Codice tributo 1538

  • Il codice tributo 1538 si riferisce ai tributi speciali di cui ai titoli i e ii della tabella a allegata al decreto-legge 31 Luglio 1954, n. 533, convertito con modificazioni, nella legge 26 Settembre 1954, n. 869 e successive modificazioni ed integrazioni.
  • Per utilizzare il codice 1538 il contribuente deve compilare il modello F24 nella sezione Erario inserendo l’importo nella colonna degli importi a debito versati.
  • Con questo codice il contribuente versa i tributi speciali di cui ai titoli I e II della tabella A allegata al Dl 533/1954, ossia tributi speciali per servizi resi dal Ministero delle Finanze.

Il codice tributo 1538 è il codice che il contribuente deve inserire nel modello F24 per versare i tributi speciali di cui ai titoli I e II della tabella A allegata al Dl 533/1954.

Questo codice tributo è stato istituito dall’Agenzia delle Entrate con la Risoluzione n. 67/E del 3 agosto 2016. Il versamento si effettua compilando negli appositi campi il modello F24.

Codice tributo 1538: cos’è e a cosa si riferisce

Con la Risoluzione n. 67/E del 3 agosto 2016, l’Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo da utilizzare per versare i tributi relativi ai titoli I e II della tabella A allegata al Dl 533/1954, ossia tributi speciali per servizi resi dal Ministero delle Finanze.

Il codice tributo 1538, denominato “Tributi speciali di cui ai titoli i e ii della tabella a allegata al decreto-legge 31 Luglio 1954, n. 533, convertito con modificazioni, nella legge 26 Settembre 1954, n. 869 e successive modificazioni ed integrazioni”, si utilizza, quindi, per versare, ad esempio:

  • i certificati e le copie degli estratti di atti catastali e non catastali;
  • le copie delle decisioni delle commissioni tributarie.

Si tratta, quindi, di contributi e prestazioni tributarie con cui il contribuente concorre alle spese sostenute dall’ente poiché ha goduto di un vantaggio, in questo caso di quei servizi che vengono resi al pubblico da parte del personale del Ministero delle Finanze.

Codice tributo 1538: compilazione modello F24

Per effettuare il versamento con il codice tributo 1532 bisogna utilizzare il modello F24, in modalità telematica per i titolari di Partita Iva. I modi per effettuare il modello F24 sono i seguenti:

  • in modo diretto dall’Agenzia delle Entrate utilizzando i servizi:
    • F24 web;
    • F24 online;
    • canali telematici Fisconline;
    • canali telematici Entratel;
  • con servizi di internet banking;
  • tramite intermediari finanziari abilitati.

Il modello F24 deve essere compilato in questo caso nella sezione Erario seguendo le seguenti istruzioni:

  • codice tributo: indicare il codice 1538;
  • rateazione/regione/prov/mese rif: da non compilare;
  • anno di riferimento: anno d’imposta per cui si effettua il pagamento;
  • importi a debito versati: indicare l’importo a debito;
  • importi a credito compensati: da non compilare;
  • TOTALE A: la somma degli importi a debito indicati nella Sezione Erario;
  • TOTALE B: la somma degli importi a credito indicati nella Sezione Erario, non compilare se non sono presenti importi a credito;
  • SALDO (A – B): indicare il saldo (TOTALE A – TOTALE B);
  • codice ufficio: da non compilare;
  • codice atto: da non compilare.
Modello F24

Codice tributo 1538 – Domande frequenti

A cosa si riferisce il codice tributo 1538?

Il codice tributo 1538 si riferisce ai Tributi speciali di cui ai titoli i e ii della tabella A allegata al decreto-legge 31 Luglio 1954, n. 533, convertito con modificazioni, nella legge 26 Settembre 1954, n. 869 e successive modificazioni ed integrazioni.

Come si usa il codice tributo 1538?

Per usare il codice 1538 il contribuente deve compilare il modello F24 nella sezione Erario inserendo l’anno di riferimento, l’importo a debito e il totale da versare.

Cosa si intende per tributi speciali?

I tributi speciali versati con codice 1538 sono, ad esempio, i certificati e copie degli estratti di atti catastali e non catastali, e le copie delle decisioni delle commissioni tributarie. Ecco come funziona il versamento.

Fact-Checked
Avatar di Giovanni Emmi
Giovanni Emmi
Dottore Commercialista
Revisione al 11 Gennaio 2023
Commercialista dal 🧗🏾‍♀️secondo millennio, innovatore professionale nel terzo millennio🏃🏾‍♂️. Il futuro della professione del commercialista nel mio ultimo libro "dalla società alla rete tra professionisti".

5 commenti su “Codice tributo 1538”

  1. Per il Tributo 1538 si deve usare il Mod. F24 o F24 Semplificato?
    Nel modello F24 ci sono varie voci, per pagare la copia di una successione va bene compilare il campo IMPOSTE DIRETTE- IVA RITENUTE ALLA FONTE ALTRI TRIBUTI ED INTERESSI?
    Va inserito anche il codice fiscale di eventuale altro erede oltre a quello di chi lo richiede?
    Grazie infinite.

    Rispondi
    • Buongiorno,
      il c.f. dell’erede va inserito in caso di compilazione del modello per un soggetto deceduto. I modelli da utilizzare e le istruzioni per la compilazione sono spiegati nell’articolo.

      Grazie per averci scritto

      Rispondi
  2. Quando si richiede l’Attestazione di avvenuta presentazione le voci ‘Bollo’ e ‘Tributi speciali’ si duplicato in due distinti importi ciascuna. Orbene sul modello F24 va indicato solo il totale per ciascuna voce, oppure conviene indicare due cod 1533 e due 1538 ?
    Potresti rispondermi prestissimo? Grazie.

    Rispondi

Lascia un commento

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di Partitaiva.it, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.