Regali di Natale aziendali: deducibilità e trattamento fiscale degli omaggi

I regali di Natale aziendali proposti a lavoratori dipendenti o clienti, in alcuni casi possono essere deducibili dalle tasse: ecco quando, e come funzionano le soglie previste.

revisione a cura di Giovanni EmmiDottore CommercialistaSu PartitaIva.it ci impegniamo al massimo per garantire informazioni accurate. Gli articoli vengono costantemente revisionati da professionisti del settore.
Regali di Natale aziendali deduzioni
  • Con l’arrivo del Natale le aziende possono proporre a clienti e lavoratori omaggi di diverso tipo.
  • Tra i regali di Natale aziendali è possibile distinguere quelli acquistati presso altri fornitori o quelli prodotti internamente dall’impresa.
  • I regali di Natale aziendali possono essere deducibili fiscalmente entro alcune condizioni.

Non è raro che le aziende scelgano, per il periodo di Natale, di donare dei regali ai propri collaboratori, lavoratori dipendenti oppure ai clienti e ai fornitori. Si tratta di un’usanza particolarmente apprezzata da chi riceve questi doni, che per l’azienda è anche spesso sinonimo di fidelizzazione.

Tuttavia anche questi doni rappresentano un costo per l’azienda che li propone, che deve valutare attentamente il budget a disposizione prima di procedere. Stilare preventivamente una lista dei destinatari dei regali e stabilire un budget da non superare sono consigli utili per procedere senza spendere più di quanto consentito.

Bisogna anche evidenziare che ci sono alcune agevolazioni di tipo fiscale che possono essere applicate su questo genere di acquisti.

Si tratta prevalentemente di deduzioni fiscali sulla base imponibile e detrazioni Iva, tuttavia secondo le norme italiane ci sono precisi limiti da rispettare. Vediamo in questo articolo cosa è possibile dedurre dalle spese, e quali sono le soglie previste attualmente.

Regali di Natale aziendali: le norme in Italia

Prima di vedere nel dettaglio quali sono le soglie di spesa entro cui è possibile per le aziende ottenere dei vantaggi fiscali, va tenuto in considerazione che le cose possono cambiare in base ad alcune variabili:

  • la tipologia di dono: ovvero se si tratta di un regalo prodotto dall’azienda o acquistato appositamente per l’omaggio;
  • il soggetto destinatario: bisogna fare una distinzione tra omaggi ai dipendenti o ai clienti, ovvero in base ai soggetti terzi a cui l’impresa eroga l’omaggio.

La soglia di spesa a cui fare riferimento per ciascun dono per ottenere degli sgravi fiscali è di 50 euro: questo vuol dire che, indipendentemente dal soggetto a cui si vuole fare un regalo, al di sotto di questa soglia di valore del bene è quasi sempre possibile ottenere una deduzione dal reddito di tali spese, e una detrazione Iva.

Va evidenziato però che le cose cambiano se il prodotto regalato è stato acquistato appositamente per il dono da presentare a Natale, oppure se si tratta di un bene prodotto internamente all’azienda, per cui stabilirne il valore talvolta può essere complesso. In questi casi vanno distinti due scenari, che vedremo tra poco.


Regali di Natale aziendali prodotti dall’impresa

In questo caso i regali di Natale aziendali sono stati prodotti direttamente dall’azienda. Pensiamo ad esempio ad un’impresa che produce panettoni, e che ne regala ai propri dipendenti, oppure a fornitori, clienti o altri soggetti esterni. In questo caso l’azienda non spende una somma per acquistare il regalo da un altro soggetto, ma propone prodotti realizzati internamente.

Anche in questo caso è sempre valida la regola che prevede deduzione al 100% per importi inferiori a 50 euro. Nel caso di un regalo prodotto internamente dall’azienda, questo importo deve essere valutato in base al prodotto del valore stesso.

L’Agenzia delle Entrate ha specificato che per individuare questo valore si fa riferimento al costo di acquisto, o in alternativa alle spese di produzione di questo regalo. Andando a specificare le varie situazioni che si possono presentare, il costo è sempre deducibile al 100% se le spese di produzione (o il costo di acquisto) sono inferiori a 50 euro per unità.

