Codice tributo 7085

  • Il codice tributo 7085 fa riferimento alla tassa annuale di vidimazione dei libri sociali.
  • Per versare la tassa, le società devono compilare il modello F24 entro la scadenza del 16 marzo di ogni anno negli appositi campi della sezione Erario.
  • In caso di omesso o ritardato versamento della tassa, il contribuente può effettuare il ravvedimento operoso per pagare una sanzione ridotta.

Alcuni tipi di società sono tenute a pagare annualmente la tassa annuale di vidimazione dei libri sociali. Per pagare la tassa, il contribuente deve utilizzare il modello F24 e inserire il codice tributo 7085.

Il pagamento della tassa deve avvenire entro la scadenza, fissata al 16 marzo di ogni anno. In caso di tardato o mancato pagamento è prevista una sanzione che può arrivare anche al 200% dell’importo da versare. Ma per ridurre la sanzione si può ricorrere all’istituto del ravvedimento operoso.

In questa guida vedremo quali sono i soggetti che devono pagare la tassa, a quanto ammonta, come compilare il modello F24 e come funziona il ravvedimento operoso.

Codice tributo 7085: cos’è e a cosa si riferisce

Ogni anno alcune categorie di soggetti sono tenute a versare una tassa annuale sulle concessioni i governative per la numerazione e bollatura di libri e registri contabili. L’obbligo vale anche le società che sono in liquidazione.

L’importo da versare dipende dal capitale o dal fondo di dotazione. Il versamento deve essere effettuato mediante modello F24 entro la scadenza. La tassa si paga in modo forfettario, ovvero indipendentemente dal numero di registri o libri utilizzati durante l’anno.

Va tenuto in considerazione che questa imposta è deducibile dal reddito, e può essere compensata con altri tributi da pagare.

Chi deve pagare con il codice tributo 7085

Secondo la normativa, i soggetti obbligati al pagamento della tassa vidimazione libri sociali sono:

  • Spa;
  • Srl;
  • Società cooperative;
  • Enti pubblici e privati diversi dalle società;
  • Intermediari finanziari;
  • Società fiduciarie;
  • SIM (Società di Intermediazione Mobiliare).

Invece, i soggetti esonerati, sono:

  • società cooperative/di mutua assicurazione;
  • consorzi che non assumono la forma di società consortile;
  • società di capitali dichiarate fallite;
  • società sportive dilettantistiche costituite in forma di società di capitali senza scopo di lucro affiliate ad una Federazione Sportiva Nazionale, ad una disciplina sportiva associata o ad un Ente di formazione sportiva (a condizione che il relativo atto costitutivo rispetti le condizioni previste dalla Legge n. 289/2002).

Per quanto riguarda le nuove società, o società costituende, la modalità di pagamento è differente. Infatti, in tal caso il versamento della tassa annuale di vidimazione dei libri sociali deve essere effettuato con bollettino postale, n. 6007 intestato a: Agenzia delle Entrate – Centro Operativo di Pescara – Bollatura numerazione libri sociali.

Ciò deve avvenire prima della presentazione della dichiarazione di inizio attività ai fini Iva. Nella sezione del bollettino postale eseguito bisogna, inoltre, inserire il nome del rappresentante legale e la denominazione sociale della società.

Libri sociali soggetti a tassazione

I soggetti che sono tenuti a versare la tassa annuale vidimazione libri sociali devono versare il tributo per i libri sociali obbligatori, numerati e vidimati da un notaio o dalla Camera di Commercio, che sono i seguenti:

  • libro dei soci;
  • libro delle obbligazioni;
  • libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee;
  • libro delle adunanze e delle deliberazioni del consiglio di amministrazione;
  • libro delle adunanze e delle deliberazioni del collegio sindacale;
  • libro delle adunanze e delle deliberazioni del comitato esecutivo;
  • libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee degli obbligazionisti;
  • ogni altro libro o registro per i quali l’obbligo della bollatura è previsto da norme speciali.

Al contrario, non è prevista la vidimazione annuale delle altre scritture contabili e fiscali obbligatorie.

Calcolo della tassa da versare

L’importo della tassa annuale vidimazione libri sociali è stabilito in misura fissa e varia in base al valore del capitale sociale dato dall’ultimo Stato Patrimoniale del bilancio di esercizio.

L’importo da versare, quindi, ammonta a:

  • 309,87 euro se il capitale sociale è inferiore o uguale a 516.456,90 euro;
  • 516,46 euro se il capitale sociale è superiore a 516.456,90 euro.

Per le variazioni di capitale sociale registrate dopo il 1° gennaio l’importo da versare varia solamente a partire dal periodo d’imposta successivo. In tal caso, per le variazioni dello Stato Patrimoniale successive a mese di gennaio, l’importo della tassa annuale vidimazione libri sarà ricalcolato nell’anno seguente.


