Home > Società > SRL semplificata > Rapporto Cerved 2014: le Srls guidano il riscatto delle startup

Rapporto Cerved 2014: le Srls guidano il riscatto delle startup

cerved

Cerved fa il check up alle PMI all’indomani dei primi segnali di ripresa. Le startup hanno accusato il colpo in questi anni, ma il trend è tornato positivo negli ultimi due anni. A favorire la ripresa, oltre al lento miglioramento dell’economia globale, anche provvedimenti come quello sulle Srl semplificate.

È stato pubblicato il primo rapporto Cerved PMI, che si propone di fornire un quadro sullo stato di salute economico – finanziaria delle Piccole e Medie Imprese, che tradizionalmente sono la spina dorsale della struttura economica italiana.

Ovviamente non potevano essere escluse dall’analisi quella particolare categoria di PMI che sono le startup.

Il report non può non tenere conto degli effetti sulle PMI che la crisi che ha attraversato il nostro paese e dalla quale solo adesso cominciamo a intravederne la fine ha avuto.

Anche le startup, secondo il report, sono diminuite del 21 percento rispetto agli anni precedenti il crack finanziario proveniente dagli USA. Inoltre aumenta la “mortalità infantile” delle startup. Tra quelle che riescono a nascere, sempre meno sono le startup che riescono ad approdare sul mercato e strutturarsi fino a diventare PMI. A contribuire a questi numeri poco confortanti è, neanche a dirlo, la restrizione dell’accesso al credito delle banche. Solo cinquemila startup hanno iniziato l’attività con prestiti bancari, la metà rispetto al 2007.

Fin qui, le brutte notizie. Ma ce ne sono anche di positive.

A contrastare, non solo psicologicamente, il quadro desolante rispetto dai livelli pre-crisi, c’è la frenata del calo demografico, dovuto sicuramente ai fattori macroeconomici della ripresa dell’economia mondiale, ci sono anche alcuni provvedimenti di facilitazione di entrata e uscita dal mercato per le imprese come l’istituzione delle Srl semplificate. Nei primi sei mesi del 2014 quasi un terzo delle startup hanno scelto di costituirsi come Srls, iniziando ad invertire il trend in calo, registrando un aumento nel numero di imprese che si qualificano come startup innovative, rispettando i criteri della Commissione Europea.

cerved srls

L’introduzione di misure come la Srls quindi ha invertito il trend in calo, facilitando la costituzione delle startup. Ma questo non significa che ne abbia incentivato l’ingresso sul mercato. A crescere è infatti soprattutto il numero di startup costituite con un capitale versato di 5000 euro, che costituiscono il 53% del totale delle startup registrate nel 2013. La maggior parte, come abbiamo già detto, non riesce a sopravvivere oltre il terzo anno di vita.

Comunque, il profilo di rischio delle startup non è differente al resto delle PMI, ed in entrambi i casi il profilo di rischio è diminuito rispetto alle aziende uscite dal mercato negli anni precedenti.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Comments

comments

logo_1681f3ba624aa69494f83d45086b4904_2x
You may also like
start-up innovative
Nuovo contest per le startup italiane: al via Start&Pulse
startupwired
Digital Startup Contest, c’è tempo fino al 31 dicembre per candidarsi
startup innovativa quali vantaggi
Startup innovativa: i vantaggi per gli imprenditori e come costituirla online
startupwired
Bando Impact Growth: 150 mila euro per le startup

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.