Registro delle Opposizioni: cos’è, come funziona e quando sarà attivo

Dal 27 luglio 2022 entrerà in vigore il Registro delle Opposizioni anche su smartphone. Chi si iscrive può bloccare tutte le chiamate provenienti da operatori di telemarketing non richieste: ecco come.

Registro Pubblico delle Opposizioni
  • Il Registro delle Opposizioni (RPO) è un servizio gratuito finalizzato a tutelare l’utente contro le chiamate aggressive o la ricezione di e-mail da parte di società di telemarketing o di pubblicità.
  • In base al DPR n. 149 del 2018, l’RPO è stato esteso anche ai numeri di cellulare, e sarà attivo dal 27 luglio del 2022.
  • Per aderire al servizio dovrai effettuare l’iscrizione, un’operazione che potrai compiere online, via telefono, con raccomandata o con e-mail.

Il Registro delle Opposizioni nasce come forma di tutela per la tua privacy. È un sistema finalizzato a bloccare in modo definitivo tutte le chiamate degli operatori di telemarketing e delle agenzie pubblicitarie sui cellulari, numeri fissi e sulla tua e-mail.

La pubblicità aggressiva è una realtà che oggi può comportare non pochi problemi, per chi possiede uno smartphone e si trova improvvisamente assediato da telefonate di telemarketing ad ogni ora, che possono diventare anche molto insistenti. Di seguito scoprirai come funziona il nuovo Registro Pubblico di Opposizioni, e come fare a registrati.

Cos’è il Registro delle Opposizioni

Il Registro Pubblico delle Opposizioni è stato istituito dal  D.P.R n°178 del 2010 e inizialmente applicato a tutti i numeri fissi che erano presenti nell’elenco telefonico. Successivamente è stato modificato con il D.P.R n° 149 del 2018 estendendolo anche a telefoni cellulari e alle e-mail.

È un servizio offerto a tutti i cittadini italiani e alle Partite IVA, che dispongono di un contratto telefonico attivo, per cui potrai chiedere una maggiore tutela alla privacy.

Infatti, avrai la possibilità di opporti all’utilizzo del tuo numero di cellulare a fini pubblicitari senza un tuo espresso consenso. la pubblicità aggressiva è una pratica molto diffusa oggi grazie alla possibilità da parte delle agenzie di marketing e delle imprese di reperire dati facilmente sul web.

Il nuovo sistema permetterà quindi di bloccare sia le comunicazioni da parte degli operatori, sia l’impiego di sistemi di gestione automatica dei clienti.

Cos'è il Registro delle Opposizioni

Come funziona il Registro delle Opposizioni

Il fine del Registro è quello di offrirti uno strumento per fronteggiare le chiamate assillanti pubblicitarie. Cerchiamo di comprendere come funziona. Ecco quali sono i soggetti interessati:

  1. abbonato;
  2. operatore;
  3. gestore del Registro.

Il termine abbonato identifica qualunque persona fisica, giuridica, ente o associazione che dispone di un numero di cellulare, di telefonia fissa o un indirizzo e-mail intestato.

Invece, l’operatore è colui che svolge l’attività di telemarketing e pubblicitaria, contattando l’abbonato e quindi inondando il tuo cellulare con messaggi, chiamate o e-mail in qualunque momento. Infine, abbiamo la figura del gestore del Registro.

In base alla legge 178/2010, il Registro Pubblico delle Opposizioni sarà affidato alla Fondazione Ugo Bordini. Con questo sistema si creerà un vero e proprio scudo a tuo favore. Infatti, prima del registro il contatto era diretto, dato che l’operatore poteva utilizzare i dati su Internet per proporre all’utente la pubblicità. Con il Registro si crea una barriera che andrà a contrastare questa prassi.

A cosa serve il Registro delle Opposizioni

La creazione del Registro Pubblico delle Opposizioni rientra in quelle attività del Governo finalizzate a tutelare la privacy. Limitare l’utilizzo dei propri dati personali è una necessità, soprattutto con la condivisione massiccia delle informazioni che oggi si diffondono attraverso il web.

In questa prospettiva devi considerare che il Registro va ad affiancare ed integrare il Regolamento europeo per la protezione dei dati, conosciuto con l’acronimo GDPR.

Il fine è quello di evitare l’utilizzo di informazioni reperibili online senza l’espresso consenso da parte del soggetto proprietario. Prima di questo servizio, l’unica possibilità era quello di bloccare la chiamata in entrata, inserendola nella spam e fare lo stesso con l’e-mail.

Dalla fine del mese di luglio, potrai iscriverti al Registro e qualunque operatore sarà obbligato ad eliminarti dall’elenco dei clienti. Ovviamente l’iscrizione non blocca l’eventuale consenso che potrai dare liberamente nel momento in cui sottoscrivi un contratto telefonico o ti registri a un particolare servizio.

Quando verrà attivato il Registro Pubblico delle Opposizioni?

Oggi è già attivo il blocco sui numeri di telefono presenti nell’elenco telefonico. Il 13 aprire scorso è stato stabilito che il Registro Pubblico di Opposizione entrerà ufficialmente in funzione dal 27 di luglio 2022.

In linea di massima, aderendo al servizio, per gli inizi di agosto non dovresti ricevere più chiamate da parte degli operatori, salvo sempre le eccezioni che sarai libero di stabilire. In questo modo sarà possibile bloccare tutte le comunicazioni indesiderate da parte di agenzie di telemarketing e di pubblicità.

L’iscrizione a questo registro, come vedremo tra poco, è gratuita e aperta a tutti, in base alle indicazioni fornite dalla piattaforma ufficiale del Registro Pubblico delle Opposizioni.

