IMU sui terreni edificabili: esenzione per coltivatori diretti e imprenditori agricoli

Come si calcola l'IMU sui terreni edificabili? Ecco quali sono i parametri considerati e le categorie di terreni esenti dall'imposta.

revisione a cura di Giovanni EmmiDottore CommercialistaSu PartitaIva.it ci impegniamo al massimo per garantire informazioni accurate. Gli articoli vengono costantemente revisionati da professionisti del settore.

Adv

IMU sui terreni edificabili
  • L’IMU (Imposta Municipale Unica) è un’imposta introdotta in Italia nel 2012 per sostituire le tasse precedenti sugli immobili, e che si applica anche sui terreni edificabili.
  • Il calcolo dell’IMU sui terreni edificabili tiene conto di parametri come il reddito dominicale, l’indice di edificabilità e la zona del terreno.
  • Esistono anche categorie di terreni edificabili esenti dall’IMU, come quelli posseduti da coltivatori diretti, i terreni ubicati nelle Isole minori e quelli con vincoli che impediscono l’edificazione.

L’IMU (Imposta Municipale Unica) è un’imposta introdotta in Italia nel 2012, che ha sostituito le vecchie imposte sugli immobili come l’ICI (Imposta Comunale sugli Immobili) e l’Irpef.

Questa imposta si applica sugli immobili ad uso abitativo (ad eccezione della prima casa), sugli immobili ad uso commerciale e sui terreni edificabili.

In questo articolo, approfondiremo il calcolo dell’IMU sui terreni edificabili e analizzeremo le categorie di terreni esenti dall’imposta.

Parametri per il calcolo dell’IMU sui terreni edificabili

Nel calcolo dell’IMU (Imposta Municipale Unica) sui terreni edificabili, vengono presi in considerazione diversi parametri che influenzano la determinazione della base imponibile. Di seguito sono elencati i principali parametri che vengono valutati:

  • reddito dominicale: il reddito dominicale rappresenta il reddito teorico annuo che un terreno edificabile può produrre se utilizzato a fini produttivi o edificatori;
  • rivalutazione del reddito dominicale: il reddito dominicale viene rivalutato del 25% al fine di determinare la base imponibile dell’IMU;
  • indice di edificabilità: l’indice di edificabilità rappresenta il rapporto tra la superficie edificabile consentita e la superficie totale del terreno;
  • zona del terreno: la posizione del terreno in determinate zone geografiche può influenzare il calcolo dell’IMU.
  • destinazione d’uso del terreno;
  • oneri utili per adeguare il terreno: se sono necessari interventi o lavori per adeguare il terreno all’edificazione, gli oneri o i costi associati possono influire sul calcolo dell’IMU;
  • valore di mercato delle aree simili: Il valore di mercato delle aree simili può essere utilizzato come parametro di riferimento per determinare il valore del terreno edificabile.

È consigliabile consultare il regolamento comunale o l’ufficio tributi del proprio comune per ottenere informazioni precise sui parametri considerati nel calcolo dell’IMU, per i terreni edificabili, nella propria area.

nordvpn

Calcolo dell’IMU per i terreni edificabili

Il calcolo dell’IMU su un terreno edificabile parte dalla determinazione della base imponibile, che rappresenta l’ammontare su cui si calcola l’imposta in base all’aliquota applicata. Per calcolare la base imponibile di un terreno edificabile, si seguono determinate procedure.

La base imponibile per un terreno agricolo viene calcolata a partire dal reddito dominicale rivalutato del 25%, moltiplicato per 135.

Invece per le aree fabbricabili il calcolo è più complesso e aleatorio e dipende da diversi fattori che rendono necessario, spesso, l’intervento di un tecnico specializzato nel settore immobiliare.

Le aliquote IMU sono stabilite dai Comuni e possono variare a seconda della zona geografica e delle caratteristiche del terreno. Gli amministratori locali possono stabilire aliquote diverse per gli immobili ad uso abitativo, commerciale e per i terreni edificabili. La base imponibile è, sostanzialmente, il valore commerciale al 1° gennaio dell’anno di imposta. In alternativa dalla data dell’adozione degli strumenti urbanistici.

È importante consultare il regolamento comunale o contattare l’ufficio tributi del proprio Comune per conoscere l’aliquota specifica che si applica al terreno edificabile di interesse.

IMU sui terreni edificabili

Pagamento dell’IMU sui terreni edificabili

Il pagamento dell’IMU sui terreni edificabili avviene tramite il modello di pagamento unificato F24. Nel modulo F24, è necessario indicare il codice di tributo specifico per l’IMU, che è il codice 3916.

