Il business del Festival di Sanremo: quanto vale il giro di affari della kermesse?

Intorno al Festival di Sanremo si muove una fitta rete di business: qual è l'impatto per l'economia locale e quanto guadagnano i partecipanti

Adv

festival sanremo ariston
  • La raccolta pubblicitaria stimata per Sanremo 2024 è pari a 54 milioni di euro.
  • Solo dalla vendita dei biglietti per partecipare all’evento in prima persona abbiamo stimato oltre 2 milioni di introiti.
  • Amadeus, giunto alla quinta edizione del Festival, potrebbe incassare 70.000€ a serata.

Il Festival di Sanremo, uno degli eventi più conosciuti in Italia, non è affatto solo una gara fra cantanti italiani seguitissima in televisione. Intorno al noto evento, dal 6 al 10 febbraio 2024, c’è un’economia a sé stante che cresce e interessa a molti, non solo alla Rai.

Nei cinque giorni della kermesse, la città dei Fiori è magnete per investitori, influencer, brand, turisti, negozi ed emittenti televisive. Un giro di affari che per la città, la regione, i suoi abitanti e viale Mazzini potrebbe valere oltre 180 milioni di euro.

Da dove provengono le entrate maggiori? E qual è l’impatto economico sul territorio e sulle attività? E quali saranno i compensi per conduttori (Amadeus in primis), ospiti e concorrenti? Nell’articolo di approfondimento siamo andati ad analizzare i dati per rispondere a queste domande.

L’impatto economico del Festival di Sanremo

Un evento di questa portata ha un’influenza non indifferente sull’economia locale e non solo, coinvolgendo diversi settori di business in Italia. La società EY ha stimato un impatto totale di 186 milioni di euro, in modo diretto o indiretto.

Nel primo caso ci riferiamo ad esempio agli introiti derivati dalla vendita dei biglietti per la partecipazione all’evento al Teatro Ariston, mentre nel secondo caso si parla di tutti quei ricavi di tipo secondario che diverse attività possono percepire dallo svolgimento del Festival di Sanremo. Pensiamo ad esempio agli introiti di hotel e alberghi che ospitano i turisti nelle giornate in cui si svolge.

Nel corso degli ultimi anni sono cresciuti gli investimenti in pubblicità intorno all’evento, oltre alle partnership di diverse aziende e alle sponsorizzazioni. Si parla anche di un’opportunità di lavoro per almeno 1.100 persone ogni anno, tra l’organizzazione, i fornitori, il settore turistico e dell’ospitalità. Ma vediamo in breve quali sono le singole fonti di guadagno.

revolut business

Festival di Sanremo: i ricavi dai biglietti in vendita

Iniziamo ora a entrare nel dettaglio di quello che è il business che si può generare intorno al Festival di Sanremo, ipotizzando il giro di affari che si prospetta per il 2024.

Prendendo in considerazione il costo de singolo biglietto per la partecipazione all’evento di persona, abbiamo fatto una stima di quali potrebbero essere gli incassi per il Festival in termini unitari, solamente concentrandosi sui biglietti, escludendo quindi tutte le altre forme di business correlate.

Il primo reddito per il Festival di Sanremo riguarda la vendita dei biglietti per la presenza dal vivo: si recano nella nota città ligure persone provenienti da tutta Italia o dall’estero.

GiornataPrezzo plateaPrezzo GalleriaPosti PlateaPosti GalleriaTotale € PlateaTotale € GalleriaTOTALE
Mar 06/02200€110€1090662€ 218.000€ 72.820€ 290.820
Mer 07/02200€110€1090662€ 218.000€ 72.820€ 290.820
Gio 08/02200€110€1090662€ 218.000€ 72.820€ 290.820
Ven 09/02200€110€1090662€ 218.000€ 72.820€ 290.820
Sab 10/02730€360€1090662€ 795.700€ 238.320€ 1.034.020

Facendo quindi un rapido calcolo e tenendo presente che la capienza massima del teatro Ariston è di 2.000 posti1, ma potrebbero ridursi un po’ per palcoscenico e scenografie, il guadagno totale comprensivo dei biglietti venduti sia in Platea che in Galleria, per le 5 giornate di Sanremo 2024, potrebbe toccare circa 2.197.300 euro.

