Scadenze fiscali 2024: calendario mese per mese

Quali sono le scadenze fiscali del 2024? Scopri il calendario aggiornato mese per mese con tutte le date di interesse per professionisti, partite IVA e imprese.

di Alessandro Creazzo

Revisione a cura di Giovanni EmmiDottore CommercialistaSu PartitaIva.it ci impegniamo al massimo per garantire informazioni accurate. Gli articoli vengono costantemente revisionati da professionisti del settore.

Adv

scadenze fiscali calendario
  • Le scadenze fiscali 2024 che possono interessare a un’azienda o a un libero professionista suddivise per mese.
  • Le scadenze previdenziali di professionisti non iscritti ad albi ed i relativi versamenti.
  • Le scadenze IVA dei professionisti e delle piccole imprese che aderiscono al regime ordinario ed al regime forfettario, considerando anche le date per l’effettuazione dei relativi versamenti.

Uno degli ostacoli maggiori allo sviluppo ordinato dell’economia in Italia è la miriade di scadenze fiscali cui gli imprenditori devono mettere mensilmente attenzione.

La semplificazione burocratica introdotta alcuni anni orsono non ha migliorato di un granché la situazione, perché impegni e scadenze sono rimaste quasi uguali, un po’ tutte ravvicinate nel tempo ed assai simili per natura.

Per i professionisti e le imprese ̬ essenziale avere ben chiare tutte le date mensili Рspesso anche giornalmente Рper essere sempre in regola e per ottenere eventuali vantaggi fiscali. Precisiamo sin da subito che le date inserite hanno solo il fine da fungere come promemoria, dato che possono essere soggette ad eventuali cambiamenti o proroghe.

In ogni caso, se gestisci una contabilità per conto di altri o per la tua partita IVA, di seguito troverai il calendario delle scadenze fiscali mese per mese del 2024.

