Pos mobili portatili: come funzionano, la classifica dei migliori

Gli esercenti che hanno bisogno di accettare pagamenti anche in mobilità e i professionisti che lavorano a domicilio necessitano di Pos mobili portatili. In questa classifica scoprirai quali sono i migliori dispositivi attualmente.

Pos mobili portatili: come funzionano, la classifica dei migliori
  • I Pos mobili portatili consentono all’esercente di ricevere pagamenti con carta ovunque all’interno del punto vendita senza restrizioni.
  • Ci sono Pos mobili portatili senza commissioni bancarie e a canone fisso ma anche Pos senza canone ma con commissioni sul transato.
  • Con i Pos mobili portatili si gestiscono le vendite attraverso intuitive dashboard da consultare direttamente dallo smartphone.

Che tu sia un esercente o un professionista, per accettare i pagamenti dei clienti in modo ancora più sicuro e veloce avrai bisogno di un servizio Pos, e quale scelta migliore dei Pos mobili portatili per ottimizzare le transazioni?

I Pos mobili portatili, infatti, garantiscono la massima libertà di movimento, in modo da poter accettare i pagamenti senza dover raggiungere una postazione fissa. I terminali dei Pos mobili sono senza fili e sono pensati per tutte quelle attività che prevedono il pagamento lontano dalla cassa.

Alcuni esempi possono essere i bar, gli hotel, i ristoranti, ma anche i professionisti che lavorano a domicilio. Ma vediamo quali sono i migliori Pos mobili portatili tra cui scegliere, in base alle esigenze dell’attività, i vantaggi e i costi.

Pos mobili portatili: cosa sono

Il Pos mobile portatile è un dispositivo elettronico che permette agli esercenti e alle attività di accettare pagamenti elettronici effettuati con carte di pagamento e dispositivi dotati di tecnologia NFC.

A differenza dei Pos fissi, questa tipologia di terminale di pagamento non necessita di una linea telefonica, ma si connette tramite Bluetooth o connessione WiFi. Con questo tipo di connessione è, quindi, possibile utilizzare il dispositivo ovunque, senza doversi recare alla cassa.

I dispositivi sono molto utili per rendere le transazioni ancora più comode, veloci e sicure, sia per gli esercenti che per i clienti. Questi Pos portatili sono composti da:

  • una parte mobile connessa tramite Bluetooth o WiFi alla linea ADSL;
  • la base non mobile che si connette alla linea fissa o all’ADSL, collegata con PSTN o al modem con cavo Ethernet.

Le connessioni della parte mobile con quella non mobile offrono un raggio che solitamente è di circa 10 metri per accettare i pagamenti.

Pos portatili mobili

Quali sono i migliori Pos mobili portatili: la classifica

Le nuove tecnologie stanno sostituendo i vecchi dispositivi Pos fissi, e sono sempre di più i fornitori che offrono modelli all’avanguardia dotati di funzionalità avanzate per gestire comodamente le transazioni.

Nella classifica che vedremo, infatti, non mancano startup fintech che propongono Pos mobili portatili comodi e sicuri da utilizzare, dotati di interfacce intuitive con funzionalità pensate per rendere la gestione dei pagamenti ancora più semplice. Prima di iniziare la classifica occorre fare una distinzione tra le varie tipologie di Pos:

  • Pos fisso: il terminale classico con connessione alla linea telefonica e alla postazione;
  • Pos mobile: con software scaricabile su smartphone o tablet e connesso tramite Bluetooth;
  • Pos virtuale: sono quelli degli eCommerce, che consentono di ricevere i pagamenti inviando link e Qr Code;
  • Pos portatili: con un raggio d’azione di circa 10 metri, sono connessi tramite Bluetooth o WiFi, per accettare pagamenti anche a distanza dalla base;
  • Pos GSM o GPRS: il terminale che consente di ricevere i pagamenti anche senza rete telefonica ma con una scheda Sim con connessione dati.

Vediamo adesso la classifica dei migliori modelli Pos mobili portatili del momento.

1) SumUp

Sumup è uno dei Pos portatili più popolari in Italia, ed è offerto dalla società SumUp Payments Limited con sede in Inghilterra e autorizzata dalla FCA.

I servizi Pos di SumUp sono semplici da utilizzare in tutto il punto vendita o da portare con sé. I modelli Pos di SumUp offrono il massimo della flessibilità, oltre alla possibilità di gestire e monitorare le transazioni direttamente da un’unica dashboard semplice ed intuitiva.

