Guadagnare con Pinterest nel 2024: strategie, metodi e consigli utili

Serve la partita Iva per guadagnare su Pinterest? Scopriamo i metodi e le strategie più efficaci per monetizzare il proprio account.

Adv

guadagnare con pinterest come fare
  • Pinterest è una delle piattaforme più utilizzate dalle aziende per promuovere i propri prodotti e consente di guadagnare principalmente tramite affiliazioni o collaborazioni.
  • L’account aziendale Pinterest è gratuito e per guadagnare saltuariamente con questo social non è necessaria l’apertura della partita Iva: quest’ultima diviene obbligatoria per svolgere attività commerciali con regolarità e continuità nel tempo.
  • Puoi guadagnare su Pinterest vendendo prodotti digitali, corsi online, oppure promuovendo il tuo sito web o il tuo blog.

Negli ultimi anni la figura dell’influencer è diventata sempre più centrale nella nostra società e per questo motivo gli utenti hanno iniziato a sfruttare diverse piattaforme per guadagnare soldi online: una delle più redditizie è sicuramente Pinterest.

Questa particolare piattaforma funge da motore di ricerca per immagini e contenuti digitali e permette di condividere link, salvare i contenuti di “board” e condividerli con il proprio pubblico. Nata nel 2010, vanta 442 milioni di utenti attivi in tutto il mondo con un’età media compresa fra i 18 ed i 44 anni (74%) e 144 milioni di prodotti caricati, secondo il report Findstack1.

In questa guida andremo a scoprire quali sono i metodi e le strategie più efficaci per guadagnare con Pinterest: dalle affiliazioni alle collaborazioni con le aziende, dalla promozione di siti web o blog fino alla vendita di prodotti online.

Guadagnare con Pinterest nel 2024: idee e consigli

ModalitàDescrizione
Guadagnare con le affiliazioniContatta aziende o siti di e-commerce (come Amazon o e-Bay) per ottenere delle commissioni sulle vendite che riuscirai a spingere
Pubblicizza i tuoi prodotti o serviziUtilizza Pinterest per promuovere la tua attività, il tuo brand, i tuoi prodotti o per far conoscere i servizi che offri
Collabora con aziendeContatta delle aziende per avviare delle collaborazioni e sponsorizza i prodotti per ottenere un compenso economico
Offri servizi di consulenza o coaching onlinePuoi utilizzare Pinterest per offrire corsi, consulenze o coaching online in determinati ambiti sui quali ti ritieni più preparato
Genera traffico verso un sito o un blogPuoi utilizzare Pinterest per spingere gli utenti e il traffico verso il tuo sito web o il tuo blog

Pinterest è una piattaforma che vanta 265 milioni di utenti mensili attivi che inseriscono le immagini o che interagiscono con i contenuti digitali pubblicati da altre persone e rappresenta quindi un’ottima piattaforma per guadagnare qualche compenso extra.

Per esempio, se hai un sito web o un blog e intendi promuovere i tuoi contenuti, Pinterest è sicuramente una delle piattaforme più adatte allo scopo: dovrai seguire alcuni principi SEO e sfruttare le “chiamate all’azione” per attrarre nuovi lettori e aumentare il traffico verso il tuo sito. Puoi utilizzare lo stesso metodo per incrementare le vendite online di un brand o un’azienda di tua proprietà.

Anche le collaborazioni con aziende sono una fonte di guadagno interessante su Pinterest: puoi contattare le realtà che preferisci o che più si avvicinano alla tua personalità o attendere di essere contattato da queste ultime; puoi anche guadagnare dalle commissioni attraverso le affiliazioni.

soldo business

Come funziona Pinterest e come creare un account

guadagnare con pinterest

La prima cosa da capire nel momento in cui ci si iscrive a Pinterest è il funzionamento di questa piattaforma, che viene utilizzata moltissimo dalle imprese o dai brand per promuovere i propri prodotti e raggiungere un pubblico ampissimo. Infatti, le opportunità di guadagno su Pinterest sono parecchie, basta solo saper utilizzare al meglio tutte le sue funzionalità.

Per comprendere il funzionamento possiamo analizzare il nome di questa piattaforma: Pinterest si può dividere in “Pin” (dal verbo to pin), ovvero appuntare; e “Interest“, che significa interessi. In pratica possiamo appuntare o segnare qualcosa che ci interessa all’interno di lavagne virtuali suddivise per categorie.

Pinterest permette infatti di creare dei “pin”, ovvero delle immagini o video con collegamenti a siti web esterni: se quindi possiedi un tuo blog o un sito web personale, questa potrebbe essere la migliore soluzione per aumentare il traffico.

Puoi decidere di salvare i contenuti che più ti interessano, oppure di condividerli per diffonderli più rapidamente nella tua community.

Come creare un account aziendale per monetizzare

Devi sapere però che per iniziare a guadagnare su Pinterest dovrai attivare un account aziendale che ti permetterà di accedere anche alle Analytics del profilo: il procedimento è gratuito, ma ricorda che prima dovrai aver raggiunto un certo seguito per ottenere risultati migliori.

Per monetizzare il tuo account devi seguire pochi semplici passaggi che ti permetteranno di accedere a funzionalità “speciali” per migliorare la sponsorizzazione e promozione di prodotti o servizi:

  1. clicca sul nome del tuo profilo e vai su “Impostazioni“;
  2. seleziona “Gestione dell’account“, poi “Passa a un account per aziende” e clicca su “Converti account“;
  3. infine clicca su “Esegui l’upgrade” per completare l’operazione.

