Generazione Terra 2023: come funzionano i finanziamenti per le aziende agricole

Generazione Terra 2023 mette a disposizione finanziamenti per l'acquisto di un terreno destinato ad imprese agricole. Ecco come funziona e a chi è rivolto.

di Valeria Oggero

Revisione a cura di Giovanni EmmiDottore CommercialistaSu PartitaIva.it ci impegniamo al massimo per garantire informazioni accurate. Gli articoli vengono costantemente revisionati da professionisti del settore.

Adv

Generazione Terra 2023
  • Generazione Terra 2023 è un’iniziativa ISMEA per sostenere i giovani agricoltori che acquistano un terreno per lo sviluppo dell’attività.
  • Possono accedere ai finanziamenti per l’acquisto di un terreno i giovani imprenditori agricoli, con età inferiore a 41 anni.
  • I finanziamenti possono arrivare anche a 1,5 milioni di euro, in base ai casi particolari.

Arriva un nuovo importante incentivo per il settore agricolo, in particolare per consentire ai giovani con un’attività nel settore di ottenere nuovi terreni con finanziamenti agevolati. Si tratta di Generazione Terra 2023, una misura ISMEA che sostiene sia le imprese già avviate che quelle da avviare.

La misura va a coprire il 100% dell’acquisto effettuato da parte dell’imprenditore agricolo, per terreni volti allo sviluppo dell’attività agricola. Questo importante finanziamento tuttavia è rivolto ad un pubblico di imprenditori giovane, al di sotto di 41 anni di età.

La misura è rivolta sia agli imprenditori agricoli che ai titolari di startup, in misura specifica sulla base di alcuni requisiti. Per la misura vengono stanziati 60 milioni di euro, e per accedervi è necessario presentare una richiesta telematicamente. Vediamo tutti i dettagli nell’articolo.

Cos’è Generazione Terra 2023

Generazione Terra 2023 è un’iniziativa ISMEA, l’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare. Si tratta di una misura che prevede finanziamenti specifici a chi acquista un terreno da destinare all’attività agricola, ovvero giovani entro i 41 anni di età.

L’obiettivo della misura è sostenere le attività agricole del paese: si rivolge sia a imprenditori agricoli con imprese già avviate, sia a startupper e giovani che vogliono acquistare un terreno per svolgere una attività di questo tipo.

La misura consiste nell’acquisto del terreno da parte di ISMEA, e nell’assegnazione successiva al richiedente. Il soggetto interessato dovrà quindi poi rimborsare la somma ad ISMEA entro un periodo compreso tra 15 e 30 anni. I fondi stanziati si differenziano in base alla categoria a cui appartiene il soggetto che porta avanti la richiesta, ovvero:

  • 25 milioni di euro sono rivolti a giovani imprenditori agricoli e giovani startupper con esperienza per operazioni nel Centro-nord, nelle seguenti regioni: Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta, Veneto, Lazio, Marche, Toscana e Umbria;
  • 25 milioni di euro sono rivolti a giovani imprenditori agricoli e giovani startupper con esperienza per operazioni fondiarie localizzate nel Sud e nelle isole, ovvero nelle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia;
  • 10 milioni di euro sono destinati ai Giovani startupper con titolo.
Generazione Terra 2023 come funziona

A chi è rivolta Generazione Terra 2023

Generazione Terra 2023 è rivolta quindi a diverse categorie di soggetti, ed è una misura che viene garantita in base a specifici requisiti per ogni categoria.

L’iniziativa viene indirizzata ai giovani under 41, che hanno un’attività agricola o che ne stanno avviando una, purché rispettino alcuni requisiti. Possono quindi accedervi:

  • giovani imprenditori agricoli;
  • giovani startupper con esperienza, che vogliono avviare una attività nell’agricoltura;
  • giovani startupper con titolo che vogliono avviare una attività in agricoltura.

Giovani imprenditori agricoli

Sono inclusi in questa categoria coloro che intendono ampliare la superficie della propria attività agricola, acquistando un terreno limitrofo e che sia utile allo scopo, con superficie che fa già parte dell’azienda agricola, secondo accordi di affitto o comodato d’uso da almeno due anni.

