Istat, 7 imprese su 10 adottano pratiche sostenibili. Dati 2023 e prospettive

La sostenibilità arriva in sette aziende su dieci. I maggiori investimenti vengono effettuati dalle grandi imprese.

di Pierpaolo Molinengo

Adv

  • Le aziende investono sempre di più in sostenibilità;
  • Al centro degli investimenti ci sono il welfare e la sicurezza sul posto di lavoro;
  • Si agevolano i lavoratori anche attraverso lo smart working.

Le aziende italiane puntano alla sostenibilità, che diventa un vero e proprio must per la maggior parte di loro. Sette imprese manifatturiere su dieci, stando ai dati pubblicati dall’Istat nel report “Pratiche sostenibili delle imprese a giugno 2023 e le prospettive per il biennio 2023-2025”, hanno avviato delle pratiche sostenibili. 

Nel corso del mese di giugno 2023, si stima che almeno il 69% delle imprese che operano nel campo manifatturiero abbia intrapreso un’azione sostenibile. All’interno di queste, almeno il 56,2% ha adottato delle azioni di tutela ambientale ed il 60,9% di responsabilità sociale.

La sostenibilità arriva in azienda

Sicuramente la sostenibilità è una delle nuove sfide che deve affrontare la maggior parte delle aziende, grandi e piccole che siano. Nella maggior parte dei casi questo si traduce in investimenti ed iniziative a favore dei propri dipendenti, per rendere loro più agevole il lavoro.

Welfare aziendale, smart working e la sicurezza sul posto del lavoro sono i temi centrali sui quali ruota la sostenibilità aziendale e gli investimenti effettuati dalle imprese.

La sostenibilità, in molti casi, si traduce in servizi riservati ai dipendenti (welfare aziendale) o in modalità di svolgimento del lavoro più vicino alle loro necessità.

A questo tipo di investimenti sembrano essere interessate trasversalmente un po’ tutte le aziende, anche se con numeri diversi. Ricordiamo che uno degli obiettivi della Commissione Europea è quello sviluppare e sostenere gli investimenti in progetti sostenibili che favoriscano l’integrazione dei criteri ambientali, sociali e di governance nella gestione dei rischi, tenendo in considerazione anche il fattore tempo.

revolut business

La sostenibilità: i risultati

I risultati, ai fini pratici, si stanno facendo sentire. Almeno sette imprese manifatturiere su dieci hanno intrapreso delle pratiche di sostenibilità. A giugno 2023 l’Istat stima che almeno il 69% delle imprese manifatturiere abbia intrapreso delle azioni di sostenibilità.

Tra queste almeno:

  • il 60,9% ha avviato delle iniziative di sostenibilità sociale;
  • il 39% ha effettuato delle azioni di sostenibilità economica.

L’impegno in questo senso è trasversale, anche se le aziende che stanno investendo maggiormente in azioni di sostenibilità sono le grandi imprese (90,9%). Per quanto riguarda le imprese di minori dimensioni la percentuale scende al 46,7%.

pratiche sostenibili imprese manifatturiere

I settori economici più sensibili alla sostenibilità

Ma quali sono i settori economici che risultano essere più sensibili alle azioni di sostenibilità? Secondo i dati in possesso dell’Istat ad investire maggiormente sono chi opera nei seguenti segmenti:

  • fabbricazione di coke e prodotti petroliferi: 90,5% delle imprese;
  • farmaceutica: 88,2%;
  • fabbricazione dei mezzi di trasporto: 85,7%;
  • metallurgia: 57%;
  • altre industrie: 62,6%.
revolut business

La sicurezza nei luoghi di lavoro e il welfare aziendale

Tra le aziende che puntano alla sostenibilità, molte guardano anche alla sicurezza dei posti di lavoro e al welfare aziendale.

Sempre a giugno 2023, tra le imprese che svolge delle azioni di sostenibilità, il 60,9%  – che corrisponde al 42% del totale – hanno svolto anche delle azioni sociali. Le iniziative che sono state intraprese in questo senso sono:

  • azioni per aumentare la sicurezza nei luoghi di lavoro: 53,1% delle imprese che fanno sostenibilità sociale;
  • azioni per aumentare la sicurezza dei processi produttivi: 42,8%;
  • misure a favore del welfare aziendale: 37,8%;
  • smart working: 34,3%;
  • orari flessibili di lavoro: 32,6%;
  • promozione dello sviluppo professionale: 31,6%.

Aumenta l’impegno nella sostenibilità

Nel periodo 2023-2025 l’Istat stima – sulla base di quanto hanno dichiarato le imprese – un aumento dell’impegno delle attività di sostenibilità sociale, che coinvolgerà il 65,1% delle imprese manifatturiere che sono impegnate nella sostenibilità.

Tra le iniziative messe avviate ci sono:

  • la sicurezza sul lavoro: 56,1%;
  • la sicurezza dei processi produttivi: 47,4%;
  • welfare aziendale: 40,1%;
  • smart working: 32,8%.
nordvpn

Welfare aziendale: le più attive sono le grandi imprese

Sicuramente dalla loro parte hanno i numeri più alti, ma quelle ad essere più attive nello smart working, nel welfare aziendale e nella sicurezza nei luoghi di lavoro sono le grandi imprese.

Le imprese dei servizi che svolgono delle attività di sostenibilità, nel corso del mese di giugno 2023, puntano principalmente. 

  • alla sicurezza dei luoghi di lavoro: 46,2%;
  • al welfare aziendale: 38,8%;
  • smart working: 38%.

Come abbiamo accennato in precedenza le grandi imprese risultano essere molto più attive rispetto alle piccole e alle medie imprese in tutte le attività di sostenibilità sociale. Soprattutto quando si parla di smart working (80,5%), di welfare aziendale (77,8%) e di sicurezza dei luoghi di lavoro (76,3%).

Sostenibilità aziendale – FAQ

Quali solo gli investimenti che effettuano le aziende per essere più sostenibili?

Stando agli ultimi dati Istat, le imprese in Italia puntano principalmente a migliorare la sicurezza nei posti di lavoro e al welfare aziendale.

Vengono effettuati anche degli investimenti per lo smart working?

Laddove è possibile si cerca di promuovere il lavoro agile, per facilitare l’attività dei dipendenti.

Quali sono le aziende che investono di più in sostenibilità?

A farlo sono principalmente le grandi aziende. Ma anche l’impegno delle altre non è da meno.

Autore
Foto dell'autore

Pierpaolo Molinengo

Giornalista

Ho una laurea in materie letterarie. Ho iniziato ad occuparmi di Economia fin dal 2002, concentrandomi dapprima sul mercato immobiliare, sul fisco e i mutui, per poi allargare i miei interessi ai mercati emergenti ed ai rapporti Usa-Russia. Scrivo di attualità, tasse, diritto, economia e finanza.

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.