  • dal 1° al 10 gennaio 2024: Versamento contributi INPS datori di lavoro domestico;
  • 12 gennaio 2024: Comunicazione sulle retribuzioni non continuative ai dipendenti della Pubblica Amministrazione;
  • 16 gennaio 2024: Versamento imposta sostitutiva banche e istituti di credito;
  • 16 gennaio 2024: Versamento ritenute sui bonifici banche e poste;
  • 16 gennaio 2024: Versamento ritenute condomini sostituti di imposta;
  • 16 gennaio 2024: Versamento mensile imposta sugli intrattenimenti;
  • 16 gennaio 2024: Versamento ritenute polizze vita imprese di assicurazione;
  • 16 gennaio 2024: Versamento contributi INPS gestione separata;
  • 16 gennaio 2024: Versamento imposta sostitutiva risparmio amministrato e gestioni individuali di portafoglio intermediari finanziari;
  • 16 gennaio 2024: Fatturazione IVA differita mese precedente;
  • 16 gennaio 2024: Liquidazione versamento IVA mensile (anche da parte dei soggetti che facilitano vendite a distanza);
  • 16 gennaio 2024: Registrazione corrispettivi (anche per Associazioni senza scopo di lucro in regime agevolato);
  • 16 gennaio 2024: Versamenti INPS contributi lavoro dipendente;
  • 16 gennaio 2024: Versamento ritenute operate sui canoni o corrispettivi incassati o pagati su locazioni brevi;
  • 16 gennaio 2024 Versamento ritenute sui proventi derivanti da O.I.C.R.;
  • 16 gennaio 2024: Comunicazione di assistenza fiscale sostituti di imposta;
  • 16 gennaio 2024: Versamento imposta sostitutiva incrementi produttività sostituti di imposta;
  • 16 gennaio 2024: Versamento ritenute sostituti di imposta;
  • 16 gennaio 2024: Versamento Iva derivante da scissione dei pagamenti split payment;
  • 16 gennaio 2024: Versamento mensile imposta Tobin Tax sulle transazioni finanziarie;
  • 16 gennaio 2024: Versamento ritenute sui dividendi corrisposti nel trimestre solare;
  • 22 gennaio 2024: Trasmissione telematica Regime speciale IVA Moss;
  • 22 gennaio 2024: Comunicazione dati di dettaglio canone TV imprese elettriche;
  • 25 gennaio 2024: Presentazione elenchi INTRA mensili e trimestrali INTRASTAT dicembre 2023 e 4° trimestre 2023;
  • 26 gennaio 2024: Ravvedimento acconto IVA;
  • 31 gennaio 2024: Registrazione contratti di locazione e versamento imposta di registro;
  • 31 gennaio 2024: Versamento bollo auto;
  • 31 gennaio 2024: Dichiarazione di non detenzione di apparecchi televisivi per il canone RAI;
  • 31 gennaio 2024: Comunicazione delle amministrazioni pubbliche sulle concessioni demaniali marittime;
  • 31 gennaio 2024: Versamento concessioni governative;
  • 31 gennaio 2024: Presentazione modello INTRA 12 per enti non commerciali e agricoltori esonerati;
  • 31 gennaio 2024: Versamento IVA intracomunitaria per enti non commerciali e agricoltori esonerati;
  • 31 gennaio 2024: Comunicazione erogazioni liberali per progetti culturali;
  • 31 gennaio 2024: Dichiarazione imposta di bollo assolta in modo virtuale;
  • 31 gennaio 2024: Versamento imposta premi incassati per le imprese di assicurazione;
  • 31 gennaio 2024: Invio flusso dati mese precedente UNIEMENS;
  • 31 gennaio 2024: Comunicazione mensile all’Anagrafe Tributaria operatori finanziari;
  • 31 gennaio 2024: Denuncia annuale delle variazioni per redditi dominicale e agrario;
  • 31 gennaio 2024: Versamento somme non trattenute sostituti d’imposta;
  • 31 gennaio 2024: Versamento superbollo auto.
  • 16 febbraio 2024: Fatturazione IVA differita mese precedente;
  • 16 febbraio 2024: Registrazione corrispettivi IVA, anche per Associazioni senza scopo di lucro in regime agevolato;
  • 16 febbraio 2024: Comunicazione integrativa annuale all’Anagrafe tributaria degli operatori finanziari;
  • 16 febbraio 2024: Autoliquidazione INAIL versamento e riduzione presunto;
  • 16 febbraio 2024: Versamento ritenute sui bonifici banche e poste;
  • 16 febbraio 2024: Versamento saldo imposta sostitutiva rivalutazione TFR;
  • 16 febbraio 2024: Versamento mensile imposta sugli intrattenimenti;
  • 16 febbraio 2024: Versamento rata INPS contributi IVS artigiani e commercianti;
  • 16 febbraio 2024: Versamento INPS contributi gestione separata, lavoro dipendente e pescatori;
  • 16 febbraio 2024: Versamento IVA trimestrale associazioni sportive dilettantistiche e assimilate, contribuenti speciali;
