Bonus edilizia: la polizza professionale è sufficiente per l’obbligo assicurativo

I tecnici non sono obbligati a sottoscrivere una polizza per le attestazioni relative ad un qualsiasi bonus edilizia. Ecco perché.

Polizza assicurativa bonus edilizia
  • Bonus edilizia, è sufficiente la polizza professionale per le asseverazioni.
  • È necessario che polizza stipulata dal tecnico abbia un massimale minimo di 500.000 euro.
  • Non è obbligatorio sottoscrivere delle polizze ad hoc per ogni singolo progetto.

A placare timori e polemiche sugli obblighi assicurativi dei tecnici, che rilasciano asseverazioni ed attestazioni per un qualsiasi bonus edilizia, è il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili. Per soddisfare ogni obbligo assicurativo, è sufficiente la polizza professionale.

I tecnici non hanno la necessità di tutelarsi in altro modo, anche quando rilasciano delle attestazioni e delle asseverazioni ai fini delle detrazioni relative al Superbonus e ad ogni altro bonus edilizia.

Il Consiglio Nazionale dei Commercialisti ha chiarito i dubbi sulla materia, attraverso il pronto ordine 85-2022, che è dedicato al tema della copertura assicurativa che riguarda proprio gli interventi agevolati e il bonus edilizia.

Bonus edilizia, i chiarimenti sugli obblighi assicurativi

Il CNDCEC ha voluto focalizzare la propria attenzione proprio sull’obbligo assicurativo, che è posto a carico dei soggetti, che sono tenuti a rilasciare delle attestazioni e delle asseverazioni relative ad un qualsiasi bonus edilizia.

Sotto la lente d’ingrandimento è andata a finire la necessità di stipulare una polizza single project, che deve essere differente per ogni cantiere, o la possibilità di utilizzare la normale polizza per danni da attività professionale, purché abbia un massimale non inferiore a 500.000 euro.

Per rispondere a questa domanda, il consiglio dei commercialisti, ha menzionato esplicitamente il Regolamento recante riforma degli ordinamenti professionali e il Decreto Legge n. 34 del 19 maggio 2020.

Qui viene indicato che l’obbligo di sottoscrizione di una polizza deve essere considerato rispettato, nel caso in cui i soggetti, che provvedono a rilasciare delle attestazioni e delle asseverazioni, abbiano provveduto a sottoscrivere una polizza assicurativa per i danni provenienti dalle attività professionali.

È necessario, comunque, che la polizza non preveda delle esclusioni relative alle attività di asseverazione. Ma soprattutto deve stabilire un massimale non inferiore a 500.000 euro, che deve essere specifico per il rischio di asseverazione. Questo deve essere integrato a cura dello stesso professionista, laddove sia necessario.

Deve, inoltre, garantire un’ultrattività pari ad almeno cinque anni in caso di cassazione dell’attività. Deve essere anche affiancata da una retroattività pari a cinque anni a garanzia delle asseverazioni effettuate negli anni precedenti.


Bonus edilizia e polizze: un tema bollente

Per quanto riguarda i vari bonus edilizia, il tema delle polizze assicurative ha alimentato non pochi dubbi, nel corso degli ultimi anni. Ad essere particolarmente preoccupati sono stati, soprattutto, i tecnici coinvolti negli interventi di adeguamento energetico e sismico, che possono essere agevolati fiscalmente.

Il Decreto Legge correttivo al Sostegni-ter n. 13 del 25 febbraio 2022, che è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 47 del 25 febbraio 2022, ha fatto discutere gli addetti ai lavori fin dalla prima bozza. Aveva, infatti, provveduto a modificare la disciplina della cessione dei crediti, allentando la stretta. Aveva anche permesso due ulteriore cessioni oltre alla prima.

Con questo decreto erano state fornite alcune indicazioni relativamente al massimale dell’assicurazione per i professionisti, che rilasciano delle attestazioni e delle asseverazioni, che avrebbe dovuto essere pari all’importo dei lavori eseguiti.

Il decreto correttivo aveva eliminato l’indicazione sull’importo minimo di 500.000 euro ed il requisito dell’adeguatezza rispetto al numero di attestazioni o asseverazioni rilasciate.

Bonus edilizia asseverazioni

I chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

Secondo le varie compagnie di assicurazioni, a questo punto, la polizza ad hoc era necessaria ed obbligatoria per tutti i soggetti che rilasciavano delle asseverazioni o delle attestazioni. Secondo gli assicuratori, non si doveva effettuare alcuna distinzione tra un qualsiasi bonus edilizia minore o il Superbonus 110%.

Ad intervenire direttamente sull’argomento è arrivata l’Agenzia delle Entrate, che ha messo i punti sulle i della vicenda. Secondo l’AdE non è necessario sottoscrivere una polizza specifica per l’asseverazione: gli uffici del fisco hanno quindi dato un’interpretazione delle norme che si traducono in meno adempimenti e meno costi per i professionisti, che in questo modo hanno potuto portare avanti i loro progetti in maniera più facile.

Attraverso la circolare 19/E del 27 maggio 2022, l’Agenzia delle Entrate ha definito tre diverse tipologie di contratto, che è possibile stipulare in base ai progetti che i professionisti devono seguire. Questo porta, di conseguenza, a stipulare tre tipologie di assicurazioni per i vari bonus edilizia:

  • per ogni singolo intervento che porti a rilasciare delle attestazioni o asseverazioni: polizza single project;
  • per la responsabilità civile, che preveda un massimale non inferiore a 500.000 euro: la classica polizza RC professionale, che deve abbracciare anche le asseverazioni;
  • contratto dedicato alla sottoscrizione di asseverazioni o attestazioni relative agli interventi rientranti nel Superbonus, con un massimale adeguato al numero delle attestazioni o asseverazioni rilasciate non inferiore, comunque, a 500.000 euro. In questo caso è prevista la cosiddetta polizza asseverazione a consumo o multi-progetto.

Bonus edilizia e polizze professionali – Domande frequenti

I tecnici sono tenuti a sottoscrivere delle polizze ad hoc per il rilascio di attestazioni o asseverazioni?

No, purché abbiano una polizza professionale, con un massimale minimo di 500.000 euro.

La polizza professionale dei tecnici vale solo per le certificazioni del superbonus 110%?

No, è estesa ad ogni tipo di bonus edilizia. Ecco cosa prevede la legge.

Quali caratteristiche deve avere la polizza RC professionale per il rilascio delle asseverazioni?

Come abbiamo visto nell’articolo, deve avere un massimale minimo di 500.000 euro e deve abbracciare anche le asseverazioni.

Autore
Foto dell'autore

Pierpaolo Molinengo

Giornalista

Ho una laurea in materie letterarie. Ho iniziato ad occuparmi di Economia fin dal 2002, concentrandomi dapprima sul mercato immobiliare, sul fisco e i mutui, per poi allargare i miei interessi ai mercati emergenti ed ai rapporti Usa-Russia. Scrivo di attualità, tasse, diritto, economia e finanza.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.