Guadagnare con Amazon: come fare e quali sono gli aspetti fiscali

Vendite online o marketing di affiliazione? Amazon offre diversi strumenti per guadagnare tramite le sue piattaforme. Ecco quali sono e quali aspetti fiscali tenere in considerazione.

Revisione a cura di Giovanni EmmiDottore CommercialistaSu PartitaIva.it ci impegniamo al massimo per garantire informazioni accurate. Gli articoli vengono costantemente revisionati da professionisti del settore.

Adv

guadagnare con amazon come
  • Amazon offre a piccoli e grandi esercenti la possibilità di vendere online senza necessità di creare un e-commerce dedicato.
  • Oltre alla vendita diretta, Amazon permette di guadagnare tramite programmi di affiliazione, promuovendo prodotti per ricevere commissioni sugli acquisti effettuati tramite link specifici.
  • Entrambe le attività su Amazon implicano considerazioni fiscali e legali in Italia, come l’apertura di una Partita IVA e il pagamento di tasse e contributi INPS, a seconda della natura e del volume dell’attività svolta.

Con un fatturato annuale di miliardi di dollari, Amazon è ormai la piattaforma e-commerce più popolare, utilizzata dai consumatori di tutto il mondo per acquisti di ogni tipo. Dai casalinghi all’elettronica, dai prodotti per la casa all’arredamento: se un prodotto esiste, viene probabilmente venduto qui.

La popolarità dell’e-commerce ha negli anni attratto esercenti e aspiranti tali, desiderosi di guadagnarsi una fetta del vasto mercato a cui si rivolge.

Ma oggi, le opportunità di guadagno sono decisamente più variegate. In questo articolo, vedremo quali sono, come sfruttarle e gli aspetti fiscali di ciascuno strumento.

Guadagnare con Amazon: aprire un negozio

La via più canonica per guadagnare con Amazon è sicuramente quella che implica l’apertura di un “negozio” sulla piattaforma.

Amazon offre infatti la possibilità a piccoli, medi e grandi esercenti di rendere disponibili i propri prodotti online senza la necessità di creare un e-commerce a sé stante. Basterà creare un account venditore, scegliendo tra i vari piani messi a disposizione.

Creare un account venditore è una procedura semplice e immediata, che non richiede lunghi processi di verifica né tantomeno un grosso esborso iniziale. Ecco come fare:

  • prima di tutto, bisognerà recarsi sul sito ufficiale di Amazon;
  • qui, navighiamo sull’opzione “Account e liste”, e accedere all’account;
  • nella sezione “Programmi e caratteristiche” della dashboard, dovremo quindi cliccare sulla voce “Vedi tutti i programmi e le caratteristiche”;
  • in quest’area del sito, dovrebbe comparire la voce “Vendi su Amazon” e poi “Registrati”.

A questo punto, si aprirà la procedura guidata di registrazione di un account per le vendite. Qui sarà necessario inserire i dati dell’esercente e altre informazioni per la creazione dell’account. Dopo una semplice procedura di verifica, potremo passare alla selezione del piano.

I piani tariffari per gli esercenti

Una volta completata la procedura di registrazione del negozio online, sarà necessario scegliere uno tra i tre piani tariffari disponibili per cominciare a vendere su Amazon. Nella tabella sottostante, tutte le caratteristiche e i prezzi.

PianoCosto mensileCaratteristiche
Piano di vendita individuale0,99€ + commissione di venditaPer chi vende meno di 40 articoli al mese;
Consigliato per chi sta ancora decidendo cosa vendere;
Adatto per chi non intende pubblicizzare i propri prodotti o utilizzare strumenti di vendita avanzati di Amazon.
Piano di vendita professionale39€ + commissione di venditaIdeale per chi vende più di 40 articoli al mese;
Strumenti Amazon per pubblicizzare i prodotti;
Ideale per la vendita di prodotti in categorie soggette a restrizioni;
Strumenti di vendita avanzati, come API e report.