I modelli proposti sono tre, e sono pensati per soddisfare le diverse esigenze degli esercenti e dei professionisti. Infatti, presentano caratteristiche differenti, e sono:

  • SumUp Air: terminale tascabile gestito dall’app scaricabile su smartphone o tablet connesso tramite Bluetooth, dati mobili o WiFi;
  • SumUp Solo: dispositivo Pos con Sim e dati inclusi illimitati, touchscreen, anche con connessione WiFi;
  • SumUp 3G: dispositivo con stampante integrata, connessione tramite Sim con dati mobili inclusi illimitati.

I terminali Pos di SumUp sono senza canone mensile e presentano i seguenti costi:

  • SumUp Air: €29 + 1,95% per transazione o €39 con base di ricarica;
  • SumUp Solo: €99 + 1,95% per transazione;
  • SumUp 3G: €149 + 1,95% per transazione.
Sumup pos mobili portatili

2) Axerve

La società fintech italiana Axerve fa parte del Gruppo Sella e propone principalmente due opzioni per gli esercenti e i punti vendita che cercano una soluzione sicura e semplice, da utilizzare per accettare pagamenti tramite carte e wallet digitali. I modelli di Pos proposti da Axerve sono quattro:

  • Android: connesso tramite connessione 4G o WiFi;
  • Fisso: connesso via cavo alla linea ADSL o alla linea telefonica;
  • GPRS: dispositivo connesso alle reti mobile migliori del territorio e con Sim multi-operatore integrata gratuita;
  • WiFi: terminale connesso alla linea ADSL tramite WiFi.

I costi dei servizi Pos previsti variano in base alla soluzione scelta:

  • Pos Easy a canone: canone mensile di €17 + Iva fino a 10.000 transazioni, poi €22 + Iva con imposta di bollo per l’attivazione di €16.
  • Pos Easy a commissioni: 1% di commissione sulle operazioni e €170 + Iva per l’acquisto del terminale Android PAX A910 e imposta di bollo per l’attivazione di €16.
Axerve pos mobili portatili

3) Satispay

Quello proposto dalla startup fintech italiana Satispay è un Pos mobile che funziona attraverso Satispay Business. Si tratta dell’app scaricabile dagli esercenti che consente loro di ricevere i pagamenti anche dal dispositivo Pos, oltre che dallo smartphone o dal tablet.

Stiamo parlando di un Pos senza commissioni bancarie, ad esclusione delle transazioni che superano i 10 euro, per cui l’esercente è tenuto a pagare una commissione di €0,20 per operazione. L’iscrizione al servizio è gratuita, così come il deposito degli incassi sul conto corrente.

Con Satispay è anche possibile accettare pagamenti su eCommerce nelle versioni app e web, oltre che dalle piattaforme social. In questo caso le commissioni sulle transazioni sono pari all’1% sulle transazioni inferiori a €10 e dell’1% più €0,20 per transazioni di importo superiore.

Ricordiamo che Satispay può essere anche associato ai distributori automatici, con una commissione dell’1% sulla singola transazione.

Satispay pos mobili portatili

4) Nexi

La società italiana fintech Nexi offre diverse soluzioni per accettare pagamenti presso i punti vendita. I dispositivi Pos proposti da Nexi sono:

  • Pos Cordless: con base di ricarica con connettività Ethernet, ADSL e Bluetooth, con Pay by Link incluso.
  • Pos Portatile: con connessione dati alla rete 3G con Pay by Link incluso;
  • Mobile Pos: dispositivo connesso allo smartphone e gestito dall’app per accettare pagamenti ovunque;
  • Nexi SmartPos Mini con stampante: un Pos evoluto connesso alla rete WiFi o alla rete mobile 4G, con Pay by Link incluso.

I costi variano in base al modello scelto, e prevedono un canone mensile che va dai 29 ai 39 euro al mese oltre a commissioni che vanno da 0,69% a 2,49%.

Nexi pos mobili portatili

5) Zettle

La società fintech di PayPal dedicata alle soluzioni Pos, Zettle, offre un solo modello ma pratico e funzionale, a costi competitivi. Il Pos Zettle non ha bisogno della Sim ma si connette allo smartphone o al tablet tramite Bluetooth. Il terminale Pos Zettle permette agli esercenti di svolgere le seguenti funzioni:

  • accettare pagamenti dai circuiti di pagamento VISA, Mastercard, American Express, Diners Club, JCB, Discover, da tutte le principali carte di debito, da Apple Pay, Android Pay e Google Pay;
  • accettare pagamenti anche in modalità contactless;
  • emettere rimborsi totali o parziali;
  • accettare pagamenti in contanti senza limiti;
  • trasferire i guadagni dall’app alla banca in appena 2 giorni lavorativi.

