Ordini professionali in Italia: quali sono e come funzionano

Per svolgere alcune professioni, in Italia è obbligatorio far parte degli ordini professionali. Scopriamo quali sono, a cosa servono e quali vantaggi offrono.

di Ilenia Albanese

Revisione a cura di Giovanni EmmiDottore CommercialistaSu PartitaIva.it ci impegniamo al massimo per garantire informazioni accurate. Gli articoli vengono costantemente revisionati da professionisti del settore.

Adv

ordini professionali in Italia
  • Gli ordini professionali sono degli enti riconosciuti dallo Stato costituiti per tutelare i cittadini sulle prestazioni eseguite da un professionista specializzato.
  • L’ordine professionale ha il compito di stilare un codice deontologico e tenere aggiornato l’elenco degli iscritti nell’apposito albo.
  • Per effettuare l’iscrizione ad un ordine professionale bisogna rispettare i requisiti previsti, che possono essere legati al titolo di studio o al superamento di un esame di Stato.

Per svolgere alcuni tipo di professioni, in Italia è obbligatorio iscriversi agli ordini professionali. Questi sono enti pubblici riconosciuti dallo Stato che hanno il compito di tutelare i cittadini. Attorno all’iscrizione sono stabilite precise regole e spesso è necessario seguire un iter formativo specifico.

L’iscrizione a questi ordini professionali spesso comporta il superamento di un esame di Stato o il conseguimento di un preciso titolo di studio. Vediamo quali sono gli ordini professionali presenti in Italia, il loro scopo e come procedere.

Ordini professionali in Italia: cosa sono e a cosa servono

Gli ordini professionali sono definiti come le istituzioni riconosciute dallo Stato, che hanno il compito di garantire il rispetto di specifiche regole per l’attività dei professionisti che esercitano una determinata mansione. Sono, quindi, istituzioni relative ad una determinata professione riconosciuta dalla legge, che ne garantisce la qualità delle attività dei professionisti iscritti.

L’Ordine, che soggiace alla vigilanza del Ministero della Giustizia, ha il compito di stilare e applicare il codice deontologico della professione per tutelare i cittadini. Si occupa, inoltre, di tenere aggiornato l’albo e garantire la professionalità della categoria e la congruità degli onorari applicati.

ordini professionali in Italia quali sono

I professionisti che fanno parte dell’ordine devono essere iscritti quindi ad un apposito albo professionale, che determina anche una cassa previdenziale specifica. La struttura degli ordini professionali è definita dalla legge. Infatti, devono prevedere:

  • un consiglio direttivo;
  • un presidente;
  • un segretario;
  • un tesoriere (eletto tra gli iscritti);
  • uffici amministrativi;
  • cassa di previdenza.

In base a quanto stabilito dall’articolo 348 del codice penale, l’esercizio dell’attività professionale non sottoposto all’iscrizione all’apposito Albo configura un reato, ossia si parla di esercizio abusivo della professione. Tuttavia, vi sono anche associazioni libere che istituiscono registri la cui iscrizione non è obbligatoria per poter svolgere la professione.

Quali sono gli ordini professionali in Italia

ProfessioneOrdine di riferimento
Agronomi e ForestaliCONAF
AgrotecniciCollegio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici
ArchitettiCNAPPC
Assistenti SocialiCNOAS
AttuariOrdine Nazionale Attuari
AvvocatiCNF
BiologiFNOB
ChimiciOrdine dei Chimici e dei Fisici
Commercialisti ed esperti contabiliCNDCEC
Consulenti del LavoroCDL
FarmacistiFOFI
GeologiConsiglio Nazionale Geologi
GeometriCNG
GiornalistiODG
InfermieriFNOPI
IngegneriOrdine degli Ingegneri
Medici e OdontoiatriFNOMCeO
NotaiConsiglio Nazionale del Notariato
OstetricheFNOPO
Periti AgrariCNPA
PsicologiCNOP
Spedizionieri DoganaliConsiglio Nazionale degli Spedizionieri Doganali
Tecnici radiologiFNO TSRM e PSTRP
VeterinariFNOVI

1. Agronomi e Forestali

Il Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali, o CONAF, è un ordine professionale a cui si accede in possesso di alcuni requisiti.