L’imposta IMU deve essere versata in due rate uguali, corrispondenti al 50% del totale. La prima rata scade il 16 giugno, mentre la seconda rata deve essere pagata entro il 16 dicembre.

È fondamentale rispettare le scadenze di pagamento per evitare eventuali sanzioni o interessi di mora.

nordvpn

Categorie di terreni edificabili esenti

Non tutti i terreni edificabili sono soggetti al pagamento dell’IMU. Esistono alcune categorie di terreni edificabili esenti dall’imposta. Vediamo quali sono:

  • terreni posseduti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli iscritti alla previdenza agricola, e sono comprese anche le società. Questa esenzione si applica quindi anche alle società agricole, che sono entità giuridiche costituite per l’esercizio di attività agricole;
  • terreni ubicati nei Comuni delle Isole minori: i terreni situati nei Comuni delle Isole minori sono esenti dall’IMU. Questa disposizione è stata introdotta per promuovere la tutela ambientale e lo sviluppo socio-economico delle isole minori;
  • terreni a destinazione agro silvo-pastorale: le zone a destinazione agro silvo-pastorale, solitamente presenti in aree collinari o pedecollinari, sono esenti dall’IMU. Queste zone sono strettamente connesse a particolari forme colturali, produzioni agricole e insediamenti antropici di rilievo;
  • terreni ubicati nelle zone montane o collinari: secondo la legge, i terreni agricoli o non coltivati ubicati nei comuni classificati come totalmente montani dall’Istituto nazionale di statistica (ISTAT) sono esenti dall’IMU. Questa esenzione mira a favorire lo sviluppo delle zone montane e a sostenere le attività agricole in queste aree;
  • terreni con vincolo che impedisce l’edificazione: i terreni edificabili soggetti a vincoli che impediscono l’edificazione sono esenti dall’IMU. Questi vincoli possono essere stabiliti in base a leggi o regolamenti specifici e richiedono l’approvazione di esperti per l’autorizzazione dell’edificazione.

È importante verificare attentamente le leggi e i regolamenti locali per determinare se un terreno edificabile rientra in una delle categorie esentate dall’IMU. In caso di dubbi, è consigliabile consultare l’ufficio tributi del proprio Comune.

In quali casi si paga la tassa sui terreni edificabili?

L’IMU (Imposta Municipale Unica) si applica ai terreni edificabili in determinati casi. Ecco quando si paga l’IMU sui terreni edificabili:

  • terreni edificabili di proprietà: se si è proprietari di un terreno edificabile, è necessario pagare l’IMU relativa a tale terreno. L’imposta viene calcolata in relazione alla base imponibile determinata in base al reddito dominicale rivalutato e all’aliquota comunale applicata;
  • titolari di diritto reale: se si possiede un diritto reale su un terreno edificabile, ad esempio attraverso un usufrutto, un’abitazione in proprietà divisa o un diritto di superficie, si è responsabili del pagamento dell’IMU relativa a quel terreno;
  • concessionari di aree demaniali: se si detiene una concessione di un terreno edificabile che appartiene al demanio, ad esempio un terreno costiero, si è tenuti al pagamento dell’IMU su tale terreno;
  • locatari in locazione finanziaria: se si è locatari di un terreno edificabile che è stato concesso in locazione finanziaria (leasing), si è responsabili del pagamento dell’IMU su quel terreno.

È importante tenere presente che l’occupante dell’immobile, ad esempio un inquilino, di solito non è tenuto a pagare direttamente l’IMU sui terreni edificabili. La responsabilità del pagamento spetta al proprietario o al titolare del diritto reale sul terreno.

Inoltre, è essenziale verificare le disposizioni specifiche del proprio Comune e le leggi fiscali vigenti, in quanto potrebbero esserci eccezioni o circostanze particolari che influenzano l’applicazione dell’IMU sui terreni edificabili nella propria area.

IMU sui terreni edificabili – Domande frequenti

Quanto costa l’IMU su un terreno edificabile?

Il costo dell’IMU su un terreno edificabile dipende dalla base imponibile determinata dal reddito dominicale rivalutato e dall’aliquota comunale applicata.

Quando non si paga l’IMU sui terreni edificabili?

Non si paga l’IMU sui terreni edificabili in determinati casi, come per i terreni posseduti da coltivatori diretti, quelli ubicati nelle Isole minori e quelli con vincoli che impediscono l’edificazione.

Cosa significa reddito dominicale?

Il reddito dominicale è il reddito teorico annuale che un terreno può produrre se utilizzato a fini produttivi o edificatori. Questo valore viene rivalutato del 25% per determinare il reddito dominicale rivalutato.