  • 16 febbraio 2024: Versamento ritenute operate sui canoni o corrispettivi incassati o pagati su locazioni brevi;
  • 16 febbraio 2024: Versamento imposta sostitutiva incrementi produttività;
  • 16 febbraio 2024: Versamento ritenute sostituti d’imposta;
  • 16 febbraio 2024: Versamento mensile imposta sulle transazioni finanziarie (Tobin Tax);
  • 20 febbraio 2024: Versamento contributi aziende preponenti ENASARCO;
  • 26 febbraio 2024: Presentazione elenchi INTRA mensili INTRASTAT;
  • 28 febbraio 2024: INPS richiesta contributo agevolato per forfettari;
  • 29 febbraio 2024: Comunicazione liquidazione IVA – LIPE – invio dati riepilogativi IV° trimestre 2021;;
  • 29 febbraio 2024: Presentazione dichiarazione mensile modello INTRA 12 enti non commerciali e agricoltori esonerati;
  • 29 febbraio 2024: Versamento imposta di bollo fatture 4° trimestre 2021 su fatture elettroniche;
  • 29 febbraio 2024: dichiarazione retribuzioni INAIL;
  • 29 febbraio 2024: Invio UNIEMENS dati mese precedente;
  • 29 febbraio 2024: Registrazione denuncia annuale cumulativa e versamento imposta di registro su locazione fondi rustici.
  • 04 marzo 2024: registrazione e versamento imposta di registro contratti di locazioni;
  • 18 marzo 2024: Versamento saldo annuale IVA 2023 pagamento in un’unica soluzione o rateizzato;
  • 18 marzo 2024: Versamento IVA e ritenute mese precedente;
  • 18 marzo 2024: Versamento mensile imposta sugli intrattenimenti;
  • 18 marzo 2024: Versamento contributi dipendenti INPGI;
  • 18 marzo 2024: Versamento contributi INPS trimestrali aziende agricole;
  • 18 marzo 2024: invio modello Certificazione Unica 2024 con riferimento anno 2023;
  • 18 marzo 2024: comunicazione Agenzia delle Entrate dati 730 precompilato;
  • 18 marzo 2024: Comunicazione spese al sistema TS per spese veterinarie anno 2023
  • 18 marzo 2024: Versamento contributi INPS gestione separata, lavoro dipendente e pescatori;
  • 18 marzo 2024: Tassa annuale vidimazione libri sociali società di capitali;
  • 18 marzo 2024: Versamento imposta sostitutiva incrementi produttività sostituti d’imposta;
  • 18 marzo 2024: Versamento mensile imposta sulle transazioni finanziarie (Tobin Tax);
  • 18 marzo 2024: Opzione cessione del credito per Superbonus o altri bonus ordinari;
  • 20 marzo 2024: Versamento contributi mensili FASC;
  • 25 marzo 2024: modello INTRA febbraio operazioni intracomunitarie.
  • 02 aprile 2024: Versamento (FIRR) Fondo Indennità di Risoluzione del Rapporto;
  • 02 aprile 2024: Versamento imposta di registro e comunicazione contratti mese precedente;
  • 02 aprile 2024: Liquidazione e versamento dell’IVA enti non commerciali e agricoltori esonerati per gli acquisti intracomunitari;
  • 02 aprile 2024: Presentazione INTRA 12 per enti non commerciali e agricoltori esonerati;
  • 02 aprile 2024: Ultimo giorno per l’invio telematico del modello EAS per gli enti associativi;
  • 04 aprile 2024: ultima data per la trasmissione degli interventi di recupero edilizio e di riqualificazione energetica condominio;
  • 10 aprile 2024: comunicazione delle operazioni in contanti legate al turismo;
  • 10 aprile 2024: Istanza di ammissione al 5 per mille enti del terzo settore e associazioni sportive dilettantistiche;
  • 15 aprile 2024: Emissione e registrazione fatture differite soggetti IVA;
  • 16 aprile 2024: versamenti IVA e ritenute di marzo;
  • 16 aprile 2024: Versamento contributi INPS gestione separata;
  • 16 aprile 2024: Versamento ritenute sui bonifici banche e poste;
  • 16 aprile 2024: Versamento mensile imposta sugli intrattenimenti;
  • 16 aprile 2024: Versamento contributi dipendenti INPGI;
  • 16 aprile 2024: Versamento contributi INPS gestione separata, lavoro dipendente e pescatori;
  • 16 aprile 2024: Versamento imposta sostitutiva incrementi produttività sostituti d’imposta;
  • 202aprile 2024: Invio dichiarazione e versamento IVA per il regime speciale IVA MOSS;
  • 26 aprile 2024: Presentazione elenchi INTRA mensili INTRASTAT;
  • 29 aprile 2024: Versamento bollo scritture contabili 2023 conservate digitalmente;
  • 30 aprile 2024: invio modello IVA TR;
  • 30 aprile 2024: Dichiarazione e liquidazione OSS 1° trimestre;
  • 30 aprile 2024: Invio UNIEMENS dati mese precedente;
  • 30 aprile 2024: Ultima data per la trasmissione del modello IVA anno 2023.

