Linkedin per il business: strumenti e strategie per imprese e professionisti

Linkedin è un valido alleato per la promozione di un brand, un'impresa o un'attività professionale: ecco una serie di strumenti e strategie utili a aziende e professionisti.

di Valeria Oggero

Adv

Linkedin
  • Linkedin è un social media particolarmente utile per il mondo professionale e per le imprese.
  • Linkedin Business Manager è un nuovo strumento collegato al social che permette a imprese e liberi professionisti di gestire diversi aspetti promozionali e di marketing.
  • Gli strumenti di Linkedin sono particolarmente utili per i social media manager, ma anche per coloro che vogliono utilizzare questo social per promuovere da zero un’attività.

Linkedin ad oggi è uno dei principali social network utilizzati per il business, ovvero è la piattaforma ideale per lo scambio di contatti, per costruire una rete di collaborazioni e per avere una vetrina professionale in cui presentare la propria attività.

Recentemente Linkedin ha messo a disposizione anche Linkedin Business Manager, una piattaforma gratuita da cui è possibile gestire account, pagine e inserzioni attraverso il noto social. Questo strumento può facilmente essere utilizzato da social media manager in azienda oppure da professionisti autonomi per promuoversi e avviare azioni di marketing online.

La piattaforma si evolve continuamente, poiché di frequente vengono messe a disposizione nuove funzionalità integrate. Vediamo in questa guida di cosa si tratta e come funziona.

Perché utilizzare Linkedin per promuovere la propria attività

Linkedin è particolarmente utile nel caso in cui si voglia promuovere un’attività imprenditoriale, sia se si è un libero professionista, sia se si rappresenta un’impresa. Linkedin è il principale canale social dedicato al lavoro e alle collaborazioni tra professionisti, e offre diversi modi per promuoversi online.

Con Linkedin è possibile infatti pubblicare post su profili, pagine aziendali, creare inserzioni pubblicitarie, diventare content creator della piattaforma, offrendo contenuti innovativi. Inoltre, fare pubblicità, anche con l’aiuto della piattaforma Linkedin Business Manager, è una valida strategia di web marketing. Ecco cosa si può fare su Linkedin:

  • rivolgersi ad un pubblico specifico;
  • creare annunci personalizzati;
  • controllare le statistiche sull’andamento dei propri annunci;
  • condividere contenuti da diversi dispositivi;
  • contattare potenziali clienti o collaboratori con messaggi diretti;
  • pubblicare offerte di lavoro e ricerca di personale,
  • caricare un portfolio lavori;
  • trovare potenziali clienti;
  • attirare più persone a visitare un sito web.

Linkedin permette a professionisti e imprese di creare pagine specifiche per i contenuti che si intende trasmettere, ovvero:

  • pagine vetrina: per esporre servizi agli utenti;
  • pagine prodotto: per esporre prodotti in vendita online;
  • pagine carriera: ideale per trovare nuovi lavori o collaborazioni.

Promuovendo i singoli post è possibile raggiungere una platea maggiore di persone, proprio come accade con altri social network.

tot business

Come usare Linkedin per il business?

Linkedin mette a disposizione diversi strumenti adatti a sviluppare una strategia di web marketing, utili per trovare clienti e collegarsi ad altri professionisti. Ma come usare, nella pratica, questo social per incrementare un business?

Ad oggi su Linkedin ci sono almeno 830 milioni di utenti registrati e oltre 58 milioni di aziende. Questi numeri fanno pensare a quanto sia fertile il terreno di questo social per crescere il proprio business.

Il principale vantaggio di questo social è dato dalla possibilità di collegarsi ad altri contatti, da cui possono scaturire importanti collaborazioni o vendite. Per poter utilizzare al meglio questo strumento è essenziale prevederne un utilizzo quotidiano basato su: condivisioni di news interessanti di settore, condivisione di post mirati, creazione di un dialogo con i follower.

