Modello Intrastat 2024: come funziona, scadenze, limiti e novità

Il Modello Intrastat è una documentazione obbligatoria per le aziende che effettuano operazioni intracomunitarie. Leggi la guida per sapere chi deve presentarlo, quali sono le scadenze da rispettare e i limiti.

di Ilenia Albanese

Revisione a cura di Giovanni EmmiDottore CommercialistaSu PartitaIva.it ci impegniamo al massimo per garantire informazioni accurate. Gli articoli vengono costantemente revisionati da professionisti del settore.

Adv

  • Il modello Intrastat è un documento che riporta tutte le informazioni sulle operazioni intracomunitarie di acquisto o di vendita di beni e servizi avvenuti nel mese o nel trimestre di riferimento.
  • La scadenza del modello Intrastat è il 25 del mese successivo al trimestre o al mese di riferimento.
  • Il modello documenta tutte le operazioni di acquisto o vendita avvenute nel periodo di riferimento tra soggetti passivi Iva residenti in due Paesi UE differenti.

Le aziende che acquistano o vendono prodotti o servizi in ambito intracomunitario sono tenute a presentare il modello Intrastat.

Si tratta di una dichiarazione che riporta il dettaglio di tutte le operazioni effettuate entro il mese o il trimestre tra soggetti passivi Iva che risiedono in diversi Paesi dell’Unione Europea.

Tale modello deve essere presentato il 25 del mese successivo al periodo di riferimento, che può essere mensile o trimestrale. La cadenza della presentazione del modello dipende dal volume delle transazioni.

Cos’è il modello Intrastat

Con il termine “sistema Intrastat” si fa riferimento all’insieme delle procedure che permettono all’Agenzia delle Dogane di effettuare:

  • un controllo fiscale degli scambi intracomunitari di beni e di servizi effettuati dagli operatori nazionali con il resto della comunità europea;
  • le statistiche sullo scambio di beni effettuati dagli operatori nazionali con il resto della comunità europea.

Per questo le Autorità degli Stati membri hanno adottato, attraverso le apposite direttive comunitarie, delle norme che stabiliscono nel dettaglio tutti gli aspetti fiscali e statistici relativi all’invio del modello.

Il modello Intrastat, o elenco Intrastat, consente quindi all’Agenzia delle Dogane di monitorare gli scambi commerciali tra operatori intracomunitari.

L’obbligo di presentare il modello è stato introdotto nel 1993, a seguito dell’abolizione delle barriere doganali tra gli Stati appartenenti alla Comunità Europea.

Come funziona il modello Intrastat 2024

Le operazioni intracomunitarie da presentare nel modello possono essere di due tipi:

  • cessioni ed acquisti di beni intracomunitari;
  • prestazioni generiche di servizi da o verso operatori intracomunitari.

Il modello Intrastat è composto da due elenchi:

  • Intra 1: per beni venduti e servizi resi;
  • Intra 2: per beni acquistati e servizi ricevuti.

Per presentare il modello Intrastat 2024 si può scegliere tra tre diverse modalità:

  • utilizzando il software o l’applicazione Intr@web, scaricabili sul portale dell’Agenzia delle Dogane;
  • attraverso i servizi telematici Fisconline o Entratel tramite Agenzia delle Entrate, solamente per gli utenti abilitati;
  • tramite intermediario.
modello Intrastat 2023 fac simile

Modello Intrastat 2024: chi è obbligato a presentarlo

Secondo l’ordinamento vigente, hanno l’obbligo di presentare il modello Intrastat i soggetti passivi Iva che effettuano operazioni intracomunitarie. Si tratta, quindi, di società, imprese individuali e liberi professionisti, indipendentemente dalla forma giuridica scelta, dall’inquadramento e dal regime fiscale adottato.

Tuttavia, ci sono alcune eccezioni. Ad esempio, per le Partite Iva con regime fiscale forfettario, il modello Intrastat deve documentare solamente le operazioni intracomunitarie in entrata.

In più, ricordiamo che le aziende che svolgono operazioni con Partita Iva intracomunitaria sono tenute ad iscriversi all’archivio VIES, o VAT information exchange system.