Come acquistare i biglietti per il Festival di Sanremo

Da martedì 23 gennaio 2024 alle ore 9:00 sono in vendita i biglietti per partecipare nel pubblico del Festival di Sanremo. Il sito ufficiale sanremo2024.aristonsanremo.com ospita infatti la vendita dei biglietti a quanti sono interessati a partecipare attivamente al 74° Festival della Canzone Italiana.

Il prezzo varia in base alla giornata in cui si intende partecipare e in relazione alla tipologia di posto che si sceglie. La serata più costosa è quella di sabato 10 febbraio, conclusione del noto Festival. I posti in Platea variano da 200 a 730 euro in base alla giornata, mentre quelli in Galleria partono da 110 euro per le prime 4 giornate fino ad arrivare a 360 euro per la serata conclusiva.

I biglietti sono nominativi e ogni persona può comprarne un massimo di due. Questa giornata diventa un vero e proprio clickday per gli amanti dell’evento. Nel recente comunicato stampa Rai2 sono specificate le modalità per l’acquisto e tutte le informazioni necessarie a procedere al pagamento.

Diritti televisivi, sponsor e pubblicità

I guadagni derivati dalla vendita dei biglietti per la partecipazione in loco al Teatro Ariston sono solo una parte del grande business che si muove intorno all’evento. Nell’insieme, il Festival di Sanremo arriva a produrre circa 60 milioni di euro di ricavi, secondo i dati dell’ultima edizione.

Anche il mondo dei social network è sempre molto presente durante l’evento, che oltre ad essere seguito in televisione, vede la partecipazione in tempo reale di spettatori da tutta Italia (e dal mondo) che si scambiano opinioni sulle canzoni e portano avanti il trend del momento.

A questi si aggiungono diversi milioni di euro di guadagni inerenti alle attività che si muovono sul territorio: basta pensare che in questo periodo dell’anno la città di Sanremo si riempie di persone interessate a Sanremo 2024, di considerevole importanza per l’economia della città.

Ricavi pubblicitari previsti per oltre 54 milioni

Il Festival attira l’attenzione soprattutto degli spettatori televisivi di tutta Italia, innalzando l’audience registrata dalla Rai.

Questo investimento porta a grandi ricavi per le emittenti soprattutto in termini di pubblicità, la principale fonte di rendita di molte realtà del settore.

Le cifre non sono indifferenti: se andiamo a ritroso a vedere cosa accadeva gli scorsi anni, le entrate pubblicitarie sono cresciute notevolmente sotto la guida Baglioni-Amadeus, con previsione 2024 in crescita intorno a 54 milioni di euro.

Lo scorso anno in particolare si è registrato un picco non indifferente nel numero di spettatori dell’evento, con una media di 12 milioni e 25.000 persone. Dato l’elevato coinvolgimento nel 2023, viene riconfermata per il 2024 la conduzione di Amadeus, che verrà accompagnato, come vedremo tra poco, da altri volti noti della musica italiana.

Merchandising e vendite

Un ruolo importante nel business complessivo intorno al Festival è quello rivestito dal merchandising: l’acquisto di oggetti relativi all’occasione da parte dei fan è parte importante del calcolo totale del giro di affari.

Come per qualunque evento di grande rilevanza e copertura mediatica, chi partecipa al Festival di Sanremo spesso sceglie di acquistare un pezzo del merchandise in ricordo dell’esperienza. Anche in questo senso l’evento è una vetrina per grandi e piccoli marchi.

nordvpn

Diritti musicali

Non meno importanti sono le cifre generate intorno ai diritti musicali: ogni team collegato ad un cantante guadagna circa 58.000 euro dalla Rai, ma questo è solo l’inizio.

Le canzoni che vengono proposte al Festival di Sanremo infatti ottengono grande seguito, soprattutto nel periodo successivo all’evento. Di conseguenza rientrano nella discografia dei musicisti, garantendo una forma di guadagno successiva ulteriore rispetto all’evento.

Oltre alla grande visibilità che questo evento apporta in termini di televisione, l’impatto è ampio anche per il settore radiofonico, prima, durante e dopo le cinque giornate. Non è da sottovalutare anche l’effetto internazionale di questa famosa ricorrenza italiana: anche i diritti collegati alla trasmissione all’estero costituiscono un fattore di business da non trascurare.