Per poter esercitare la professione di dottore agronomo e di dottore forestale, di biotecnologi agrari, degli agronomi junior, dei forestali junior e degli zoonomi, è obbligatorio superare un esame di Stato di abilitazione ed essere iscritti ad uno degli Ordini provinciali.

2. Agrotecnici

Il Collegio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici è aggiornato con gli iscritti all’Albo Unico Nazionale. L’albo è stato istituito con l’art. 3 del D.P.R. del 7 agosto 2012 n. 137. L’accesso a questo ordine è garantito a diverse classi di laurea ed è presente uno specifico esame di Stato abilitante.

Per sostenere tale esame, gli interessati devono aver svolto anche almeno sei mesi di tirocinio abilitante. Il sito ufficiale fornisce tutte le indicazioni sulle classi di laurea ammesse.

3. Architetti

L’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, CNAPPC, è stato istituito con la legge n° 1395 del 24 giugno 1923. Il suo obiettivo è quello di tutelare l’esercizio professionale della professione dell’architetto.

I requisiti necessari per iscriversi sono:

  • conseguire una laurea con un indirizzo compatibile alle discipline dell’ordine;
  • superamento dell’esame di abilitazione allo svolgimento della professione;
  • pieno godimento dei diritti civili;
  • non essere iscritti ad altro albo professionale.

4. Assistenti Sociali

L’Ordine Assistenti Sociali Consiglio Nazionale, CNOAS è l’ente a cui gli assistenti sociali devono obbligatoriamente iscriversi per poter esercitare la professione.

Questo ordine è stato istituito con la Legge 84/1993 e raccoglie la comunità professionale e ne è la sua espressione. Anche per l’iscrizione a questo ordine è necessario conseguire una specifica laurea.

5. Attuari

L’Ordine Nazionale degli Attuari è l’ordine a cui gli attuari devono iscriversi per poter svolgere la professione, dopo aver conseguito una laurea specifica.

Per poter effettuare l’iscrizione è obbligatorio il superamento di un esame di Stato. L’ordine è diviso in due sezioni: la sezione A dedicata agli attuari e la sezione B dedicata agli attuari junior.

6. Avvocati

ordini professionali in Italia vantaggi

Il Consiglio dell’ordine forense è un organo professionale costituito presso ogni circondario di tribunale. Si tratta di un ente pubblico che si occupa di rappresentare a livello istituzionale l’avvocatura e l’organismo che rappresenta questa professione è il CNF, Consiglio Nazionale Forense.

L’iter per diventare avvocato è piuttosto lungo, perché prevede la laurea in Giurisprudenza, a cui seguono 18 mesi di praticantato presso lo studio di un avvocato abilitato. L’abilitazione prevede un esame di Stato e l’iscrizione all’ordine di riferimento, oltre alla cassa forense.

7. Biologi

La Federazione Nazionale Degli Ordini dei Biologi, o FNOB, è l’organo che coordina gli ordini territoriali della categoria. L’ordine, vigilato dal Ministero della salute, è stato istituito ai sensi della Legge 396/67 ed è costituito dagli iscritti all’Albo dei biologi.

Per svolgere questa professione è necessaria una laurea specifica, in Biologia o Scienze Biologiche e l’iscrizione all’Ordine prevede una sezione A per i professionisti e una sezione B per i biologi junior. Per iscriversi è necessario superare un esame di Stato.

8. Chimici e fisici

L’Ordine dei Chimici e dei Fisici è riferito ai professionisti in questi ambiti. Anche questo albo è diviso in due sezioni. Nella sezione A possono iscriversi tutti quelli che hanno conseguito la laurea in una delle seguenti classi:

  • Classe 62/S: Scienze Chimiche;
  • Classe 81/S: Scienze e tecnologie della Chimica;
  • Classe 14/S: Farmacia e Farmacia Industriale;
  • LM–13: Farmacia e Farmacia Industriale (in precedenza denominata classe 14/S);
  • LM–54: Scienze Chimiche (in precedenza denominata classe 62/S);
  • LM–71: Scienze e Tecnologie della Chimica Industriale (in precedenza denominata classe 81/S).