Inserire i prodotti da vendere

Nell’area personale, troveremo una voce “Catalogo”. Selezionandola, potremo fare clic su “Aggiungi prodotto” e poi ancora “Aggiungi un nuovo prodotto”. A questo punto, avremo davanti due opzioni:

  • cercando il prodotto tramite il campo “Titolo prodotto, UPC, EAN, ISBN o ASIN“, potremmo scoprire che esso è già presente su Amazon nel negozio di un altro venditore. Selezioniamolo e aggiungiamolo al nostro catalogo con l’opzione “Metti in vendita”;
  • nel caso in cui il prodotto non esista ancora sulla piattaforma, dovremo invece cliccare sull’opzione “Crea una nuova offerta”, compilando tutte le informazioni richieste nella procedura guidata.

Una volta rimpolpato il nostro catalogo, potremo da subito cominciare a vendere su Amazon i nostri prodotti.

Come guadagnare con Amazon tramite le affiliazioni

Il marketing di affiliazione è ormai uno schema popolarissimo utilizzato da diversi esperti di marketing digitale per massimizzare i propri guadagni senza il bisogno di aprire un negozio online né su Amazon, né su altre piattaforme di e-commerce.

Questa particolare fonte di guadagno online si basa sulla promozione di prodotti attraverso vari mezzi di comunicazione, tra cui blog e social network, tramite l’uso di link specifici. Per ogni acquisto effettuato tramite il link, il marketer guadagna una commissione.

Per generare un buon flusso di cassa, tuttavia, dovremo tenere conto che ogni categoria di prodotto ha delle commissioni diverse, che rappresentano la percentuale di guadagno destinata al marketer. Talvolta può arrivare fino al 12%, ma solitamente si attesta attorno al 6-7%.

Come iscriversi al programma affiliazioni su Amazon

Proprio come per la creazione di un negozio online su Amazon, anche il marketing di affiliazione richiede un account ad hoc, che però è completamente gratuito. La procedura di registrazione iniziale è la stessa.

Una volta attivato l’account, tuttavia, dovremo recarci alla pagina specifica per il servizio di affiliazione1, ed iscriverci direttamente anche qui. La procedura è leggermente più complessa e macchinosa, e richiederà conoscenze base di marketing di affiliazione. Una volta completata, tuttavia, potremo cominciare da subito a guadagnare.

Come creare i link affiliazione

guadagnare con amazon aspetti fiscali

Dalla dashboard del programma di affiliazione, avremo la possibilità di cercare i prodotti che desideriamo promuovere nel campo “Parola chiave o ASIN/ISBN“. Una volta trovato il prodotto, dovremo cliccare sulla freccetta rivolta verso il basso, affianco alla voce “Ottieni Link“.

Se avremo fatto tutto come si deve, Amazon genererà un link comprensivo dell’ID dell’articolo e del nostro PartnerID unico, che è quello che ci permetterà di guadagnare.

A questo punto, non ci resterà che promuovere i prodotti che abbiamo scelto sui nostri canali social, il nostro blog o direttamente con i nostri amici e familiari. La regola d’oro è quella di utilizzare il maggior numero di piattaforme possibile, così da massimizzare le possibilità di guadagno.

La tassazione dei guadagni su Amazon

Naturalmente, se intendi avviare un’attività abituale e continuativa su Amazon, sia che si tratti di vendite che di marketing di affiliazione, dovrai tenere in considerazione gli obblighi fiscali specifici per questa tipologia di attività. Vediamo nel dettaglio quali sono.

Come per ogni attività di vendita, c’è da tenere in considerazione il volume e la continuità delle attività svolte per capire se c’è bisogno di aprire una Partita IVA. È Amazon stesso a stabilire se si tratta di attività professionale, secondo due criteri precisi:

  • se si superano le 40 vendite al mese;
  • se si svolge l’attività in modo continuativo.

A seconda del volume dell’attività professionale, potrai decidere se aprire una Partita IVA in regime ordinario o forfettario. Sotto gli 85.000€ di fatturato è consigliabile la seconda opzione, così da pagare solo il 15% di tasse sulla base imponibile del fatturato, invece che un insieme di IRPEF, IRAP e IVA.

Per quanto riguarda i contributi INPS, qualunque attività e-commerce presuppone l’iscrizione alla Gestione Commercianti, che applicherà:

  • il 24% di contributi INPS;
  • un fisso di circa 4.292,42 euro annui.

Per vendere online è necessario utilizzare il codice ATECO 47.91.10, che si riferisce al commercio al dettaglio via internet.

