Idee imprenditoriali: i migliori business del 2023

Per avviare una nuova attività è necessario individuare le migliori idee imprenditoriali, analizzando il mercato e le esigenze dei consumatori. Leggi quali sono i migliori business su cui investire nel 2023.

di Ilenia Albanese

Adv

Idee imprenditoriali
  • Le migliori idee imprenditoriali sono quelle che stanno vivendo una crescita nel mercato.
  • Tra le migliori idee imprenditoriali ci sono le attività nel digitale e che utilizzano nuove tecnologie.
  • Per avviare una nuova attività è necessario seguire un iter burocratico, come l’apertura della Partita Iva, e sostenere un investimento per affrontare i costi di avviamento.

Gli aspiranti imprenditori per individuare le idee imprenditoriali migliori devono tenere d’occhio le tendenze del mercato, le nuove mode, ma anche avere la capacità di anticiparle. In questo modo riusciranno a puntare sulle idee vincenti e, di conseguenza, più redditizie.

Per avviare una nuova attività è importante individuare un’esigenza del mercato e proporre un modo per soddisfarla. Di conseguenza, trovare un’esigenza insoddisfatta e un mercato di riferimento, significa aver individuato un’idea imprenditoriale vincente. Di seguito abbiamo elencato alcune delle migliori idee imprenditoriali su cui conviene investire oggi.

Fotografia aerea

Negli ultimi dieci anni la domanda di fotografia aerea è salita a livelli mai visti. Oggi sono sempre di più infatti, le pubblicità, i video, i documentari o persino i contenuti social che prevedono riprese o immagini da altezze elevate.

Quindi, se si hanno le capacità e le conoscenze necessarie per pilotare un drone, avviare un’attività di fotografia aerea può rappresentare un’ottima idea.

Ricordiamo che per poter pilotare un drone di peso uguale o superiore ai 250 grammi è richiesto il possesso di:

  • patentino (Attestato A1-A3 Categoria Open);
  • un’assicurazione;
  • immatricolazione del drone.

Invece, per i droni che pesano meno di 250 grammi, pur non essendo necessario il patentino, è obbligatorio rispettare alcuni requisiti, che sono:

  • avere almeno 16 anni;
  • registrare il drone sul portale d-flight se il drone è dotato di telecamera o dispositivo registrazione audio;
  • assicurazione.

Oggi acquistare un drone è un investimento, e si può iniziare anche con droni economici, a partire dai 50 euro circa, per fare pratica per poi arrivare a modelli più professionali, che possono costare anche diverse migliaia di euro.

Gli esperti di fotografia aerea sono molto richiesti per i matrimoni, ma anche da parte di produttori di film e musica e altro ancora.

Fotografia aerea

Creazione e vendita di temi per siti online

Chi ha buone capacità di programmazione ed è particolarmente bravo nello sviluppo front-end, puo costruire un’attività creando e vendendo temi di siti Web online.

Oggi i siti utilizzano temi preimpostati, sviluppati da esperti. Si tratta di una vera e propria struttura, a livello di grafica e disposizione di contenuti, da utilizzare per sviluppare un sito internet in modo semplice. Per questo è possibile creare temi per WordPress e venderli su siti come Themeforest.

Inoltre, per chi ha una conoscenza limitata di WordPress è possibile creare nuovi temi anche utilizzando Bootstrap, CSS, HTML e JavaScript e poi pubblicarli su GetBootstrap.

Ad oggi i siti web sono sempre più richiesti, e vendere temi per la loro creazione può essere un ottimo business digitale.

Attività di gestione delle proprietà

La professione del gestore immobiliare, o Property Manager, consiste nella gestione di un immobile per conto dei proprietari in modo da preservarne e aumentarne il valore.

L’attività di gestione immobiliare è molto richiesta dai proprietari di immobili che non hanno il tempo di gestire le loro proprietà sparse per la città, e hanno bisogno di qualcuno di cui fidarsi per riscuotere gli affitti, riparare cose rotte e gestire in generale le questioni burocratiche e pratiche.

Attorno alla gestione degli immobili infatti ci sono molteplici adempimenti burocratici e fiscali da rispettare, e può diventare un vero e proprio lavoro.

Aprire un’agenzia di web design

Creare siti web oggi è diventato ancora più semplice grazie a software come WordPress e Wix. Gli appassionati di progettazione che sanno usare WordPress hanno l’opportunità di avviare un’attività di web design.

Il web designer può lavorare sia come freelance che in un’agenzia, e trovando il giusto numero di clienti si può facilmente passare da lavoratore autonomo ad agenzia assumendo altri web designer, avviando una vera e propria impresa con dipendenti.

Ma non bisogna fermarsi solamente al web design. Per avere maggiore successo è importante offrire anche ulteriori servizi, come quelli legati alla SEO, alla grafica o al copywriting.

Il vantaggio di questo tipo di attività è che può avere costi molto ridotti lavorando full-remote sia da freelance che come società o impresa con dipendenti. La chiave del successo in questo settore è avere una solida presenza online.