Quanto si guadagna con Pinterest

Vendere su Pinterest è gratis, in quanto non sono previste commissioni o costi aggiuntivi di servizio: infatti, anche l’attivazione dell’account aziendale è gratuita.

Se ti stai chiedendo quanto si può guadagnare sfruttando Pinterest Ads o creando Pin sponsorizzati per promuovere un brand o un servizio in particolare, puoi considerare questi due indicatori:

  • CPC (costo per clic) compreso tra circa $0,10 e $1,50;
  • CPM (costo per 1.000 impressioni) può variare tra $2,00 e $5,00.
soldo business

Guadagnare con Pinterest tramite affiliazioni e collaborazioni

Uno dei metodi più efficaci per guadagnare su Pinterest consiste nelle affiliazioni con i siti web di e-commerce: attraverso la pubblicazione di immagini evocative, infatti, è più semplice attrarre l’attenzione degli utenti e spingerli ad acquistare il prodotto che stai sponsorizzando.

Aderire a un programma di affiliazione è assolutamente gratuito e ne esistono davvero tantissimi sul web: il più famoso, certamente, è quello di Amazon, che permette agli affiliati di ottenere commissioni variabili dell’1% al 12% sui prodotti sponsorizzati.

Ciò che dovrai fare è richiedere un link di affiliazione da inserire nelle immagini e da caricare su Pinterest: a questo punto, gli utenti interessati al prodotto potranno acquistare cliccando sul link senza nemmeno uscire dalla piattaforma e tu otterrai una commissione per ogni acquisto.

Un’altra possibilità di guadagno deriva dalla sponsorizzazione di prodotti di aziende con le quali hai instaurato una collaborazione: in questo caso ti verrà chiesto di realizzare delle “Pin Idea” per promuovere dei prodotti (utilizzando la dicitura “adv”) e ricordando di taggare il brand per il quale stai effettuando la sponsorizzazione.

Questa è una soluzione ben più remunerativa della precedente (il compenso può variare in base agli accordi), ma che richiedere un seguito maggiore da parte degli account business.

Altri metodi per guadagnare con Pinterest

guadagnare con pinterest

Come abbiamo accennato all’inizio, esistono molte altre strategie per guadagnare su Pinterest: per esempio, se hai un blog o un sito web puoi spingere gli utenti in quella direzione, facendo tuoi i principi della SEO e la famosa “call to action”. Dovrai creare dei contenuti accattivanti, i cui link andranno inseriti nelle immagini da pubblicare su Pinterest: con la strategia migliore, otterrai ottimi risultati.

Ci sono poi le consulenze o il coaching online, che possono riguardare numerosi ambiti: dalla tecnologia al digitale, dall’economia al marketing, fino alle strategie per incrementare i guadagni online.

Vendere i propri corsi è ormai una pratica diffusa sul web, ma l’importante è fornire informazioni di valore e accrescere le conoscenze e le competenze di chi si iscrive ai tuoi coaching, per guadagnare la fiducia dei tuoi clienti.

Infine, puoi sempre vendere prodotti digitali su Pinterest, per esempio un e-book, un libro o un modello grafico: sfruttando le immagini hai buone possibilità per attrarre nuovi clienti.

soldo business

Vendita di prodotti su Pinterest: serve la Partita Iva?

Se hai deciso di iniziare a guadagnare su Pinterest vendendo prodotti online, ricorda che dovrai aprire la partita Iva e rispettare alcune condizioni per non incorrere in sanzioni.

Come abbiamo visto, per aprire un account aziendale su Pinterest non è necessario avere la partita Iva, ma quest’ultima diviene obbligatoria nel momento in cui inizi a volgere un’attività professionale, commerciale o artigianale in modo abituale, stabile e in maniera organizzata.

Per questo tipo di attività e con un fatturato superiore a 5.000 euro all’anno, oltre alla partita Iva è necessario anche procedere al versamento dei contributi all’INPS.

Guadagnare con Pinterest – Domande frequenti

Come si guadagna con Pinterest?

Esistono diversi modi per monetizzare l’account e guadagnare con Pinterest: per esempio puoi attivare delle collaborazioni o delle affiliazioni, puoi vendere immagini o sfruttare l’applicazione per migliorare le tue vendite online e spingere gli utenti verso un blog o un sito aziendale.

Quanto costa pubblicare su Pinterest per un’azienda?

Il passaggio all’account aziendale è completamente gratuito e utilizzando le giuste strategie puoi aspettarti un CPC (costo per clic) compreso tra $0,10 e $1,50, mentre il CPM (costo per 1.000 impressioni) può oscillare tra $2,00 e $5,00. Scopri qui come guadagnare.

Come fare pubblicità su Pinterest senza la partita Iva?

Puoi configurare un account aziendale senza indicare il numero di partita IVA, ma dovrai confermare che il tuo account ha scopi commerciali. Qualora l’attività commerciale diventasse continuativa e regolare nel tempo, dovrai aprire la partita Iva per non incorrere in sanzioni.

  1. “The Ultimate List of Pinterest Statistics for 2024”, Findstack, findstack.com ↩︎
Autore
Foto dell'autore

Laura Pellegrini

Giornalista e content editor

Dopo la Laurea in Comunicazione e Società, ho iniziato la carriera da freelance collaborando con diverse realtà editoriali. Ho scritto alcuni e-book sui bonus e ad oggi mi occupo della redazione di articoli di economia, risparmio e lavoro.

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.