Per l’omessa presentazione del modello Intrastat le società, i professionisti e le ditte individuali rischiano una sanzione che va dai 500 ai 1.000 euro. Invece, per la presentazione tardiva dell’elenco, entro i 30 giorni dalla scadenza, la sanzione è ridotta del 15%.

Modello Intrastat 2024: scadenze

La presentazione del modello Intrastat è uno degli adempimenti che le aziende sono obbligate a rispettare, con specifiche scadenze.

Con la conversione in legge del Dl. n. 73/2022 (Legge n. 122/2022), la scadenza è il 25 del mese successivo del periodo di riferimento.

Quindi, quando va presentato? Per il 2024 il modello Intrastat va compilato entro le seguenti date:

  • ultimo trimestre 2023: 25 gennaio 2024;
  • Gennaio: 26 febbraio 2024;
  • Febbraio: 25 marzo 2024;
  • Marzo e 1° trimestre: 25 aprile 2024;
  • Aprile: 25 maggio 2024;
  • Maggio: 25 giugno 2024;
  • Giugno e 2° trimestre: 25 luglio 2024;
  • Luglio: 26 agosto 2024;
  • Agosto: 25 settembre 2024;
  • Settembre e 3° trimestre: 25 ottobre 2024;
  • Ottobre: 25 novembre 2024;
  • Novembre: 27 dicembre 2024;
  • Dicembre e 4° trimestre: 27 gennaio 2025.

Inoltre, le aziende tenute a presentare il modello a cadenza trimestrale di un solo elenco, possono scegliere di adottare la periodicità mensile per l’intero anno solare.

Agenzia ADM Modello Intrastat 2023

Modello Intrastat 2024: limiti

Società, liberi professionisti e ditte individuali sono tenuti a presentare il modello mensilmente entro le scadenze che abbiamo appena elencato.

Tuttavia, per le aziende che hanno effettuato operazioni intracomunitarie per un valore inferiore a 50.000 euro al mese nei 4 trimestri precedenti, la cadenza della presentazione del modello non è mensile, ma bensì trimestrale.

Ma, se un’azienda nel corso degli ultimi 4 trimestri supera almeno una volta la soglia dei 50.000 euro di cessioni merci (per cui è prevista la compilazione mensile), ma senza superare la soglia dei 100.000 euro in nessuno degli ultimi 4 trimestri, allora ha l’obbligo di presentazione mensile degli elenchi con obblighi ridotti.

Di conseguenza è tenuta a compilare la dichiarazione ogni mese inserendo, però, solamente le informazioni richieste ad un’azienda trimestrale.

Va ricordato che chi non invia correttamente il modello entro le scadenze può imbattersi in sanzioni in denaro. Si può rimediare chiedendo il ravvedimento operoso per mancata presentazione Intrastat e vedersi così ridotta la sanzione.

Anche chi lavora con una partita iva a regime fiscale forfettario può trovarsi nella situazione di dover presentare gli elenchi Intrastat aggiornati.

Modello Intrastat 2024 – Domande frequenti

Chi deve presentare il modello Intrastat 2024?

Devono presentare il modello Intrastat tutte le aziende che effettuano operazioni intracomunitarie di acquisto o vendita di beni e servizi tra soggetti passivi Iva residenti in due Stati membri differenti.

Chi è esonerato dall’Intrastat?

Non sono previsti esoneri dell’invio del modello Intrastat per aziende che effettuano operazioni intracomunitarie. Tuttavia, per le aziende che effettuano operazioni di valore inferiore a 50.000 euro non è previsto l’obbligo mensile di presentare il modello.

Quando si deve presentare il modello Intrastat?

Gli elenchi Intrastat devono essere presentati all’Agenzia delle Dogane in via telematica entro il giorno 25 del mese successivo al periodo di riferimento, mensile o trimestrale. Scopri tutte le scadenze del modello Intrastat.

Autore
Foto dell'autore

Ilenia Albanese

Esperta di finanza personale e lavoro digitale

Copywriter specializzata nel settore della finanza personale, con esperienza pluriennale nella creazione di contenuti per aiutare i consumatori e i risparmiatori a gestire le proprie finanze.
Fact-Checked
Avatar di Giovanni Emmi
Giovanni Emmi
Dottore Commercialista
Revisione al 23 Maggio 2024
Commercialista dal 🧗🏾‍♀️secondo millennio, innovatore professionale nel terzo millennio🏃🏾‍♂️. Il futuro della professione del commercialista nel mio ultimo libro "dalla società alla rete tra professionisti".