Incluse nei costi ci sono anche tante altre funzionalità interessanti che semplificano la gestione degli incassi e del business, come i report delle vendite facili da gestire oltre alle vendite su più canali integrando l’app Zettle all’eCommerce e la gestione dello staff e degli accessi. I costi previsti per il Pos Zettle sono:

  • costo dispositivo (una tantum): €29 per il primo, €79 dal secondo lettore aggiuntivo;
  • spese sulle transazioni: dal 2,75% al 1%, a seconda dell’importo totale di pagamenti accettati in un mese.
Zettle pos mobili portatili

6) MyPOS

La società inglese MyPOS offre soluzioni per i pagamenti elettronici con carta con una selezione di quattro dispositivi Pos pensati per ogni esigenza degli esercenti. I modelli MyPOS sono:

  • Carbon: terminale touchscreen con connessione WiFi, GPRS e dati cellulari con Sim gratuita e stampante integrata, collegato all’app per Smartphone;
  • Slim: dispositivo touchscreen Android con connessione WiFi, GPRS e dati cellulari con Sim gratuita, collegato all’app per Smartphone;
  • Go: terminale Pos con connessione GPRS e dati cellulari con Sim gratuita inclusa;
  • Combo: Pos con connessione WiFi, GPRS e dati cellulari con Sim gratuita e stampante integrata.

I costi variano in base al terminale scelto, ma in ogni Pos è compreso anche un conto aziendale multivaluta gratuito e una carta Visa business gratuita. I prezzi sono:

  • Carbon: €199;
  • Slim: €199;
  • Go: €29;
  • Combo: €249.

Le commissioni, invece, variano in base al tipo di pagamento:

  • Carte di pagamento personali nazionali, SEE e GB: 1,20% + € 0,05 per transazione;
  • Carte commerciali nazionali, SEE e GB: 2,55% + € 0,05 per transazione;
  • Altre tipologie di carte personali e commerciali: 2,85% + € 0,05 per transazione.
MyPos pos mobili portatili

7) Tandem di Poste Italiane

Anche Poste Italiane propone una soluzione per gli incassi digitali con carta anche in mobilità con il Servizio Postepay Tandem Mobile POS.

Il dispositivo Pos accetta carte di credito, di debito e prepagate dei circuiti Postamat/Postepay, Pagobancomat, Mastercard e Maestro, VISA, VISA Electron e VPAY anche in modalità contactless con la tecnologia NFC.

Sul Portale Esercenti, poi, è sempre consultabile l’estratto conto delle operazioni. Il terminale è connesso tramite Bluetooth allo smartphone o al tablet su cui è installata l’App Tandem. I costi del servizio Pos Tandem sono di €79 + Iva una tantum per l’acquisto del dispositivo, oltre ad una commissione del 1,50% sul transato.

Pos mobili portatili – Domande frequenti

Qual è il Pos mobile portatile più conveniente?

In questa classifica abbiamo visto che i servizi Pos mobili portatili hanno prezzi diversi e caratteristiche differenti. Ad esempio, il Pos di Satispay è conveniente per le attività che ricevono pagamenti piccoli, mentre Nexi è più conveniente per chi effettua transazioni più importanti.

Come funziona il Pos portatile mobile?

I Pos mobili portatili si connettono tramite Bluetooth, WiFi, GPRS o connessione dati mobili e consentono di accettare ovunque pagamenti effettuati con carte di pagamento (di credito, di debito o prepagate) ma anche tramite Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay anche in modalità contactless grazie alla tecnologia NFC.  

Quanto costa avere un Pos portatile?

I prezzi dei Pos portatili variano in base alle offerte dei singoli fornitori. In genere prevedono un costo iniziale e una commissione sulle transazioni, oppure un canone mensile. Ad esempio, il Pos SumUp prevede un costo iniziale ed una commissione sul transato mentre Axerve offre due possibilità distinte. Scopri quali in questa recensione.

Autore
Foto dell'autore

Ilenia Albanese

Esperta di finanza personale e lavoro digitale

Copywriter specializzata nel settore della finanza personale, con esperienza pluriennale nella creazione di contenuti per aiutare i consumatori e i risparmiatori a gestire le proprie finanze.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.