Erogazione liberale: cos’è, come funziona e detrazioni

L'erogazione liberale è un tipo di donazione che offre la possibilità di ottenere deduzioni o detrazioni. Leggi la guida per sapere come funzionano i vantaggi fiscali per i contribuenti.

Adv

Donazione liberale e detrazione
  • L’erogazione liberale consiste in un contributo in natura o in denaro effettuato liberamente a favore di soggetti attivi in ambito sociale.
  • Per incentivare le erogazioni liberali, lo Stato dedica alcuni benefici fiscali nei confronti di privati che fanno queste donazioni.
  • I benefici fiscali riconosciuti dallo Stato possono consistere in detrazioni fiscali e in deduzioni dal reddito.

Supportare le associazioni e gli enti no profit non solo può aiutare a portare avanti iniziative sociali, ma può offrire anche vantaggi economici.

Infatti, con l’erogazione liberale, lo Stato riconosce, per i soggetti che effettuano le donazioni, dei benefici fiscali e reddituali. I benefici riconosciuti dallo Stato possono consistere in detrazioni fiscali o in deduzioni dal reddito.

Ma qual è la differenza tra erogazione liberale e la donazione tradizionale, e qual è la detrazione riconosciuta? Continua a leggere la guida per conoscere tutte le informazioni sulle erogazioni liberali.

Cos’è l’erogazione liberale

L’erogazione liberale, anche detta elargizione liberale o mecenatismo, è una donazione fatta in denaro o in natura nei confronti di soggetti attivi in ambito sociale. Questi possono essere, ad esempio:

  • associazioni di volontariato;
  • Onlus;
  • associazioni no profit;
  • istituti scolastici o universitari;
  • enti di ricerca.

Si tratta di una forma di donazione fondamentale per il terzo settore, in quanto permette agli enti no profit e alle organizzazioni di raccogliere fondi per perseguire le attività che perseguono uno scopo sociale negli ambiti dell’assistenza della persona e dell’ambiente, dei servizi sanitari e socioassistenziali e dell’animazione culturale.

Queste donazioni, quindi, sono effettuate dai contribuenti che desiderano sostenere economicamente l’impegno sociale portato avanti dall’associazione o dall’ente.

soldo business

Erogazione liberale e donazione: le differenze

Quando si parla di denaro ceduto volontariamente ad associazioni o enti no profit, si usa erroneamente il termine “donazione”.

Tuttavia, a differenza delle donazioni generiche, le erogazioni liberali sono specifiche tipologie di donazioni. Infatti, sono caratterizzate dal fatto che possono essere effettuate esclusivamente a favore di:

  • organizzazioni;
  • associazioni;
  • enti no profit.

In più, effettuare le donazioni in favore di questi soggetti, garantisce ai contribuenti dei particolari vantaggi fiscali.

erogazione liberale significato

Vantaggi fiscali e reddituali sulle donazioni liberali

Per incentivare le erogazioni liberali da parte dei privati, lo Stato riconosce a coloro che effettuano erogazioni liberali dei vantaggi fiscali e reddituali, che consistono in:

  • detrazioni d’imposta;
  • deduzioni dal reddito imponibile IRPEF.

Tuttavia, occorre specificare che non si può usufruire sia della detrazione che della deduzione per la medesima erogazione.

Le detrazioni vanno a ridurre in percentuale l’imposta lorda e, di conseguenza, l’ammontare dell’imposta dovuta. Invece, la deduzione permette di portare in diminuzione dal reddito complessivo rilevante ai fini IRPEF la spesa, in modo da ridurre la base imponibile su cui viene poi calcolata l’imposta.

Per le detrazioni e le deduzioni, il contribuente deve inserire nel modello 730, nella sezione “I”, tra le righe comprese tra la E8 e la E10 (“Altre spese”), l’importo della spesa sostenuta ai fini della detrazione. Bisogna, poi, inserire il giusto codice in base al tipo di ente a cui è stata fatta la donazione.

Obbligo di tracciabilità

Per poter usufruire dei benefici fiscali riconosciuti dallo Stato, in base a quanto stabilito dalla Legge di Bilancio 2020, è obbligatorio utilizzare un metodo di pagamento tracciabile per le donazioni.

Di conseguenza, per poter usufruire delle detrazioni e delle deduzioni, il privato non può effettuare la donazione mediante contanti ma mediante:

Sono, quindi, escluse dalla possibilità di detrazione e deduzione tutte quelle erogazioni liberali che non vengono effettuate in queste modalità. È, inoltre, necessario conservare la ricevuta della donazione o un documento che attesti il pagamento.

revolut business

Erogazione liberale: le detrazioni d’imposta

I contribuenti che effettuano erogazioni liberali possono beneficiare di detrazioni d’imposta ai fini IRPEF di diverse entità in base alla natura dell’ente destinatario. La percentuale di detrazione può essere del 19%, del 26%, del 30% o del 35%.

