Detassazione tredicesima e addio alla flat tax per i dipendenti: ultime novità fiscali

Con la riforma fiscale viene confermata la detassazione della tredicesima, e accantonata la flat tax incrementale per i dipendenti. Vediamo il dettaglio delle misure.

Adv

Detassazione tredicesima e flat tax
  • Arrivano alcune novità di tipo fiscale, che vanno ad inserirsi nella riforma prospettata dall’attuale governo.
  • Secondo le ultime decisioni viene cancellata l’ipotesi di una flat tax estesa ai dipendenti, presente nella bozza del testo originario della riforma del fisco.
  • Viene confermata l’intenzione di detassare le tredicesime dei lavoratori dipendenti, e i premi di produttività.

Arrivano ulteriori novità per quanto riguarda il testo della riforma fiscale: tra le diverse ipotesi emerse nelle ultime settimane, alcune vengono confermate mentre altre vengono del tutto accantonate. Per ciò che riguarda i lavoratori dipendenti in particolare, viene abbandonata l’idea di istituire una flat tax apposita.

Al contrario, viene confermata la volontà di intervenire con una detassazione della tredicesima mensilità, sempre per i lavoratori dipendenti, e dei premi di produttività, e nella misura sono inclusi anche gli straordinari.

La riforma fiscale interverrà anche sul lavoro autonomo, tramite un accantonamento dei maxi acconti di novembre, proponendo acconto e saldo in via rateale. Ulteriori ipotesi vengono introdotte per la riforma fiscale anche per le imprese, tuttavia i fondi a disposizione del governo per intervenire potrebbero non essere sufficienti.

Detassazione tredicesima con la riforma fiscale

Una delle misure più recenti proposte all’interno della riforma fiscale riguarda i lavoratori dipendenti, e si tratta di uno sgravio fiscale importante sulle erogazioni aggiuntive rispetto allo stipendio garantito per 12 mesi.

Al centro delle ultime novità c’è la detassazione della tredicesima mensilità, l’erogazione aggiuntiva allo stipendio che i lavoratori ricevono ogni anno nel periodo di Natale. Secondo una recente conferma, la detassazione alla tredicesima si farà, e sarà quindi una forma di agevolazione fiscale per i dipendenti.

L’idea di detassare la tredicesima è stata presentata piuttosto recentemente, come misura aggiuntiva rispetto alle prime bozze della riforma. Potrebbe tuttavia interessare una vasta platea di beneficiari. Insieme alla detassazione, con la riforma arriverebbero misure di sgravio fiscale anche su altri tipi di erogazioni ai dipendenti.

Una forma di risparmio sulle tasse sarebbe garantita anche sui premi di produttività e sugli straordinari. Ad oggi queste erogazioni aggiuntive vengono tassate allo stesso modo di come accade per le ore di lavoro ordinarie, per cui il governo intende agevolare i lavoratori, e i datori di lavoro, proponendo uno sgravio di questo tipo.

Secondo recenti conferme, queste forme di detassazione sarebbero incluse tra le misure della riforma fiscale, mentre altri interventi sono stati recentemente esclusi. Non è ancora chiaro come funzionerà l’imposta sostitutiva all’Irpef, che verrà applicata a queste somme aggiuntive.

riforma fiscale autonomi
hype business

Flat tax a lavoratori dipendenti esclusa dalla riforma fiscale

Una delle misure escluse dal testo originale della riforma fiscale è la flat tax incrementale, che era stata proposta inizialmente anche per i lavoratori dipendenti. L’intenzione del governo era quella di garantire anche ai lavoratori subordinati un trattamento fiscale di favore sui guadagni aggiuntivi, percepiti dai dipendenti.

Si trattava quindi di una flat tax con attivazione solamente per le somme guadagnate in aggiunta dal lavoratore rispetto agli anni precedenti, come è stato deciso per le Partite Iva. Questa flat tax avrebbe dovuto coinvolgere un discreto numero di lavoratori, con una percentuale di tassazione vantaggiosa al 15%.

Tuttavia la misura non è stata confermata, per cui non sarà presente all’interno della riforma fiscale. Il governo ha comunque dichiarato che non si tratta di un vero e proprio addio, perché questo intervento potrebbe essere preso in considerazione successivamente.

Per i lavoratori dipendenti quindi i prospetta l’introduzione di una detassazione su alcune erogazioni (tredicesima, straordinari, premi di produttività) e nessuna flat tax al 15%.

Interventi per le Partite Iva

La riforma fiscale contiene anche diversi interventi a favore delle Partite Iva, e dei lavoratori autonomi in generale. Secondo le ultime conferme, si intende proporre agli autonomi una misura che consente di pagare in modo più flessibile le imposte, in particolare per ciò che riguarda gli acconti.

Si parla di una cancellazione dei maxi acconti di novembre, con la garanzia della possibilità di suddividere in rate sia gli acconti che i saldi, ogni anno. La misura verrebbe introdotta nella riforma fiscale per consentire alle Partite Iva di non pagare imposte in anticipo.

Ma la riforma si rivolgerà anche alle imprese, per cui vengono introdotte nuove misure:

  • detassazione per le imprese dei costi per le nuove assunzioni;
  • global minimum tax per le imprese che mantengono gli utili all’interno dell’azienda, per cui si ipotizza una tassazione vantaggiosa al 15%;
  • nuovi controlli della Guardia di Finanza contro il gioco illegale;
  • eventuale riduzione della ritenuta di acconto.

Il governo attualmente sta valutando il possibile reperimento di fondi per poter intervenire con le nuove misure proposte per la riforma fiscale.

Detassazione tredicesima – Domande frequenti

Cosa prevede la detassazione ipotizzata con la riforma fiscale?

Si prevede che verranno detassate le tredicesime dei lavoratori dipendenti, i premi di produttività e gli straordinari. Scopri qui i dettagli.

Quando arriverà la riforma fiscale?

Si prevede che la riforma fiscale non arriverà prima del 2024. Il governo sta lavorando per trovare i fondi per mettere in campo tutte le misure.

Flat tax incrementale per dipendenti, si farà?

Secondo recenti conferme, la flat tax incrementale per i dipendenti non si farà, accantonata a favore di altre misure come la detassazione della tredicesima.

Autore
Giornalista pubblicista, laureata in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Torino, da sempre sono appassionata di scrittura. Dopo alcune esperienze all'estero, ho deciso di approfondire tematiche inerenti la fiscalità nazionale relativa alle persone fisiche ed alle Partite Iva. La curiosità mi ha portato a collaborare con agenzie web e testate e a conoscere realtà anche diversissime tra loro, lavorando come copywriter e editor freelancer.

2 risposte a “Detassazione tredicesima e addio alla flat tax per i dipendenti: ultime novità fiscali”

  1. Avatar Giuseppe
    Giuseppe

    Ciao Valeria, che tu sappia lo sgravio sulla tredicesima solo per i lavoratori dipendenti o anche pensionati? Grazie.

    1. Avatar Redazione Professionale
      Redazione Professionale

      Buonasera,
      non sembrerebbe essere prevista questa misura per i pensionati.

      Grazie per averci scritto

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.