Bonifici bancari istantanei: nuovo regolamento UE

La nuova normativa europea imporrà ai prestatori di servizi di pagamento di processare i bonifici in tempo reale, entro dieci secondi dalla conferma dell'operazione.

Adv

bonifici in 10 secondi
  • Con l’approvazione del Parlamento UE, i bonifici istantanei potranno ora essere accreditati in soli 10 secondi.
  • Le nuove regole introducono anche rigorose misure di sicurezza per prevenire frodi ed errori.
  • I costi per i bonifici istantanei non saranno superiori quelli delle operazioni tradizionali.

Con l’approvazione definitiva da parte del Parlamento UE, vengono introdotti i bonifici bancari istantanei in 10 secondi, un’iniziativa parte di un pacchetto normative volte a innovare il sistema dei pagamenti all’interno dell’Unione Europea.

L’obiettivo è quello di ridurre i tempi affinché i bonifici vengano accreditati sui conti dei consumatori e delle aziende, con una particolare attenzione verso le esigenze delle piccole e medie imprese (PMI). Al cuore dell’iniziativa, la volontà di rafforzare la Single Euro Payments Area (SEPA), con l’aggiornamento delle linee guida per includere l’elaborazione immediata dei trasferimenti di denaro.

Il regolamento, che riflette un consenso trasversale tra i membri dell’UE, ha ottenuto un’approvazione schiacciante con 599 voti favorevoli, contrastati da soli 7 voti contrari e 35 astensioni.

Bonifici bancari istantanei: come funzioneranno

La nuova normativa europea imporrà ai prestatori di servizi di pagamento di processare i bonifici in tempo reale, garantendo che il denaro venga trasferito sul conto del destinatario in un lampo, precisamente entro dieci secondi dalla conferma dell’operazione, indipendentemente dal momento della giornata o dal giorno della settimana in cui viene effettuato il trasferimento.

Una novità importante riguarda anche la conferma di esecuzione, che verrà inviata al pagatore entro lo stesso lasso di tempo, offrendo così un livello di trasparenza e sicurezza finora inedito per entrambe le parti coinvolte.

Tuttavia, le operazioni di bonifico istantaneo potrebbero incontrare eccezioni relative al tempo di processamento al di fuori degli orari lavorativi, a causa delle varie dinamiche di accesso alla liquidità in euro.

Per quanto riguarda gli Stati membri dell’UE che non utilizzano l’euro come moneta ufficiale, è prevista un’implementazione graduale delle nuove regole: essi avranno comunque l’obbligo di adeguarsi alla normativa per i conti bancari che operano in euro, benché con un periodo di transizione esteso rispetto agli stati della zona euro.

La normativa stabilisce inoltre un principio equo per quanto riguarda i costi associati ai trasferimenti monetari. I prestatori di servizi di pagamento (PSP) non potranno imporre tariffe per i bonifici istantanei superiori a quelle previste per le operazioni di bonifico tradizionali, non istantanee, in euro.

Le nuove norme entreranno in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’UE. Gli Stati membri avranno 12 mesi per applicare il regolamento.

revolut business

Bonifici in 10 secondi: sono sicuri?

bonifici bancari istantanei

La rapidità con cui i fondi verranno trasferiti solleva però legittime preoccupazioni riguardo alla possibilità di frodi o errori.

Fortunatamente, le nuove regolamentazioni hanno posto un’enfasi significativa sull’implementazione di misure rigorose per la prevenzione e l’identificazione delle frodi, assicurando che i fondi raggiungano esclusivamente i conti destinatari corretti.

I prestatori di servizi di pagamento saranno tenuti ad adottare strategie avanzate e continuamente aggiornate per combattere le frodi e ai clienti dovrà essere offerta gratuitamente la possibilità di verificare l’identità del beneficiario del bonifico, senza incorrere in costi aggiuntivi.

Per rafforzare ulteriormente la protezione, ai clienti sarà data la possibilità di impostare limiti massimi per i bonifici istantanei, offrendo così un controllo diretto sulla quantità di denaro che può essere trasferita in una singola operazione.

In caso di mancato rispetto degli obblighi di prevenzione delle frodi da parte dei PSP, con conseguente danno finanziario per il cliente, le nuove normative offrono un solido meccanismo di risarcimento.

I PSP che forniscono il servizio di bonifici istantanei saranno infine obbligati a condurre verifiche approfondite sui propri clienti per accertare che non siano soggetti a sanzioni internazionali o misure restrittive legate al riciclaggio di denaro e al terrorismo.

Bonifici bancari istantanei: i vantaggi per le imprese

L’introduzione dei bonifici istantanei nell’area europea porta con sé una serie di vantaggi, specialmente per le piccole e medie imprese, che potranno sfruttare questa novità per migliorare la propria efficienza operativa e la gestione finanziaria:

  • la capacità di ricevere pagamenti in tempo reale migliora la liquidità delle PMI, consentendo loro di accedere quasi immediatamente ai fondi necessari per le operazioni quotidiane;
  • l’eliminazione dei ritardi nei pagamenti significa che le imprese possono gestire meglio i propri cicli di fatturazione e pagamenti, riducendo il tempo e lo sforzo spesi per il monitoraggio e la riconciliazione dei pagamenti;
  • con i bonifici istantanei, le PMI potranno ridurre i costi associati alla gestione dei ritardi di pagamento e alle procedure amministrative, ottimizzando così le proprie risorse finanziarie;
  • la capacità di effettuare pagamenti immediati migliora l’esperienza del cliente, rendendo le transazioni più fluide e aumentando la fiducia nei confronti dell’impresa.

Bonifici bancari istantanei – Domande frequenti

Quando entreranno in vigore le nuove regole sui bonifici bancari istantanei?

Le nuove norme sui bonifici istantanei entreranno in vigore 20 giorni dopo la loro pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea. Gli Stati membri avranno quindi 12 mesi per implementare completamente il regolamento.

I bonifici istantanei saranno disponibili per transazioni in tutte le valute?

I bonifici istantanei saranno implementati per le transazioni in euro. Gli Stati membri dell’UE che non utilizzano l’euro come loro valuta ufficiale dovranno adeguarsi alla normativa per i conti bancari che effettuano operazioni in euro, sebbene con un periodo di transizione più lungo.

I bonifici in 10 secondi saranno sicuri?

Per affrontare le preoccupazioni sulla sicurezza, i prestatori di servizi di pagamento (PSP) dovranno adottare misure avanzate per la prevenzione e l’identificazione delle frodi, inclusa la verifica gratuita dell’identità del beneficiario. Ai clienti sarà inoltre data la possibilità di impostare un limite massimo per i bonifici istantanei e ci saranno meccanismi di risarcimento in caso di mancato rispetto degli obblighi di prevenzione delle frodi da parte dei PSP.

Autore
Classe 1994, immediatamente dopo gli studi ho scelto di intraprendere una carriera nel Project Management in ambito di progetti Erasmus+ per EPS. Questo mi ha portato ad approfondire in particolare le tematiche inerenti alla fiscalità delle PMI, anche se la mia area di expertise risulta oggi molto più ampia in questo ambito. Oggi sono copywriter freelance appassionata di scrittura e di innovazione per le piccole e medie imprese.

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.