Home > Società > Startup innovativa > Le 11 startup italiane più famose al mondo secondo Business Insider

Le 11 startup italiane più famose al mondo secondo Business Insider

business insider

Business Insider ha stilato una lista delle 11 startup italiane che hanno riscontrato il miglior successo tra pubblico e investitori. Vediamo quali sono.

«L’Italia tradizionalmente non è considerata nel panorama tech europeo». L’articolo di Business Insider di mercoledì inizia con una amara constatazione sullo stato di salute del nostro paese e sulle opportunità che esso offre alle nuove imprese innovative, «ma» – riporta la famosa rivista – annovera un gruppo sempre più numeroso di startup che creano prodotti e servizi che vengono usati in tutto il mondo», stilando poi la lista delle migliori 11 startup italiane che si stanno facendo valere nel mercato globale.

Vediamo.

Si parte con BeMyEye, una piattaforma di crowdsourcing sulla quale le aziende possono reclutare “mystery shopper”, ovvero degli inviati “in incognito” delle aziende per verificare se i loro prodotti sono esposti nei negozi nel rispetto degli accordi commerciali (se sono ad altezza occhi sugli scaffali, se sono soggetti a determinati promozioni, ecc.) e se il servizio clienti è soddisfacente.

La startup è nata nel 2011 da una idea di Gian Luca Petrelli, ex Motorola, e ha già raccolto 2,8 milioni di dollari dagli investitori.

BeMyEye+Logo

Circle Garage è invece una startup genovese che produce dispositivi ad alta tecnologia come Hiris, un computer da polso col quale si interagisce non tramite un touch screen, ma con i movimenti della mano sopra il display. Basta agitare la propria mano in un determinato modo perché Hiris “comprenda” quale operazione vogliamo compiere. Ottimo ad esempio per gli snowboarder e gli sciatori che, indossando i guanti, non possono usare un dispositivo touch.

Hiris è già stato finanziato per più di 87.000$ sulla piattaforma di crowdfunding Indiegogo.

Circle Garage

MoneyFarm, milanese, si occupa invece di fornire consulenze finanziarie su misura, permettendo agli utenti di creare un portfolio di fondi e monitorare gli investimenti nel tempo. A proposito di investimenti, MoneyFarm ne ha attratti già per 5,6 milioni di dollari.

moneyfarm

La GIPStech di Rende fornisce un servizio di localizzazione in aree al chiuso (non coperte dal GPS) in grado di stabilire verso quale direzione il cliente di un centro commerciale o un paziente di un ospedale (può essere usato anche nel settore sanitario) sta andando.

Hanno già raccolto 200.000 € dal fondo Italian Angels for Growth.gipstech

Stereomood, fondata a Milano nel 2008, si occupa di fornire la musica adatta all’umore dell’utente utilizzando i dati degli altri utenti. Ogni mese riesce a raccogliere i fondi necessari al mantenimento dei server, oltre ad aver ricevuto un seed funding nel 2012.stereomood

Pathflow fornisce un software che consente ai negozi di analizzare quelli che definisce i “l’Analytics della vita reale”, ovvero permette di monitorare il comportamento dei clienti  ed elaborare quindi le giuste strategie.

Nel 2013 ha raccolto 105.000 € di seed founding da H-Farm e altri investitori.pathflow

Appsbuilder realizza invece un sogno di molti: creare un’applicazione senza dover possedere competenze di programmazione. Il sito fornisce i templates e l’applicazione si crea praticamente da sé.

È presente sia a Milano che a Catania, e ha già messo su 1 milione e mezzo di dollari.

Apps Builder

Di MusiXmatch abbiamo tutti sentito parlare, se non altro perché il servizio è stato integrato direttamente nell’app di Spotify. Nata a Bologna nel 2010, è essenzialmente un gigantesco database di testi musicali con numeri giganteschi: 3o milioni di utenti e più di 7 milioni di testi in 38 lingue diverse. Adesso hanno anche lanciato un’app mobile che ti permette di ascoltare la musica con i testi e anche un’app per condividere videoclip (Clip).

Ha già raccolto oltre 10 milioni di dollari.

musicxmatch

Arduino è la famosa startup piemontese che produce schede elettroniche che possono essere programmate per una infinità di usi.  Nato da un gruppo di studenti nel 2005, Arduino è oggi declinato in 16 versioni.

Arduino

Avete presente quei lunghissimi testi sulla tutela della privacy i quali dobbiamo dichiarare di aver letto per poter andare avanti per svolgere una operazione su un sito internet o un’app Facebook ma che nessuno in realtà ha mai letto? Bene, che voi decidiate di leggerli o meno, è obbligatorio inserirli, e come potrete immaginare è una noia tremenda redigerli in termini legalmente accettabili. La startup milanese iubenda si occupa di farlo per voi, offrendo una privacy policy adatta ad ogni esigenza.

iubendaYoox è il famoso sito per comprare capi d’abbigliamento online. Attivo in oltre 100 paesi, ha recentemente acquisito il competitor britannico Net-a-porter.

Yoox

Quelle indicate da BusinessInsider sono solo le startup italiane più famose, quelle che “ce l’hanno fatta” sfondando la cortina di ferro rappresentata dai confini del nostro mercato tecnologico. Ma sono solo la testa di ponte per un contributo, quello del nostro paese, che sarà in futuro sempre più consistente al mercato europeo e mondiale.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Comments

comments

logo_1681f3ba624aa69494f83d45086b4904_2x
You may also like
Card
Carta RDC: come funziona?
money
Report IBAN: crescono gli investimenti sulle startup
kickstarter_benvenuto
Kickstarter sbarca in Italia
header-app
Intervista al CEO di Crabtoon Vincenzo Merenda

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.