Entro il 30 aprile di ogni anno, come persona fisica percettore di un reddito da lavoro dipendente o da pensione, oppure come lavoratore autonomo, hai acceso alla dichiarazione dei redditi precompilata, disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

  • 2 maggio 2024: Comunicazione ENAC annuale all’A.T.;
  • 2 maggio 2024: Invio comunicazione Esterometro;
  • 2 maggio 2024: Comunicazione annuale uffici marittimi e motorizzazione sezione nautica;
  • 16 maggio 2024: Versamento IVA ritenute aprile;
  • 16 maggio 2024: Versamento condomini sostituti d’imposta;
  • 16 maggio 2024: Versamento ritenute sui bonifici banche e poste;
  • 16 maggio 2024: Versamento mensile imposta sugli intrattenimenti;
  • 16 maggio 2024: Versamento contributi dipendenti INPGI;
  • 16 maggio 2024: Versamento rata INPS contributi IVS artigiani e commercianti;
  • 16 maggio 2024: Versamento INPS contributi gestione separata, lavoro dipendente e pescatori;
  • 16 maggio 2024: Versamento imposta sostitutiva incrementi produttività sostituti d’imposta;
  • 20 maggio 2024: Versamento contributi aziende preponenti ENASARCO;
  • 20 maggio 2024: Versamento contributi mensili FASC;
  • 20 maggio 2024: Presentazione elenchi INTRA mensili INTRASTAT
  • 31 maggio 2024: Richieste di Cassa integrazione eventi non evitabili mese precedente;
  • 31 maggio 2024: Comunicazione LIPE 1° trimestre;
  • 31 maggio 2024: Invio UNIEMENS dati mese precedente;
  • 31 maggio 2024: Versamento Superbollo;
  • 31 maggio 2024: Versamento imposta di bollo relative alle fatture elettroniche emesse nel primo trimestre.
  • 17 giugno 2024: Versamento IVA mese precedente;
  • 17 giugno 2024: Versamento ritenute sui bonifici banche e poste;
  • 17 giugno 2024: Versamento mensile imposta sugli intrattenimenti;
  • 17 giugno 2024: Versamento contributi dipendenti INPGI;
  • 17 giugno 2024: Versamento contributi INPS trimestrali aziende agricole;
  • 17 giugno 2024: Acconto IMU;
  • 17 giugno 2024: Versamento imposta sostitutiva incrementi produttività sostituti d’imposta;
  • 20 giugno 2024: Versamento contributi mensili FASC;
  • 25 giugno 2024: Modello INTRA maggio;
  • 30 giugno 2024: Richieste di Cassa integrazione eventi non evitabili mese precedente;
  • 30 giugno 2024: Invio UNIEMENS dati mese precedente;
  • 30 giugno 2024: Termine ultimo per la presentazione cartacea modello redditi PF;
  • 30 giugno 2024: Saldo e primo acconto imposte sui redditi.
  • 1 luglio 2024: Versamento IRAP, saldo 2023 e 1° acconto 2024;
  • 1 luglio 2024: Dichiarazione IMU
  • 10 luglio 2024: Versamento contributi INPS datori di lavoro domestico;
  • 16 luglio 2024: emissione e registrazione fatture elettroniche riferite al mese precedente;
  • 16 luglio 2024: Versamento IVA mese precedente;
  • 16 luglio 2024: Versamento ritenute sui bonifici banche e poste;
  • 16 luglio 2024: Versamento mensile imposta sugli intrattenimenti;
  • 22 luglio 2024: Versamento contributi mensili FASC;
  • 25 luglio 2024: Modello Intra giugno e 2° trimestre;
  • 31 luglio 2024: Richieste di Cassa integrazione eventi non evitabili mese precedente;
  • 31 luglio 2024: Invio UNIEMENS dati mese precedente;
  • 31 luglio 2024: presentazione Intra 12 enti non commerciali e agricoltori esonerati.
  • 20 agosto 2024: Versamento della rata trimestrale contributi INPS Artigiani e Commercianti;
  • 20 agosto 2024: Versamento contributi aziende preponenti ENASARCO;
  • 20 agosto 2024: Versamento IVA e ritenute luglio;
  • 22 agosto 2024: Versamento ritenute sui bonifici banche e poste;
  • 22 agosto 2024: Versamento mensile imposta sugli intrattenimenti;
  • 22 agosto 2024: Invio comunicazione Esterometro;
  • 22 agosto 2024: Versamento contributi mensili FASC;
  • 26 agosto 2024: Modello INTRA luglio per operazioni intracomunitarie;
  • 31 agosto 2024: Richieste di Cassa integrazione eventi non evitabili mese precedente;
  • 31 agosto 2024: Invio UNIEMENS dati mese precedente.
  • 16 settembre 2024: Versamento IVA e ritenute Agosto;
  • 16 settembre 2024: Versamento ritenute sui bonifici banche e poste;
  • 16 settembre 2024: Versamento mensile imposta sugli intrattenimenti;
  • 16 settembre 2024: Versamento contributi INPS trimestrali aziende agricole;
  • 16 settembre 2024: Versamento INPS contributi gestione separata, lavoro dipendente e pescatori;
  • 16 settembre 2024: Versamento imposta sostitutiva incrementi produttività sostituti d’imposta;
