Home > Società > Startup innovativa > Quattro consigli per la vostra campagna di crowdfunding

Quattro consigli per la vostra campagna di crowdfunding

kickstarter

Adattamento dell’articolo “4 Tips to Use Crowdfunding to Make Startup Dreams a Reality” di Zach Cutler su entrepreneur.com
 

Kickstarter_ciao italia

Il crowdfunding sta diventando un modo sempre più popolare e diffuso tra le startup per raccogliere fondi nelle prime fasi di vita dell’impresa. Le piattaforme di Crowdfunding sono comode, semplici da usare e raggiungono una grande platea di investitori a costi contenuti.

Il mondo del crowdfunding è stato aperto alle startup anche in Italia, grazie alle iniziative a favore di startup e PMI innovative e all’apertura di Kickstarter al mercato italiano, consentendo alle nuove imprese di crescere più rapidamente all’inizio del loro ciclo di vita e, successivamente, ai founder di fare aumentare di valore la loro impresa accumulando fondi attraverso il debito convertibile.

Anche se il crowdfunding può sembrare la via più semplice per accumulare il capitale di cui una startup ha bisogno, come una qualsiasi raccolta fondi richiede molto impegno. Qui vi diamo alcuni consigli per organizzare una campagna crowdfunding di successo.

1. Scegliete la piattaforma con attenzione.

Prima di scegliere la piattaforma, pensate prima alla tipologia di crowdfunding che meglio si sposa con il vostro progetto. Basata su ricompense? Su donazione?  Su equity? Considerate poi i pro e i contro di ogni piattaforma, decidendo quale di queste meglio si adatta con gli obiettivi che vi siete prefissati. Cercate quindi progetti simili al vostro e scoprite su quali piattaforme hanno ottenuto i migliori risultati.

Quando ho fatto fundraising per Giveafish, la prima lista dei desideri globale, ho deciso di registrarla su Kickstarter perché ho reputato che il pubblico che volevamo raggiungere fosse già sulla piattaforma e fosse coerente con i miei obiettivi.

Kickstarter è il sito di crowdfunding più conosciuto, ma non è tutto rose e fiori. Kickstarter offre agli utenti un ottimo spazio per le loro campagne, ma non dà alcun aiuto dal punto di vista del marketing, lasciando agli utenti tutto l’onere di promuovere il loro progetto.

Inoltre, non è la piattaforma giusta per tutte le startup. Per esempio, YourNeighborhood, una piattaforma iperlocale sul mercato immobiliare, ha recentemente lanciato una campagna di crowdfunding su Fundable.

Fundable è una piattaforma ad inviti. In cambio di un abbonamento, guida le startup attraverso il processo di crowdfunding tramite la creazione del profilo, aiutandole a farsi pubblicità e a trovare investitori e altri servizi. La piattaforma ha 23.000 angel attivi, e ospita fino ad un massimo di 200 imprese per volta.

Questo approccio particolarmente concreto è stato quello più appropriato per YourNeighborhood. La startup ha ottenuto il primo contributo di 25.000 dollari nelle prime due settimane dal lancio della campagna.

2. Preparatevi prima di lanciare la campagna.

Prima di lanciare la campagna per Giveafish, io ed il mio co-founder abbiamo impegato quattro mesi per progettarla. Ci siamo rivolti ad uno studio per produrre un video di qualità professionale, mettere su i canali social, sviluppato il messaggio e scritto un copy coerente. Quando la campagna era pronta a partire, ogni cosa era preparata accuratamente e in modo professionale.

Organizzate quindi la campagna in modo che siate sicuri di avere successo ancor prima di lanciarla. Girate un video professionale, limate e mettete a punto un messaggio convincente e chiedete a parenti ed amici pareri e supporto il giorno del lancio. La pagina deve avere un aspetto professionale e ben ponderato per poter attirare finanziamenti.

Inoltre, è cruciale strappare promesse ad alcuni finanziatori prima ancora che la campagna inizi, in modo che questa mostri vitalità sin dal primo giorno.

3. Dopo aver lanciato la campagna, lanciate il prodotto.

Una volta che la campagna di crowdfunding è entrata nel vivo, fatelo sapere a tutti.  Per Giveafish, facemmo una campagna martellante su Twitter e Facebook per raggiungere famigliari e amici. Abbiamo scandagliato  i social media per trovare nuovi potenziali supporter. YourNieighborhood allo stesso modo ha promosso una campagna sulle reti social e personali. Indipendentemente dalla piattaforma scelta, lanciate una campagna che sia efficace.

Per farlo, avrete bisogno dell’aiuto di professionisti, rivolgetevi quindi a degli esperti per conoscere tutti i segreti del crowdfunding.  Scegliete con cura i professionisti da coinvolgere nel progetto.

4. Prendete dimestichezza con gli analytics.

I numeri non mentono. Avere 10.000 followers e 20.000 like su Facebook non serve a nulla se questi numeri non si trasformano in supporti economici. Imparate a leggere i numeri per capire l’andamento della vostra campagna e come potete migliorare.

Su Kickstarter ad esempio, si possono visualizzare i dati nativamente o usare Google Analytics tramite un codice di tracciamento. Quando usate gli ads di Facebook o Twitter, imparate ad utilizzare le complesse  dashboard delle Analytics. Imparate a capire da dove vengono le offerte e come attirnarne altre.

Il crowdfunding apre alle startup un intero mondo di opportunità Una campagna di crowdfunding è utilissima perché può aiutarvi a raggiungere una platea più ampia di investitori, ma non è semplice da gestire. Con un po’ di preparazione e di conoscenza degli analytics, potrete trasformare in realtà la startup dei vostri sogni.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Comments

comments

logo_1681f3ba624aa69494f83d45086b4904_2x
You may also like
b&b, bed and breakfast, affittacamere, casa vacanze
B&B, affittacamere o case vacanza? Guida alla scelta più conveniente

1 Response

  1. Pingback : 6 cose da fare prima di lanciare una campagna su Kickstarter

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.