Scadenze fiscali maggio 2023: quali sono per le Partite Iva

Scopriamo quali sono le scadenze fiscali più importanti del mese di maggio 2023 e quali appuntamenti devono essere segnati in agenda.

Adv

Scadenze fiscali maggio 2023
  • Il mese maggio risulta essere particolarmente ricco di scadenze fiscali.
  • Oltre agli appuntamenti ordinari, sono da seguire le scadenze relative agli avvisi bonari.
  • La Rottamazione Quater è stata prorogata al 30 giugno 2023.

Nel corso del mese di maggio si rischia un vero e proprio ingorgo per quanto riguarda le scadenze fiscali. Da ricordare immediatamente che il termine ultimo per la rottamazione quater è stato posticipato al 30 giugno 2023: i contribuenti avranno a loro disposizione due mesi in più.

Se in questo caso è possibile avere più tempo, comunque vada, le scadenze ordinarie e straordinarie non mancano: le voci più importanti da inserire in agenda sono le convocazioni delle assemblee per i bilanci e la dichiarazione Iva.

Un’altra scadenza fiscale importante è quella costituita dalle liquidazioni Iva mensili e trimestrali e, per i lavoratori e i pensionati, la campagna 730/2023: l’Agenzia delle Entrate, infatti, metterà a disposizione il modello precompilato e si aprirà la prima finestra utile per poterlo trasmettere.

Scadenze fiscali di maggio da record

Le scadenze fiscali previste nel corso del mese di maggio sono parecchie e rischiano di mandare in crisi le attività degli studi professionali, che in questo momento sono in affanno.

Tra le pratiche da gestire nel corso di queste settimane, infatti, ci sono anche quelle relative alla gestione delle comunicazioni delle irregolarità relative al 2020 e le lettere ci compliance per il 2019, che sono state inviate dall’Agenzia delle Entrate proprio nel corso di questi giorni.

In un primo momento al 2 maggio era prevista l’adesione alla rottamazione quater (la scadenza, almeno sulla carta, era prevista per il 30 aprile, ma è una domenica). Attraverso un comunicato, l’Agenzia delle Entrate Riscossione ha informato i contribuenti della proroga al 30 giugno della rottamazione quater, ovvero del termine per la presentazione delle domande.

Questo significa, in estrema sintesi, che gli utenti hanno a disposizione due mesi in più per poter presentare la domanda di adesione alla rottamazione quater delle cartelle esattoriali prevista dalla Legge di Bilancio 2023.

È stato differito al 30 settembre 2023, invece del precedente 30 giugno 2023, il termine entro il quale l’Agenzia delle Entrate – Riscossione trasmetterà ai diretti interessati la comunicazione con le somme dovute per il perfezionamento della definizione agevolata.

tot business

1 maggio 2023: adempimenti per datori di lavoro

Il primo giorno del mese è previsto l’invio da parte dei datori di lavoro della comunicazione dei dati retributivi e contributivi UniEmens dei lavoratori dipendenti. Inoltre i datori, con alcune eccezioni, devono registrare i dati  e stampare il Libro Unico del lavoro.

2 maggio 2023: bilanci di esercizio

Passando a quelli che sono gli appuntamenti ordinari, sempre entro il 2 maggio 2023 i contribuenti devono convocare le assemblee societarie per provvedere all’approvazione dei bilanci relativi all’esercizio 2022.

È necessario, inoltre, trasmettere la dichiarazione Iva 2023 per il periodo d’imposta 2022: questa operazione, comunque vada, può essere effettuata anche nel corso dei 90 giorni successivi rispetto alla scadenza. In questo caso, però, sarà obbligatorio pagare una sanzione.

Al 2 maggio le associazioni sportive dilettantistiche che hanno presentato entro l’11 aprile 2023 la domanda per accedere al 5 per mille per il 2023, devono richiedere eventuali rettifiche per errori di iscrizione.

Anche gli autotrasportatori devono segnare questa data, entro cui presentare la dichiarazione per il rimborso per il beneficio fiscale sul carburante consumato i primi tre mesi dell’anno. Scade in questa data anche il versamento del canone Rai trimestrale per coloro che lo pagano in modo esterno alla bolletta.