Inoltre, in base al tipo di onlus o di associazione, vi sono dei precisi limiti. La detrazione del 19% è prevista per le donazioni a favore di:

  • a popolazioni colpite da calamità pubbliche o da altri eventi straordinari effettuate tramite Onlus, organizzazioni internazionali di cui l’Italia fa parte, fondazioni, associazioni, comitati ed enti attivi in questo ambito, amministrazioni pubbliche ed enti pubblici non economici, con il limite di 2.065,83 euro;
  • società e associazioni sportive dilettantistiche, con il limite di 1.500 euro;
  • attività culturali e artistiche pubbliche, enti dello spettacolo pubblici, appartenenti a fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro e verso fondazioni operanti nel settore musicale, con il limite del 2% reddito complessivo per donazioni verso enti dello spettacolo;
  • istituti scolastici di ogni ordine e grado, statali e paritari senza scopo di lucro, appartenenti al sistema scolastico nazionale, senza limite.

Le detrazioni al 26%, invece, sono previste, con il limite di 30.000 euro, per le donazioni a favore di:

  • Onlus, di iniziative umanitarie, religiose o laiche, gestite da fondazioni, associazioni, comitati ed altri enti;
  • partiti politici iscritti nella prima sezione del registro nazionale.

Le detrazioni al 30% e al 35% sono riservate ai soggetti che effettuano le donazioni a favore di organizzazioni non lucrative di utilità sociale (Onlus) e associazioni di promozione sociale iscritte in appositi registri nazionali. Il limite alla detrazione è di 30.000 euro.

Ricordiamo, tuttavia, che tali detrazioni possono azzerare l’IRPEF, ma non possono portare ad un IRPEF a credito. Non è prevista, quindi, la possibilità di ottenere rimborsi per la parte eccedente, salvo rare eccezioni.

Erogazione liberale: deduzione dall’imponibile IRPEF

Le deduzioni dall’imponibile IRPEF, al contrario delle detrazioni, si possono richiedere solamente in particolari casistiche. Infatti, si possono dedurre dal reddito complessivo dichiarato quelle donazioni che vengono effettuate in favore di:

  • istituzioni religiose;
  • organizzazioni non governative che operano nel campo della cooperazione con i Paesi in via di sviluppo;
  • alcune fondazioni e associazioni riconosciute;
  • enti universitari, di ricerca ed enti parco regionali e nazionali;
  • trust o fondi speciali.
erogazione liberale detrazione
soldo business

Come detrarre le erogazioni liberali nel modello 730

Per detrarre le erogazioni liberali si utilizza il modello 730 inserendo i seguenti codici:

  • Codice 20: per importi fino a 2.065,73 euro annui, effettuate in favore delle popolazioni colpite da calamità pubbliche, o altri eventi straordinari, anche se avvenuti in altri Stati;
  • Codice 21: per le erogazioni effettuate in favore di società e associazioni sportive dilettantistiche per importi fino a 1.500 euro;
  • Codice 22: per donazioni a favore di società di mutuo soccorso, come i contributi associativi versati dai soci di queste società, per detrazioni fino ad un importo massimo di 1.291,14 euro;
  • Codice 23: per erogazioni liberali a favore delle associazioni di promozione sociale, entro il limite di 2.065,83 euro;
  • Codice 24: per le erogazioni in denaro a favore della Società di cultura “La biennale di Venezia”;
  • Codice 25: per le spese relative ai beni oggetto soggetti a regime vincolistico;
  • Codice 26: per le donazioni in favore delle attività culturali ed artistiche dello Stato, Regioni ed Enti Locali, Istituzioni pubbliche, fondazioni e associazioni senza scopo di lucro;
  • Codice 27: per donazioni a favore degli enti dello spettacolo;
  • Codice 28: per donazioni in favore di fondazioni operanti nel settore musicale;
  • Codice 31: per donazioni in favore degli istituti scolastici, di ogni ordine e grado, statali, parastatali, senza scopo di lucro;
  • Codice 41: per donazioni in favore delle ONLUS, delle iniziative umanitarie, religiose o laiche, gestite da fondazioni, associazioni, comitati ed enti nei Paesi non appartenenti all’OCSE;
  • Codice 42: per donazioni in favore dei partiti politici;
  • Codice 61: per erogazioni in favore delle ONLUS, delle iniziative umanitarie, laiche e religiose gestite da associazioni e fondazioni;
  • Codice 71: per erogazioni in denaro o in natura in favore delle organizzazioni non lucrative, di utilità sociale (ONLUS) e delle associazioni di promozione sociale;
  • Codice 76: per donazioni in favore delle organizzazioni di volontariato.

Erogazione liberale – Domande frequenti

Cosa sono le erogazioni liberali?

Le erogazioni liberali sono delle donazioni in denaro o in natura effettuate in modo volontario dai contribuenti a favore di enti, associazioni, organizzazioni no profit, istituti e così via.

Come si possono detrarre le erogazioni liberali?

I contribuenti possono portare in detrazione o in deduzione le erogazioni liberali effettuate, purché queste siano state fatte utilizzando metodi tracciabili. Per detrarre le donazioni bisogna inserire gli importi da detrarre nel modello 730. Scopri quali sono i codici da inserire.

Le erogazioni liberali sono deducibili?

Sì, le erogazioni liberali sono deducibili, ma solamente in alcuni casi: ecco quali.

Autore
Foto dell'autore

Ilenia Albanese

Esperta di finanza personale e lavoro digitale

Copywriter specializzata nel settore della finanza personale, con esperienza pluriennale nella creazione di contenuti per aiutare i consumatori e i risparmiatori a gestire le proprie finanze.

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.