Indennità di discontinuità per i lavoratori dello spettacolo: si avvicina la scadenza del 30 marzo

L'indennità di discontinuità per i lavoratori dello spettacolo è un sostegno per chi spesso si trova davanti ad inevitabili oscillamenti nel reddito complessivo. Ecco chi può accedervi e come.

Adv

indennita discontinuita lavoratori spettacolo
  • Con circolare numero 2 del 03-01-2024 l’INPS rinnova l’indennità di discontinuità per i lavoratori dello spettacolo, con termine di presentazione della domanda fissato al 30 marzo.
  • Rivolta a una vasta gamma di professionisti del settore, richiede tuttavia di soddisfare alcuni specifici criteri per l’accesso.
  • La procedura di domanda è gestibile online tramite il sito dell’INPS o tramite Patronato.

Mancano pochi giorni alla scadenza, fissata al 30 marzo 2024, per presentare domanda di indennità di discontinuità per i lavoratori dello spettacolo, sostegno finanziario importante per chi si confronta con la variabilità intrinseca del settore.

Riconosciuta a coloro che contribuiscono alla ricchezza culturale attraverso il teatro, il cinema, la musica e altre forme di arte performative, questa misura mira a compensare gli inevitabili periodi di pausa tra un impegno lavorativo e l’altro. Vediamo nel dettaglio chi può accedervi e in che modo.

Cos’è l’indennità di discontinuità per i lavoratori dello spettacolo

L’indennità di discontinuità per i lavoratori dello spettacolo è una misura di sostegno finanziario istituita per venire incontro alle esigenze di coloro che operano in un settore caratterizzato da una naturale e marcata intermittenza lavorativa.

Nasce dalla consapevolezza che il lavoro nel campo dello spettacolo, inclusi teatro, cinema, musica e altre arti performative, è soggetto a cicli di attività variabili e spesso non prevedibili, che possono comportare periodi di inattività forzata tra un impegno professionale e l’altro.

Da qui l’idea di un ammortizzatore sociale utile a compensare i periodi di assenza di lavoro, aiutando i professionisti del settore a gestire le discontinuità di reddito che possono incidere significativamente sulla loro stabilità economica e sul benessere personale.

indennità lavoratori spettacolo scadenza

Secondo quanto riportato nella circolare INPS del 2 gennaio1, l’indennità corrisponde a un terzo delle giornate di lavoro registrate nel Fondo pensione lavoratori dello spettacolo per i periodi di competenza 2023, fino a un massimo di 312 giorni all’anno, escludendo quelle giornate già coperte da contributi obbligatori o compensate in altra forma.

Il valore dell’indennità erogata ammonta al 60% della cifra calcolata secondo le disposizioni specifiche. Le domande dovranno essere presentate entro e non oltre il 30 marzo 2024: richieste successive non verranno prese in considerazione.

tot business

Indennità di discontinuità lavoratori dello spettacolo: beneficiari

L’indennità di discontinuità per i lavoratori dello spettacolo si rivolge a una vasta gamma di professionisti, dagli artisti ai tecnici, che contribuiscono alla realizzazione di eventi e produzioni artistiche, siano essi concerti, spettacoli teatrali, produzioni cinematografiche o televisive e altri eventi culturali.

Per accedervi, tuttavia i richiedenti devono soddisfare specifici criteri che ne attestano la qualità di lavoratori dello spettacolo e la necessità di supporto economico nei periodi di minore attività lavorativa:

  • essere cittadini dell’Unione europea;
  • avere la residenza in Italia da almeno un anno al momento della domanda;
  • non superare un reddito annuo lordo di 25.000 euro nell’anno fiscale precedente;
  • aver accumulato almeno 60 giornate di lavoro contributivo nel Fondo pensione lavoratori dello spettacolo nell’anno precedente a quello di presentazione della domanda;
  • avere, nell’anno precedente a quello di presentazione della domanda, un reddito da lavoro derivante principalmente dall’attività artistica o tecnica nel settore dello spettacolo;
  • non essere stato titolare di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato nell’anno fiscale precedente, con l’eccezione dei rapporti di lavoro intermittenti;
  • non essere beneficiario di trattamenti pensionistici diretti al momento della richiesta.

Domanda per l’indennità di discontinuità lavoratori dello spettacolo

indennità di discontinuità per i lavoratori dello spettacolo domanda

L’INPS ha reso il processo di domanda per questo e altri bonus il più accessibile e snello possibile, prediligendo tuttavia le modalità telematiche. Ecco come procedere online:

  • visitare il sito ufficiale dell’INPS e accedere alla sezione dedicata utilizzando le proprie credenziali digitali, come lo SPID, la CIE o la CNS;
  • navigare fino alla sezione dedicata alle prestazioni non pensionistiche, cercando l’area specifica per i “Sostegni, Sussidi e Indennità“. Qui si troveranno le informazioni e il modulo per la richiesta dell’indennità di discontinuità per i lavoratori dello spettacolo;
  • compilare attentamente la domanda, seguendo le istruzioni fornite e inserendo tutti i dati richiesti. Sarà necessario fornire informazioni personali, professionali e relative ai requisiti specifici che attestano l’eleggibilità per l’indennità;
  • dopo aver verificato la correttezza delle informazioni inserite, la domanda può essere inviata direttamente online.

Per chi non fosse in grado di procedere con la domanda online o preferisse un supporto diretto, è possibile rivolgersi ai Patronati, che offrono assistenza nella compilazione e nell’invio delle domande. In alternativa, si può utilizzare il Contact Center multicanale dell’INPS, disponibile sia tramite numero verde da telefono fisso che con un numero dedicato per le chiamate da cellulare.

  1. Circolare n.2 del 3 gennaio 2024, INPS, inps.it ↩︎
Autore
Classe 1994, immediatamente dopo gli studi ho scelto di intraprendere una carriera nel Project Management in ambito di progetti Erasmus+ per EPS. Questo mi ha portato ad approfondire in particolare le tematiche inerenti alla fiscalità delle PMI, anche se la mia area di expertise risulta oggi molto più ampia in questo ambito. Oggi sono copywriter freelance appassionata di scrittura e di innovazione per le piccole e medie imprese.

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.