42 commenti su “Modello Intrastat 2024: come funziona, scadenze, limiti e novità”

  1. Buongiorno
    quindi sono cambiate rispetto allo scorso anno le soglie ?
    perchè io sapevo che per le CESSIONI il limite dei 50000 euro mensili
    per gli ACQUISTI il limite dei 350000
    per i SERVIZI RICEVUTI il limite di 100000
    con la presentazione trimestrale per gli acquisti non più obbligatoria ma facoltativa
    potrebbe fornire i riferimenti normativi di questi cambiamenti ?

    la ringrazio

    Rispondi
    • Buongiorno,
      l’articolo fa riferimento alle operazioni effettuate (cessioni) e non agli acquisti. Le soglie che indica per gli acquisti sono corrette e vigenti.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  2. Buongiorno,
    se la mia azienda dovesse superare la soglia degli acquisti intra comunitari di € 350.000 cosa devo fare in più della presentazione mensile?

    Rispondi
  3. Nel caso di “cessioni e acquisti di beni”: è obbligatorio riclassificare ogni documento indicando nomenclatura, peso e origine del prodotto?
    O è possibile comunicare solo gli importi?

    Rispondi
    • Buongiorno,
      nel caso presentazione dei modelli intrastat per cessione e per acquisto di beni, occorre riepilogare per ogni identificativo iva dell’operatore intracomunitario con cui si sono intrattenute operazioni commerciali nel periodo di riferimento, anche la tipologia (nomenclatura) del bene trasferito, il peso, l’origine e la destinazione.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
    • Buongiorno,
      l’ integrazione di un modello intrastat già trasmesso, può essere effettuata compilando nel successivo modello intrastat le apposite sezioni: 1) il modello intra 1-ter per le rettifiche di cessioni di beni; 2) il modello intra 1-quinquies per le rettifiche di prestazioni di servizio rese; 3) il modello intra 2-ter per le rettifiche di acquisti di beni; 4) il modello.intra 2-quinquies per le rettifiche di servizi ricevuti. Per le modalità di compilazione si rinvia a quanto contenuto nelle disposizioni fornite dall’ agenzia delle dogane.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  4. Buona sera,
    nel compilare gli intrastat gennaio 2024 per acquisti e rettifica acquisti, risulta scartato in quanto ”il periodo non deve essere superiore o uguale al periodo del frontespizio” e lo da nella sezione rettifiche acquisti.
    Grazie

    Rispondi
    • Buongiorno,
      la sezione rettifiche acquisti va compilata per rettificare acquisti già dichiarati nei precedenti modelli intrastat(fino a dicembre 2023.) Se la rettifica riguarda acquisti fatti nel mese di gennaio 2024 deve essere portata a riduzione delle operazioni dichiarate nell’ apposita sezione acquisti.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  5. Salve,

    L’intrastat va presentato per qualsiasi tipo di prestazioni estere? Sono insegnante online e fatturo ad una scuola in Europa. Sono forfettario e non applico l’IVA.

    Grazie

    Rispondi
    • Buongiorno,
      L’intrastat andrebbe presentato, sono escluse solo le prestazioni di servizi rientranti nell’ambito di applicazione degli art. 7-quater, quinquies, sexies, septies DPR 633/1972.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  6. Buongiorno
    cosa differenzia la tipologia di vendite > 20 milioni invio dati solo statistici oppure dati statistici/fiscali?
    Grazie mille

    Rispondi
    • Buongiorno,
      la differenza tra dati statistici e fiscali nell’intra consiste nella precisazione o meno del tipo di merce (nomenclatura combinata) e delle caratteristiche fisiche.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  7. Buongiorno,
    sono titolare forfettaria di partita iva e ho emesso fattura per prestazione di servizio verso un cliente polacco a gennaio.
    Ho l’obbligo di trasmettere modello intrastat?

    Rispondi
    • Buongiorno,
      in questo caso anche il forfettario dovrà presentare modello intrastat.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  8. Buon giorno,
    se un’azienda quindi non ha acquistato merce per un totale di euro 63.460+iva nel mese di gennaio 2024 deve presentare l’intra?

