Flat tax con cedolare secca per le attività commerciali: l’ultima novità

L’esecutivo sta lavorando all’estensione della flat tax con cedolare secca sui negozi commerciali. Leggi a chi è rivolta l’agevolazione, le aliquote, i limiti previsti e quando dovrebbe essere introdotta.

di Ilenia Albanese

Revisione a cura di Giovanni EmmiDottore CommercialistaSu PartitaIva.it ci impegniamo al massimo per garantire informazioni accurate. Gli articoli vengono costantemente revisionati da professionisti del settore.

Adv

flat tax con cedolare secca sui negozi commerciali
  • La nuova riforma fiscale potrebbe portare l’estensione della flat tax con cedolare secca anche per immobili commerciali.
  • L’aliquota della flat tax con cedolare secca sui negozi e gli uffici potrebbe essere compresa tra il 21% e il 15%.
  • L’aliquota potrebbe scendere al 15% per gli esercizi commerciali affittati da persone fisiche presso piccoli centri abitati con meno di 5.000 abitanti.

Si parla ormai da tempo della possibilità di estendere la flat tax con cedolare secca sulle attività commerciali, ma ancora non c’è niente di fatto.

Eppure, importanti novità potrebbero arrivare con la nuova riforma fiscale in arrivo. Infatti, tra i decreti attuativi della delega fiscale è prevista l’estensione della cedolare secca per uffici e negozi.

La cedolare secca dovrebbe prevedere una tassa piatta, o flat tax al 21%, con un’ulteriore riduzione nei piccoli centri abitati. Ma vediamo nel dettaglio come funzionerà la questa agevolazione fiscale per gli esercizi commerciali e quando potrebbe entrare in vigore.

Flat tax con cedolare secca sui negozi: l’aliquota

La cedolare secca è un tipo di imposta vantaggiosa, sia per i proprietari di immobili che per gli affittuari, perché riduce le imposte e le incorpora in un’unica tassa ad aliquota fissa.

Con la nuova riforma la cedolare secca per uffici e negozi potrebbe diventare realtà. La flat tax prevista è del 21% per le persone fisiche che posseggono negozi e uffici e affittano a:

  • artigiani;
  • commercianti;
  • liberi professionisti.
flat tax con cedolare secca sui negozi commerciali aliquota

L’aliquota del 21% potrebbe, inoltre, scendere al 15% per le proprietà in locazione situate in piccoli centri abitati con meno di 5.000 abitanti.

La normativa potrebbe entrare in vigore con l’approvazione di uno dei decreti attuativi della delega fiscale. Tuttavia, ancora non si è risolta la questione principale legata alle coperture.

finom business

Flat tax con cedolare secca: chi potrà beneficiarne

Già la prossima manovra potrebbe contenere la nuova misura che introduce la cedolare secca su negozi e uffici. Tuttavia, non tutti potranno beneficiarne.

Infatti, la proposta potrebbe prevedere alcuni paletti che vincolerebbero l’accesso alla misura. Questa potrebbe, infatti, essere rivolta solamente alle persone fisiche. Di conseguenza, i reali beneficiari della flat tax al 21% o al 15% sarebbero i piccoli proprietari di immobili. Si tratta di quei proprietari che ad oggi si ritrovano a dover pagare con l’aliquota Irpef maggiore pari al 43%.

Tra i requisiti previsti dalla misura ci sarebbe un’ulteriore limitazione. Pare, infatti, che la flat tax potrà essere applicata solamente ai nuovi contratti e non su quelli già esistenti: un meccanismo che abbiamo già avuto modo di vedere nel 2019 con la sperimentazione della flat tax per locazioni commerciali.

La normativa, per evitare i furbetti che potrebbero disdire il contratto per stipularne uno nuovo per beneficiare della nuova flat tax, potrebbe prevedere un ulteriore limite. Infatti, potrebbe stabilire una regola che impedirebbe al proprietario di applicare la flat tax all’affittuario con cui aveva in precedenza un contratto d’affitto, disdetto pochi mesi prima per essere poi nuovamente redatto.

Flat tax con cedolare secca: le criticità

Si è dovuto attendere a lungo per questa misura, che vede applicare regole simili per immobili ad uso residenziale e commerciali. Ma perché? I motivi sono tanti. Prima di tutto la cedolare secca è un incentivo per i locatori a sottoscrivere un contratto di locazione.