Come vedremo al fondo dell’articolo, in questa data ci sono diverse scadenze che riguardano enti non commerciali e operatori finanziari.

soldo business

16 maggio 2023: banche e Poste

Le banche e Poste Italiane Spa versano in questa data le ritenute sui bonifici relativi al mese precedente effettuati da coloro che beneficiano delle deduzioni o detrazioni di imposta, tramite modello F24.

Anche i condomini devono versare le ritenute che riguardano il mese precedente. In questa data scade anche l’imposta sugli intrattenimenti, inoltre gli artigiani e i commercianti iscritti alla gestioni speciali IVS versano la rata della quota fissa.

I datori di lavoro sono tenuti a versare i contributi per i dipendenti relativamente al mese precedente. Anche la liquidazione Iva è in scadenza questo giorno, e riguarda:

  • versamento Iva mensile per aprile 2023;
  • versamento Iva mensile per coloro che svolgono un’attività di vendita a distanza;
  • versamento della rata di saldo Iva 2022;
  • versamento Iva derivato dallo split payment.

Allo stesso giorno scade anche la tobin tax, l’imposta mensile sulle transazioni finanziarie.

22 maggio 2023: agenzie di somministrazione del lavoro

Le agenzie di somministrazione del lavoro procedono entro questa data alla comunicazione telematica di tutti i rapporti di lavoro iniziati, prorogati, trasformati o terminati il mese precedente.

Entro questa data è previsto anche il versamento dei contributi da parte dei datori di lavoro preponenti nel rapporto di agenzia. Il versamento dei contributi è anche a carico dei datori di lavoro per attività che rientrano nel Ccnl autotrasporto merci e logistica e nel Ccnl agenzie marittime e aeree.

Infine le imprese elettriche sono tenute a comunicare al fisco i dati sul canone Tv addebitato, accreditato, che è stato riscosso e riversato il mese prima.

tot business

31 maggio 2023: scadenze fiscali per le imprese

Alla fine del mese si concentrano diverse scadenze fiscali importanti da ricordare per le imprese. Le attività che operano nell’industria e nell’edilizia devono presentare entro questa data all’INPS le domande di accesso alla cassa integrazione CIGO per eventi non evitabili del mese precedente.

Enti non commerciali e agricoltori esonerati devono presentare la comunicazione mensile INTRA 12, e procedere al versamento mensile dell’IVA intracomunitaria.

Le imprese che operano nel settore assicurativo devono presentare la denuncia della somma complessiva dei premi ed accessori incassati nell’esercizio annuale precedente. Invece tutti i datori di lavoro sia in aziende private che pubbliche devono inviare i dati UNIEMENS del mese precedente.

Scadenze fiscali maggio 2023: compliance ed avvisi bonari

Nel corso del mese di maggio non saranno da gestire unicamente le classiche scadenze fiscali. L’Agenzia delle Entrate, dallo scorso mese di marzo, ha iniziato ad inviare degli avvisi bonari ai contribuenti che hanno omesso o versato tardivamente le imposte relative all’anno 2020.

Attraverso queste comunicazioni di irregolarità l’AdE chiede il versamento degli arretrati dovuti. I contribuenti dovranno versare anche gli interessi e le sanzioni in forma ridotta (gli importi saranno ulteriormente ridotti grazie alla definizione degli avvisi bonari).

Nel caso in cui le somme richieste dovessero essere effettivamente dovute, dovranno essere versate entro e non oltre 30 giorni dal ricevimento della comunicazione. È importante, quindi, provvedere ad analizzare gli atti ricevuti entro questo strettissimo lasso di tempo.

Tempi più lunghi, invece, sono quelli che vengono concessi per le compliance relative al 2019. Per questi tipi di documenti il termine non è fissato: nel caso in cui l’atto dovesse presentare una rettifica da operare, il contribuente ha la possibilità di fruire di alcune sanzioni ultra ridotte andando a sfruttare il ravvedimento operoso speciale entro il prossimo 30 settembre 2023.

