Come posso avviare un’attività di pulizie?

Foto dell'autore

Giovanni Emmi

Dottore Commercialista

Salve, vorrei aprire una piccola impresa di pulizie. Quali sono gli adempimenti?

Per avviare un’impresa di pulizie in Italia, ci sono diversi requisiti e procedure da seguire.

Requisiti

La legge prevede tre tipologie di requisiti: onorabilità, tecnico-professionali ed economico-finanziari.

Requisiti di onorabilità

I titolari, soci, amministratori, e altri ruoli dirigenziali devono essere privi di condanne penali non colpose con pena detentiva superiore a due anni, o per reati contro il patrimonio o la fede pubblica.

Non devono aver svolto o essere coinvolti in procedure fallimentari (a meno che non sia intervenuta la esdebitazione), e devono essere privi di misure di sicurezza o di prevenzione.

Non devono essere coinvolti in procedimenti penali per reati di stampo mafioso, concorrenza illecita, o violazioni gravi in materia di lavoro, previdenza e assicurazione obbligatoria.

Requisiti tecnico-professionali

Per attività specifiche come disinfestazione, derattizzazione, sanificazione è necessario un responsabile tecnico con:

  • un’esperienza professionale qualificata di almeno tre anni;
  • un adeguato livello di istruzione (obbligo scolastico assolto, attestato di qualifica tecnica, diploma di istruzione secondaria o universitario). Deve comprendere conoscenze in chimica e biologia.

Requisiti economico-finanziari

  • Iscrizione INPS e INAIL obbligatoria per tutti gli operatori dell’impresa.
  • Assenza di protesti cambiari negli ultimi 5 anni e presenza di un conto corrente bancario o postale.
revolut business

Documentazione e procedura

  • Compilazione di modelli SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) e schede anagrafiche.
  • Autocertificazione Antimafia
  • Titoli di studio, libretto di lavoro, dichiarazioni di esperienza professionale, fatture, ecc.
  • La camera di commercio ha 60 giorni per verificare la sussistenza dei requisiti legali e può, se necessario, emettere un provvedimento di divieto di prosecuzione dell’attività.

La documentazione deve essere presentata alla Camera di Commercio della provincia dove si trova la sede legale dell’impresa.

Questo processo assicura che l’impresa rispetti tutti i requisiti legali e professionali per operare nel settore delle pulizie.

Come si apre un’impresa di pulizie – video

Autore
Foto dell'autore

Giovanni Emmi

Dottore Commercialista

Commercialista dal 🧗🏾‍♀️secondo millennio, innovatore professionale nel terzo millennio🏃🏾‍♂️. Il futuro della professione del commercialista nel mio ultimo libro "dalla società alla rete tra professionisti".

Lascia un commento

NOTA: la presente non rappresenta un'attività di consulenza ma semplicemente la risposta a un quesito posto sul sito partitaiva.it alla quale rispondiamo gratuitamente ai lettori, tramite il nostro coordinamento scientifico formato da un team di commercialisti e consulenti del lavoro.

Hai una domanda simile a questa?

Chiedi consulenza ai nostri esperti

Fai la domanda

Gratis

Ottieni la risposta

Via email

Approfondisci

Consulenza con esperti