Sono poi inclusi i soggetti che vogliono consolidare la superficie della propria attività agricola acquistando un terreno già condotto dal richiedente, tramite comodato o affitto, da almeno due anni.

Questi soggetti inoltre devono essere residenti in Italia da almeno due anni, cittadini dell’Unione Europea e avere un’età inferiore a 41 anni. Si interviene quindi su imprese considerate giovani, o per cui la maggioranza delle quote societarie è da ricondurre a soggetti giovani.

Giovani startupper con esperienza

Un’altra categoria riguarda i giovani startupper, che vogliono avviare un’impresa nell’ambito agricolo. Anche in questo caso è confermato il requisito di età fino a 41 anni, con almeno 2 anni di residenza in Italia e cittadinanza europea. Per accedere alla misura è necessario avviare una nuova impresa in agricoltura.

Viene applicato anche un ulteriore requisito, ovvero l’iscrizione per almeno due anni nei 5 precedenti, ad una delle seguenti Gestioni:

  • INPS come coadiuvante agricolo;
  • Gestione Separata INPS come collaboratore;
  • Gestione dei lavoratori dipendenti INPS come dirigente, quadro, impiegato o operaio agricolo;
  • Gestione Separata ENPAIA per periti agrari e agrotecnici;
  • EPAP per dottori agronomi e forestali.

Giovani startupper con titolo

Questa categoria riguarda coloro che hanno conseguito un titolo idoneo per avviare una attività imprenditoriale nel settore agricolo, ma privi di esperienza. In questo caso l’età massima per cui è possibile accedere all’iniziativa è di 35 anni.

Anche in questo caso è necessario essere cittadini europei e avere residenza in Italia da almeno due anni, e non bisogna ancora essere imprenditori agricoli. Rientrano in questa categoria tutti coloro che hanno un diploma di istituto tecnico agrario e professionale per l’agricoltura oppure un diploma di laurea triennale o magistrale.

L’acquisto del terreno è agevolato quindi per le nuove attività imprenditoriali condotte da giovani strartupper con titolo. La società agricola può essere già avviata, ma da non più di sei mesi. La domanda deve essere presentata dallo startupper, in quanto rappresentante legale o titolare dell’impresa.

Generazione Terra 2023: le cifre

Andiamo a vedere nel dettaglio quali sono le cifre a cui ogni categoria di beneficiario deve fare riferimento per i finanziamenti. Il valore massimo del finanziamento è così proposto:

  • 1.500.000 per giovani imprenditori agricoli o giovani startupper con esperienza;
  • 500.000 euro per giovani startupper con titolo.

Va ricordato che in queste cifre non sono comprese le spese ulteriori, come quelle per il notaio, il pagamento delle tasse, o altre voci di costo similari. Si prevede quindi poi il pagamento di rate per rientrare del finanziamento, che possono essere semestrali o posticipate.

Il limite massimo di durata del pagamento è di 30 anni, e sarà possibile accedere a scelta ad un tasso fisso o ad uno variabile, calcolando anche lo 0,05% per le spese amministrative e di gestione, e uno spread legato al rischio dell’operazione.

Viene poi garantito un premio per il primo insediamento a tutti gli startupper, con 70.000 euro agevolabili: il 60% della somma al momento dell’erogazione della misura, e il restante in un momento successivo.

Come accedere a Generazione Terra 2023

Come accedere a Generazione Terra 2023

Per poter accedere all’agevolazione è necessario per i soggetti interessati presentare una domanda telematicamente, come specifica la comunicazione ISMEA a riguardo:

“Dalle ore 13,00 del 1 febbraio 2023 apre il portale per la presentazione delle domande di accesso a Generazione Terra. Il portale sarà attivo nei giorni feriali dalle ore 9.00 alle ore 18.00.”

ISMEA mette a disposizione un’area del portale in cui presentare una prima domanda, per prenotare poi una procedura a sportello.

Al momento della presentazione della domanda online è necessario compilare un apposito modulo da inviare a ISMEA. Le domande rimarranno aperte fino al termine delle risorse finanziarie erogate per l’iniziativa.

