Home > Società > Nuovi incentivi alle aziende vitivinicole del Piemonte

Nuovi incentivi alle aziende vitivinicole del Piemonte

La Regione Piemonte ha pubblicato un bando di incentivi per le aziende vitivinicole nell’ambito dell’Organizzazione Comune del Mercato dell’Unione Europea. Vediamo quali sono le principali caratteristiche, e come poter avanzare domanda.

Attività finanziabili

Possono essere finanziate le seguenti attività:

  • la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi
    ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
  • la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
  • l’affinamento e/o il confezionamento del vino conferito dai soci, anche ai fini della sua
    commercializzazione;
  • in via prevalente, l’elaborazione l’affinamento ed il successivo confezionamento del vino acquistato, ai fini della sua commercializzazione.

Spese ammissibili

Stando a quanto precisa il bando, possono essere considerate ammissibili le spese:

  • di natura edilizia (costruzione, ristrutturazione, riattamento di fabbricati);
  • acquisto di impianti, attrezzature fisse e macchinari per l’esposizione, la degustazione e la commercializzazione del prodotto;
  • acquisto di elementi di arredo per i punti vendita aziendali purché non ubicati all’interno
    delle unità produttive, comprensivi di sale di degustazione;
  • acquisto di strumentazioni di controllo e di apparecchiature informatiche (personal
    computer, stampanti, fax) e dei relativi programmi e piattaforme a servizio dei punti vendita extra-aziendali.

Agevolazioni previste

Per quanto attiene le agevolazioni previste, il bando stanzia un sostegno per gli investimenti realizzati da micro, piccole o medie imprese è concesso nel limite massimo del 40% della spesa effettivamente sostenuta. Tale limite è ridotto al 20% della spesa effettivamente sostenuta qualora l’investimento sia realizzato da una impresa classificabile come intermedia (o da un raggruppamento di imprese nel quale sia inclusa un’impresa classificabile come intermedia) ovvero che occupi meno di 750 dipendenti o il cui fatturato annuo sia inferiore ai 200 milioni di euro.

La spesa ammissibile deve essere compresa tra un minimo di 20 mila euro e un massimo di 350 mila euro.

Requisiti

Alla data di presentazione della domanda i soggetti interessati (compresi tutti quelli facenti parte del raggruppamento di imprese) devono aver costituito e validato il proprio fascicolo aziendale nell’anagrafe agricola unica del Piemonte, essere in regola con le norme comunitarie, nazionali e regionali vigenti in materia vitivinicola in particolare con la normativa vigente in materia di dichiarazioni obbligatorie di cui al regolamento (CE) n. 436/2009 e s.m.i..

Scadenza

Per poter partecipare al bando c’è tempo fino al prossimo 7 aprile 2017, seguendo le istruzioni qui indicate.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Comments

comments

logo_1681f3ba624aa69494f83d45086b4904_2x
You may also like
Nuovi incentivi per le pmi dalla Camera di Commercio di Asti
partite iva soglia di povertà
Incentivi alle start up dalla Camera di Commercio di Como
srl
Incentivi alle imprese per innovazione tecnologica
startup
Incentivi e agevolazioni fiscali per le start-up

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.