  • 20 settembre 2024: Versamento contributi mensili FASC;
  • 20 settembre 2024: Comunicazione mensile lavoro in somministrazione;
  • 28 settembre 2024: Presentazione tardiva Modello redditi PF cartaceo entro 90 giorni dalla scadenza del termine;
  • 30 settembre 2024: Richieste di Cassa integrazione eventi non evitabili mese precedente;
  • 30 settembre 2024: Invio UNIEMENS dati mese precedente;
  • 30 settembre 2024: Presentazione del modello 730 ( cadendo di sabato, sarà presentato il 2 ottobre);
  • 30 settembre 2024: Bollo su fatture elettroniche 2° trimestre;
  • 30 settembre 2024: Cassa forense comunicazione reddituali avvocati.
  • 10 ottobre 2024: Versamento contributi INPS datori di lavoro domestico;
  • 15 ottobre 2024: Presentazione dichiarazione dei redditi 2024 e IRAP 2024;
  • 15 ottobre 2024: Registro corrispettivi IVA Associazioni senza scopo di lucro.
  • 16 ottobre 2024: Versamento IVA mese settembre;
  • 16 ottobre 2024: Versamento ritenute sui bonifici banche e poste;
  • 16 ottobre 2024: Versamento mensile imposta sugli intrattenimenti;
  • 16 ottobre 2024: Versamento INPS contributi gestione separata, lavoro dipendente e pescatori;
  • 16 ottobre 2024: Versamento ricevute sui proventi derivanti da O.I.C.R.;
  • 16 ottobre 2024: Versamento imposta sostitutiva incrementi produttività sostituti d’imposta;
  • 21 ottobre 2024: Versamento contributi mensili FASC;
  • 21 ottobre 2024: Comunicazione mensile lavoro in somministrazione;
  • 21 ottobre 2024: Invio dichiarazione e versamento IVA per il regime speciale IVA MOSS;
  • 25 ottobre 2024: Presentazione modello 730/2024 integrativo, in caso di errori nella compilazione di quello telematico;
  • 25 ottobre 2024: Modello INTRA settembre e 3° trimestre;
  • 31 ottobre 2024: Richieste di Cassa integrazione eventi non evitabili mese precedente;
  • 31 ottobre 2024: Invio UNIEMENS dati mese precedente;
  • 31 ottobre 2024: Presentazione Certificazione Unica autonomi e modello 770;
  • 31 ottobre 2024: Dichiarazione e liquidazione OSS;
  • 31 ottobre 2024: modello IVA TR terzo trimestre.
  • 15 novembre 2024: Versamento rata imposta sostitutiva su rivalutazione terreni e partecipazioni;
  • 18 novembre 2024: Versamento ritenute sui bonifici banche e poste;
  • 18 novembre 2024: Versamento mensile imposta sugli intrattenimenti;
  • 18 novembre 2024: Versamento IVA mese di ottobre;
  • 18 novembre 2024: Versamento rata INPS contributi artigiani e commercianti;
  • 18 novembre 2024: Versamento imposta sostitutiva incrementi produttività sostituti d’imposta;
  • 20 novembre 2024: Versamento contributi aziende preponenti ENASARCO;
  • 20 novembre 2024: Versamento contributi mensili FASC;
  • 25 novembre 2024: modello INTRA ottobre;
  • 30 novembre 2024: Richieste di Cassa integrazione eventi non evitabili mese precedente;
  • 30 novembre 2024: Invio UNIEMENS dati mese precedente;
  • 30 novembre 2024: Invio telematico Modello Redditi PF;
  • 30 novembre 2024: Versamento secondo acconto IRPEF e saldo;
  • 30 novembre 2024: Versamento secondo acconto IRES e saldo anno precedente.
  • 2 dicembre 2024: Versamento secondo acconto IRAP e saldo;
  • 2 dicembre 2024: Comunicazione LIPE 3° trimestre (Liquidazioni periodiche IVA);
  • 2 dicembre 2024: Pagamento imposta di bolla su fatture, ricevute, note, conti e documenti simili (FE);
  • 16 dicembre 2024: Versamento IVA novembre;
  • 16 dicembre 2024: Versamento ritenute sui bonifici banche e poste;
  • 16 dicembre 2024: Versamento mensile imposta sugli intrattenimenti;
  • 16 dicembre 2024: Versamento contributi INPS trimestrali aziende agricole;
  • 16 dicembre 2024: Versamento INPS contributi gestione separata, lavoro dipendente e pescatori;
  • 16 dicembre 2024: Versamento imposta sostitutiva incrementi produttività sostituti d’imposta;
  • 16 dicembre 2024: Saldo versamento IMU;
  • 16 dicembre 2024: Acconto versamento rivalutazione TFR;
  • 20 dicembre 2024: Versamento contributi mensili FASC;
  • 27 dicembre 2024: versamento acconto IVA 2024;
  • 27 dicembre 2024: Modello INTRA novembre;
  • 30 dicembre 2024: Richieste di Cassa integrazione eventi non evitabili mese precedente;
  • 30 dicembre 2024: Invio UNIEMENS dati mese precedente;
  • 30 dicembre 2024: Compilazione e/o stampa libro unico mese precedente;
  • 30 dicembre 2024: versamento IRPEF eredi per persone decedute dopo il 28 febbraio 2023.