Il Festival di Sanremo porta avanti anche delle sponsorizzazioni con diverse aziende partner, che accedono ad una grande visibilità, data da uno degli eventi annuali più importanti a livello italiano. Intorno alla sponsorizzazione possono essere stipulati diversi accordi.

costa smeralda
La Costa Smeralda ospiterà il palco sul mare di Sanremo 2024

Si parte dalla singola pubblicità, fino alla presenza di un marchio durante l’evento, in una precisa giornata oppure in più serate. Molte delle aziende coinvolte sono marchi noti al pubblico: per il 2024 sono confermati come partner istituzionali Costa Crociere, Eni Plenitude, Suzuki, Generali, Sephora e VeraLab. A questi nomi noti si aggiungono quest’anno anche i brand Coca-Cola e Mutti.

Oltre alle iniziative dei grandi sponsor, vi saranno anche collaborazioni minori, che verranno comunicate nei prossimi giorni. Un evento come questo porta non poca visibilità alle imprese, per cui l’investimento delle aziende è ripagato dal raggiungimento di un pubblico molto vasto.

hype business

Economia locale e turismo

Un aspetto da non sottovalutare è l’effetto che un evento di questa portata ha sull’economia locale, soprattutto a livello turistico. Strutture ricettive e alberghiere come hotel e ristoranti beneficiano del flusso di persone che ogni anno si riversa nella città ligure per l’occasione.

Durante la pandemia il Festival di Sanremo si era svolto senza pubblico e i locali vuoti avevano risentito della mancanza dei turisti. Lo scorso anno invece si è registrata una buona ripresa anche per l’economia locale ligure, con un giro di affari interessante per il settore turistico.

Le attività limitrofe infatti rispondono alle esigenze di chi si reca a Sanremo per il Festival: dai pernottamenti ai pasti, dallo shopping alla ricerca di un souvenir. Il business che si muove intorno all’evento poi coinvolge anche il settore floreale, i trasporti, gli affitti brevi.

Oltre alla presenza degli alberghi infatti, sul territorio ci sono moltissimi proprietari di immobili che per il periodo offrono pernottamenti tramite portali online, mettendo a disposizione spazi e appartamenti per una o più notti.

Un’idea dell’andamento delle prenotazioni per i pernottamenti durante le giornate di Sanremo 2024 viene dal presidente di Federalberghi, che conferma il tutto esaurito nelle zone immediatamente vicine. Come ha evidenziato IlSecoloXIX, l’associazione ha previsto il sold out non solo per la città di Sanremo, ma anche per le località limitrofe, da Imperia a Ventimiglia.

Si parla quindi di almeno 3.300 posti letto presso hotel e alberghi prenotati e circa 8.000 presso appartamenti in affitto, case vacanze e similari. Ad oggi diventa quindi difficile riuscire a trovare un posto dove dormire durante il periodo del Festival nelle zone limitrofe.

Una buona notizia quindi per l’intero settore, per cui si prevede un superamento dei ricavi dello scorso anno. Ma non è finita qui: a trarre vantaggio dalla grande affluenza di persone è anche il Casinò.

Gli introiti del Casinò di Sanremo

Anche il famoso Casinò di Sanremo registra importanti guadagni all’inizio del mese di febbraio. Lo scorso anno ha segnato valori in positivo per ciò che riguarda l’affluenza, con 1,53 milioni di euro di ricavi solamente nelle giornate in cui si è svolto l’evento.

casino sanremo

Gli introiti derivano sia dalle persone interessate al gioco sia dalla presenza di diverse trasmissioni andate in onda proprio dal Casinò. Sono stati registrati quindi dei veri e propri record di incassi rispetto agli anni precedenti, tenendo in considerazione che la partecipazione è aumentata anche durante gli altri mesi dell’anno.

Questo importante punto di ritrovo ha quindi riguadagnato terreno dopo la chiusura forzata dovuta alla pandemia, successivamente alla riapertura nel 2021, ma ha visto il suo apice di guadagni proprio lo scorso anno.