Codice tributo 7085: compilazione modello F24

I contribuenti che devono versare tasse, imposte o contributi devono utilizzare il modello F24 telematico. Per non commettere errori, i contribuenti si possono affidare ad un commercialista.

Il versamento si può effettuare nelle seguenti tre modalità:

  • in modo diretto dall’Agenzia delle Entrate attraverso i servizi:
    • F24 web;
    • F24 online;
    • canali telematici Fisconline;
    • canali telematici Entratel;
  • attraverso i servizi di internet banking;
  • tramite intermediari finanziari abilitati.

Per versare la tassa annuale di vidimazione dei libri sociali, i contribuenti devono utilizzare il modello F24 compilato nella sezione Erario inserendo le seguenti informazioni:

  • codice tributo: indicare 7085;
  • rateazione/regione/prov/mese rif: da non compilare;
  • anno di riferimento: anno d’imposta per cui si effettua il pagamento;
  • importi a debito versati: indicare l’importo a debito;
  • importi a credito compensati: da non compilare;
  • TOTALE A: la somma degli importi a debito indicati nella Sezione Erario;
  • TOTALE B: la somma degli importi a credito indicati nella Sezione Erario, non compilare se non sono presenti importi a credito;
  • SALDO (A – B): indicare il saldo (TOTALE A – TOTALE B);
  • codice ufficio: da non compilare;
  • codice atto: da non compilare.
Modello F24


Codice tributo 7085: scadenze

Il pagamento della tassa deve essere effettuato entro la scadenza del 16 marzo di ogni anno.

In caso di pagamento in ritardo, i soggetti tenuti al versamento della tassa devono pagare anche una sanzione che va dal 100 e arriva fino al 200% dell’importo dovuto, con un minimo di 103 euro.

Tale sanzione si può versare in modo ridotto ricorrendo all’istituto del ravvedimento operoso. Per le società appena avviate, la scadenza del pagamento è prima della presentazione inizio attività ai fini IVA.


Codice tributo 7085: ravvedimento operoso

Le società che effettuano il pagamento della tassa oltre la scadenza hanno la possibilità di ricorrere all’istituto del ravvedimento operoso, così come per altre tipologie di imposte e tasse versate in modo tardivo.

Tuttavia, nel caso della tassa vidimazione libri sociali, l’eventuale sanzione dovrà essere versata tramite modello F23 riportando il codice ufficio RCC, la causale SZ e il codice tributo 678T.

Gli interessi calcolati dovranno, quindi, essere cumulati all’imposta e versati utilizzando lo stesso codice tributo 7085. Per la compilazione del modello F24 per il ravvedimento operoso bisogna inserire:

  • la tassa di vidimazione annuale, con il codice tributo 7085;
  • gli interessi, sempre con codice tributo 7085;
  • la sanzione, con modello F23, indicando nel campo codice ufficio la sigla RCC, nel campo  causale la sigla SZ, nel campo 10 l’anno di riferimento della tassa e nel campo 11 il codice tributo 678T.

In caso di ravvedimento operoso, la sanzione varia in base al ritardo del pagamento. La sanzione sarà, quindi, pari a:

  • 1/9 del minimo se la regolarizzazione dal 31° al 90° giorno dalla scadenza;
  • 1/8 del minimo, se la regolarizzazione dal 91° giorno ed entro un anno dalla scadenza del versamento;
  • 1/7 del minimo, se la regolarizzazione avviene entro due anni.

Codice tributo 7085 – Domande frequenti

Chi deve pagare usando il codice tributo 7085?

I soggetti che devono versare la tassa vidimazione libri sociali sono le Spa, le Srl, le Società cooperative, gli enti pubblici e privati diversi dalle società, gli intermediari finanziari, le Società fiduciarie e le SIM (Società di Intermediazione Mobiliare).

Cosa succede se non si paga la tassa di vidimazione libri sociali?

Se non si paga entro la scadenza la tassa di vidimazione libri sociali, le società dovranno versare una sanzione che va dal 100% e arriva fino al 200% dell’imposta dovuta. Leggi la guida per sapere come pagare la sanzione ridotta.

Qual è la scadenza del versamento della tassa vidimazione libri sociali?

Il versamento della tassa vidimazione libri sociali con il codice tributo 7085 deve essere fatto entro il 16 marzo di ogni anno tramite modello F24 compilato nella sezione Erario.

Fact-Checked
dottore commercialista giovanni emmi
Giovanni Emmi
Dottore Commercialista
Revisione al 28 Gennaio 2023
Dottore commercialista specializzato in organizzazione e gestione dello studio professionale, consulenza direzionale e digitalizzazione dei processi. Nonostante sia un pianificatore nato, ha delle intuizioni geniali.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.