    Rispondi
    • Buongiorno,
      L’ obbligo di invio dei modelli intrastat acquisto beni (con periodicità mensile) si verifica qualora gli acquisti siano superiori a 350.000 euro.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  9. Buongiorno, ho un cliente Francese a cui fatturo la mia lavorazione, ma la merce la consegno in Tunisia e quindi fatturo art.8 A/B come esportazione. Ho qualche obbligo ai fini INTRASTAT?
    Grazie per la risposta.

    Rispondi
    • Buongiorno,
      in questo caso l’operazione non è una cessione intracomunitaria in quanto i beni non transitano da un paese UE ad un altro. Trattasi di operazione di esportazione. Pertanto non deve essere fatto modello intrastat.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  10. non riesco a presentare l’intrastat di gennaio 2024 perchè il sistema me lo respinge con il messaggio “”tracciato errato, cod. errore A, riga 1, campo 00”. Non riesco ad individuare dove possa essere l’errore e non so come fare.

    Rispondi
  11. Buongiorno,
    sono un agricoltore in regime speciale agricolo in contabilità semplificata (>7000 euro) e vendo beni in Francia: sono tenuto alla compilazione dell’Intrastat?

    Rispondi
  12. agente di commercio in regime forfetario che nel 2024 fattura ( fatturazione elettronica) provvigioni a cliente UE (Austria), importo mensile inferiore a €uro 5000,00; deve trasmettere modello intrastat? trimestrale?
    Grazie per la risposta

    Rispondi
    • Buongiorno,
      si ritiene che l’intrastat sia obbligatorio nel suo caso, con cadenza trimestrale.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  13. per una ditta che effettua acquisti da paesi cee per importo inferiori a 10000 vi e’ obbligo di presentazione del modello intrastat?

    Rispondi
  14. Buongiorno, un mio cliente effettua servizi per immatricolazione barche verso estero a clienti soprattutto privati. Le fatture vengono emesse con IVA. Come devo comportarmi con l’esterometro.

    Rispondi
  15. Buongiorno, ho un cliente Inglese (quindi extra CEE) a cui fatturo, mi ritirano loro la merce ma la consegna finale avviene in Olanda, quindi fatturo art.8 A/B come esportazione. Ho qualche obbligo ai fini INTRASTAT?
    Grazie per la risposta.

    Rispondi
    • Buongiorno,
      Se ha prova dell’ avvenuta esportazione con bolla doganale in uscita dall’ UE Può qualificarsi come esportazione. Se tuttavia ciò non accade, l’ operazione non può qualificarsi né come esportazione (mancanza presupposto oggettivo) né come cessione intracomunitaria (mancanza presupposto soggettivo) e pertanto l’operazione dovrebbe essere assoggettata ad iva italiana secondo aliquota di legge.
      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  16. Buongiorno,
    a febbraio ho superato il limite di € 100.000 per gli acquisti di servizi, a marzo non ho acquisti di servizi. Devo inviare l’elenco Intrastat? Grazie

    Rispondi
  17. Buongiorno,
    l’invio intrast per acquisto di beni è obbligatorio se non vi è il superamento del limite di €350.000 ?
    sono solo acquisti sporadici di poche centinaia di euro.

    Rispondi
  18. PER VERIFICARE SE UN CONTRIBUENTE MENSILE RESTA TALE SI FA SEMPRE RIFERIMENTO AL TRIMESTRE PRECEDENTE? O AL MESE PRECEDENTE?
    AD ESEMPIO:_UN MENSILE CHE NEL 4° TRIMESTRE 2023 HA SUPERATO LA SOGLIA DI 50.000,00 MA A GENNAIO, FEBBRAIO E MARZO 2024 NON LO SUPERA NE MENSILMENTE NE’ NELL’INTERO TRIMESTRE QUANDO DEVE PRESENTARE IL MODELLO INTRASTAT DEI MESI 2024?

    Rispondi
    • Buongiorno,
      Un contribuente presenta con periodicità mensile i modelli intrastat Se ” in almeno uno dei 4 trimestri precedenti l’importo delle cessioni è stato pari o superiore a 50.000 Euro” e conserverà tale periodicità fino a quando viene superata la condizione.
      Grazie per averci scritto

      Rispondi

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.