NASpI in un’unica soluzione per Partite Iva: quando e come averla in anticipo

Se sei percettore della NASpI e vuoi aprire la Partita Iva, puoi chiedere l'anticipo dell'indennità di disoccupazione in un'unica soluzione. Scopriamo in quali casi è possibile e come ottenerla.

Adv

naspi anticipata unica soluzione
  • Se hai diritto alla NASpI e hai intenzione di avviare un’attività in proprio, aprire la Partita Iva, o diventare socio di una cooperativa, puoi richiedere l’anticipo dell’indennità di disoccupazione.
  • L’anticipo della NASpI in un’unica soluzione ti permette di ottenere liquidità per il lancio della nuova attività imprenditoriale, a parità di alcune condizioni.
  • Puoi richiedere la NASpI in un’unica soluzione entro 30 giorni dall’apertura della Partita Iva o dalla sottoscrizione di una quota di capitale, pena la perdita di questa possibilità.

La NASpI anticipata consiste nella liquidazione dell’intero importo spettante al lavoratore disoccupato in un’unica soluzione prima della scadenza della copertura. Per poter ottenere tale anticipo, però, devono sussistere specifiche condizioni, come l’apertura di una Partita Iva per l’avvio di un’attività autonoma o di un’impresa individuale, ma non solo.

Bisogna prestare attenzione ai casi in cui è prevista la restituzione dell’intero importo NASpI anticipato: il legislatore l’ha previsto nei casi di accettazione di un lavoro dipendente prima della scadenza dei termini della copertura della NASpI.

Scopriamo nel dettaglio come funziona l’anticipo della NASpI, a quanto ammonta, chi ne ha diritto e come si può inviare la domanda all’INPS.

NASpI anticipata per partite IVA: come funziona (video)

NASpI in un’unica soluzione: requisiti

La NASpI, acronimo di Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego, è un’indennità mensile che spetta ai lavoratori dipendenti o subordinati nel caso di perdita involontaria della loro occupazione. Viene corrisposta mensilmente dall’INPS e viene calcolata in base a una percentuale sullo stipendio medio percepito negli ultimi anni di lavoro.

Sono 3 i casi in cui è possibile ricevere la NASpI anticipata in un’unica soluzione prima della scadenza della copertura e per ottenerla deve verificarsi almeno una delle seguenti situazioni:

  • apertura della Partita Iva per l’avvio di un’attività in proprio o di un’impresa individuale;
  • possesso di una Partita Iva già aperta e volontà di continuare un’attività già iniziata durante il rapporto di lavoro dipendente;
  • sottoscrizione di una quota di capitale sociale di una cooperativa.

Per non perdere il diritto all’anticipo dell’indennità di disoccupazione, però, occorre presentare tempestivamente la domanda all’INPS, entro e non oltre i 30 giorni successivi all’apertura della Partita Iva, all’avvio dell’attività individuale o dalla sottoscrizione della quota di capitale della cooperativa.

Nel caso in cui l’attività autonoma sia iniziata già durante il rapporto di lavoro dipendente, la richiesta di anticipo è da inoltrare all’Istituto entro 30 giorni dalla domanda di indennità di disoccupazione.

Restituzione della NASpI anticipata

naspi anticipata beneficiari

Occorre prestare particolare attenzione anche ai casi in cui il legislatore ha previsto la restituzione della NASpI anticipata: ciò può avvenire, per esempio, quando il beneficiario decide di accettare un lavoro dipendente nel periodo di copertura dell’indennità di disoccupazione, a prescindere dal lavoro autonomo che sta svolgendo con la Partita Iva.

In altre parole, per tutto il periodo che la NASpI avrebbe coperto (cioé prima della scadenza) il lavoratore non deve accettare lavori subordinati, pena la restituzione dell’intero anticipo ricevuto.

