma è sostenuto da due forze motrici principali: una competitività dei prezzi sempre più agguerrita e un sostegno robusto e continuo a livello di politiche UE.

Per quanto riguarda la competitività dei prezzi, si sta verificando una compressione dei costi in diversi segmenti della catena di fornitura. Le economie di scala, il miglioramento delle tecnologie delle batterie e l’adozione di strategie di produzione più efficienti stanno concorrendo a ridurre i costi totali di produzione.

Il che permette ai produttori di offrire veicoli elettrici a prezzi più accessibili, facilitando così una penetrazione più ampia nel mercato.

Allo stesso tempo, i governi europei stanno svolgendo un ruolo insostituibile nel promuovere l’adozione di veicoli a emissioni zero. Le iniziative variano da incentivi fiscali diretti, come sgravi fiscali e bonus per l’acquisto, a investimenti significativi in infrastrutture di ricarica.

L’Unione Europea è inoltre in procinto di proibire completamente la vendita di veicoli alimentati a combustibili fossili entro il 2035.

Il mercato sembra fermo, ma non lo è

auto elettriche mercato

È notevole che queste tendenze avvengano nonostante una percezione prevalente di stasi o addirittura di rallentamento nel mercato dei veicoli elettrici.

La narrativa spesso veicolata dai media e dagli analisti del settore tende a concentrarsi sulle sfide e sui limiti della mobilità elettrica, come la limitata autonomia delle batterie o la mancanza di infrastrutture di ricarica. Tuttavia, i dati raccolti sembrano contraddire questa visione, evidenziando invece un andamento di crescita solida e sostenibile.

Questa divergenza tra la percezione pubblica e la realtà effettiva suggerisce una tendenza più profonda: l‘adozione dei veicoli elettrici sta diventando un fenomeno radicato, sostenuto da fattori economici e normativi. Non si tratta più di un mercato di nicchia o di un’alternativa eco-friendly per una ristretta fascia di consumatori, ma di una trasformazione strutturale dell’intero settore automobilistico.

Auto a benzina e auto elettriche, il confronto

Nonostante la persistenza delle auto a benzina, che costituiscono ancora oltre la metà delle nuove immatricolazioni, è impossibile ignorare i segni emergenti di un mutamento nel comportamento dei consumatori.

Infatti, le auto a benzina, che rappresentano il 53% delle immatricolazioni totali, stanno vedendo una diminuzione della loro quota di mercato. Questo contrasta con il 22% di quota detenuta dai veicoli elettrici, una percentuale che potrebbe sembrare minore ma che è in realtà molto significativa.

Per fornire un contesto, su un totale di 900.000 veicoli venduti nel corso del 2023, circa 196.000 erano auto elettriche. È essenziale interpretare questo dato alla luce della crescita esponenziale che il segmento ha sperimentato in un breve periodo.

Le ragioni di questo spostamento sono molteplici e interconnesse. La crescente consapevolezza ambientale da parte dei consumatori, l’aumento del costo dei carburanti fossili e la migliore efficienza delle batterie sono solo alcune delle forze che guidano questo cambiamento.

Tali fattori, uniti alle politiche governative sempre più favorevoli ai veicoli a basse emissioni, stanno esercitando una pressione crescente sulle auto a benzina.

Qual è l’auto elettrica più venduta

Tesla continua a svolgere un ruolo di catalizzatore nel dinamico settore delle auto elettriche, consolidando la sua posizione attraverso una combinazione di fattori che vanno ben oltre la mera notorietà del marchio.

Con la Model Y che troneggia al vertice delle classifiche di vendita per il sesto mese consecutivo, l’azienda dimostra non solo l’attrattiva indiscutibile del suo brand, ma anche l’efficacia della sua avanzata tecnologia e di una rete di distribuzione capillare e efficiente.

La forza del brand Tesla è indubbiamente alimentata da una serie di fattori, tra cui un design innovativo, prestazioni di alto livello e una reputazione costruita intorno alla sostenibilità ambientale. Tuttavia, è la tecnologia dietro ai veicoli Tesla a fare veramente la differenza.

Gli investimenti sostanziali in ricerca e sviluppo hanno portato a soluzioni ingegneristiche che pongono Tesla un passo avanti rispetto alla concorrenza, soprattutto in termini di autonomia delle batterie, efficienza energetica e funzionalità di guida autonoma.

La rete di distribuzione di Tesla è un altro fattore che contribuisce alla sua dominanza. L’azienda ha optato per un modello di vendita diretta al consumatore, bypassando i tradizionali concessionari. Questo le ha permesso di mantenere un controllo rigoroso su prezzi, esperienza del cliente e, soprattutto, la velocità di adattamento alle esigenze del mercato.

Questa combinazione di fattori fa sì che la domanda per i veicoli Tesla rappresenti una vera e propria sfida per gli altri produttori automobilistici, molti dei quali stanno cercando di penetrare nel mercato in forte espansione delle auto elettriche.

Non si tratta solo di eguagliare la tecnologia di Tesla, ma anche di competere con un ecosistema completo che l’azienda ha sapientemente costruito nel corso degli anni.

Mercato auto elettriche – Domande frequenti

Quando sarà conveniente acquistare un’auto elettrica?

Tra il 2025 e il 2027, quando è previsto che i costi delle auto elettriche diventeranno più competitivi rispetto a quelli dei veicoli a motore termico, sia benzina che diesel.

Quanto costeranno le auto elettriche nel 2025?

Tra il 2025 e il 2027, è previsto un calo dei prezzi delle auto elettriche che le renderà più economiche rispetto ai veicoli a combustione interna, sia benzina che diesel. Questa inversione di tendenza sarà principalmente attribuibile alla riduzione dei costi delle batterie.

Quando le macchine diventeranno tutte elettriche?

Nel 2035, è previsto che le auto con motore endotermico siano completamente soppiantate dai veicoli elettrici nel mercato europeo. A partire da quell’anno, infatti, solo le auto elettriche saranno disponibili per l’acquisto nel continente.

  1. Demand for EVs soars in August, accounting for 22% of total registrations in Europe“, Jato.com ↩︎
  2. Report Acea, driving mobility for Europe, Acea.auto ↩︎
Autore
Classe 1994, immediatamente dopo gli studi ho scelto di intraprendere una carriera nel Project Management in ambito di progetti Erasmus+ per EPS. Questo mi ha portato ad approfondire in particolare le tematiche inerenti alla fiscalità delle PMI, anche se la mia area di expertise risulta oggi molto più ampia in questo ambito. Oggi sono copywriter freelance appassionata di scrittura e di innovazione per le piccole e medie imprese.

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.