Affiliate marketing

L’affiliate marketing, o marketing di affiliazione, sta vivendo un’enorme crescita negli ultimi anni grazie alla crescente importanza dei social network come Instagram, TikTok e Facebook.

Si tratta di un’attività che può partire come un semplice impiego secondario per arrotondare ma può anche diventare un’attività molto redditizia.

Il funzionamento di questo tipo di attività è molto semplice. Basta individuare un prodotto fisico o digitale da promuovere, indirizzare il traffico verso quel prodotto e invitare all’acquisto. Ogni volta che quel prodotto viene venduto, l’affiliato guadagna una commissione.

Alcuni programmi di affiliazione sono particolarmente redditizi, ed è possibile scegliere di aprire uno spazio web, anche tramite social, in cui promuovere prodotti di una specifica categoria o nicchia di mercato.

Editor video

YouTube è il secondo motore di ricerca più grande subito dopo Google. Ciò spiega quanto sia diventato importante oggi saper creare e editare i video.

Avviare un’attività di editor video rappresenta, quindi, un’ottima idea imprenditoriale per gli appassionati di tecnologia, di editing di video e di immagini.

Per avviare un’attività di video editor o videomaker è necessario avere una conoscenza approfondita dei programmi per il video editing, ma anche conoscere gli strumenti da utilizzare, ed essere degli appassionati del settore della fotografia e del cinema.

Infine, nel caso in cui si voglia procedere alla creazione di video in modo indipendente, è necessario impiegare un piccolo investimento iniziale per l’acquisto di tutta la tecnologia necessaria a svolgere delle buone riprese, e per corsi di formazione.

Creare video

Aprire un e-commerce

Grazie a Internet, vendere è più facile che mai, e oggi tutti possono avviare un’attività di successo in modo semplice avviando un negozio e-commerce. Un’attività di e-commerce può essere estremamente redditizia, e può anche richiedere un investimento minimo iniziale.

Oggi sono disponibili tantissime piattaforme ottime per aprire un’e-commerce, come  WooCommerce, Shopify, Oberlo e così via. Si tratta di strumenti con cui è facile avviare una attività di vendita online di questo tipo senza dover impiegare grossi investimenti iniziali.

Per avviare questo tipo di attività bisogna, inoltre, scegliere un provider di hosting e individuare il prodotto giusto da vendere. Ma soprattutto, per vendere online è essenziale investire nella pubblicità online.

A questo scopo, può essere utile seguire dei corsi di formazione di web marketing, o farsi affiancare da esperti in questo ambito. L’obiettivo è creare delle strategie che comprendano un piano di comunicazione, l’utilizzo dei social e degli strumenti del web per migliorare la visibilità dei prodotti.

Amazon FBA

Sempre a proposito di e-commerce, Fulfillment by Amazon, anche noto come Amazon FBA, è una delle migliori idee imprenditoriali su piccola scala. Per iniziare a vendere prodotti con questo metodo, come per un classico e-commerce, è necessario aprire la Partita Iva.

Il primo passo è quello di scegliere i prodotti da vendere, acquistarli e inviarli ai magazzini di Amazon. Se i prodotti superano il test di qualità di Amazon, questi verranno caricati online.

Quando i clienti effettuano un ordine per questi prodotti, Amazon si occuperà dell’imballaggio e della consegna. Inoltre, anche i pagamenti e i resi vengono gestiti automaticamente. Sono molte le attività che hanno un negozio fisico, ma che hanno comunque scelto di aprire anche un negozio online, utilizzando prima di tutto il servizio Amazon.

Avviare un Bed & Breakfast

Chi ha una seconda casa inutilizzata può pensare di sfruttarla per avviare una vera e propria attività, come aprire un Bed & Breakfast.

Avviare un B&B comporta una serie di adempimenti burocratici e in alcuni casi non è neanche previsto l’obbligo di Partita Iva, rendendo questo tipo di attività imprenditoriale meno impegnativa rispetto ad altre dal punto di vista burocratico e fiscale.

Tuttavia, per avviare un’attività di successo è importante investire per rendere l’appartamento o l’unità abitativa di qualità per mettere a proprio agio gli ospiti.

Per poter aprire un B&B bisogna recarsi al SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive) del Comune di competenza e compilare la modulistica per dichiarare l’inizio dell’attività, o SCIA. Bisogna, inoltre, fornire al Comune una fotocopia della Carta d’Identità, la planimetria dell’abitazione, il contratto d’affitto o di proprietà e l’assicurazione stipulata.

Per questo tipo di attività non è necessario essere proprietari di un immobile, e quindi acquistarlo. Infatti, può essere sufficiente affittarlo e chiedere i dovuti consensi al proprietario per rendere la struttura un B&B. Risulta poi necessario informarsi, anche con un buon commercialista, sull’aspetto fiscale della gestione di una attività di questo tipo.

Aprire un asilo nido privato

Per chi ha un certo talento nell’accudire i bambini e le capacità adeguate, aprire un asilo nido privato potrebbe essere l’idea imprenditoriale perfetta, e rappresenta un’opportunità di business.

L’asilo nido è un servizio rivolto ai bambini di età compresa fra i 3 mesi e i 3 anni, di conseguenza bisogna rispettare requisiti e limiti importanti.