Generare contatti con Linkedin

L’uso di questo strumento deve andare in linea con la strategia di marketing e comunicazione più generale che si vuole adottare per il proprio brand, e può anche essere utilizzato insieme ad altri canali come il sito web, o altri social media.

Una delle funzionalità più interessanti riguarda la possibilità per altri utenti di confermare le competenze del professionista, o aggiungere particolari referenze, anche testuali. La reputazione su questo social diventa quindi di fondamentale importanza per un professionista o un’impresa.

Nella pratica, per sfruttare al meglio le potenzialità di questo strumento si consiglia di utilizzare diverse funzioni interne alla piattaforma, come le campagne pubblicitarie, o il Linkedin Business Manager.

Come usare Linkedin per promuovere un’azienda

Per costruire la propria presenza su Linkedin per un’azienda o un professionista, si possono utilizzare gli strumenti messi a disposizione dal social, e svolgere operazioni come:

  • creazione del profilo personale: questo strumento è importante soprattutto per i liberi professionisti, poiché è possibile inserire esperienze, competenze e skills tra le informazioni del profilo. Questa è la principale funzionalità usata anche dai lavoratori dipendenti per caricare un proprio CV online;
  • creazione della pagina aziendale: le aziende prediligono la creazione di pagine dedicate, in cui specificare quali sono i servizi proposti o i prodotti venduti, e creando contenuti testuali utili e coinvolgenti per gli utenti;
  • creare una community: per poter portare a dei risultati, la presenza su questo social deve poter creare una sorta di community, da ampliare con il tempo, ovvero il professionista o l’azienda si rivolgono ad un bacino di utenti specifico, interessato ai prodotti o ai servizi proposti. Nel marketing si parla anche di creare una strategia basata sul funnel, ovvero su persone interessate e che potenzialmente possono diventare clienti;
  • progettare campagne pubblicitarie: anche in questo social media, al pari di come accade in altri social noti, è possibile creare campagne pubblicitarie specifiche per sponsorizzare determinati servizi o prodotti. Conoscere gli utenti a cui ci si rivolge, con le preferenze e le caratteristiche, è importante per poter creare campagne mirate in cui l’investimento viene ripagato da un ritorno;
  • acquisizione di contatti: questo è il punto forte di Linkedin, perché qualsiasi professionista o impresa può muoversi in questa piattaforma invitando altri utenti a collegarsi, e instaurando diverse forme di collaborazione;
  • sviluppare il brand: al pari di altre piattaforme social, anche Linkedin offre ampia visibilità per sviluppare un brand, che si tratti di una nuova attività o di un’impresa già avviata. La creazione di contenuti specifici è importantissima per comunicare al meglio la propria offerta.

Le aziende possono scegliere quali strategie mettere in pratica, con il supporto di diversi strumenti interni al social, completamente gratuiti nell’utilizzo. Tra tutti, Linkedin Business Manager consiste in uno strumento che garantisce la gestione da un’unica dashboard delle diverse pagine e profili.

tot business

Cos’è Linkedin Business Manager

Nel 2022 il noto social network Linkedin ha lanciato il suo Linkedin Business Manager, una piattaforma gratuita che consente di accedere alla gestione di diversi aspetti da un’unica interfaccia. Si tratta di uno strumento utile a chi vuole gestire con maggiore semplicità account Linkedin, pagine, operazioni di web marketing.

Questo strumento fornisce anche una importante funzione di analisi delle statistiche, ovvero dei risultati ottenuti attraverso le diverse azioni di promozione. Per questo motivo è molto utile per chi decide di promuovere la propria attività attraverso questo social.

Si tratta di uno strumento recente, che tuttavia presenta periodicamente degli aggiornamenti alle funzionalità proposte, in linea con quanto accade già per altre piattaforme simili, come Facebook Business Manager.

Per poterlo utilizzare è sufficiente avere un account registrato sul social, ed è possibile affidare dalla piattaforma ruoli specifici ai diversi collaboratori che lo utilizzano.