Invece, nella sezione B possono iscriversi tutti quelli che hanno conseguito la laurea in una delle seguenti classi:

  • Classe 21: Scienze e Tecnologie Chimiche;
  • Classe 24: Scienze e tecnologie farmaceutiche;
  • L–27: Scienze e tecnologie chimiche (in precedenza denominata classe 21);
  • L–29: Scienze e Tecnologie Farmaceutiche (in precedenza denominata classe 24).

9. Commercialisti ed esperti contabili

Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili (CNDCEC) è un ente di rappresentanza istituzionale della categoria professionale dei commercialisti.

L’Ordine è sottoposto nell’esercizio delle proprie attività alla vigilanza del Ministero della Giustizia. Per iscriversi è necessaria l’apposita laurea magistrale o triennale come esperti contabili. Sono inoltre necessari tre anni di praticantato presso uno studio di commercialisti, al termine del quale è possibile svolgere l’esame di Stato.

10. Consulenti del Lavoro

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro è un organismo della pubblica amministrazione che si riferisce ai professionisti che svolgono consulenze sul lavoro.

Per poter esercitare la professione i consulenti del lavoro devono essere in possesso del titolo di laurea, svolgere un praticantato di 18 mesi e superare l’Esame di Stato. Superato l’esame potranno iscriversi all’Albo tenuto presso il Consiglio territoriale dell’Ordine della provincia di appartenenza.

11. Farmacisti

La FOFI, o Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani, è un ente pubblico che si occupa di rappresentare la professione del Farmacista e di coordinare l’attività degli Ordini territoriali.

La Federazione gestisce e coordina gli ordini provinciali sparsi nel territorio. Per diventare farmacista e iscriversi all’Ordine è necessaria la laurea nel settore, che prevede anche lo svolgimento di un tirocinio, a cui segue un esame di Stato.

12. Geologi

Il Consiglio Nazionale dei Geologi è il consiglio che gestisce e rappresenta i professionisti iscritti all’apposito albo professionale. Anche in questo caso, l’albo è diviso in due sezioni, la sezione A e la sezione B. Per ogni regione sono stabiliti specifici criteri per l’iscrizione.

13. Geometri

Il Consiglio Nazionale Geometri, o CNG è un ente che rappresenta Geometri e Geometri Laureati. L’ente si occupa di sostenere le professionalità dei liberi professionisti. Per iscriversi è necessario aver conseguito una formazione come geometra, con diploma o laurea specifica e svolgere l’esame di Stato.

14. Giornalisti

ordini professionali in italia albi

L’Ordine dei giornalisti, ODG, è un ente pubblico raccoglie l’elenco degli iscritti all’albo. Anche in questo caso esistono diverse sedi regionali a cui fare riferimento, con regole specifiche per l’ammissione.

Per iscriversi all’albo come giornalista professionista bisogna aver svolto un praticantato specifico oppure una scuola di giornalismo e superare l’esame di idoneità professionale. Il giornalista pubblicista, invece, deve aver svolto un’attività giornalistica continuativa e regolarmente retribuita, per almeno due anni.  

15. Infermieri

La Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche, o FNOPI, è l’organo che coordina gli ordini provinciali per i professionisti in questo ambito.

È stato istituito nel 1954 con la Legge del 29 ottobre n. 1049: “Istituzione dei Collegi delle infermiere professionali, delle assistenti sanitarie visitatrici e delle vigilatrici d’infanzia”.

Per iscriversi è necessario aver svolto la formazione in ambito infermieristico, ottenere l’abilitazione con l’esame di Stato per svolgere la professione in Italia nella circoscrizione dell’Ordine di riferimento.