nordvpn

Elenco delle scadenze fiscali del mese di maggio 2023

Data scadenzaAdempimenti
1 maggio 2023INVIO UNIEMENS dati mese precedente
LIBRO UNICO compilazione e/o stampa mese precedente
2 maggio 2023ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE – Richiesta correzione domande 5 per mille
AUTOTRASPORTATORI – Benefici gasolio autotrazione 1° trimestre 2023
CANONE RAI – Versamento rata trimestrale
ENTI CREDITIZI – Versamento imposta sostitutiva su finanziamenti
ENTI NON COMMERCIALI E AGRICOLTORI ESONERATI – Presentazione dichiarazione mensile modello INTRA 12
ENTI NON COMMERCIALI E AGRICOLTORI ESONERATI – Versamento Iva intracomunitaria
IMPOSTA DI BOLLO – Versamento su libri e registri ai fini tributari
IVA – Presentazione Dichiarazione Iva 2023
IVA – Rimborso o compensazione credito IVA trimestrale (Modello Iva TR)
ONLUS – Richiesta correzione domande 5 per mille
OPERATORI FINANZIARI – Comunicazione mensile all’Anagrafe Tributaria
SOCIETA’ SPORTIVE DI CALCIO PROFESSIONISTICHE – Comunicazione annuale contratti
STRUTTURE SANITARIE PRIVATE – Comunicazione annuale dei compensi riscossi
16 maggio 2023BANCHE E POSTE – Versamento ritenute sui bonifici
CONDOMINI SOSTITUTI D’IMPOSTA – Versamento ritenute
IMPOSTA SUGLI INTRATTENIMENTI – Versamento mensile
INPS CONTRIBUTI ARTIGIANI E COMMERCIANTI – versamento rata
INPS CONTRIBUTI LAVORO DIPENDENTE – versamenti
INPS – Pescatori autonomi versamento
INPS – Versamento contributi minimi artigiani e commercianti
IVA – Liquidazione e versamento Iva mensile
IVA – Liquidazione e versamento Iva mensile soggetti che facilitano vendite a distanza
IVA – Versamento rata saldo Iva 2022
LOCAZIONI BREVI – Versamento ritenute operate sui canoni o corrispettivi incassati o pagati
OICR – Versamento ritenute su proventi
SOSTITUTI D’IMPOSTA – Versamento imposta sostitutiva incrementi produttività
SOSTITUTI D’IMPOSTA – Versamento ritenute
SPLIT PAYMENT – Versamento Iva derivante da scissione dei pagamenti
TOBIN TAX – Versamento mensile imposta sulle transazioni finanziarie
22 maggio 2023AGENZIE LAVORO IN SOMMINISTRAZIONE – Comunicazione mensile
ENASARCO – Versamento contributi aziende preponenti
FASC – Versamento contributi mensili
IMPRESE ELETTRICHE – Comunicazione dati canone TV
31 maggio 2023CASSA INTEGRAZIONE richieste per eventi non evitabili mese precedente
ENTI NON COMMERCIALI E AGRICOLTORI ESONERATI – Presentazione dichiarazione mensile modello INTRA 12
ENTI NON COMMERCIALI E AGRICOLTORI ESONERATI – Versamento Iva intracomunitaria
ESTROMISSIONE AGEVOLATA BENI IMPRESA INDIVIDUALE – Esercizio dell’opzione
IMPRESE ASSICURAZIONE – Denuncia annuale
INVIO UNIEMENS dati mese precedente
LIBRO UNICO compilazione e/o stampa mese precedente

Scadenze fiscali maggio 2023 – Domande frequenti

Quali sono le scadenze fiscali più importanti del mese di maggio 2023?

Tra gli appuntamenti più importanti in agenda ci sono le convocazioni delle assemblee per il bilancio e la dichiarazione Iva 2023. Scopri nell’articolo tutte le scadenze del mese.

Cosa cambia per la Rottamazione quater?

I contribuenti che hanno intenzione di aderire alla rottamazione quater avranno più tempo a disposizione: fino al 30 giugno 2023.

Perché è necessario prestare attenzione agli avvisi bonari?

Nel corso di queste settimane l’AdE sta inviando molti avvisi bonari e lettere di compliance. I contribuenti che le dovessero ricevere devono evadere le pratiche in tempo utile per poter beneficiare degli sconti sulle imposte.

Autore
Foto dell'autore

Pierpaolo Molinengo

Giornalista

Ho una laurea in materie letterarie. Ho iniziato ad occuparmi di Economia fin dal 2002, concentrandomi dapprima sul mercato immobiliare, sul fisco e i mutui, per poi allargare i miei interessi ai mercati emergenti ed ai rapporti Usa-Russia. Scrivo di attualità, tasse, diritto, economia e finanza.

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.