Infatti, l’asilo nido deve offrire un percorso di crescita e di formazione, deve essere in grado di accogliere e stimolare bambini, permettendo loro di stabilire nuovi legami e scoprire nuove realtà.

Per avviare questo tipo di attività è necessario:

  • aprire la Partita Iva;
  • iscriversi al Registro delle Imprese;
  • richiedere il permesso per esporre l’insegna;
  • inviare la SCIA al Comune di competenza;
  • ottenere il nullaosta dall’Asl;
  • ottenere le necessarie autorizzazioni;
  • aprire le posizioni INPS e INAIL.

Si tratta di un procedimento burocratico piuttosto lungo, ma è un’idea imprenditoriale molto redditizia. Per avviare questo tipo di attività non è richiesto il possesso di una laurea, ma solamente del diploma di indirizzo socio-psico-pedagogico.

Servizi di fotografia per e-commerce

Le foto accattivanti hanno il potere di convincere l’utente ad acquistare un prodotto o un servizio; diversamente, se un e-commerce o un sito non presentano delle adeguate immagini rischiano di non ottenere il numero di vendite sperate.

Per scattare fotografie per e-commerce non basta  mettere un paio di scarpe o una borsa davanti all’obiettivo e fare una foto, ma c’è bisogno di specifiche competenze e conoscenze. Infatti, spesso dietro alle immagini delle schede prodotto di un e-commerce si nasconde una vera strategia di comunicazione, fatta da professionisti.

Avviare un’attività specializzata in fotografia per e-commerce rappresenta un’ottima idea imprenditoriale e la nuova frontiera del mestiere del fotografo, come libero professionista o collaboratore di uno studio di comunicazione.

La fotografia pubblicitaria e commerciale oggi è sempre più richiesta proprio per l’aumento dei siti web e delle pagine Facebook e Instagram che si dedicano alla vendita di prodotti e di servizi.

I brand e le aziende, di grandi o di piccole dimensione, fanno grande ricorso alle immagini per promuovere e pubblicizzare al meglio i loro prodotti o servizi. Quindi, gli appassionati di fotografia che investono nella giusta attrezzatura possono avviare un’attività di successo sfruttando il proprio hobby.

Fotografia per l’e-commerce

Data Analyst

La gestione dei dati sta avendo un’importanza crescente, e avviare un’attività di Data Analyst è un’ottima idea imprenditoriale. L’analista dei dati si occupa di sintetizzare informazioni utili a chi prende le decisioni in ambito aziendale.

In genere la figura del data analyst è prevista all’interno dell’azienda e quindi assunta come dipendente, tuttavia ci sono anche professionisti che preferiscono lavorare come freelance. In questo caso è necessario aprire la Partita Iva oltre ad avere le necessarie competenze.

Si consiglia di rivolgersi ad un commercialista esperto per seguire tutti gli adempimenti burocratici e fiscali intorno alla gestione della Partita Iva come freelance.

Aprire uno spazio coworking

Il coworking oggi è sempre più diffuso anche in Italia, e rappresenta un’ottima idea di business. Si tratta di una modalità di lavoro basata sulla condivisione di spazi comuni da parte di liberi professionisti.

Per aprire uno spazio di coworking è necessario acquistare o affittare uno spazio, arredarlo con arredamento da ufficio con più postazioni e stanze, dotare lo spazio di una buona connessione ad internet e investire nella pubblicità.

Per quanto riguarda gli aspetti burocratici, invece, è necessario:

  • aprire la Partita Iva;
  • inviare la SCIA al Comune di riferimento;
  • effettuare l’iscrizione alla Camera di Commercio;
  • ottenere i permessi dall’Asl;
  • aprire le posizioni all’INPS e all’INAIL.

Anche in questo caso, trattandosi di un’attività imprenditoriale a tutti gli effetti, è consigliato rivolgersi ad un commercialista esperto per la gestione della contabilità e della parte fiscale.

Idee imprenditoriali – Domande frequenti

Come trovare la giusta idea imprenditoriale?

Per trovare la giusta idea imprenditoriale è necessario individuare un’esigenza e trovare un modo per soddisfarla, analizzando il mercato e i suoi bisogni. Leggi quali sono le migliori idee imprenditoriali del 2023.

Quanti soldi ci vogliono per aprire un attività?

Per avviare un’attività, di qualunque tipologia si tratti, è necessario disporre di un budget iniziale che può andare da circa 1.000 euro fino anche a superare i 50.000 euro.

Cosa è necessario per avviare un’impresa?

Per avviare una nuova impresa è necessario aprire la Partita Iva, iscriversi al Registro delle Imprese,  inviare l’avviso di inizio attività al comune di riferimento, aprire le posizioni INPS e INAIL e in caso di dipendenti.

Autore
Foto dell'autore

Ilenia Albanese

Esperta di finanza personale e lavoro digitale

Copywriter specializzata nel settore della finanza personale, con esperienza pluriennale nella creazione di contenuti per aiutare i consumatori e i risparmiatori a gestire le proprie finanze.

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.