Il termine di riferimento per non incorrere nella restituzione dell’indennità è quello fissato nella domanda di accettazione dell’anticipo NASpI.

blank business

NASpI anticipata per partite Iva: gli importi

Per calcolare il valore della NASpI anticipata in un’unica soluzione bisogna considerare il valore complessivo dell’indennità di disoccupazione mancante per raggiungere la scadenza della copertura. In altre parole, gli importi della NASpI anticipata sono pari al residuo delle quote mensili mancanti

Facciamo un esempio: un lavoratore ha svolto attività regolarmente retribuita per 150 settimane negli ultimi 4 anni e ha percepito uno stipendio complessivo di 40.000 euro, per i quali ha diritto a 18 mesi di NASpI anticipata.

Il calcolo da eseguire, quindi, è questo:

  • Stipendio medio (40.000€ / 150) x 4,33 = 1.154 euro;
  • NASpI mensile 1.154€ x 75% = 865 euro;
  • NASpI anticipata: 865€ x 18 = 15.570 euro.

Sul calcolo della NASpI anticipata non spetta la contribuzione figurativa e viene sottratta la quota IRPEF secondo le regole vigenti.

Quando e come richiedere l’anticipo della NASpI

naspi anticipata importi

La domanda di anticipo della NASpI si può richiedere direttamente sul sito web dell’INPS, oppure rivolgendosi ai patronati o ad altri intermediari autorizzati. Il termine per l’invio dell’istanza è di 30 giorni dall’apertura della Partita Iva o dalla sottoscrizione della quota di capitale della cooperativa.

La procedura di richiesta online prevede alcuni passaggi:

  • accesso alla propria area riservata con SPID o CIE;
  • inserimento dei dati personali, di un recapito telefonico e di un indirizzo email;
  • indicazione del numero di protocollo della domanda NASpI;
  • indicazione specifica del titolo di attività intrapresa (attività autonoma, impresa, associazione, oppure per i titolari di partita Iva una scelta tra artigiano, libero professionista, collaboratore, ecc).

A tali informazioni vanno poi allegati tutti i documenti necessari per la verifica dell’effettivo avvio della nuova attività. Infine, si dovrà selezionare la modalità di pagamento della NASpI preferita, spuntare l’informativa sulla privacy e le altre dichiarazioni aggiuntive.

A questo punto verrà fornito un riepilogo dei dati e delle informazioni inserite, da confermare previa accurata lettura. I tempi di risposta alla domanda di anticipo NASpI sono di 30 giorni, salvo richieste di integrazione della documentazione presentata.

NASpI anticipata per Partite Iva – Domande frequenti

Come prendere la NASpI in un’unica soluzione?

I beneficiari dell’indennità di disoccupazione possono richiedere l’anticipo della NASpI in un’unica soluzione nel caso in cui desiderino aprire la Partita Iva per avviare un’attività in proprio, siano già in possesso di una Partita Iva, oppure abbiano intenzione di sottoscrivere una quota di capitale sociale di una cooperativa con rapporto mutualistico.

Quanto tempo ci vuole per avere la NASpI anticipata?

Come stabilisce la legge n. 241/1990, i tempi di lavorazione della domanda di anticipo NASpI sono generalmente di 30 giorni. La tempistica può variare qualora si renda necessaria un’integrazione della domanda o per altre motivi specifici.

Come richiedere l’anticipo della NASpI?

Per richiedere la NASpI anticipata, puoi presentare la domanda online sul sito dell’INPS, oppure rivolgerti al contact center, ai patronati e agli intermediari dell’Istituto. La domanda deve essere inoltrata entro 30 giorni dall’inizio della nuova attività.

NASpI anticipata: si può richiedere con una partita Iva forfettaria?

La NASpI anticipata si può chiedere anche con una partita Iva di tipo forfettario, con le stesse regole che abbiamo indicato in questo articolo per chi ha un regime ordinario.

Argomenti Trattati:

Autore
Foto dell'autore

Laura Pellegrini

Giornalista e content editor

Dopo la Laurea in Comunicazione e Società, ho iniziato la carriera da freelance collaborando con diverse realtà editoriali. Ho scritto alcuni e-book sui bonus e ad oggi mi occupo della redazione di articoli di economia, risparmio e lavoro.

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di Partitaiva.it, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.