Come funziona Linkedin Business Manager

Linkedin Business Manager fa parte delle diverse possibilità di utilizzo di questo social per azioni di marketing, e permette a chi lo usa di compiere alcune operazioni:

  • semplificare le azioni di marketing gestendo da un’unica interfaccia account, pagine, e tracciando l’utenza;
  • permette di collaborare con il team nella gestione del marketing, garantendo o negando l’accesso con un click;
  • permette di condividere l’audience a cui ci si rivolge da un account ad un altro;
  • accedere ai dati statistici sull’andamento delle operazioni di marketing sulla piattaforma.

La creazione di un account è piuttosto semplice, come vedremo tra poco. La piattaforma è molto utile per chi ha diversi account o profili professionali e aziendali, utilizza account pubblicitari per promuoversi, e desidera semplificarne la gestione.

Avere una panoramica generale di tutti gli account può essere utile ad esempio per comunicare lo stesso messaggio agli utenti a cui si rivolge ogni singola pagina o account, impostandolo una volta sola. Una volta effettuata la registrazione e l’accesso alla piattaforma, si possono poi aggiungere i diversi account pubblicitari e pagine per la gestione integrata.

Per utilizzare questo strumento non è necessario reimpostare account e pagine, né cambiare dati e informazioni sulla fatturazione per le campagne pubblicitarie, ma basta aggiungere la piattaforma.

Sul sito ufficiale, Linkedin mette a disposizione degli utenti diverse lezioni formative per l’utilizzo di questo strumento. Di seguito vediamo brevemente come funziona nella pratica la piattaforma, e come utilizzarla per compiere diverse operazioni.

Linkedin Business Manager come funziona la piattaforma

1. Accedere a Linkedin Business Manager

Per iniziare ad utilizzare questo strumento, si può accedere dal sito ufficiale Business.linkedin.com, inserendo tutte le informazioni che vengono richieste dalla piattaforma. Successivamente, è possibile dall’apposita sezione “persone” invitare collaboratori che possono unirsi alla piattaforma.

Per farlo è sufficiente avere a disposizione l’email dei collaboratori, e da qui è possibile assegnare diversi ruoli in base alle operazioni che potranno svolgere:

  • amministratore: ha l’accesso completo allo strumento, può aggiungere e rimuovere collaboratori, account pubblicitari e pagine, aggiungere partner, e effettuare operazioni sull’audience;
  • dipendente, con accesso limitato alle pagine o account pubblicitari per cui hanno l’autorizzazione;
  • collaboratore, con accesso ancora più limitato, a determinate operazioni.

La persona che riceve l’invito via e-mail a partecipare può poi accedere alla dashboard in base alle autorizzazioni affidate da chi gestisce la piattaforma. In questo modo è possibile incaricare persone diverse a svolgere determinate operazioni.

2. aggiungere account e pagine

Aggiungere gli account pubblicitari di cui si dispone e le pagine aziendali è possibile sia se sei proprietario della piattaforma, sia se non lo sei. Nel primo caso occorre usare l’ID dell’account pubblicitario, mentre nel secondo caso si usa il CSV.

Anche l’aggiunta delle pagine può avvenire sia se si gestisce in prima persona la piattaforma, sia se si tratta di un account di un’altra azienda (pensiamo ad esempio al caso in cui il professionista affida il marketing ad un’agenzia esterna).

Nel primo caso è sufficiente cliccare su “aggiungi pagina“, mentre nel secondo è necessario chiedere un’autorizzazione a chi ha l’amministrazione della piattaforma.

Allo stesso modo è sempre possibile escludere collaboratori dalla piattaforma, oppure togliere pagine in disuso o che non si intende gestire dal Linkedin Business Manager. Si può poi scegliere come gestire gli accessi alla piattaforma, per limitare l’accesso ad una determinata persona solamente ad alcuni account professionali o pagine.

3. Aggiungere partner

Linkedin Business Manager permette anche di aggiungere partner collegati alla propria piattaforma, ovvero altre aziende o altri professionisti con cui si collabora.