Il settore dello spettacolo in Italia

Una ricerca effettuata da Banca Ifis3 lo scorso anno ha individuato il settore dello Spettacolo e dell’Intrattenimento come importantissimo per l’economia italiana complessiva.

Oltre ad essere un ambito molto interessante per i cittadini, porta vantaggi per le imprese e a livello di offerta culturale. La ricerca evidenzia come il Festival abbia visto negli ultimi anni diverse aziende investire sempre di più in pubblicità e marketing intorno all’evento, grazie alle grandi opportunità di ottenere visibilità.

In particolare, i guadagni collaterali derivano da più fronti: editoria, vendita di prodotti di intrattenimento, media, fotografia, produzione, diritti di autore, diffusione, supporto e così via.

banca ifis festival sanremo

La musica in particolare è qualcosa che attira l’attenzione degli italiani nella vita di tutti i giorni: Banca Ifis ha evidenziato che in media passiamo almeno 20 ore alla settimana di ascolto, durante diversi momenti della giornata, ricavando importanti benefici per la salute mentale.

Il mercato discografico italiano in particolare è uno dei più fiorenti al mondo, trovandosi alla decima posizione a livello globale, con una crescita notevole nel tempo. A questo proposito la fruizione tramite internet è diventata sempre più importante, grazie anche alla possibilità di interagire con gli artisti più seguiti.

revolut business

Ascolti durante il Festival di Sanremo

Come ogni anno, durante il Festival di Sanremo, soprattutto per ciò che riguarda l’ultima serata, gli ascolti Tv aumentano per la Rai e per le emittenti televisive che trasmettono in diretta.

L’Ufficio Stampa Rai ha individuato alcuni dati rilevanti per l’anno passato proprio sulla serata conclusiva, che riportiamo qui:

  • 12 milioni 256 mila spettatori;
  • share del 66%;
  • picco di ascolto alle 22.01 con 15 milioni 674 mila spettatori;
  • picco di share alle ore 1.44 per l’82.7%;
  • “Sanremo Start” (dalle 20.42 alle 21.19) con 13 milioni 389 mila spettatori;
  • “Prima Festival” (dalle 20.33 alle 20.41) con 9 milioni 476 mila spettatori.

Anche altri programmi quindi, organizzati intorno all’evento, hanno registrato un picco di ascolti non indifferente. “Via Rai2! Viva Sanremo!” con Fiorello hanno chiuso con numeri da record: quasi 2 milioni di spettatori, con il 61,8% di share.

L’unione tra la televisione e i social media è sempre più stretta durante questo genere di occasioni, con una partecipazione molto alta del pubblico incentivata dalle interazioni online.

Quanto guadagnano ospiti e cantanti: i cachet

Un interessante aspetto è quello che riguarda i guadagni effettivi degli ospiti e dei cantanti che partecipano al famoso evento italiano. Per quest’anno viene riconfermato Amadeus a condurre il Festival di Sanremo 2024, il cui guadagno si aggira secondo le indiscrezioni intorno a 70.000 euro a puntata.

A co-condurre le serate ci saranno anche l’ultimo vincitore Marco Mengoni, Giorgia, Teresa Mannino, Lorella Cuccarini e Fiorello, per cui non ci sono cifre ufficiali ma si stima un cachet di 25.000 euro a serata. Per i cantanti è complesso stimare quali sono i cachet complessivi, tenendo presenti le diverse fonti di ricavi.

Solamente per la partecipazione si stima un rimborso spese di 53.000 euro, ma a questa cifra bisogna poi aggiungere anche tutto ciò che deriva dalla pubblicità, dal merchandising, dalle vendite correlate e dai diritti di autore. Il ritorno in termini di visibilità e conseguenti vendite è comunque enorme per tutti gli artisti che si troveranno all’Ariston.

  1. Ariston Sanremo, ariston.com ↩︎
  2. Ufficio Stampa Rai, 20 gennaio 2024 ↩︎
  3. Economia dello Spettacolo e dell’Intrattenimento, febbraio 2023, bancaifis.it ↩︎
Autore
Foto dell'autore

Redazione

Redazione editoriale PartitaIva

Una risposta a “Il business del Festival di Sanremo: quanto vale il giro di affari della kermesse?”

  1. Avatar Luciano
    Luciano

    Bravi, bella analisi, complimenti!

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.