16. Ingegneri

Il Consiglio Nazionale degli Ingegneri è l’organismo nazionale di rappresentanza istituzionale degli interessi rilevanti della categoria professionale degli ingegneri. L’ente è vigilato dal Ministero della Giustizia. Per iscriversi è necessario aver conseguito un titolo come ingegnere e superare un esame di Stato.

17. Medici e Odontoiatri

La Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici e degli Odontoiatri, o FNOMCeO, è un ente che raccoglie tutti gli ordini professionali dei medici chirurghi e odontoiatri delle province. Si occupa di vigilare sul decoro degli iscritti e promuove iniziative per l’aggiornamento professionale.

L’iter per iscriversi all’Ordine è piuttosto lungo: è necessaria la laurea apposita, con svolgimento di un tirocinio professionalizzante e sostenere l’esame di abilitazione.

18. Notai

Il Consiglio Nazionale del Notariato è l’ordine professionale a cui sono iscritti i notai. Possono iscriversi all’albo i candidati che presentano i seguenti requisiti:

  • conseguimento della laurea in giurisprudenza;
  • pratica in uno studio notarile per 18 mesi (con la possibilità di anticipare 6 mesi già nell’ultimo anno di università);
  • superamento del concorso pubblico gestito dal Ministero della Giustizia.


19. Ostetriche

La Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica, o FNOPO, insieme agli Ordini delle Ostetriche, è un ente pubblico non economico che persegue l’interesse pubblico, con l’interesse particolare della categoria professionale delle ostetriche.

20. Periti Agrari

Il Consiglio del Collegio Nazionale dei Periti Agrari ha sede in Roma, presso il Ministero di Grazia e Giustizia. A seguito di un percorso di formazione nell’ambito agrario, è necessario svolgere un tirocinio biennale e sostenere l’esame di stato.

21. Psicologi

Il Consiglio Nazionale Ordine Psicologi, o CNOP, è l’istituzione che rappresenta l’Ordine degli Psicologi sul piano nazionale ed europeo.

Per potersi iscrivere all’albo, il professionista deve prima aver completato un corso di laurea triennale di I Livello (L24), per poi proseguire con un corso di laurea magistrale di II Livello (LM51), infine svolgere un esame di Stato per l’abilitazione.

22. Spedizionieri Doganali

Il Consiglio Nazionale degli Spedizionieri Doganali, istituito con la legge 22 dicembre 1960, n. 1612, è l’organo preposto al coordinamento, controllo e formazione degli Spedizionieri Doganali (o “Doganalisti”) iscritti nel relativo Albo professionale. Per accedere all’albo e ottenere il titolo di spedizioniere doganale è obbligatorio superare l’Esame di Stato.

23. Tecnici radiologi

La Federazione nazionale Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica, delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione è un ente che raccoglie 61 ordini professionali delle province italiane. Inoltre, rappresenta oltre 18 professioni sanitarie. In tutto coordina e gestisce l’albo a cui sono iscritti oltre 160mila professionisti.

24. Veterinari

La Federazione nazionale ordini veterinari italiani (FNOVI) è un ente che riunisce tutti gli ordini dei medici veterinari delle province.

Istituita bel 1946, coordina e gestisce gli ordini provinciali dei veterinari, per cui agli albi specifici sono obbligatoriamente iscritti tutti i medici veterinari che svolgano attività professionale in Italia. Per diventare veterinari è necessario seguire la formazione specifica con tirocinio formativo, a cui segue l’esame di Stato.

Come accedere a un ordine professionale

Come abbiamo visto, per poter svolgere la professione in alcuni casi è obbligatorio effettuare l’iscrizione all’albo, che prevede il rispetto di alcuni requisiti formativi, come il conseguimento di una laurea in un indirizzo specifico. In più, nella maggior parte dei casi è previsto il superamento dell’esame di Stato. Questo può essere affrontato esclusivamente dopo avere svolto un tirocinio professionale.

Per far parte di un ordine professionale, gli iscritti devono sottoscrivere il codice deontologico. Se è previsto l’obbligo dell’iscrizione all’albo per svolgere la professione, l’esercizio abusivo della professione costituisce un reato. Tale reato prevede fino a sei mesi di reclusione e una multa che va da 103 a 516 euro.