Esiste infatti una apposita sezione in cui inserire gli identificativi del partner, ovvero l’ID, che deve a sua volta essere provvisto di questa piattaforma e acconsentire all’aggiunta.

Da questa sezione particolare è possibile scegliere quale partner può avere accesso ad un determinato account pubblicitario o ad una pagina, e solo gli amministratori possono compiere queste operazioni.

4. Come utilizzare gli account pubblicitari

Una volta aggiunto un account pubblicitario in uso, è possibile darne accesso, come abbiamo visto, a collaboratori e partner. Dalla piattaforma è anche possibile modificare i ruoli per i singoli account pubblicitari e escludere persone dall’accesso.

Compiere queste azioni è piuttosto semplice, perché dalla piattaforma si può visualizzare l’elenco di tutti gli account collegati e di tutte le persone che ne hanno accesso. Tieni presente alcuni fattori:

  • ogni account pubblicitario può avere solamente un amministratore per la fatturazione;
  • coloro che hanno accesso agli account pubblicitari potrebbero non avere accesso alla fatturazione;
  • in alcuni casi l’account può essere disattivato.

5. Come gestire le pagine

Anche per la gestione delle pagine Linkedin è possibile sfruttare le potenzialità di Linkedin Business Manager, affidando ruoli precisi a determinate persone.

Si possono quindi aggiungere persone che hanno accesso alle modifiche delle singole pagine, limitare gli accessi o rimuovere una persona dalla gestione.

La piattaforma offre una visione unificata di tutte le pagine sotto forma di elenco, in modo da poter velocemente agire sui permessi.

Una funzione utile per chi pubblica contenuti per promuovere un’attività è quella che riguarda la pubblicazione di un messaggio in contemporanea su più pagine, per cui è possibile scegliere i canali di pubblicazione.

tot business

Come ottimizzare una pagina Linkedin

Per raggiungere gli utenti e scaturire interesse, una pagina aziendale o professionale deve essere ottimizzata al meglio: è importante in una prima fase inserire tutte le informazioni sull’attività, come i servizi proposti, il nome, le persone che ci lavorano, gli obiettivi, a chi si rivolge, qual è l’obiettivo del brand, dove si trova l’attività, se si può accedere ai servizi anche online.

Ottimizzare una pagina Linkedin vuol dire anche inserire contenuti accattivanti per il pubblico, che possano ad esempio rispondere alle domande frequenti di clienti e utenti, creando post mirati.

La parte grafica è altrettanto importante, per cui è necessario inserire il logo e l’immagine coordinata anche sulla copertina del profilo o della pagina utilizzati.

Inoltre, il tono con cui si comunica deve essere il più possibile vicino all’impresa e agli utenti, per cui si consiglia di scegliere un tono amichevole ma comunque professionale.

Per la creazione di post poi ci sono alcune liee guida da seguire utili per garantire una maggiore visibilità: usare immagini, link che rimandano a contenuti esterni come il sito, hashtag con parole chiave mirate, menzioni per altri utenti. Si possono poi aggiungere video, creare sondaggi, chiedere opinioni e registrare dirette.

Pubblicare regolarmente contenuti di qualità e interagire sulla piattaforma sono inoltre passaggi essenziali per essere presenti online e raggiungere gli utenti.

Quanto costa Linkedin per il business

Sviluppare una strategia di comunicazione online basata su Linkedin può avere costo zero oppure comportare un discreto investimento.

Tutto dipende dall’obiettivo del professionista o dell’azienda. In particolare, per i meno esperti è possibile avvicinarsi a questo social iniziando a creare un profilo o una pagina aziendale, ottenendo collegamenti e followers.

La sua gestione può avvenire in completa autonomia, e per le funzioni di base il social è completamente gratuito: creazione di un profilo o di una pagina, creazione di post, e così via.

Tuttavia è anche possibile avvalersi di un social media manager o un esperto di marketing che possano sviluppare una strategia di comunicazione mirata, oppure un copywriter in grado di scrivere articoli informativi utili alla promozione su questo canale.