È inoltre vantaggioso per i venditori essere iscritti al VIES (Sistema di Scambio di Informazioni sull’IVA) per il riconoscimento europeo. Amazon non fattura in Italia, quindi, se non si è iscritti al VIES, si potrebbe finire per pagare l’IVA due volte.

Marketing di affiliazione su Amazon e fiscalità

Chi si dedica all’affiliate marketing in maniera continuativa e professionale in Italia è generalmente tenuto ad aprire una partita IVA con codice ATECO 46.19.02, ovvero “Procacciatore d’affari”. Questo perché l’attività di affiliazione non è considerata un’attività occasionale, ma assimilabile a un’attività commerciale o imprenditoriale​​.

In Italia esistono due principali regimi fiscali per i liberi professionisti e le piccole imprese:

  • il regime ordinario, che prevede la tassazione dei redditi secondo le aliquote IRPEF progressive e l’IVA sulle fatture emesse. Richiede una contabilità più dettagliata e l’adempimento di vari obblighi fiscali;
  • il regime forfettario è invece pensato per piccoli imprenditori e professionisti con ricavi o compensi annui inferiori a una certa soglia. Offre vantaggi come una tassazione agevolata (imposta sostitutiva all’IRPEF), l’esenzione dall’IVA e adempimenti contabili semplificati. Tuttavia, ha limiti di reddito e altre restrizioni per l’accesso.

Gli affiliati, come tutti i lavoratori autonomi in Italia, devono inoltre pagare i contributi previdenziali all’INPS. La quota di contribuzione dipende dal reddito e dal regime fiscale scelto. Nel regime forfettario, i contributi previdenziali sono calcolati su una base imponibile ridotta, mentre nel regime ordinario si basano sul reddito complessivo.

Guadagnare con Amazon – Domande frequenti

Come si fa a guadagnare con Amazon?

Si può guadagnare su Amazon aprendo un negozio online sulla loro piattaforma o partecipando al programma di affiliazione di Amazon. Nel primo caso, si vendono prodotti direttamente ai consumatori, nel secondo si guadagna una commissione promuovendo prodotti tramite link di affiliazione.

Quanto si può guadagnare con Amazon?

Il guadagno su Amazon varia ampiamente a seconda del metodo scelto e del successo delle vendite o delle campagne di affiliazione. Alcuni venditori possono guadagnare poche centinaia di euro al mese, mentre altri possono raggiungere somme considerevoli. Le commissioni di affiliazione generalmente si attestano tra il 6% e il 12% del prezzo di vendita, a seconda della categoria del prodotto.

Cosa vuol dire guadagnare da casa con Amazon?

Guadagnare da casa con Amazon significa svolgere attività di vendita online o di marketing di affiliazione direttamente dalla propria abitazione. Questo può includere la gestione di un negozio online, la promozione di prodotti tramite link di affiliazione, o entrambe le attività.

Come essere pagati per recensioni Amazon?

Amazon non paga direttamente per le recensioni. Tuttavia, esistono programmi esterni o accordi con venditori che possono offrire prodotti gratuiti o sconti in cambio di recensioni. È importante notare che Amazon ha linee guida rigorose per le recensioni e pratica il divieto di recensioni incentivanti o ingannevoli.

Si può guadagnare con Amazon Locker?

Sì, è possibile essere pagati per ospitare un Amazon Locker ed è possibile percepire un compenso per ogni pacco che transita.

  1. Programma di affiliazione Amazon, amazon.it ↩︎
Autore
Classe 1994, immediatamente dopo gli studi ho scelto di intraprendere una carriera nel Project Management in ambito di progetti Erasmus+ per EPS. Questo mi ha portato ad approfondire in particolare le tematiche inerenti alla fiscalità delle PMI, anche se la mia area di expertise risulta oggi molto più ampia in questo ambito. Oggi sono copywriter freelance appassionata di scrittura e di innovazione per le piccole e medie imprese.
Fact-Checked
Avatar di Giovanni Emmi
Giovanni Emmi
Dottore Commercialista
Revisione al 5 Febbraio 2024
Commercialista dal 🧗🏾‍♀️secondo millennio, innovatore professionale nel terzo millennio🏃🏾‍♂️. Il futuro della professione del commercialista nel mio ultimo libro "dalla società alla rete tra professionisti".

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di Partitaiva.it, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.