Come comunicare con i video in modo efficace se sei un professionista

Comunicare utilizzando i video può essere una valida opzione di promozione per professionisti e commercialisti. Ecco qualche indicazione.

di Giovanni Emmi

Adv

Comunicare con i video

La comunicazione con strumenti video, audio e con i blog, per presentarsi ai potenziali clienti, è diventata un modo rapido per i commercialisti per entrare in contatto con gli imprenditori, attraverso la creazione di canali di interazione che creano il primo scambio professionale.

Con il video, il professionista si presenta e spende la sua persona e la sua professionalità. Questo è un modo nuovo per catturare l’attenzione, che si differenzia dalla classica presentazione in studio e permette al professionista di “entrare” nelle aziende con gli argomenti a lui più congeniali, espressione delle sue competenze.

La comunicazione con i video è utile non solo in una fase iniziale di contatto con il cliente, ma è una delle attività di standardizzazione di processi dello studio che valorizza il brand e il tempo. 

Come girare video professionali

Attraverso la comunicazione video sulle novità fiscali o sulle procedure informatiche per le imprese (es. come comunicare il lavoro intermittente o iscrivere il titolare effettivo in camera di commercio), si può rispondere al cliente. Possono infatti essere condivisi i link dei video da seguire per la specifica attività, e possono essere resi fruibili sul canale YouTube dello studio.

Per girare un video semi professionale, che possa essere accettabile e riconoscibile dal cliente, come un prodotto valido che accredita il professionista, bisogna rispettare alcune regole di base:

  • l’audio, più della ripresa video, deve essere chiaro e fruibile in modo semplice dall’utente;
  • le luci sono fondamentali per mettere in chiaro la figura, si possono utilizzare delle luci semi professionali, ma anche in difetto, è necessario che vi sia una visibilità chiara;
  • Il video deve essere breve, semplice e non troppo tecnico, soprattutto se il pubblico non è formato da professionisti e tecnici di settore.

L’efficacia di un video per la “lead generation” di nuovi potenziali clienti è molto elevata, si tratta solo di veicolarlo per i giusti canali.

tot business

Video professionali: i contenuti

Anche per ciò che riguarda la comunicazione ai clienti acquisiti, il video è un modo proficuo per semplificare e digitalizzare alcuni argomenti o novità, soprattutto in ambito fiscale, dato che i cambiamenti attraversano periodicamente la vita delle imprese italiane, ed è possibile farlo attraverso la continua condivisione.

Con il video si perde un’ora (ma è già tanto) e si fa arrivare il messaggio ad un numero di persone molto elevato, come se fosse una classica attività di consulenza.

Il tempo risparmiato, se si acquisisce confidenza con lo strumento, è maggiore di quello impiegato per questa attività, e i risultati potranno andare ben al di là delle aspettative.

Da non sottovalutare neanche l’aspetto promozionale che assume questa attività, che qualifica il professionista sotto il profilo dell’innovazione.

In quest’ultimo caso, l’efficacia sarà maggiore per il cliente giovane, smart e intraprendente. Sarà meno rilevante o addirittura negativa nei confronti di clienti old style, che vedono queste attività come una diminuito del professionista, che nel suo immaginario è serioso e formale. 

Autore
Foto dell'autore

Giovanni Emmi

Dottore Commercialista

Commercialista dal 🧗🏾‍♀️secondo millennio, innovatore professionale nel terzo millennio🏃🏾‍♂️. Il futuro della professione del commercialista nel mio ultimo libro "dalla società alla rete tra professionisti".

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.