Generazione Terra 2023 – Domande frequenti

Cos’è Generazione Terra 2023?

Generazione Terra 2023 è un’iniziativa ISMEA per sostenere i giovani agricoltori che acquistano un terreno. Ecco come funziona, limiti e requisiti.

Da quando si può accedere a Generazione Terra 2023?

Dal primo febbraio 2023, fino ad esaurimento dei fondi, è possibile inviare telematicamente la domanda per richiedere i finanziamenti di Generazione Terra 2023.

Chi può accedere a Generazione Terra 2023?

Possono accedervi gli imprenditori agricoli, gli startupper con esperienza o con titolo che intendono avviare una attività agricola.

Autore
Foto dell'autore

Valeria Oggero

Giornalista

Giornalista pubblicista, laureata in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Torino, da sempre sono appassionata di scrittura. Dopo alcune esperienze all'estero, ho deciso di approfondire tematiche inerenti la fiscalità nazionale relativa alle persone fisiche ed alle Partite Iva. La curiosità mi ha portato a collaborare con agenzie web e testate e a conoscere realtà anche diversissime tra loro, lavorando come copywriter e editor freelancer.
Fact-Checked
Avatar di Giovanni Emmi
Giovanni Emmi
Dottore Commercialista
Revisione al 27 Marzo 2024
Commercialista dal 🧗🏾‍♀️secondo millennio, innovatore professionale nel terzo millennio🏃🏾‍♂️. Il futuro della professione del commercialista nel mio ultimo libro "dalla società alla rete tra professionisti".

12 commenti su “Generazione Terra 2023: come funzionano i finanziamenti per le aziende agricole”

  1. Salve,ho 23 anni e dal 2018 sono socio di una società agricola con mio padre,adesso ho deciso di acquistare un terreno agricolo del cisto di 150mila euro,posso usufruire di questa agevolazion?

    Rispondi
  2. Buongiorno sono un giovane studente che sta per raggiungere la maturità a giugno. Vorrei acquistare un terreno agricolo vicino a me è avere la possibilità di un finanziamento agevolato e il primo insediamento. Al momento nn ho ancora aperto nessuna posizione. Cosa devo fare x avere qualche possibilità. Inoltre vorrei sapere cosa si intende per giovane sturtapper

    Rispondi
    • Buonasera,
      la richiesta di contributi per il primo insediamento in agricoltura è possibile avere agevolazioni anche regionali. Per maggiori informazioni la invitiamo a verificare sul sito della regione in cui risiede. Viene definito “startupper” un giovane imprenditore che avvia una startup, prevalentemente in settori tecnologici.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  3. Buongiorno,
    ho aperto una partita iva agricola da circa un mese, ho prevalentemente animali, capre e pecore e faccio allevamento di cavalli. Essendo sotto i 41, vorrei accedere ai contributi a fondo perduto per primo insediamento, ed eventualmente alla possibilità data per acquistare terreni per ampliare la mia posizione agricola.
    Quali passaggi devo seguire e come posso fare?
    Grazie mille
    Barbara

    Rispondi
    • Buongiorno,
      i contributi per i giovani agricoltori sono collegati alla regione di residenza. Le consigliamo di rivolgersi a un commercialista esperto di agevolazioni della sua zona.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  4. Buongiorno,
    sono un ragazzo di 33 anni con diploma come perito elettronico, ad oggi sono un informatico e vorrei avviare un’attività di agricoltura, posso aderire a qualche fondo?
    Grazie

    Rispondi
    • Buongiorno,
      dipende dalla regione in cui si trova e dalle misure che la stessa prevede a beneficio dell’agricoltura.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
    • Buonasera,
      avere terreni agricoli a fondo perduto non penso sia possibile, piuttosto avere agevolazioni per realizzare attività agricole su terreni in affitto o di proprietà o agevolazioni sulle imposte che si versano sugli acquisti.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  5. Sono tornato a essere coltivatore diretto, azienda patrimonio della famiglia da più di un secolo. Possibilità di ampliare l’azienda. Azienda di circa 5 ettari tra proprietà e fitto. Finanziamenti per l’ampliamento. Ho 68 anni.

    Rispondi

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di Partitaiva.it, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.