Contributi a fondo perduto associazioni sportive: chi può fare domanda e come procedere

Le domande per il contributo a fondo perduto dedicato alle associazioni sportive potranno essere presentate a partire dall'11 marzo e fino al 22 aprile 2024, ma solo se si dispone di specifici requisiti: ecco quali.

Adv

contributi a fondo perduto associazioni beneficiari
  • Al via dall’11 marzo le domande per i contributi a fondo perduto volti a coprire i costi sostenuti per il versamento dei contributi previdenziali dei lavoratori sportivi con contratti co.co.co. da luglio a novembre 2023.
  • I contributi a fondo perduto sono destinati a ASD e SSD che presentano ricavi non superiori a 100.000 euro nel 2022, registrate nel Registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche.
  • Le domande per accedere ai fondi, che ammontano a 8,3 milioni di euro, possono essere presentate online, con l’obbligo di allegare documentazione finanziaria e prove dei versamenti previdenziali.

L’adozione di misure di sostegno finanziario alle associazioni e società sportive dilettantistiche rappresenta un tassello fondamentale nella strategia di rafforzamento e promozione dello sport a livello nazionale.

Tra queste ci sono i contributi a fondo perduto riservati alle associazioni. A partire dall’11 marzo e fino al 22 aprile di quest’anno, ASD e SSD potranno presentare domanda per ricevere un sostegno volto a coprire le spese sostenute per i contributi previdenziali versati sui compensi dei lavoratori sportivi titolari di contratti co.co.co.

In questo articolo, vediamo le basi normative, i requisiti e la procedura attraverso i quali associazioni e società sportive dilettantistiche potranno accedere al fondo.

Come funziona il contributo a fondo perduto

Il contributo a fondo perduto per le associazioni e società sportive dilettantistiche (ASD e SSD) trova fondamento nel decreto legislativo n. 36/2021 e nelle sue successive modificazioni apportate dal decreto legislativo n. 120/2023, emanato dal Ministro per lo Sport e i Giovani, in accordo con il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Questa misura, per cui il governo ha stanziato in totale 8,3 milioni di euro, è stata introdotta nell’ambito della riforma dello sport con lo scopo di sostenere economicamente le associazioni e società sportive dilettantistiche.

Questo viene fatto attraverso il rimborso dei contributi previdenziali versati per i lavoratori sportivi sotto contratti di collaborazione coordinata e continuativa in riferimento all’anno scorso.

tot business

Contributi a fondo perduto per le associazioni: requisiti e beneficiari

Possono beneficiare del contributo a fondo perduto le associazioni e società sportive dilettantistiche (ASD e SSD) che sono iscritte nel Registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche.

Per essere ammesse a ricevere il contributo, queste entità devono tuttavia aver conseguito, nel periodo d’imposta 2022, ricavi di qualsiasi natura complessivamente non superiori a 100.000 euro.

Il contributo è inoltre destinato unicamente a coprire i contributi previdenziali versati sui compensi dei lavoratori sportivi con contratti di collaborazione coordinata e continuativa (co.co.co.) per i mesi di luglio, agosto, settembre, ottobre e novembre 2023.

Come chiedere i contributi a fondo perduto per le associazioni

contributi a fondo perduto associazioni domanda

Per fare domanda per i contributi a fondo perduto destinati alle associazioni e società sportive dilettantistiche, è necessario accedere alla piattaforma del “Registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche”.

Qui, le associazioni interessate troveranno una funzionalità apposita per la presentazione della domanda, insieme alle istruzioni operative dettagliate.

Le domande potranno essere inviate a partire dalle ore 12.00 dell’11 marzo 2024 fino alle ore 23.59 della data di scadenza stabilita al 22 aprile 2024 allegando alla richiesta la documentazione necessaria, che include:

  • una copia del bilancio o rendiconto finanziario per l’anno 2022, accompagnata dal verbale che attesta l’approvazione dell’assemblea dei soci o membri. Nel caso di associazioni o società sportive dilettantistiche che redigono il bilancio in periodi diversi dall’anno solare, è necessario presentare il bilancio relativo all’esercizio concluso nel 2022. Il Dipartimento per lo Sport effettuerà controlli per assicurarsi che l’anno finanziario corrisponda a quanto previsto nello statuto dell’entità;
  • una copia dei pagamenti dei contributi previdenziali relativi al periodo per il quale si richiede il contributo. Il Dipartimento per lo Sport condurrà anche in questo caso delle verifiche con l’INPS per assicurarsi che tali contributi siano stati versati correttamente.

Erogazione del contributo per le associazioni

L’elenco dei destinatari del contributo e l’importo assegnato saranno resi pubblici sul sito ufficiale del Dipartimento e nella sezione accessibile al pubblico del Registro.

Si ricorda inoltre che la concessione del contributo è condizionata al rispetto dei limiti stabiliti dal regolamento de minimis e che gli importi concessi verranno trasferiti direttamente sui conti bancari specificati dai richiedenti nel momento della presentazione della domanda.

Autore
Classe 1994, immediatamente dopo gli studi ho scelto di intraprendere una carriera nel Project Management in ambito di progetti Erasmus+ per EPS. Questo mi ha portato ad approfondire in particolare le tematiche inerenti alla fiscalità delle PMI, anche se la mia area di expertise risulta oggi molto più ampia in questo ambito. Oggi sono copywriter freelance appassionata di scrittura e di innovazione per le piccole e medie imprese.

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.