Modello fattura quietanzata

La fattura quietanzata è un documento che certifica l’avvenuto pagamento di una prestazione: scarica il modello gratuito in pdf.

Modello Fac-Simile in .pdf

fattura quietanzata

Scarica il modello

Leggi il documento

Compila e firma

La fattura quietanzata è una particolare fattura contrassegnata dalla presenza di un timbro, della firma e della dichiarazione “per quietanza” da parte del professionista che ha ricevuto un determinato pagamento. 

Si differenzia dalla semplice fattura proprio per la presenza di questi 3 elementi e della dicitura sopra riportata: ecco quali sono i casi in cui potrebbe essere necessario emetterne una e quando non è valida.

Significato della quietanza di pagamento

Una fattura quietanzata è costituita da alcuni elementi probatori, che ne certificano l’avvenuto pagamento, liberando il soggetto debitore da qualsiasi pretesa di pagamento futuro. 

Rappresenta, pertanto, una prova documentabile precostituita che si potrebbe utilizzare nell’ipotesi di contenzioso tra le parti. Dopo aver emesso una fattura quietanzata, in pratica, il creditore non potrà più avere alcuna pretesa. 

Facendo un esempio pratico, nell’ipotesi in cui si comprasse una merce difettosa, la fattura quietanzata potrebbe essere utilizzata come strumento per far valere il proprio diritto di rivalsa

Come si fa a quietanzare una fattura?

Produrre una fattura quietanzata è davvero molto semplice in quanto sarà sufficiente:

  • la presenza della dicitura “per quietanza”, che potrà essere apposta a penna oppure con un timbro;
  • la propria firma. 

La dicitura “pagato” non può essere considerata un’alternativa valida in quanto il pagamento potrebbe anche essere stato parziale e, di conseguenza, ci potrebbe essere qualche screzio tra debitore e creditore. 

L’annotazione “per quietanza” potrà essere collocata in qualsiasi punto della fattura che, per poter essere considerata valida, dovrà contenere anche:

  • l’oggetto della prestazione (tipologia e quantità);
  • l’esatta somma pagata;
  • la data di pagamento

Come richiedere una fattura quietanzata

La quietanza è valida se contiene tutti gli elementi sopra citati e se viene rilasciata in forma scritta, tramite atto pubblico oppure scrittura privata. 

Dopo avere effettuato il pagamento, il soggetto debitore potrà chiedere al creditore di emettere una quietanza di pagamento, attestante l’avvenuta ricezione dell’importo dovuto. 

Oltre alla fattura quietanzata, un’ulteriore forma di tutela è rappresentata dal pagamento tramite mezzi tracciabili, quindi un bonifico o un assegno. I contanti sono fortemente sconsigliati, in quanto non possono essere tracciati. 

Fattura quietanzata e valore legale

La fattura quietanzata ha un valore legale, a differenza della dicitura “pagato” che, come espresso dalla Corte di Cassazione Sezione Unite, con la sentenza n. 6877 del 13/05/2002 e la successiva n. 19888 del 22/09/2014, non significa nulla su una fattura. 

Il valore probatorio di una fattura quietanzata è utile per:

  • tutelarsi da qualsiasi pretesa futura di ulteriori pagamenti;
  • far valere i propri diritti in presenza di merce difettosa o servizio scadente;
  • rendicontare le proprie spese al fine di ottenere un rimborso. 

Il valore probatorio viene a mancare se si riesce a dimostrare che:

  • la fattura è stata sottoscritta dietro minaccia, quindi con la forza;
  • sia stato commesso un errore e la fattura sia riferita a una prestazione che non sia stata ancora effettivamente saldata. 

Facsimile fattura quietanzata: download pdf

Scarica il modello facsimile di fattura quietanzata (gratis).

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.