Social card: come funziona e prospettive contro il caro benzina

La social card è una carta messa a disposizione delle famiglie contro il caro prezzi: ecco come funziona e come accedervi.

di Valeria Oggero

Adv

social card caro benzina
  • Con l’aumento del prezzo dei carburanti, il governo ha studiato alcuni provvedimenti rivolti da un lato alle famiglie economicamente svantaggiate e dall’altro lato al settore dell’autotrasporto.
  • Per chi è in una situazione economica svantaggiata è arrivata la Social Card.
  • La social card, ovvero la Carta Dedicata a Te, ospiterà anche il bonus benzina appena confermato dal Decreto Energia.

I prezzi della benzina, e più in generale di tutti i carburanti, stanno ancora salendo, e in alcune zone d’Italia, soprattutto in autostrada, superano i due euro al litro. Fare il pieno di benzina oggi è più dispendioso, e gli italiani stanno affrontando questi rincari insieme al caro prezzi che ha coinvolto altri prodotti, inclusi i generi alimentari.

Nel frattempo il recente Decreto Energia ha confermato l’arrivo di un bonus benzina, che verrà accreditato sulla social card, ovvero sulla Carta Dedicata a Te. Questa carta esiste già da tempo e va a sostenere gli acquisti di prodotti di prima necessità di chi si trova in svantaggio economico. Ma vediamo come funziona nel dettaglio e a cosa serve.

Social card da 380 euro: come funziona

La Carta Dedicata a Te è una iniziativa del governo per sostenere le persone che si trovano in maggiore difficoltà economica, e al suo interno sono caricati circa 380 euro (più precisamente, si tratta di 382,50 euro). Va evidenziato che questa carta è utilizzata esclusivamente per l’acquisto di beni di prima necessità, ovvero prodotti alimentari.

Secondo le recenti indiscrezioni e le conferme arrivate con il Decreto Energia, la social card conterrà anche il bonus benzina, ovvero un sostegno aggiuntivo per acquistare carburante, introdotto a causa dei recenti rincari.

Questa social card attualmente può essere utilizzata solamente nei negozi abilitati a Mastercard, è gratuita, e ha il funzionamento similare a quello di una qualsiasi carta di pagamento elettronica. Va ricordato che per poterla utilizzare è necessario che il primo pagamento sia stato effettuato entro lo scorso 15 settembre 2023: in caso contrario questa carta non è valida.

L’erogazione di circa 380 euro è una tantum, ovvero non si tratta di un versamento ricorrente come può essere ad esempio quello previsto da altri sostegni.

finom business

Social card 2023: quali sono i requisiti per accedere

La social card è rivolta a chi si trova in difficoltà economica, e anche in questo caso, come accade per diversi sostegni, è necessario che sia individuata una soglia ISEE, in questo caso inferiore a 15.000 euro. I beneficiari devono essere residenti nel territorio italiano, ovvero il secondo requisito prevede l’iscrizione all’Anagrafe della Popolazione Residente.

Per erogare questa carta quindi è importante la condizione economica di tutto il nucleo familiare, in base alla DSU presentata (la Dichiarazione Sostitutiva Unica). Per assegnare queste carte inoltre, viene stilata una graduatoria, per cui viene data priorità alle famiglie che hanno componenti di età più giovane, ovvero le famiglie con figli piccoli.

Un requisito da non sottovalutare riguarda l’attivazione della carta, ovvero il primo acquisto: possono continuare ad utilizzare la carta coloro che hanno effettuato un primo pagamento entro il 15 settembre 2023. Coloro che stanno utilizzando la carta, possono visualizzare il credito rimasto presso uno sportello ATM di Poste Italiane.

Come richiedere la social card

aumenti benzina social card

Facciamo chiarezza su una questione importante: come richiedere la social card? Attorno a questo punto va evidenziato che non è possibile chiedere direttamente la social card, ovvero il cittadino non può presentare un’apposita domanda.

Sono infatti i Comuni, insieme all’INPS, a individuare i beneficiari della carta, in base all’ISEE presentato dalle famiglie, e chi attualmente dispone della carta è stato contattato direttamente dall’ente previdenziale o dal Comune.

Attualmente quindi non è possibile richiedere una social card, inoltre, chi non ha effettuato un acquisto entro metà settembre, perde il diritto al contributo. Ad ogni carta viene associato quindi un PIN, ovvero un codice personale segreto. Inoltre non è possibile procedere con il deposito di contanti su questa carta, e non è consentito neanche prelevare.

La carta va infatti utilizzata esclusivamente presso i negozi che aderiscono al circuito Mastercard, per accedere agli sconti in base al credito. La carta si può utilizzare presso i negozi che vendono generi alimentari, tuttavia è possibile ricevere anche sconti ulteriori del 15% presso la grande distribuzione organizzata per ciò che riguarda i marchi aderenti all’iniziativa.

edenred ticket restaurant

Cos’è la social card benzina

Intorno alla possibilità di utilizzare la social card anche per il pagamento dei carburanti, il recente Decreto Energia ha confermato l’arrivo di un bonus benzina specifico rivolto a chi si trova in difficoltà economica. Questo vuol dire che la Carta Dedicata a Te potrà essere caricata anche con questo ulteriore sostegno.

La social card per i carburanti potrebbe arrivare già per la fine di settembre o nel mese di ottobre 2023, tuttavia la misura potrebbe tornare ogni tre mesi. Al momento la cifra stabilita per questo sostegno è di 80 euro, tuttavia si attendono disposizioni specifiche.

La social card quindi potrebbe presto ospitare una erogazione aggiuntiva specifica per acquistare carburanti di varie tipologie, dalla benzina al diesel, al metano o al Gpl. Attualmente sono 1,3 milioni le famiglie italiane ad avere questa carta, per cui il recente Decreto Energia va a destinare ulteriori 100 milioni di euro per il bonus benzina.

Social card – Domande frequenti

Cos’è la social card per i carburanti?

La social card, ovvero la Carta Dedicata a Te, è rivolta alle famiglie che si trovano in difficoltà economica, ed è una carta su cui verrà garantito anche il bonus benzina.

Come si può richiedere la social card?

La social card, ovvero la Carta Dedicata a Te, non può essere richiesta, ovvero sono i Comuni o l’INPS a stabilire chi la può ricevere. Scopri qui come funziona.

Quale sarà l’importo della social card per i carburanti?

L’importo potrebbe essere di 150 euro trimestrali, da erogare in base all’ISEE dei nuclei familiari più a disagio economico. Per il momento ancora nulla è stato deciso in modo definitivo.

Autore
Giornalista pubblicista, laureata in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Torino, da sempre sono appassionata di scrittura. Dopo alcune esperienze all'estero, ho deciso di approfondire tematiche inerenti la fiscalità nazionale relativa alle persone fisiche ed alle Partite Iva. La curiosità mi ha portato a collaborare con agenzie web e testate e a conoscere realtà anche diversissime tra loro, lavorando come copywriter e editor freelancer.

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.