Credito di imposta gasolio: ecco come richiederlo

Per sostenere le imprese che hanno affrontato un aumento dei costi del carburante, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha stanziato dei fondi riconosciuti sotto forma di credito di imposta. Ecco come richiedere il credito di imposta per il gasolio.

revisione a cura di Giovanni EmmiDottore CommercialistaSu PartitaIva.it ci impegniamo al massimo per garantire informazioni accurate. Gli articoli vengono costantemente revisionati da professionisti del settore.

Adv

credito di imposta gasolio
  • A partire dall’11 settembre 2023 è attiva la piattaforma per richiedere il credito di imposta gasolio.
  • Il credito d’imposta è rivolto ad autotrasportatori di merci per conto proprio ed è previsto dal decreto “Aiuti-ter”.
  • Il credito d’imposta gasolio è un contributo straordinario che varia in base al tipo di trasporto effettuato.

Il decreto Aiuti-ter aveva previsto l’introduzione del cosiddetto credito di imposta gasolio. Si tratta di un contributo straordinario rivolto agli autotrasportatori di merci al fine di mitigare gli  effetti economici derivanti dagli aumenti dei prezzi dei carburanti.

Ulteriori novità sono, infine, giunte dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che, con tre diversi comunicati, ha reso note le modalità per usufruire del credito d’imposta. Ma vediamo nel dettaglio tutte le informazioni da conoscere per poter richiedere il credito d’imposta per il gasolio.

Credito di imposta gasolio: chi può richiederlo

Il comunicato pubblicato in Gazzetta Ufficiale dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti chiarisce che il credito di imposta gasolio è riconosciuto a favore delle imprese che hanno la sede legale o stabile organizzazione in Italia, che siano anche iscritte al Registro elettronico nazionale (R.E.N.), che effettuano servizi di trasporto su strada.

In particolare, il credito di imposta può essere richiesto dai soggetti che si occupano di:

  • autotrasporto per conto proprio;
  • autotrasporto per conto terzi;
  • trasporto di persone su strada.

Per ogni tipologia di trasporto è previsto un diverso ammontare del credito.

1. Autotrasporto per conto proprio

Con il decreto-legge 144/2022 sono stati stanziati 85 milioni di euro da destinare alle imprese di autotrasporto di merci in conto proprio.

I fondi andranno a finanziare i contributi straordinari erogati sotto forma di credito d’imposta. Per le imprese che si occupano di autotrasporto per conto proprio il credito d’imposta è riconosciuto nella misura massima del 28% sulla spesa che è stata sostenuta per il gasolio nel primo trimestre del 2022.

I veicoli devono essere di categoria euro V o superiore, di massa complessiva pari o superiore a 7,5 tonnellate. Il credito riconosciuto è calcolato al netto dell’imposta sul valore aggiunto. Di conseguenza, è necessario presentare le fatture d’acquisto di carburante relative al periodo stabilito.

2. Autotrasporto per conto terzi

Con la Legge di Bilancio 2023 sono stati stanziati 200 milioni di euro destinati alle imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi.

Tali fondi andranno a finanziare i contributi straordinari erogati sotto forma di credito d’imposta fino ad un massimo del 12% delle spese sostenute per l’acquisto di gasolio nel secondo trimestre 2022. Si tratta anche in questo caso di un aiuto erogato a causa dell’aumento di prezzo del carburante.

3. Trasporto di persone su strada

Con il decreto-legge 144/2022 sono stati stanziati 15 milioni di euro da destinare alle imprese di trasporto di persone su strada. Tale contributo straordinario, sotto forma di credito d’imposta, è riconosciuto nella misura massima dal 12% della spesa sostenuta per l’acquisto di gasolio nel secondo semestre del 2022.

Anche in questo caso la domanda di accesso a contributo va presentata telematicamente, presentando tutti i documenti di spesa, ovvero le fatture inerenti i costi sostenuti.

pleo business

Credito di imposta gasolio: quando si può richiedere

credito di imposta gasolio richiesta

A partire dalle 15.00 del giorno 11 settembre 2023 è attiva la piattaforma informatica su cui i beneficiari possono effettuare la richiesta per il credito d’imposta.

Per le imprese di autotrasporti per conto proprio la piattaforma chiuderà alle ore 23.59 del giorno 29 settembre.

Per le imprese che si occupano di autotrasporti per conto terzi, la piattaforma aprirà alle ore 15:00 del 18 settembre 2023 e rimarrà aperta fino alle ore 23.59 del giorno 6 ottobre.

Invece, per le imprese di trasporto di persone su strada la piattaforma aprirà alle ore 15:00 del giorno 14 settembre 2023. La piattaforma rimarrà aperta fino alle ore 23.59 del giorno 4 ottobre.