Per chi invece vuole investire direttamente sulla piattaforma, è possibile stabilire un budget iniziale da impiegare per l’advertising, ovvero per fare pubblicità tramite campagne mirate su questo social. In questo senso si consiglia sempre l’appoggio da parte di un esperto di marketing, per non rischiare di perdere denaro e ottenere pochi risultati.

Pubblicità Linkedin
tot business

Strumenti Linkedin avanzati

Linkedin propone anche ulteriori strumenti, avanzati, che possono essere utilizzati da imprese e professionisti per implementare le strategie di marketing online. Si tratta, nello specifico, degli strumenti che abbiamo indicato nella seguente tabella.

StrumentoFunzione
Linkedin PremiumAccesso dietro pagamento, a funzionalità aggiuntive come:
– navigare senza limiti tra i profili;
– possibilità di inviare messaggi privati a tutti senza limiti;
– accesso alla piattaforma e-Learning Linkedin.
Sales NavigatorTool a pagamento, con prova gratuita, per accedere ad una profilazione
avanzata del target
Linkedin AdsGestione avanzata delle inserzioni, con l’impostazione del budget e
l’analisi dei report con i risultati delle campagne
Linkedin AnalyticsConsente agli amministratori di pagine aziendali di accedere a metriche specifiche
sulla visualizzazione dei contenuti e l’andamento di strategie di marketing
Linkedin RecruiterPermette di contattare candidati ideali per un lavoro, con filtri avanzati
Gruppi LinkedinPermettono maggiore condivisione e sono utili per la gestione delle community

Questi strumenti sono in parte gratuiti, in parte si possono provare gratuitamente per un periodo limitato, e altri invece sono a pagamento. Conviene pianificare un budget iniziale se si desidera investire in questi strumenti per sviluppare una strategia di marketing e migliorare la reputazione online.

I vantaggi di Linkedin per il business

Come abbiamo visto in questo articolo, sono diversi i vantaggi a cui possono accedere i professionisti e le imprese che scelgono Linkedin come canale di comunicazione e promozione. Vediamone qui alcuni:

  • accesso ad un pubblico online vasto rispetto a quello a cui ci si può rivolgere con il semplice passaparola;
  • possibilità di instaurare collaborazioni e trovare clienti online;
  • rimanere sempre aggiornati sulle novità di settore;
  • partecipare a gruppi tematici utili per la professione e confrontarsi con altri professionisti;
  • osservare da vicino i propri competitors;
  • aumentare la visibilità dei servizi proposti e trovare potenziali clienti;
  • utilizzare questo strumento in una più ampia strategia di web marketing;
  • creare un biglietto da visita, o portfolio, o curriculum digitale;
  • utilizzare uno strumento gratuito per la promozione.

Linkedin per il business – Domande frequenti

Come utilizzare Linkedin per il business?

Si può utilizzare Linkedin per il business in diversi modi: creando un profilo professionale, una pagina aziendale, creando campagne sponsorizzate e così via. Scopri qui tutte le strategie da impiegare.

Quali sono gli strumenti gratuiti di Linkedin per il business?

Una grande parte di strumenti forniti da Linkedin è gratuita: ecco cosa si può fare a costo zero.

Quali sono i vantaggi di usare Linkedin per il business?

Si può usare Linkedin per promuovere la propria attività di impresa o professione creando contenuti, collegandosi ad altri professionisti, analizzando i competitors e creando strategie di marketing online mirate.

Autore
Giornalista pubblicista, laureata in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Torino, da sempre sono appassionata di scrittura. Dopo alcune esperienze all'estero, ho deciso di approfondire tematiche inerenti la fiscalità nazionale relativa alle persone fisiche ed alle Partite Iva. La curiosità mi ha portato a collaborare con agenzie web e testate e a conoscere realtà anche diversissime tra loro, lavorando come copywriter e editor freelancer.

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.