Promuovere lo studio professionale con la pubblicità è lecito?

Uno studio professionale può mettere in campo diverse strategie di promozione: la pubblicità è legale? Ecco alcuni aspetti da considerare.

Adv

Promuovere studio professionale pubblicità
  • Promuovere lo studio professionale è un valido sistema per trovare nuovi clienti e acquisire visibilità.
  • Ad oggi gli strumenti maggiormente utilizzati per la pubblicità sono quelli digitali.
  • Uno studio professionale non può promuoversi tramite pubblicità comparativa.

Prima che internet e i social riempissero le nostre vite, la promozione del professionista era limitata alla stretta di mano e all’introduzione da parte di un amico, un cliente o un altro professionista, verso il suo prossimo cliente.

La lettera di presentazione è poi diventata mail, e il cartellone pubblicitario, il passaggio radiofonico o televisivo, per le professioni che lo consentono, sono strumenti quasi vietati, o quantomeno non apprezzati.

Un professionista si può promuovere solo facendo mostra delle proprie competenze, ed è assolutamente vietata la pubblicità comparativa e la promozione di esperienze che non sono in qualche modo certificate.

Come funziona la pubblicità oggi

Con i social e il web si sono moltiplicati i canali di promozione e le modalità per mettere in atto attività pubblicitarie, che sono state parzialmente sdoganate dagli ordini professionali, coscienti del fatto che fosse necessario adeguarsi al nuovo andamento del mercato. 

Studio professionale web marketing

In particolare commercialisti e consulenti del lavoro, non titolari di specifiche riserve attribuite dalla legge, se non di attività marginali e non centrali per molti studi professionali, hanno messo in atto delle politiche più aggressive sul fronte della pubblicità.

Sono proliferati i portali di intermediazione, in cui il professionista si mette in vetrina, che sono promossi tramite pubblicità sul sito, in cui la garanzia è la visibilità.

Qui è possibile l’acquisizione di contatti e la ricezione di richieste di preventivi per prestazioni professionali, poiché i portali privilegiano le competenze dichiarate o la territorialità e prossimità alla sede di lavoro dell’utente.

In un momento successivo, molte società e studi professionali hanno promosso con la pubblicità mirata web e social le loro specifiche attività, gestendo queste attività tramite società di digital marketing che, partendo dal brand, dal sito web e dal posizionamento social, hanno creato veri e propri studi digitali proiettati sull’etere, a beneficio della crescita delle richiesta di connessione proveniente dal mercato.

edenred ticket restaurant

La pubblicità dello studio professionale sul web

Il mercato territoriale si è spostato sul web, introducendo una cultura comunicativa digitale che ha permesso ai professionisti di iniziare a presentarsi in modo diverso.

Alcune realtà professionali hanno recuperato posizioni di mercato accrescendo la loro visibilità, in attesa che il mercato si livelli e talvolta abbassando gli standard, tuttavia, come sempre avviene in questi casi, si attende che di sgonfi questa bolla e torni a prevalere la qualità.

Nel frattempo è d’obbligo adeguarsi a un nuovo modo di comunicare, che non è solo un investimento di marketing digitale, quanto l’acquisizione di nuove necessarie competenze che, nel breve volgere di pochi anni, dovranno fare parte del corredo professionale di commercialisti, avvocati e consulenti del lavoro.

L’investimento in marketing digitale non è detto che paghi nel breve e, certamente, non pagherà nel medio-lungo periodo, l’unico modo per dare continuità alla promozione, com’è sempre stato per i professionisti, è investire su se stessi.

Come fare pubblicità sul web

Non esiste un modo univoco per portare avanti una pubblicità dedicata allo studio professionale che sia efficace e di qualità. Tuttavia va ricordato che per i professionisti è vietato programmare la pubblicità comparativa.

Ogni professionista può decidere di promuovere se stesso o lo studio tramite nuovi strumenti digitali, come il sito web, le piattaforme online o in alcuni casi anche i social media. Investire su se stessi è fondamentale per accrescere le competenze ed essere autonomi nella creazione di promozioni mirate.

Pubblicità online e offline

La crescita del mercato digitale ha creato una frattura tra le richieste che il professionista riceve in presenza e quelle che potrebbe ricevere sul web.

L’utente si sposta sulla rete, e questo crea un movimento simile alla crescita impetuosa che ha coinvolto gli e-commerce rispetto ai negozi di vicinato.

Il rischio di essere tagliati fuori è grande, e attraversa tutti i professionisti, ma per quelli a fine carriera potrebbe non essere un grande problema.

Diversa è invece la dinamica per i professionisti con una prospettiva di almeno dieci anni. Se non si adeguano, rischiano di soccombere o essere fagocitati, in poco tempo.

hype business

Gli investimenti in pubblicità

L’accesso facile alla rete degli ultimi anni ha richiesto investimenti molto limitati del professionista per l’apertura di una frontiera digitale.

Con il passare del tempo il costo di acquisizione di un cliente sulla rete, luogo dove si sposteranno gran parte dei potenziali clienti del futuro, renderà sempre più difficile resistere, senza una strategia di crescita professionale trasversale e di aggregazione, che vada a facilitare gli investimenti.

La creazione di economie di scala è essenziale, per stare sul mercato e il merge di competenze facilita la resilienza.

Autore
Foto dell'autore

Giovanni Emmi

Dottore Commercialista

Commercialista dal 🧗🏾‍♀️secondo millennio, innovatore professionale nel terzo millennio🏃🏾‍♂️. Il futuro della professione del commercialista nel mio ultimo libro "dalla società alla rete tra professionisti".

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.