AGCOM, arriva il nuovo regolamento sugli influencer: ecco cos’è e cosa implica

Già prima che il caso Ferragni scatenasse una bufera di polemiche sulla trasparenza e l'affidabilità degli influencer, l'AGCOM aveva emanato un regolamento per questo nuovo e delicatissimo settore. Ecco le ultime novità.

Adv

agcom influencer regolamento
  • L’AGCOM va ad equiparare i contenuti, pubblicitari e non, pubblicati dagli influencer sui social a quelli dei media tradizionali.
  • Saranno oggetto del nuovo regolamento solo gli influencer con almeno un milione di followers e un engagement rate di almeno il 2%.
  • Le sanzioni per eventuali irregolarità saranno salatissime: si parte da 258.000€.

La bufera che ha travolto Chiara Ferragni nelle scorse ore non accenna a placarsi. Una delle influencer più celebri del panorama social, a cui spesso si attribuisce il merito di aver inventato la professione più ambita degli ultimi anni, è oggi al centro di un caso mediatico e legale senza precedenti, il cui fulcro principale è la mancata trasparenza nelle comunicazioni pubblicitarie.

Il caso Balocco, scoppiato a dicembre scorso, sembra aver scoperchiato un vero e proprio vaso di Pandora nel settore dell’influencer marketing, e l’AGCOM con un comunicato stampa recente1 annuncia l’applicazione di nuove regole.

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni aveva infatti già avviato una consultazione pubblica sul tema in tempi non sospetti, ed emesso una serie di linee guida sul tema quest’estate. Vediamo quali sono le ultime novità in termini di regolamentazione.

Regolamento AGCOM sugli influencer: arriva la stretta

Il presupposto su cui si basa la recente decisione dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni in materia di influencer e pubblicità è che anche in ambito social vanno applicate le stesse linee guida che regolano la diffusione di contenuti marketing su altri media.

L’influencer sarà quindi obbligato per legge a rispettare le norme previste dal “Testo unico sui servizi di media audiovisivi“, poiché al pari di altri media come televisione, giornali o radio, egli produce e diffonde al pubblico “contenuti audiovisivi, sul quale esercita responsabilità editoriale, tramite piattaforme per la condivisione di video e social media”.

Le linee guida che definiscono i destinatari del regolamento sono tuttavia specifiche per questo particolare settore, ancora relativamente “nuovo” nel panorama pubblicitario e quindi soggetto a condizioni diverse rispetto ai media tradizionali. Saranno quindi oggetto della regolamentazione solo gli influencer che:

  • presentano almeno un milione di followers sulle varie piattaforme o social media su cui operano;
  • presentano almeno un fattore di engagement rate del 2%.

Con engagement rate si intende la percentuale di followers reali che interagiscono con il post tramite likes o commenti.

tot business

Regolamento AGCOM sugli influencer: ambiti di applicazione

agcom regolamento influencer marketing

Come per qualsiasi altro contenuto, pubblicitario o non, condiviso su altri media tradizionali, anche quello condiviso dall’influencer dovrà quindi rispettare il regolamento sui servizi di media audiovisivi in ambito di comunicazioni commerciali, tutela dei diritti fondamentali della persona, dei minori e dei valori dello sport, pena sanzioni e rimozione o adeguamento del contenuto stesso.

Il che implica quindi il divieto di promozione per prodotti contenenti nicotina, alcool o che pubblicizzano siti e enti che operano nel gioco d’azzardo.

Ma la stretta di AGCOM presenta un focus particolare anche sui contenuti con finalità di marketing, e che promuovono quindi prodotti o servizi ai followers. Qui, l’influencer sarà tenuto a specificare la natura pubblicitaria del contenuto in maniera chiara e concisa.

Regolamento e sanzioni per gli influencer

E qui si arriva il nodo focale, ovvero la stesura di un codice di condotta ad hoc che garantisca la trasparenza e la riconoscibilità del contenuto pubblicitario e che riesca a dare una volta per tutte uno stop alla pubblicità occulta, diventata una vera e propria piaga nell’ambiente social.

Ad oggi, il regolamento in questo ambito è ancora in fase di definizione e la sua stesura coinvolgerà non solo gli esperti dell’Autorità per le Comunicazioni, ma anche stakeholders esterni, tra cui le stesse agenzie di influencer marketing che fungono da soggetti intermediari tra influencer e aziende.

Per gli influencer coinvolti che non rispettassero una o più linee guida definite dall’AGCOM, le multe sono salatissime, specialmente in ambito marketing: si parla di sanzioni pecuniarie anche da 258.000€ fino a 600.000€, quantificate in base all’impatto social dell’influencer.

Regolamento AGCOM sugli influencer – Domande frequenti

Quali influencer saranno soggetti al nuovo regolamento AGCOM e perché?

Il nuovo regolamento dell’AGCOM si applica agli influencer che soddisfano specifici criteri: devono avere almeno un milione di follower e un tasso di engagement del 2%.

In che modo il regolamento AGCOM impatta il contenuto pubblicato dagli influencer?

Gli influencer soggetti a questo regolamento sono tenuti a rispettare le stesse norme che regolano la pubblicità nei media tradizionali. Ciò significa che dovranno anche assicurarsi che i contenuti pubblicitari siano chiaramente identificabili come tali.

Quali saranno le sanzioni per gli influencer che non rispettano il regolamento AGCOM?

Le sanzioni per gli influencer che violano le linee guida dell’AGCOM sono piuttosto severe. Le multe partono da 258.000 euro e possono arrivare fino a 600.000 euro, a seconda dell’impatto sociale dell’influencer.

  1. Comunicato Stampa AGCOM, 10 gennaio 2024, agcom.it ↩︎
Autore
Classe 1994, immediatamente dopo gli studi ho scelto di intraprendere una carriera nel Project Management in ambito di progetti Erasmus+ per EPS. Questo mi ha portato ad approfondire in particolare le tematiche inerenti alla fiscalità delle PMI, anche se la mia area di expertise risulta oggi molto più ampia in questo ambito. Oggi sono copywriter freelance appassionata di scrittura e di innovazione per le piccole e medie imprese.

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.