Modello 231: facsimile editabile

Scarica il facsimile del modello organizzativo 231 aggiornato al 2022.

Modello Fac-Simile in .pdf

modello 231

Scarica il modello

Leggi il documento

Compila e firma

Che cosa è il modello 231

Il modello 231 è un modulo organizzativo e di gestione, costituito da un insieme di protocolli alla base della struttura di un’azienda e della gestione dei suoi processi sensibili. La sua corretta applicazione può ridurre le probabilità che vengano commessi reati. 

Il modello organizzativo 231 permette, in pratica, alle imprese di poter essere sollevate da eventuali reati commessi dai propri dipendenti. La sua compilazione dà alla società la possibilità di richiedere l’esclusione della propria responsabilità derivante dalla commissione di un reato. Il D. Lgs 231/2001 prevede che le aziende possano essere punite per gli illeciti commessi da:

  • soggetti che ricoprono ruoli di rappresentanza, gestione e amministrazione;
  • entità organizzative autonome;
  • soggetti che si occupano di direzione e vigilanza, quali i dipendenti. 

Il modello 231 serve a mettere in piedi un sistema di prevenzione, nel quale ogni membro aziendale viene indirizzato a compiere comportamenti leciti e a rispettare le norme riguardanti la responsabilità d’impresa. 


Modello organizzativo 231: è obbligatorio? 

Il modello 231 non è obbligatorio, ma è fortemente consigliato. Rappresenta infatti una forma di tutela contro l’eventuale rischio di essere chiamati a rispondere per uno dei reati sanzionati nel decreto sopra citato. 

Le aziende più esposte a tale rischio dovrebbero pertanto sottoscrivere questo modello, il quale oggi costituisce anche un requisito preliminare da possedere in alcune Regioni per poter ottenere l’accreditamento in determinati settori. 

Cosa significa attuare efficacemente un modello 231

Il modello 231 non è uguale per tutte le aziende. Al contrario, varia in relazione alle singole caratteristiche aziendali e alla tipologia di attività svolta, nonché in relazione ai processi produttivi e ai propri stakeholder. 

Tra gli elementi di prevenzione dei rischi che dovrebbero essere presentati all’interno del modello organizzativo di gestione e controllo, si annoverano:

  • le procedure;
  • le disposizioni organizzative;
  • i codici comportamentali;
  • la modulistica;
  • i software;
  • le commissioni. 

Un modello organizzativo 231 si considera redatto, adottato e aggiornato in modo efficace se viene effettuata un’accurata valutazione del rischio, vengono implementate procedure specifiche per prevenire il diffondersi di comportamenti illeciti e definita una struttura che, partendo da principi etici da rispettare, promuova la prevenzione dei reati. 

Di seguito è disponibile un facsimile di modello 231 editabile, che si potrà scaricare e modificare sulla base delle esigenze della propria azienda. 

Modello 231 organizzativo: download docx

Qui puoi scaricare il modello per le detrazioni gratis in formato Word

Modello organizzativo 231 – Domande frequenti

Cosa prevede il Decreto Legislativo 231 del 2001?

Il Dgls. 231/2001 ha attribuito anche agli enti, dunque alle persone giuridiche e a quelli privi di responsabilità giuridica, una responsabilità amministrativa. Nel caso di reato, non viene punito solo il legale rappresentante, ma l’intera società.

Quali sono gli obiettivi del modello 231?

Il modello 231 si prefigge l’obiettivo di prevenire reati all’interno di un’azienda; può garantire affidabilità con i partner commerciali e rappresenta un punto di forza nel rating della legalità.

Chi deve fare il modello 231?

Il modello organizzativo 231, che non è comunque obbligatorio, può essere fatto da PMI e da grandi aziende, per tutelarsi dagli illeciti.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.