Auto aziendale, come godere di detrazioni e deduzioni?

Foto dell'autore

Giovanni Emmi

Dottore Commercialista

Buongiorno, sono un agente in attività finanziaria con partita iva in regime ordinario. Vorrei acquistare un auto usata.

Vorrei gentilmente sapere se per detrarre il costo dell’auto (credo l’80% fino ad un massimo di 25.000 in 5 anni di ammortamento) devo acquistarla obbligatoriamente da concessionaria, usando quindi la fattura per quantificare il costo, o se posso acquistarla da privato usando il bonifico ed il passaggio di proprietà per quantificare il costo.

Buongiorno. L’acquisto dell’auto può essere effettuato anche da un privato, non è obbligatorio acquistare in concessionario per dedurre il costo di acquisto dell’autoveicolo.

L’acquisto diretto di mezzi di trasporto da parte di un agente in attività finanziaria prevede la deducibilità fiscale dell’80% del costo, con un limite massimo di spesa riconosciuto di:

  • 25.822,84 euro per le automobili;
  • 4.131,66 euro per i motocicli;
  • 2.065,83 euro per i ciclomotori.

Il costo eccedente questi limiti non è deducibile. L’ammortamento di questi beni avviene in cinque anni, con un’aliquota del 25% ridotta a 12,5% nel primo anno.

Per l’acquisto mediante leasing, i canoni sono deducibili se il contratto ha una durata pari almeno al periodo di ammortamento ordinario dell’auto (4 anni). Se il costo per la società di leasing supera i limiti di spesa massimi, la parte eccedente non è deducibile, e il canone di leasing deducibile non può eccedere l’80%.

Il “maxicanone” iniziale va ripartito sull’intera durata del contratto.

Nel noleggio full-service, che include locazione e servizi accessori, il costo massimo riconosciuto per la sola locazione è di 5.164,57 euro annui, con una deducibilità dell’80%.

Le spese per servizi accessori sono deducibili all’80%.

I costi di gestione del veicolo (assicurazione, benzina, ecc.) sono deducibili al 80%, indipendentemente dalla modalità di acquisizione del veicolo. La normativa consente l’intestazione di più veicoli, a condizione che siano utilizzati per l’attività dell’impresa.

NOTA: la presente non rappresenta un'attività di consulenza ma semplicemente la risposta a un quesito posto sul sito partitaiva.it alla quale rispondiamo gratuitamente ai lettori, tramite il nostro coordinamento scientifico formato da un team di commercialisti e consulenti del lavoro.

Hai una domanda simile a questa?

Chiedi consulenza ai nostri esperti

Fai la domanda

Gratis

Ottieni la risposta

Via email

Approfondisci

Consulenza con esperti

Autore
Foto dell'autore

Giovanni Emmi

Dottore Commercialista

Commercialista dal 🧗🏾‍♀️secondo millennio, innovatore professionale nel terzo millennio🏃🏾‍♂️. Il futuro della professione del commercialista nel mio ultimo libro "dalla società alla rete tra professionisti".

Lascia un commento