Scadenze fiscali e previdenziali: quanto si paga?

Se l’apertura di una partita IVA (di qualunque genere sia o a qualunque tipo di realtà economica si riferisce) non comporta di per sé il sostenimento di grossi costi, mentre il suo mantenimento merita un’attenzione particolare.

Scadenze fiscali 2022

Ogni anno, infatti, professionisti e imprenditori devono fare i conti con il pagamento di imposte e contributi previdenziali. A quanto ammontano per il 2024?

Scadenze fiscali – regime ordinario

Il calcolo della tassazione IVA ordinaria è abbastanza complesso perché funziona in base alla propria fascia (tecnicamente scaglione) di reddito. Con la Legge di Bilancio del 2024 le aliquote hanno subito una serie di modifiche:

  • 1° scaglione 2024: redditi da 0 a 15.000€, aliquota del 23%;
  • 2° scaglione 2024: da 15.001€ a 50.000€, aliquota al 27%;
  • 3° scaglione 2024: redditi da 50.001€ in poi, aliquota al 43%.

Per qualunque libero professionista che abbia adottato il regime IVA ordinario le scadenze fiscali 2024 per la dichiarazione dei redditi sono differenziati:

  • 30 novembre dell’anno successivo al periodo d’imposta a cui la dichiarazione si riferisce, se la dichiarazione viene presentata per via telematica;
  • dal 2 maggio al 30 giungo se la presentazione avviene tramite supporto cartaceo tramite ufficio postale.

Per quanto riguarda invece il pagamento delle somme dovute, le scadenze sono le seguenti:

  • 30 giugno: versamento della prima rata di IRPEF, IRES e IRAP;
  • 30 novembre: versamento della seconda rata di IRPEF, IRES e IRAP.

Tutto questo per quanto attiene alle imposte dovute nel 2024.

pleo business

Scadenze previdenziali 2024

Oltre alle scadenze fiscali che si succederanno nel 2023, per completezza di esposizione ti lasciamo anche qualche indicazione sugli adempimenti previdenziali.

Scadenze fiscali 2022 Partita IVA

In questo ambito non parleremo, per semplicità, degli obblighi previdenziali di professionisti iscritti ad albi, perché questi sono tenuti al versamento presso la propria cassa previdenziale (ENPAB, Inarcassa, cassa Forense, ENASARCO, etc.) ed ognuna prevede proprie specificità.

Ci occuperemo dei professionisti non appartenenti ad albi, i cosiddetti freelance non iscritti a gestioni previdenziali particolari ed aderenti alla gestione separata INPS.

Il contributo previdenziale per questi professionisti, è rappresentato da un’aliquota fissa rispetto al reddito; quindi dipende dal fatturato realizzato nel corso dell’anno (se il fatturato è zero, l’importo da versare è zero).

Questa quota fissa è pari al 26,23% del reddito netto (dunque non sulla totalità del reddito), cioè l’importo di fatturato realizzato al netto di tutte le deduzioni applicabili. Qual è la scadenza per il versamento degli importi dovuti?

Il versamento deve essere effettuato alle stesse scadenze che abbiamo già visto relative alle imposte sul reddito, vale a dire il 30 giugno per il versamento dell’acconto ed il 30 novembre, termine ultimo per il pagamento del saldo.

Scadenze IVA 2024

Le scadenze per i versamenti dell’IVA per i liberi professionisti ed i lavoratori autonomi sono differenziate in relazione alla periodicità alla quale sono obbligati i contribuenti, anche se per alcune categorie – dette speciali – è possibile derogare a quest’obbligo.