Regali Natale deduzioni fiscali

Regali di Natale aziendali acquistati da terzi

L’altra possibilità è quella per cui l’azienda decida di acquistare determinati prodotti appositamente per i regali di Natale, ovvero avvalendosi di altri fornitori. In questo caso i prodotti non derivano dalla produzione interna dell’azienda, per cui non si applicano le regole viste sopra.

Per questi regali determinare la deducibilità è molto più semplice, e si può fare una distinzione in base al destinatario dei doni:

  • il destinatario è un cliente o un fornitore: in questo caso si tratta sempre di spesa di rappresentanza, per cui si applicano le regole sulla soglia di 50 euro: per importi inferiori si ha la deducibilità al 100%, mentre per importi superiori si applica la totale indetraibilità dell’Iva;
  • il destinatario è un lavoratore dipendente: in questo caso i costi rientrano nelle “spese per prestazione di lavoro dipendente”: i costi sono deducibili interamente dalla base imponibile per il calcolo delle imposte dirette, secondo le soglie stabilite ogni anno, mentre l’Iva è indetraibile.

Per comprendere quali sono le agevolazioni fiscali previste quindi, è necessario verificare prima di tutto in quale categoria di costi, a livello contabile, rientrano le spese sostenute dall’impresa per i regali di Natale aziendali.

Se questo valore viene superato invece, come bisogna comportarsi? In questo caso i costi rientrano in un’altra categoria, ovvero quella delle spese di rappresentanza, per cui è prevista l’indetraibilità totale dell’Iva. Per chiarezza, ricordiamo che le spese di rappresentanza sono tutte quelle per cui è previsto un accrescimento del prestigio dell’azienda, e sostenute per la crescita stessa dell’azienda.


Regali di Natale aziendali: come avviene il calcolo per i cesti

Esiste una ulteriore possibilità, che può generare qualche dubbio, ovvero quella per cui l’azienda decida di regalare un cesto natalizio, che è l’insieme di diversi prodotti. In questo caso, come va calcolata la soglia di 50 euro vista prima?

In questa eventualità l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che il calcolo va fatto prendendo in considerazione la somma dei valori di tutti i prodotti contenuti nel cesto natalizio. Questo significa che il valore di 50 euro per l’agevolazione fiscale deve essere individuato sul costo complessivo dei singoli prodotti.

In breve, se il costo totale del cesto è inferiore a 50 euro, è possibile dedurre questi costi al 100%, mentre se invece supera tale soglia, questa spesa si considera rientrante nelle spese di rappresentanza, con le regole viste prima.

La deduzione totale rimane invece, se al destinatario vengono regalati diversi prodotti, separatamente, il cui valore rimane entro i 50 euro ad unità. Questo perché i diversi prodotti non vanno a comporre un unico regalo.

Regali di Natale aziendali deducibili – Domande frequenti

Quando i regali di Natale aziendali sono deducibili?

Generalmente, se il loro prezzo, o valore unitario, è inferiore a 50 euro. Tuttavia va analizzato il caso specifico, perché intervengono queste variabili.

Quanto sono deducibili i regali di Natale aziendali?

L’azienda può dedurre dalle tasse i regali di Natale al 100%, rientrando nel limite di costo ad unità di 50 euro. Superata la soglia, la spesa rientra nei costi di rappresentanza.

Per le imprese è possibile detrarre l’Iva sui regali di Natale aziendali?

In alcuni casi è possibile ottenere una detrazione Iva: nella guida tutti i dettagli.

Fact-Checked
dottore commercialista giovanni emmi
Giovanni Emmi
Dottore Commercialista
Revisione al 29 Gennaio 2023
Dottore commercialista specializzato in organizzazione e gestione dello studio professionale, consulenza direzionale e digitalizzazione dei processi. Nonostante sia un pianificatore nato, ha delle intuizioni geniali.
Autore
Classe 1992, laureata in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Torino, da sempre sono appassionata di scrittura. Dopo alcune esperienze all'estero, ho deciso di approfondire tematiche inerenti la fiscalità nazionale relativa alle persone fisiche ed alle Partite Iva. La curiosità mi ha portato a collaborare con agenzie web e testate e a conoscere realtà anche diversissime tra loro, lavorando come copywriter e editor freelancer.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.