Trattamento perdite di bilancio 2022: novità con il Decreto Milleproroghe

Per il trattamento delle perdite di bilancio 2022 si prevede una sterilizzazione della norma del Codice Civile, in base all'ultimo Decreto Milleproroghe. Ecco in cosa consiste e casistiche.

Adv

Trattamento perdite di bilancio
  • Il Codice Civile prevede che in caso di perdita nei bilanci di esercizio, la società deve ridurre il capitale sociale, in base alla situazione specifica.
  • Il Decreto Milleproroghe autorizza la sterilizzazione delle perdite di esercizio al 31 dicembre 2022.
  • La misura di sterilizzazione non esclude l’obbligo di informativa.

Il Codice Civile prevede generalmente che, nel caso di perdite nei bilanci di esercizio, le società devono intervenire con una riduzione del capitale sociale, in base a specifiche regole.

Tuttavia per quest’anno viene prorogata la misura, presente già per gli anni precedenti, per cui non è necessario applicare questi obblighi, secondo una norma già prevista per gli anni di esercizio 2020 e 2021, con la sospensione di questa normativa del Codice Civile.

La proroga è contenuta tra gli interventi dell’ultimo Decreto Milleproroghe. Rimangono comunque per l’assemblea della società alcuni obblighi di informativa, come vedremo tra poco nel dettaglio.

Trattamento perdite di bilancio: il Codice Civile

Secondo la normativa e le disposizioni del Codice Civile attuali, l’assemblea dei soci, in caso di perdita relativamente al bilancio, è obbligata a procedere tramite una precisa procedura. La società deve quindi provvedere a ridurre il capitale sociale in proporzione alle perdite accertate, per adeguare il valore nominale all’attuale minor valore del capitale reale.

Intorno alla perdita del capitale si presentano poi alcune situazioni distinte:

  • se la perdita è minore a un terzo del capitale sociale: la riduzione del capitale sociale è facoltativa;
  • se la perdita è maggiore di un terzo del capitale sociale, ma si mantiene al di sopra del minimo legale: la riduzione del capitale sociale è momentaneamente facoltativa, ovvero può essere rinviata all’esercizio successivo;
  • se la perdita è maggiore di un terzo del capitale sociale, ed è al di sotto del minimo legale, la riduzione del capitale sociale è obbligatoria, e la società può scegliere se ricapitalizzare, trasformare o liquidare la società.

Va tenuto presente che il capitale sociale da considerare in questi casi è solo quello sottoscritto, al netto delle eventuali riserve disponibili. Si applica l’assemblea ordinaria per la delibera perché si tratta di un obbligo di legge, secondo Codice Civile.

edenred ticket restaurant

Trattamento perdite di bilancio 2022: le proroghe

Per ciò che riguarda il trattamento delle perdite di bilancio delle società nel 2022, si applica una norma prevista per le perdite di bilancio del 2020 e 2021, per cui viene modificata la data al 31 dicembre 2022. Si tratta in particolare di disposizioni volute dall’ultimo Decreto Milleproroghe, che va a sospendere la normativa del Codice Civile con gli obblighi visti in precedenza.

Il decreto di fatto autorizza ad una sterilizzazione delle perdite emerse nell’esercizio alla data del 31 dicembre 2022. In base alla proroga quindi, le società possono decidere di affrontare il trattamento delle perdite di bilancio come visto prima entro il quinquennio successivo.

Le società quindi possono momentaneamente rimandare la decisione di procedere a ricapitalizzare, trasformare o liquidare la società.

Non sono applicate quindi le cause di scioglimento previste normalmente dal Codice Civile, e ci sarà più tempo per eventualmente ripianare la perdita, portandola ad un valore inferiore a un terzo del capitale sociale.

Scadenze per il trattamento delle perdite di bilancio

In base a quanto visto sopra, e alle conferme proposte dal Decreto Milleproroghe, le scadenze per agire sulle perdite di bilancio secondo Codice Civile sono le seguenti:

  • perdite 2020: entro il 2025;
  • perdite 2021: entro il 2026;
  • perdite 2022: entro il 2027.

Le nuove scadenze tuttavia non modificano ciò che riguarda gli obblighi di informativa previsti dal comma I dell’articolo 2446 c.c. e commi 1, 2, 3 dell’articolo 2482-bis c.c. Gli amministratori della società devono quindi procedere a convocare l’assemblea e produrre una relazione sulla situazione patrimoniale della società.

Per ciò che riguarda le perdite nell’esercizio 2022, devono essere indicate distintamente nella nota integrativa del bilancio di quest’anno, specificando negli appositi prospetti l’origine e le movimentazioni intervenute nell’esercizio.

Trattamento perdite di bilancio 2022 – Domande frequenti

Come sistemare un bilancio in perdita?

La società deve provvedere secondo Codice Civile a ridurre il capitale sociale in base alle perdite accertate. Tuttavia possono presentarsi diverse situazioni, come abbiamo indicato nell’articolo.

Come funziona il trattamento delle perdite di bilancio nel 2022?

Per le perdite di bilancio relative al 2022 viene confermata la sterilizzazione già applicata nel 2020 e nel 2021, grazie alle conferme del Decreto Milleproroghe.

Cosa succede se una Srl è in perdita?

L’amministratore deve convocare l’assemblea dei soci, e se la perdita è maggiore di un terzo del capitale sociale, ed è al di sotto del minimo legale, la riduzione del capitale sociale è obbligatoria, e la società può scegliere se ricapitalizzare, trasformare o liquidare la società.

Autore
Foto dell'autore

Giovanni Emmi

Dottore Commercialista

Commercialista dal 🧗🏾‍♀️secondo millennio, innovatore professionale nel terzo millennio🏃🏾‍♂️. Il futuro della professione del commercialista nel mio ultimo libro "dalla società alla rete tra professionisti".

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.