Come richiedere il credito d’imposta gasolio

Per effettuare la richiesta del credito d’imposta per il gasolio, i titolari delle imprese di autotrasporto devono seguire una specifica procedura illustrata all’interno dei comunicati pubblicato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. La procedura presenta alcune differenze in base all’impresa che effettua la richiesta, come abbiamo indicato qui di seguito.

1. Richiesta imprese di autotrasporto per conto proprio

Per le imprese che si occupano di autotrasporto per conto proprio, la richiesta deve essere effettuata nella piattaforma a predisposta dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli effettuando l’accesso o dal legale rappresentante dell’impresa tramite una delle seguenti alternative:

Dopo la fase di autenticazione, per effettuare la richiesta del contributo occorre inserire l’istanza certificando il possesso della licenza per il trasporto di merci in conto proprio. Occorre, poi, inserire due file: “file fattura” e “file targa”.

Per i file fatture occorre indicare:

  • identificativo SDI fattura;
  • tipo di fattura (CARB/NO CARB);
  • importo complessivo della fattura al lordo dell’IVA;
  • importo a rimborso al lordo dell’IVA.

Invece, per il file targa bisogna inserire:

  • identificativo SDI fattura;
  • targa del veicolo che rispetta i requisiti della norma, riforniti con il gasolio acquistato con la fattura indicata;
  • contratto di noleggio: no;
  • codice paese automezzo: IT.

2. Richiesta imprese di autotrasporto per conto terzi

credito di imposta gasolio richiesta online

Le imprese di autotrasporto per conto terzi devono, anche loro, accedere alla piattaforma sopraindicata tramite SPID, CNS o CIE da parte del legale rappresentante.

Qui devono, poi, selezionare il soggetto per cui intende operare, se come sé stesso (per le ditte individuali) o per le aziende di cui è rappresentante legale o incaricato.

Anche in questo caso per inserire una nuova istanza occorre allegare i due file, file fattura e file targa. Il file fattura è lo stesso di quello previsto per le imprese di autotrasporto per conto proprio, mentre il file targa deve essere compilato inserendo:

  • identificativo SDI fattura;
  • targa del veicolo che rispetta i requisiti della norma, riforniti con il gasolio acquistato con la fattura indicata;
  • contratto di noleggio: sì o no;
  • codice paese automezzo.

3. Richiesta imprese di trasporto di persone su strada

Le imprese di trasporto di persone su strada possono richiedere il contributo straordinario sulla piattaforma a partire dalla data indicata nel paragrafo dedicato.

Il legale rappresentante dovrà accedere creando una nuova istanza, allegando due files: file targa e file fattura. Per i file fattura andranno indicati:

  • identificativo SDI fattura;
  • tipo fattura (CARB/NO CARB);
  • importo complessivo della fattura al lordo dell’IVA;
  • importo a rimborso al lordo dell’IVA.

Invece, per il file targa occorre inserire:

  • identificativo SDI fattura;
  • targa del veicolo che rispetta i requisiti della norma, riforniti con il gasolio acquistato con la fattura indicata;
  • contratto di noleggio: no;
  • codice paese automezzo: IT.

Credito di imposta gasolio – Domande frequenti

Cos’è il credito di imposta gasolio?

Il credito di imposta gasolio è un contributo straordinario riconosciuto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a favore delle imprese di autotrasporti e trasporti di persone per sostenere gli aumenti dei costi del carburante.

Come si richiede il credito di imposta gasolio?

Per richiedere il credito di imposta gasolio bisogna accedere alla piattaforma a partire dall’11 settembre (dal 14 per le imprese di trasporto di persone) e allegare due file: file targa e file fattura.

Da quando si può richiedere il credito di imposta gasolio?

Le imprese di autotrasporto per conto proprio possono effettuare la richiesta dalle 15.00 del giorno 11 settembre alle 23.59 del 29 settembre, quelle di autotrasporto per conto di terzi dal 18 settembre al 6 ottobre, mentre le imprese di trasporto di persone dal 14 settembre al 4 ottobre.

Autore
Foto dell'autore

Ilenia Albanese

Esperta di finanza personale e lavoro digitale

Copywriter specializzata nel settore della finanza personale, con esperienza pluriennale nella creazione di contenuti per aiutare i consumatori e i risparmiatori a gestire le proprie finanze.
Fact-Checked
dottore commercialista giovanni emmi
Giovanni Emmi
Dottore Commercialista
Revisione al 12 Settembre 2023
Commercialista dal 🧗🏾‍♀️secondo millennio, innovatore professionale nel terzo millennio🏃🏾‍♂️. Il futuro della professione del commercialista nel mio ultimo libro "dalla società alla rete tra professionisti".

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.