Quando iscriverti al Registro delle Opposizioni

Sanzioni per i trasgressori

Cosa succede se dopo la registrazione continui a ricevere le chiamate? L’iscrizione al registro prevede l’obbligo da parte degli operatori di telemarketing di escludere il tuo numero di cellulare dai loro elenchi o dai sistemi automatizzati di televendita.

Se questa operazione non viene rispettata in base all’art 83 paragrafo 5 del GDPR, scatterà una multa che potrà arrivare fino a 20 milioni di euro per le società di telemarketing e fino al 4% del fatturato annuo precedente per le imprese.

La presenza di sanzioni pecuniarie per chi trasgredisce le nuove regole, può essere un disincentivo per la diffusione di questo tipo di pubblicità aggressiva, tuttavia al momento sono escluse le aziende di telemarketing provenienti dall’estero.


Come iscriversi al registro delle opposizioni

Il Registro Pubblico delle Opposizione è un servizio gratuito. Per disporre di questo meccanismo di protezione dalla pubblicità indesiderata, dovrai compilare una richiesta, attraverso un apposito modulo elettronico. Ecco quali sono le modalità previste:

  1. web;
  2. telefono;
  3. modalità raccomandata;
  4. e-mail.

1. Iscrizione via Web

Per effettuare la registrazione online, dovrai accedere al sito del Registro delle Opposizioni ed entrare nella sezione Abbonati, cliccando sull’apposita icona. A questo punto ti verrà richiesto di compilare il modulo elettronico inserendo:

  1. cognome, nome o ragione sociale;
  2. numero di Partita IVA (solo per professionisti e società);
  3. data e comune di nascita;
  4. provincia di nascita;
  5. indirizzo e-mail;
  6. numero di cellulare;
  7. tipo di opposizione.

In quest’ultimo caso potrai scegliere diverse opzioni. Ad esempio, avrai l’opportunità di stabilire di non ricevere più telefonate, oppure di limitare la pubblicità cartacea. Infine, potrai combinare ambedue i sistemi.

Per completare l’iscrizione dovrai dimostrare di non essere un robot, inserendo alcuni caratteri e confermando la tua volontà a registrarti. Una volta eseguita la domanda, sarà possibile considerare lo stato dell’attivazione del servizio, verificandolo direttamente online nell’apposita sezione Consultazione Stato, inserendo il numero di cellulare, il codice fiscale e il numero di richiesta.

In ogni momento potrai decidere di cancellare il tuo nome dal Registro, procedendo nella compilazione dell’apposito modulo di revoca.

Come iscriversi al Registro Pubblico delle Opposizioni

2. Registrazione via telefono

Un’altra opportunità è quella di eseguire l’iscrizione dal telefono. Dovrai chiamare il numero verde 800.265.265 e selezionare tra le varie opzioni quella dell’iscrizione nel Registro delle Opposizioni. A questo punto una voce ti guiderà passo dopo passo nell’inserimento delle informazioni.

Ti verranno richiesti i tuoi dati personali, il codice fiscale e di digitare il numero di cellulare, indicando anche l’indirizzo e-mail da inserire nel registro.

Successivamente, chiamando lo stesso numero, potrai verificare lo stato della domanda, selezionando l’apposita opzione. Infine, potrai effettuare la revoca, in ogni momento e sempre utilizzando il telefono.

3. Raccomandata

Per effettuare l’iscrizione al registro, viene prevista anche una soluzione cartacea con l’invio di una raccomandata. L’indirizzo è presente nell’apposita sezione di iscrizione del Registro. All’interno si dovranno indicare:

  • dati del richiedente;
  • numero di telefono e indirizzo e-mail da aggiungere nel Registro;
  • codice fiscale della persona;
  • Partita IVA in caso di professionisti o imprese.

Inoltre, è fondamentale inserire copia del documento di riconoscimento leggibile e in corso di validità.

4. Registrazione via e-mail

Un’ultima opzione per effettuare l’iscrizione al Registro Pubblico delle Opposizioni è quella di inviare un’e-mail. Dovrai accedere all’apposita sezione e cliccare sull’icona e-mail.

A questo punto si aprirà un modulo che dovrà essere compilato in ogni sua parte e che verrà spedito all’indirizzo iscrizione@resistrodelleopposizioni.it. Potrai verificare lo stato delle registrazione, accedendo online alla sezione Consultazione Stato. Infine, potrai utilizzare lo stesso sistema se vuoi revocare la tua registrazione.

Registro delle opposizioni – Domande frequenti

Quanto costa l’iscrizione al Registro delle Opposizioni?

L’iscrizione al registro Pubblico delle Opposizioni è gratuita per tutte le persone fisiche, le imprese, associazioni ed enti. Ecco come funziona.

Chi gestisce il Registro delle Opposizioni?

Il Registro delle Opposizioni è stato creato dal Ministero dello Sviluppo Economico in collaborazione con la Fondazione Ugo Bordoni che sarà il soggetto terzo a gestirlo.

Quando iscriversi al Registro Pubblico delle Opposizioni?

Le iscrizioni saranno attive dal 27 luglio 2022, per cui si potrà beneficiare di una protezione aggiuntiva dalle telefonate di telemarketing già a partire dal mese di agosto.

Autore
Foto dell'autore

Gennaro Ottaviano

Esperto di economia aziendale e gestionale

Laurea in Economia Aziendale presso il Politecnico di Lugano, appassionato di borse, mercati e investimenti finanziari. Ho competenze di diritto e gestione societaria, con esperienze amministrative. Ho lavorato per la testata Money.it, oggi scrivo di diritto, economia, finanza, marketing e gestione delle imprese.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.