Gli iscritti a un albo sono riconosciuti come professionisti che svolgono attività ad elevato contenuto intellettuale. Inoltre, hanno l’obbligo di iscriversi ad apposite Casse previdenziali dedicate alla specifica categoria professionale e versare una quota di iscrizione annuale.

Quali sono i vantaggi di iscriversi agli albi professionali

Iscriversi ad un albo professionale non è solo obbligatorio, nella maggior parte dei casi, ma anche conveniente. Infatti, l’iscrizione ad un ordine professionale porta ad una serie di vantaggi.

Prima di tutto consente di accedere ad una cassa pensionistica dedicata. In secondo luogo, l’albo può dare accesso a convenzioni anche sanitarie e a formazione specialistica periodica.

Essere iscritti ad un albo è anche sinonimo di professionalità e serietà ed è la prova che non si esercita la professione abusivamente. In più, offre maggiore visibilità perché i cittadini possono ricercare i professionisti direttamente dagli albi ufficiali. Gli ordini professionali offrono costanti aggiornamenti sulle attività professionali e forniscono contatti con altri colleghi.

Quali sono i costi da sostenere

Per iscriversi ad un ordine professionale e mantenere l’iscrizione annuale, il professionista deve sostenere alcuni costi. La spesa può andare dai 40 euro fino a diverse centinaia di euro come quota di iscrizione annuale. A volte il costo dell’iscrizione dipende anche dall’Ordine o Collegio territoriale di appartenenza.

Gli albi, poi, spesso hanno una propria cassa pensionistica. I professionisti, quindi, devono versare annualmente i contributi previdenziali alla cassa previdenziale di appartenenza. L’ammontare dei contributi è stabilito dallo stesso ordine professionale.  

La quota prevista per l’iscrizione agli ordini professionali può variare in base all’ordine e alla provincia di appartenenza. In genere sono previsti due tipi di spese:

  • tassa di iscrizione iniziale;
  • tassa di iscrizione annuale.

Per i professionisti iscritti agli ordini è necessario quasi sempre aprire una Partita Iva, con la conseguente necessità di scegliere il Codice Ateco più adatto, versare contributi e tasse e scegliere il regime fiscale più adatto.

Ordini professionali in Italia – Domande frequenti

Quanti sono gli ordini professionali in Italia?

In Italia ci sono tantissimi ordini professionali, ma non tutti sono legati ad un albo professionale. Scopri qui quali sono gli ordini professionali riconosciuti dallo Stato.

Quali sono le professioni non ordinistiche?

Tra le professioni non ordinistiche, che non prevedono quindi l’istituzione e l’appartenenza ad un ordine, ci sono quelle svolte da fisioterapisti, amministratori di condominio, fotografi e tante altre professioni ancora.

Chi sono i professionisti in Italia?

Sono considerati liberi professionisti tutti coloro che esercitano in proprio una libera professione intellettuale. In genere hanno conseguito una laurea e sono iscritti ad un albo e ad un ordine professionale.

Come iscriversi ad un albo professionale?

L’iscrizione può avvenire in base ai requisiti specifici stabiliti dall’Ordine professionale di riferimento: oltre a seguire un percorso formativo specifico, il professionista spesso deve svolgere un tirocinio o un praticantato, superare un esame di Stato e sostenere dei costi di iscrizione.

Autore
Foto dell'autore

Ilenia Albanese

Esperta di finanza personale e lavoro digitale

Copywriter specializzata nel settore della finanza personale, con esperienza pluriennale nella creazione di contenuti per aiutare i consumatori e i risparmiatori a gestire le proprie finanze.
Fact-Checked
Avatar di Giovanni Emmi
Giovanni Emmi
Dottore Commercialista
Revisione al 23 Maggio 2024
Commercialista dal 🧗🏾‍♀️secondo millennio, innovatore professionale nel terzo millennio🏃🏾‍♂️. Il futuro della professione del commercialista nel mio ultimo libro "dalla società alla rete tra professionisti".

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.