Autore
Classe 1994, immediatamente dopo gli studi ho scelto di intraprendere una carriera nel Project Management in ambito di progetti Erasmus+ per EPS. Questo mi ha portato ad approfondire in particolare le tematiche inerenti alla fiscalità delle PMI, anche se la mia area di expertise risulta oggi molto più ampia in questo ambito. Oggi sono copywriter freelance appassionata di scrittura e di innovazione per le piccole e medie imprese.
Fact-Checked
dottore commercialista giovanni emmi
Giovanni Emmi
Dottore Commercialista
Revisione al 5 Dicembre 2023
Commercialista dal 🧗🏾‍♀️secondo millennio, innovatore professionale nel terzo millennio🏃🏾‍♂️. Il futuro della professione del commercialista nel mio ultimo libro "dalla società alla rete tra professionisti".

10 risposte a “IMU sui terreni edificabili: esenzione per coltivatori diretti e imprenditori agricoli”

  1. Avatar Francesco Anzelmo
    Francesco Anzelmo

    Buonasera Francesca ho letto il suo articolo e avrei bisogno di aiuto.
    Vivo nel comune di Trani
    Pago un IMU da 10 anni per un terreno che il comune ha reso edificabile su cui però non posso edificare perchè facente parte di una tipizzazione a comparti creati dallo stesso comune in cui ci sono più proprietari (14) che per edificare devono presentare un unico progetto.
    Sono impiegato il terreno era un vigneto lasciato in eredità da mio suocero ora pago 6800 euro l’anno senza alcun ritorno economico, la prego mi risponda

    1. Avatar Redazione Professionale
      Redazione Professionale

      Buonasera,
      purtroppo è una situazione comune, può contattare un avvocato tributarista per stabilire una linea di condotta.

      Grazie per averci scritto

  2. Avatar Dario
    Dario

    Salve,
    Vorrei chiederle cortesemente un parere.
    Vivo nel comune di Velletri che da 10 mi richiede il pagamento Imu per un terreno edificabile che non raggiunge la dimensione minima per poter edificare e non ha terreni contigui vicini per poter unire le capacita edificatorie. Sul terreno c’è un’uliveto. In sostanza pago l’imu per un terreno edificabile che non è e non sara mai edificabile. Pensa che i possa in qualche modo evitare questo pagamento?
    Grazie anticipatamente per l’eventuale risposta.

    1. Avatar Redazione Professionale
      Redazione Professionale

      Buongiorno,
      a nostro avviso dovrebbe contattare un tecnico del settore edile per mettere in atto una strategia di variazione della destinazione del terreno, oppure chiedere lumi a un tributarista, tenendo sempre bene a mente che l’IMU sui terreni edificabile si paga sul valore del terreno (presunto) e non sul dato catastale (certo), che quindi può essere confutato. Il problema è più operativo che giuridico e un passaggio fondamentale è quello di capire come definire una linea di condotta compatibile con le richieste del Comune.

      Grazie per averci scritto

  3. Avatar Oreste
    Oreste

    Salve, vorrei chiederle cortesemente un parere.
    Per un terreno edificabile (zona B), utilizzato esclusivamente per uso agricolo e sul quale sono presenti alcune piante da frutto, si deve pagare l’IMU?

    1. Avatar Redazione
      Redazione

      Buongiorno, a questo link trova la risposta del nostro esperto: https://www.partitaiva.it/risposta/imu-su-area-edificabile-va-pagato/

  4. Avatar Ermes
    Ermes

    Buongiorno ho un terreno edificabile assieme a mio fratello non ho case ne altri terreni di proprietà mentre mio fratello ha un appartamento lui paga l’Imu lo devo pagare anche io ? Grazie

    1. Avatar Redazione Professionale
      Redazione Professionale

      Buongiorno,
      dovrebbe versare l’IMU sul terreno edificabile, in quota parte, salvo che l’importo sia al di sotto della soglia minima per i versamenti. Le consigliamo di rivolgersi a un commercialista.

      Grazie per averci scritto

  5. Avatar Samanta
    Samanta

    Buongiorno
    Da 2 anni mi arriva l imu da pagare su parte di casa mia, (prima casa)il terreno all improvviso è stato tagliato e soggetto a questa terribile usura
    Come devo fare?
    La mia proprietà è da sempre così e questo terreno ne ha sempre fatto parte
    Perché devo pagare?e se io non devo mi può dare gli estremi di legge perfavore?
    La trovo un ingiustizia

    1. Avatar Redazione Professionale
      Redazione Professionale

      Buongiorno,
      dovrebbe consultare un tecnico per verificare la possibilità di inserire il terreno come corte dell’abitazione. Le variabili sono diverse e non è possibile dare una valutazione senza avere tutti gli elementi.

      Grazie per averci scritto

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.