Soprattutto tra privati, è purtroppo comune che vengano compiuti illeciti con la mancata registrazione dei contratti. Invece, per gli esercizi commerciali non vale lo stesso, anche per una questione di convenienza per gli stessi locatori.

flat tax con cedolare secca sui negozi commerciali novità

In genere, infatti, i commercianti, gli artigiani e i professionisti possono portare in deduzione parte delle spese legate all’affitto, di conseguenza è raro che i contratti non vengano regolarmente registrati. Da ciò appare evidente che la cedolare secca non era indispensabile per gli esercizi commerciali per far emergere gli affitti in nero.

Al contrario, la criticità è per le casse dello Stato, poiché la cedolare secca avrebbe portato solamente ad un gettito più basso rispetto alla tassazione ordinaria prevista sulla registrazione dei contratti. Basti pensare che nel 2019, con la sperimentazione della flat tax sugli esercizi commerciali, il gettito fiscale è stato minore rispetto a quello previsto in assenza di tale agevolazione.

tot business

Quando arriva la cedolare secca sulle attività commerciali

Negli ultimi giorni è ancora in discussione l’inserimento di questa misura nella delega fiscale. Inoltre, l’esecutivo nelle prossime settimane deciderà se inserire la misura all’interno della Legge di Bilancio 2024. Intanto, però, il governo si trova alle prese con questioni più urgenti, come la riconferma del taglio del cuneo fiscale.

Ma tra le priorità dell’esecutivo c’è anche la modifica degli scaglioni IRPEF. Infatti, il governo sta pensando di accorpare il primo e il secondo scaglione applicando un’unica aliquota al 23% sui redditi fino a 28.000 euro. Sono, inoltre, previsti aiuti e sostegni rivolti alle famiglie, che devono ancora prendere forma.

Possiamo, quindi, dedurre che l’introduzione della flat tax sulla cedolare secca per i negozi potrebbe slittare al 1° gennaio 2024.

Flat tax con cedolare secca su attività commerciali – Domande frequenti

In cosa consiste la flat tax con cedolare secca sui negozi?

L’esecutivo sta lavorando all’estensione della flat tax con cedolare secca sui negozi, per le persone fisiche che posseggono negozi e uffici che affittano gli immobili ad artigiani, commercianti e liberi professionisti. Scopri quando potrebbe entrare in vigore.

Qual è l’aliquota prevista per la flat tax con cedolare secca sui negozi?

Le aliquote che potrebbero essere applicate con la cedolare secca sui negozi commerciali sono del 21% e del 15% per le proprietà in locazione situate in piccoli centri abitati con meno di 5.000 abitanti.

A chi è rivolta la flat tax sulla locazione di negozi?

L’applicazione della flat tax con cedolare secca sui negozi è riservata alle persone fisiche che affittano gli immobili a commercianti, artigiani e liberi professionisti, ma solamente su nuovi contratti e non su quelli già esistenti.

Autore
Foto dell'autore

Ilenia Albanese

Esperta di finanza personale e lavoro digitale

Copywriter specializzata nel settore della finanza personale, con esperienza pluriennale nella creazione di contenuti per aiutare i consumatori e i risparmiatori a gestire le proprie finanze.
Fact-Checked
Avatar di Giovanni Emmi
Giovanni Emmi
Dottore Commercialista
Revisione al 25 Aprile 2024
Commercialista dal 🧗🏾‍♀️secondo millennio, innovatore professionale nel terzo millennio🏃🏾‍♂️. Il futuro della professione del commercialista nel mio ultimo libro "dalla società alla rete tra professionisti".

4 commenti su “Flat tax con cedolare secca per le attività commerciali: l’ultima novità”

  1. Un imprenditore individuale ,che pure è persona fisica e paga l’aliquota marginale irpef, potrebbe fruire della cedolare secca per dare in affitto un suo negozio ad un commerciante?Per locatore ‘persona fisica’ si intendono tutti ,tranne enti e società, oppure solamente i privati senza p.iva?Grazie

    Rispondi
    • Buongiorno,
      attualmente la possibilità di applicare la cedolare secca alla locazione del negozio è preclusa. Verifichi con il suo fiscalista.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  2. Grazie, per la risposta, tuttavia leggendo un vostro articolo del 25 settembre scorso avevo compreso che con la riforma fiscale ventura si ventilerebbe la possibilità di estendere la cedolare secca ai locatori p.iva come gli imprenditori individuali,mentre nell’articolo in questa pagina leggo che si parla genericamente di persone fisiche senza precisare se si comprendano o meno le p.iva (non enti e società).Era questo il mio dubbio.Grazie.

    Rispondi
    • Buongiorno,
      grazie, adesso è più chiaro. Ancora non c’è nulla di definitivo. Può continuare a seguirci per aggiornmenti.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.