Le due fasce interessate sono:

  1. categorie obbligate al versamento trimestrale;
  2. categorie obbligate al versamento mensile.

Nell’obbligo di versamento trimestrale rientrano due tipologie di attività d’impresa che si differenziano in base al reddito ed all’attività esercitata:

  1. lavoratori autonomi e imprese che hanno come oggetto dell’attività la prestazione di servizi con volume d’affari entro i 400.000 euro;
  2. le imprese che esercitano altre attività con un volume d’affari entro i 700.000 euro.

Tutte le altre attività con volume d’affari superiore, rientrano nell’obbligo di versamento mensile. Invece, i soggetti che rientrano nelle categorie speciali sono:

  • esercenti attività di distribuzione carburanti;
  • autotrasportatori per conto terzi;
  • attività di servizio al pubblico;
  • arti e professioni sanitarie.

Per quanto riguarda le scadenze per i versamenti, ecco come dovranno avvenire:

  • obbligo trimestrale: entro il 16 del secondo mese successivo ad ognuno dei trimestri solari. Quindi precisamente 16 maggio, 20 agosto e 16 novembre, mentre il versamento dell’ultimo trimestre va effettuato entro il 16 marzo dell’anno successivo.
  • obbligo mensile: entro il giorno 16 del mese successivo.
finom business

Scadenze fiscali e regime forfettario 2024

Le scadenze fiscali per coloro che hanno aderito al regime forfettario sono molto più semplificati.

L’obbligo di dichiarazione dei redditi in questi casi è fissato nel termine del 30 Novembre, data alla quale deve essere effettuato altresì il versamento di eventuali importi da corrispondere, salvo eventuali rateizzazioni.

I versamenti dei contributi previdenziali ricalcano in qualche modo anche i termini previsti per le partite IVA in regime ordinario, considerando che il termine ultimo, in questo caso è il 30 novembre. Invece, non esistono obblighi di versamenti IVA in quanto i soggetti operanti in regime forfettario sono esenti da IVA, infatti non viene applicata l’imposta in fattura.

Scadenze fiscali – Consigli utili

Se decidi di aprire una Partita IVA – che tu sia un professionista o un attività d’impresa – dovrai avere ben chiaro che sicuramente ti troverai a districarti fra scadenze relative, dichiarazioni e versamenti, e per questo motivo oltre al piccolo aiuto che abbiamo voluto darti è sempre meglio essere seguito da un commercialista competente, in grado di darti una mano in questa marea di appuntamenti.

Quando si devono pagare le tasse?

Nel corso dell’anno si distribuiscono varie tipologie di scadenze, sia fiscali che previdenziali, che ai fini IVA. Ci sono due periodi dell’anno nei quali ricadono le scadenze fiscali e previdenziali, mentre le scadenze ai fini IVA possono essere mensili o trimestrali.

Quando si paga l’IVA 2024?

Ci sono due tipologie di contribuenti ai fini IVA: si tratta di quei soggetti che per volume d’affari e tipologia di attività sono obbligati a effettuare dichiarazioni e versamenti con periodicità trimestrale e i contribuenti che con elevati volumi d’affari hanno un obbligo di contribuzione mensile.

Quali sono le scadenze fiscali delle partite IVA con regime forfettario?

La dichiarazione dei redditi per le partita IVA con regime agevolato forfettario deve avvenire entro il 30 novembre con il versamento della prima rata o dell’intero importo.

Autore
Foto dell'autore

Alessandro Creazzo

Consulente aziendale e marketing d'impresa

Consulente aziendale dal 1999, mi sono occupato di finanza agevolata e business planning presso importanti organizzazioni di categoria quali COLDIRETTI e CONFAGRICOLTURA, ed anche come libero professionista. Nel 2003 ho iniziato l’attività di consulenza aziendale di direzione. Dal 2009 mi occupo di Marketing Strategico e Responsabilità Sociale d’Impresa.
Fact-Checked
Avatar di Giovanni Emmi
Giovanni Emmi
Dottore Commercialista
Revisione al 25 Aprile 2024
Commercialista dal 🧗🏾‍♀️secondo millennio, innovatore professionale nel terzo millennio🏃🏾‍♂️. Il futuro della professione del commercialista nel mio ultimo libro "dalla società alla rete tra professionisti".

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.